Diretta / Sassuolo-Lucerna (risultato finale 3-0) info streaming video e tv: il sogno-Sassuolo continua! (Europa League, oggi 4 agosto 2016)

- La Redazione

Diretta Sassuolo-Lucerna, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita valida per il ritorno del terzo turno preliminare di Europa League 2016-2017, a Reggio Emilia

Sassuolo2016_gol
Il Sassuolo esulta dopo un gol (Foto LaPresse)

Sassuolo-Lucerna termina 3-0 ed è festa neroverde al Mapei Stadium, con qualificazione per i playoff di fine mese centrata dalla squadra di Di Francesco! Prestazione determinata e da squadra matura per il Sassuolo, che ha vinto la sfida nel primo tempo grazie ad un sontuoso Berardi, gestendo poi risultato e qualificazione nella ripresa. Nel finale in evidenza anche i nuovi entrati per gli emiliani, da Politano e Falcinelli all’uomo-mercato Sensi – tanto discusso negli scorsi mesi – già in orbita Juventus. Domani (e vi invitiamo a seguirlo in diretta con noi!) ci sarà il sorteggio, non solo di Europa ma anche di Champions League, per un turno preliminare che vede il Sassuolo aggiungersi all’Inter e ovviamente alla Roma (per la Champions), con Fiorentina, Juve e Napoli (anche in questo caso, le ultime due per la più importante competizione continentale) già alla fase a gironi. Il “battaglione” tricolore non perde dunque pezzi, cosa successa troppe volte in precedenza, nelle passate stagioni. E il gruppo di mister Di Francesco continua a scrivere pagine di storia del club!

Sassuolo-Lucerna 3-0 quando siamo ormai ai titoli di coda del match e Defrel si è fatto perdonare dopo l’occasione divorata in avvio di secondo tempo, siglando il tris nerovoerde! Colpo di testa a botta sicura per la punta, su assist di Duncan, tra i migliori per la squadra emiliana. Con tre gol da recuperare e un uomo in meno a referto, sfida quasi impossibile per il Lucerna, che ci ha provato solo su calcio piazzato, battendo una serie (inutile) di calci d’angolo e punizioni da trequarti, senza mai riuscire a infastidire Consigli. Dall’altra parte – se in avvio di ripresa avevamo assistito ad un inizio di “controllo” sul match del Sassuolo – niente di più comodo per i ragazzi di Di Francesco, nuovamente al tiro con il solo Berardi, poi sostituito da Politano (dentro anche Sensi per Biondini). Difficile ipotizzare grandi capovolgimenti nel destino di partita e qualificazione nel finale, la corsa del Sassuolo è molto vicina a proseguire: all’orizzonte di sono i playoff di fine mese!

ripartita dal bis neroverde servito nel primo tempo e senza cambi da parte di Di Francesco e Babbel, con Sansone però osservato speciale, dopo qualche problema fisico patito a fine prima frazione. E’ stato proprio l’esterno d’attacco del Sassuolo a provarci per primo, su suggerimento di Magnanelli da calcio piazzato, respinto però dalla difesa del Lucerna. La squadra emiliana è a caccia del gol che chiuderebbe ogni discorso anche se non sta trovando un Defrel molto ispirato al centro dell’attacco, all’opposto quanto a prestazione individuale rispetto allo scatenato Berardi. Ci ha provato dalla distanza invece Duncan, con un mancino a lato dai 20 metri. Proprio Defrel ha infine sprecato un’ottima occasione pochi istanti fa, facendosi parare una conclusione da distanza ravvicinata da Zibung, in uscita bassa. Si resta sul 2-0 dopo l’avvio della ripresa, Sassuolo padrone del match!

Sassuolo-Lucerna 2-0 a fine primo tempo, metà gara positiva e a tratti autoritaria per la squadra di Di Francesco, che ha gestito alla perfezione lo sforzo, leggendo bene il canovaccio tattico e chiudendo con il doppio vantaggio firmato Berardi. Nel finale ancora diverse occasioni da calcio piazzato per il Lucerna, che tuttavia non ha mai preoccupato seriamente Consigli. Tanti i falli, azioni spezzettate e poi la svolta (probabilmente) decisiva: è sempre Berardi a creare scompiglio, tiro respinto da Zibung e poi fallo di Ricardo Costa, ad impedire allo stesso Berardi il tap in. Cartellino rosso per il difensore e gol dagli 11 metri per la punta neroverde, che segna il terzo gol in due partite e trasforma la serata da promettente e entusiasmente per il Sassuolo. Ora il parziale è sul 3-1 e la superiorità numerica per tutta la ripresa apre scenari interessanti per la squadra emiliana, che con un terzo sigillo fare calare il sipario sulla partita. Continuando nel proprio personale sogno d’Europa!

