DIRETTA / Sassuolo-Stella Rossa (risultato finale 3-0) info streaming video e tv: impresa dei neroverdi! (Europa League 2016, 18 agosto)

- La Redazione

Diretta Sassuolo-Stella Rossa, info streaming video e tv: risultato live e probabili formazioni della partita che si gioca al Mapei Stadium per l’andata del preliminare di Europa League

SassuoloTIM
Foto LaPresse

Arriva il triplice fischio dell’arbitro olandese Gozubuyuk (di insospettabili origini turche), il Sassuolo travolge la Stella Rossa per 3 a 0 e mette una seria ipoteca alla storica qualificazione ai gironi di Europa League 2016-2017, ora il ritorno in Serbia tra 7 giorni fa decisamente meno paura anche gli uomini di Di Francesco faranno bene a non considerare il passaggio del turno già in tasca. Nel finale i padroni di casa pensano solamente a controllare e a non concedere agli ospiti l’occasione per accorciare le distanze, il Sassuolo è riuscito a non prendere gol in casa e questo peserà tantissimo nell’economia del doppio scontro diretto. La Stella Rossa alza bandiera bianca senza aver mai messo seriamente in apprensione Consigli e i difensori del Sassuolo, tra una settimana a meno di clamorosi passi falsi la società di Squinzi può festeggiare un traguardo impensabile fino a qualche stagione fa. 

Quando siamo giunti al trentacinquesimo minuto del secondo tempo, il punteggio di Sassuolo-Stella Rossa vede i neroverdi avanti per 3 a 0 e manca sempre meno al novantesimo. Al 59′ altra palla gol per i padroni di casa, il triangolo tra Berardi e Gazzola si conclude con il numero 25 che spara il pallone sopra la traversa da posizione quasi ideale. Due minuti più tardi Gazzola, in prima persona, libera il destro costringendo Kahriman a deviare il pallone in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner Cannavaro schiaccia di testa sul secondo palo ma prende male la mira. Al 64′ va registrato un altro legno colpito dal Sassuolo, ancora con Politano che schiaccia di testa il pallone che si stampa sul palo. In campo c’è una sola squadra con la Stella Rossa arrendevole soprattutto in difesa. Al 65′ Berardi serve un cioccolatino a Defrel che sbaglia un rigore in movimento lisciando il pallone. Il numero 11 del Sassuolo avrà comunque modo di sbloccarsi al 69′ quando su assist di Falcinelli – appena entrato in campo al posto di Berardi – realizza la rete del 3 a 0. Ancora Defrel al 72′ si divora un altro gol già fatto allargando troppo il sinistro davanti a Kahriman. 

Al Mapei Stadium è ricominciato il match tra Sassuolo e Stella Rossa, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la squadra di Di Francesco avanti per 2 a 0. A inizio ripresa i padroni di casa vanno a un passo dal terzo gol, al 47′ Berardi con un pallonetto delizioso scavalca Kahriman, il numero 25 del Sassuolo viene però fermato dal palo, poi ci pensa Phibel ad allontanare la sfera quasi sulla linea. La Stella Rossa deve recuperare due gol di svantaggio e per questo è parecchio sbilanciato in avanti, gli uomini di Di Francesco possono sferrare il colpo del KO in contropiede in qualsiasi momento, anche perché il 2 a 0 è un risultato che sta decisamente stretto al Sassuolo per quanto visto finora in campo.  

Al Mapei Stadium si è appena concluso il primo tempo del match – valido per l’andata dei playoff di Europa League 2016-2017 – tra Sassuolo e Stella Rossa, le due squadre tornano negli spogliatoi per l’intervallo sul punteggio di 2 a 0 in favore della formazione allenata da Eusebio Di Francesco. I padroni di casa continua a fare la partita e al 39′ torna a farsi vedere in avanti con Magnanelli che scarica il sinistro addosso a Kahriman. I tempi sono maturi per il gol del raddoppio che arriva al 41′ al termine di una triangolazione tra Politano e Berardi, col numero 16 che deposita il pallone in rete facendo esplodere il Mapei Stadium. Stella Rossa in seria difficoltà che non accenna nemmeno una reazione, il Sassuolo nella ripresa proverà ad affondare il colpo per poter affrontare il match tra 7 giorni in Serbia con la massima tranquillità.  

Alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio di Sassuolo-Stella Rossa vede i padroni di casa avanti per 1 a 0. I neroverdi di Di Francesco si muovono molto bene in mezzo al campo e creano diversi pericoli dalle parti di Kahriman, anche se il destro di Politano al 13′ è troppo debole e centrale per impensierire l’estremo difensore della Stella Rossa. Ma al 17′ il Sassuolo passa meritatamente in vantaggio, Politano libera il destro colpendo il palo, Kahriman legge malissimo il pallone e buca l’intervento (una figuraccia di cui avrebbe fatto volentieri a meno) lasciando la porta sguarnita, a Berardi non resta altro che appoggiarlo in rete per il gol dell’1 a 0. Al 27′ Berardi sfiora la doppietta su suggerimento di Gazzola, tiro deviato in calcio d’angolo da Phibel. Un minuto più tardi chance clamorosa per Defrel che solo davanti alla porta non riesce a metterla dentro sciupando il passaggio di Politano che si era smarcato con una giocata geniale. Sassuolo sprecone che ha già avuto diverse occasioni per arrotondare il risultato.  

Al Mapei Stadium è cominciata la sfida tra Sassuolo e Stella Rossa (valida per l’andata degli spareggi di Europa League 2016-2017), al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Buon inizio dei padroni di casa che provano subito a mettere alle corde la difesa avversaria, l’undici di Di Francesco sembra aver approcciato nella maniera giusta il delicato match. Gli ospiti cercano di rendersi minacciosi su calcio d’angolo. Al 9′ il primo squillo della gara, Biondini conclude a rete scaricando un destro potente ma centrale che viene così respinto da Kahriman, la difesa della Stella Rossa libera l’area di rigore e allontana il pallone sventando il pericolo. 

Sassuolo-Stella Rossa, ci siamo: i neroverdi di Eusebio Di Francesco sono al penultimo passo prima della fase a gironi di Europa League. E landata dei playoff e di fronte ci sono i serbi della Stella Rossa: si parte alle ore 20:45, vediamo quali sono le formazioni ufficiali al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Il Sassuolo non cambia il suo 4-3-3: cè Defrel come attaccante centreale con Politano a sinistra, per il resto non cambia nulla rispetto alla solita formazione. Matri deve rimandare il suo esordio, non è nemmeno in panchina dove invece compaiono Trotta e Letschert insieme al giovane Sensi, che potrebbe avere una parte nel secondo tempo. SASSUOLO (4-3-3): 47 Consigli; 23 Gazzola, 28 Cannavaro, 15 Acerbi, 13 Peluso; 8 Biondini, 4 Magnanelli, 32 Duncan; 25 D. Berardi, 11 Defrel, 16 Politano. In panchina: 79 Pegolo, 5 Antei, 55 Letschert, 12 Sensi, 22 Mazzitelli, 9 Falcinelli, 29 Trotta. Allenatore: Eusebio Di Francesco STELLA ROSSA (3-2-4-1): 1 Kahriman; 97 Phibel, 19 M. Cvetkovic, 73 Ristic; 20 Donald, 4 Le Tallec; 7 J.J. Ruiz, 10 Katai, 93 Poletanovic, 11 Mouche; 70 Hugo Vieira. In panchina: 27 Supic, 2 Petkovic, 3 Lukovic, 17 Plavsic, 55 Srnic, 77 Rendulic, 81 Sikimic. Allenatore: Miodrag Bozovic. 