Sassuolo-Lucerna 1-0 alla mezzora del primo tempo, ci ha pensato proprio Berardi a sbloccare la situazione! Dopo metà frazione quasi trasparente, trascorsa a rincorrere gli avversari, ecco la stoccata del campioncino (ormai pronto al salto di qualità): assist di Sansone per Defrel, fermato all’ingresso in area; Berardi però c’è, segue l’azione e infila con il sinistro il portiere Zibung, facendo balzare in piedi i tifosi del Sassuolo. Che ora passa a condurre con il parziale di 2-1 nell’ambito dell’aggregate e sarebbe qualificato. Ma il match è ancora lungo e gli svizzeri non mollano un centimetro: il primo tiro nello specchio della serata di fatto ha alzato il sipario sulla vera sfida ed ora non ci si può più nascondere. Ottima la prova a tutto campo di Sansone per la squadra emiliana, che si affida a lui per riproporre il gioco – spesso in ripartenza – dopo le azioni offensive avversarie. E’ stato invece nuovamente Berardi, poco prima del 30, a provarci ancora; palla rubata al limite e destro alto sulla traversa per lui, che però ha già griffato in maniera pesante questo match…

partita su ritmi non indiavolati, partita per ora abbastanza tattica e che vive anche sui fragili equilibri dell’andata. Un gol potrebbe cambiare parecchio lo scenario-qualificazione e allora gli uomini di Di Francesco combattono su ogni pallone (ammonito anche Sansone, al minuto 8), lasciando agli svizzeri qualche opportunità di tiro da fuori, con Neumayr. Sfortunati gli ospiti, che hanno perso subito il terzino Puljic, sostituito da Sarr per problemi muscolari. Nessuna grande occasione a referto, si resta sullo 0-0 dopo questi primi frangenti di gioco al Mapei Stadium, ancora in ombra l’uomo decisivo per i neroverdi, il solito Berardi, dai cui piedi passa gran parte del destino europeo del Sassuolo.

Sassuolo-Lucerna: ci siamo, il Mapei Stadium è pronto a vivere la partita di ritorno del terzo turno preliminare di Europa League. Sono state comunicate le formazioni ufficiali di Sassuolo e Lucerna: tutto confermato tra i neroverdi che schierano lo stesso undici titolare di una settimana fa, con Gazzola a destra e Biondini a centrocampo. Gli svizzeri invece avanzano Neumayr sulla linea dei trequartisti ed inseriscono Kryeziu a centrocampo: a partire dalla panchina sarà la punta Itten. SASSUOLO (4-3-3): 47 Consigli; 23 Gazzola, 15 Acerbi, 28 Cannavaro, 13 Peluso; 8 Biondini, 4 Magnanelli, 32 Duncan; 25 D.Berardi, 11 Defrel, 10 N.Sansone In panchina: 79 Pegolo, 5 Antei, 9 Falcinelli, 12 Sensi, 16 Politano, 22 Mazzitelli, 39 Dell’Orco Allenatore: Eusebio Di Francesco LUCERNA (4-2-3-1): 1 Zibung; 19 C.Schneuwly, 20 Ricardo Costa, 13 Puljic, 7 Lustenberger; 32 Haas, 31 Kryeziu; 8 Hyka, 77 Neumayr, 10 Jantscher; 15 M.Schneuwly In panchina: 21 Omlin, 6 Arnold, 9 Juric, 16 Grether, 23 Sarr, 30 Itten, 37 Joao De Oliveira Allenatore: Markus Babbel Arbitro: Ali Palabiyik (Turchia) 

Sarà storia per il piccolo Sassuolo? Lo scopriremo presto, intanto possiamo ricordare le altre grandi favole del calcio italiano. LUdinese, che ha giocato i gironi di Champions League, ha fatto epoca, ma ci sono state altre due squadre che hanno provato lebbrezza di trovarsi inaspettatamente in Europa. Stagione 2006-2007: la classifica della Serie A fu stravolta da Calciopoli e così il Chievo si trovò a giocare il terzo turno preliminare di Champions League, che allepoca portava direttamente ai gironi. Andò male: i clivensi incrociarono il Levski Sofia e persero 2-0 in Bulgaria, non riuscendo a ribaltare il risultato al Bentegodi (2-2). Lanno seguente lEmpoli si trovò in Coppa UEFA: incontrò una squadra svizzera, lo Zurigo, e allandata vinse 2-1 in casa solo per essere battuto 3-0 al ritorno. Il Sassuolo incrocia le dita, comunque andrà, per evitare la maledizione: entrambe le squadre conobbero la retrocessione in Serie B al termine della stagione. Un destino toccato alla Sampdoria, che pure era più abituata allEuropa: i blucerchiati subirono la grande beffa dal Werder Brema nel playoff di Champions League (stagione 2010-2011), uscirono nella fase a gironi (terzi alle spalle di Psv Eindhoven e Metalist) e a maggio andarono in B.

sempre più vicina: Eusebio Di Francesco ha presentato anche in Europa il suo 4-3-3 che tatticamente ha costruito i successi della squadra nello scorso campionato, portando alla prima storica qualificazione in Europa. Il Sassuolo è una squadra dall’impronta profondamente italiana che sogna l’approccio alla fase a gironi per mettere in mostra Berardi e compagni anche su un palcoscenico continentale. 4-2-3-1 per il tecnico tedesco del Lucerna Babbel: una squadra che l’anno scorso ha costruito la conquista del terzo posto tramite un gioco d’attacco spregiudicato, che ha portato la squadra ad avvicinare anche il secondo posto e quella che sarebbe stata una storica qualificazione in Champions League.