Abbiamo parlato della vittoria della Coppa dei Campioni da parte della formazione serba. Quando questo accadeva, nel 1991, il Sassuolo arrivava ottavo nel girone C di Interregionale. Dato utile a capire quale sia stato il percorso delle due società, o meglio di quella neroverde: fino al 1998 il Sassuolo è rimasto nel Campionato Nazionale Dilettanti, poi è stato ripescato in Serie C2; nel 2006 la promozione in C1, nel 2008 quella in Serie B (con Massimiliano Allegri). Qualche stagione anonima (ma da neopromosso era anche stato in testa al campionato), un concreto rischio di retrocessione nel 2011 (sedicesimo) e poi lesplosione: nel 2012 fuori nella semifinale playoff con Fulvio Pea in panchina, poi larrivo di Eusebio Di Francesco e la promozione in Serie A dominando la stagione. Il primo anno il Sassuolo si è salvato allultimo; il secondo ha navigato in acque tranquille per tutto lanno chiudendo dodicesimo, lo scorso maggio con un fantastico sesto posto ha guadagnato la prima qualificazione europea della sua storia, e adesso potrebbe arrivare anche oltre, ovvero alla fase a gironi di Europa League.

Oggi la formazione serba è sparita dai radar del grande calcio europeo, ma cè stato un periodo in cui affrontarla significava giocare contro una squadra pericolosissima e fortissima. Erano i tempi del grande calcio jugoslavo, paragonato a quello del Brasile per la tecnica e la qualità; un calcio che non ha mai vinto quanto il suo potenziale avrebbe meritato. La Stella Rossa però ce la fece: portò a casa la Coppa dei Campioni nel 1991. Il percorso fu esemplare: 5-2 totale al Grasshoppers nel primo turno, 4-1 ai Rangers Glasgow, 6-0 alla Dinamo Dresda, 4-3 al Bayern Monaco andando a vincere allOlympiastadion. In finale lOlympique Marsiglia, allora una potenza del calcio europeo: finì 0-0 e si andò ai rigori. Sbagliò Manuel Amoros, mentre per la Stella Rossa segnarono tutti. Di quella squadra facevano parte Vladimir Jugovic, Miodrag Belodedic (unico straniero), Robert Prosinecki, Sinisa Mihajlovic, Darko Pancev, Dejan Savicevic. Grandi nomi, molti dei quali sarebbero poi arrivati in Italia o comunque in Europa allo scoppio, purtroppo imminente, della guerra civile.

La formazione serba che sfida i neroverdi nel playoff di Europa League ha già iniziato da tempo la sua stagione. Al di là dei preliminari di Champions League (eliminata la Valletta, sconfitta contro il Ludogorets), la Stella Rossa ha giocato cinque partite nel campionato serbo ed è ancora imbattuta: dopo il pareggio allesordio contro il Napredak (2-2), la Stella Rossa ha battuto Metalac (3-1), Mladost (4-2 esterno), Vozdovac (3-0) e Radnicki Nis (3-0 esterno). Due gol li hanno segnati Marko Poletanovic e Aleksandar Katai (doppietta nellultima giornata) ma il cannoniere principe della squadra al momento è Hugo Vieira, portoghese di 28 anni che la Stella Rossa ha acquistato la scorsa stagione dalla Torpedo Mosca. In passato ha militato anche nel Benfica, dove però non ha di fatto mai giocato (è sempre stato ceduto in prestito).

, oggi, giovedì 18 agosto alle ore 20.45, vedrà andare in scena al Mapei Stadium la gara d’andata dei play off di Europa League. Un appuntamento storico per la formazione emiliana, chiamata a rincorrere la qualificazione alla fase a gironi della competizione in quella che è la prima esperienza internazionale ufficiale della sua storia. Per arrivare a giocarsi i play off la squadra di Eusebio Di Francesco ha già superato un ostacolo, il terzo turno preliminare contro gli svizzeri del Losanna. Pareggiato il match d’andata a fine luglio in trasferta, quando la condizione atletica era ancora approssimativa, il Sassuolo ha decisamente migliorato il suo standard nel match di ritorno, vinto nettamente.