Può rappresentare un altro passo storico per la società emiliana impegnata in Europa League. Trattandosi della prima volta in Europa, il Sassuolo ovviamente non ha mai giocato contro una formazione svizzera se non appunto una settimana fa; il Lucerna invece si è scontrato una volta contro una squadra italiana, il precedente è ormai lontano nel passato e risale a quasi 56 anni fa. Era la stagione 1960-1961: prima edizione assoluta della Coppa delle Coppe. Il Lucerna arrivò ai quarti e incrociò la Fiorentina: a Firenze perse con un netto 6-2 (segnarono Frey e Hahn, per la Viola tripletta di Angeli e doppietta di Hamrin), al ritorno andò ancora peggio con uno 0-3 interno (altri due gol di Hamrin). La Fiorentina avrebbe poi superato la Dinamo Zagabria e, grazie al 2-0 e 2-1 nella finale contro i Rangers Glasgow, avrebbe scritto per prima il suo nome nellalbo doro della Coppa delle Coppe, un trofeo scomparso nel 1999 e fusosi con la Coppa UEFA, a formare quella che oggi è lEuropa League.

, giovedì 4 agosto 2016 alle ore 20.30, sarà una delle sfide decisive per l’accesso ai play off di Europa League 2016-2017: è il ritorno del terzo turno preliminare. Un vero e proprio appuntamento con la storia per il club emiliano, che al ‘Mapei Stadium’ vivrà il primo match europeo casalingo della sua storia. Nella sfida di andata si è consumato invece l’esordio assoluto, con i neroverdi che hanno probabilmente nei primi minuti di gioco pagato dazio all’emozione e ad una condizione atletica che negli ultimi giorni di luglio non può non essere un po’ approssimativa. E’ arrivato infatti il gol del vantaggio degli svizzeri realizzato da Schneuwly. Provvidenzialmente, però, il Sassuolo è riuscito a trovare il pari prima dell’intervallo grazie ad un calcio di rigore trasformato da Domenico Berardi, divenuto così il primo marcatore europeo della storia del Sassuolo.

Eroe della partita è stato però per la squadra allenata da Eusebio Di Francesco anche il portiere Consigli, che a metà ripresa ha sventato il nuovo vantaggio elvetico parando un penalty a Neumayr. Gli emiliani si sono così garantiti un piccolo vantaggio che andrà però conservato: il Lucerna, terzo nello scorso campionato svizzero, si è dimostrata squadra competitiva e soprattutto atleticamente più pronta, visto che il campionato elvetico è già iniziato (per il Lucerna vittoria all’esordio per due a uno sul campo del Lugana), esattamente un mese prima della data prevista per la partenza della Serie A.

Per quanto riguarda le formazioni, il Sassuolo scenderà in campo nella sua prima sfida in casa nelle coppe europee con Consigli tra i pali, Gazzola come esterno difensivo di destra e Peluso come esterno difensivo di sinistra, mentre Cannavaro ed Acerbi saranno i due difensori centrali. Biondini, Magnanelli e il ghanese Duncan saranno i titolari del centrocampo a tre, mentre Sansone, Berardi e il francese Defrel svarieranno sul fronte d’attacco nel tridente.

Per il Lucerna confermato Zibung in porta, i difensori centrali saranno il croato Puljic e il portoghese Ricardo Costa. Ancora assente per inofrtunio Jerome Thiesson, sulla corsia di destra sarà schierato Christian Schneuwly mentre l’esterno mancino di difesa sarà il capitano della squadra, Lustenberger. Il tedesco Neumayr affiancherà Haas nel ruolo di playmaker basso di centrocampo, mentre Itten, l’albanese Hyka e l’austriaco Jantscher supporteranno il centravanti Marco Schneuwly, in gol nella partita d’andata.

Va sottolineato come il Sassuolo abbia vinto le ultime quattro partite della scorsa Serie A e le quattro amichevoli disputate prima di questo impegno di Europa League, battendo nell’ordine Neumarkt, Kickers Stoccarda, Hapoel Haifa e Castelvetro. La ribalta europea si è dimostrata ben più esigente per gli emiliani che hanno saputo stringere i denti contro un avversario decisamente più arrembante sul piano atletico. Di Francesco spera che una settimana di allenamenti in più possa regalare il salto di qualità verso il passaggio del turno. 

Nonostante una partita d’andata combattutissima, i bookmaker sono convinti del fatto che il Sassuolo farà valere la sua legge al ‘Mapei Stadium’ e porterà a casa la qualificazione. Vittoria neroverde quotata 1.50 da Unibet, mentre Tipico.it propone a 4.00 la quota per il pareggio e Bet-at-Home alza fino