La Stella Rossa Belgrado è squadra dal pedigree internazionale importantissimo, con la Champions League vinta nel 1991 come fiore all’occhiello. I serbi però da anni non sono all’altezza della gloria perduta, ed arrivano a giocarsi questi play off di Europa League dopo essere stati eliminati nei preliminari di Champions dai bulgari del Ludogorets. Il Sassuolo alla fine dello scorso campionato di Serie A si è reso protagonista di una straordinaria rimonta, culminata nelle ultime quattro vittorie consecutive che hanno garantito il sorpasso sul Milan ed il sesto posto in classifica, miglior risultato della storia del sodalizio neroverde e sufficiente per agganciare il treno europeo proprio dopo la sconfitta dei rossoneri nella finale di Coppa Italia. Un’impresa che ora gli emiliani non vogliono sacrificare, con tutto il rispetto per una squadra blasonata come quella serba.

Ecco le probabili formazioni di Sassuolo e Stella Rossa che si fronteggeranno al Mapei Stadium. Il Sassuolo giocherà con Consigli in porta, Acerbi e Paolo Cannavaro confermati come coppia di difensori centrali, mentre Gazzola occuperà la corsia laterale di destra e Peluso la fascia sinstra. A centrocampo il ghanese Duncan sarà affiancato dal capitano neroverde, Magnanelli, e da Biondini, mentre il tridente offensivo sarà composto da Sansone, Berardi e dal francese Defrel. Risponderà la Stella Rossa con Kahriman tra i pali alle spalle di una difesa a tre composta da Rendulic, Cvetkovic e dal francese Phibel. A centrocampo l’altro transalpino Le Tallec e l’olandese Donald si muoveranno per vie centrali, con il capitano Katai, l’argentino Ibanez e Srnic che giocheranno avanzati a supporto del tandem offensivo. Dove partiranno titolari l’altro argentino Muche e l’attaccante del Costa Rica Ruiz, vista la squalifica del gabonese Kanga, espulso nel match di ritorno del terzo turno preliminare di Champions League contro il Ludogorets.

Confermato il 4-3-3 per Eusebio Di Francesco che sa di giocarsi un appuntamento storico. Al di là dei benefici economici e di crescita sportiva, il nome della città di Sassuolo sarebbe conosciuto in giro per l’Europa con l’ingresso nella fase a gironi della competizione, con possibili incroci contro squadre che hanno fatto la storia del football del Vecchio Continente. Di contro il montenegrino Bozovic schiererà la Stella Rossa col consueto, aggressivo 3-2-3-2, provando a riportare nella fase principali delle coppe europee la formazione serba dopo anni di digiuno. Il Sassuolo vedrà iniziare la sua nuova avventura in Serie A solo domenica prossima, mentre la Stella Rossa ha già iniziato il cammino in Serbia con quattro vittorie e un pareggio che le hanno già garantito la testa della classifica con tre lunghezze di vantaggio sulle seconde. Una differenza di condizione atletica che il Sassuolo dovrà annullare per capitalizzare al meglio la partita in casa, visto che gli emiliani nel match di ritorno a Belgrado troveranno un ambiente caldissimo.

Secondo i bookmaker il Sassuolo risulta favorito in maniera abbastanza netta per questa andata dei play off di Europa League. Vittoria neroverde quotata 1.62 da Bet365, con William Hill che offre a 3.80 la quota per l’eventuale pareggio e Unibet che moltiplica per 6.00 la posta scommessa sull’eventuale vittoria serba al Mapei Stadium. Sassuolo-Stella Rossa, giovedì 18 agosto alle ore 20.45, sarà trasmessa in diretta tv per gli abbonati Sky sui canali 106 e 201 del boquet satellitare (Sky Sport Mix HD e Sky Sport 1 HD), con match diffuso anche in diretta streaming video via internet, visibile con un collegamento sul sito skygo.sky.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori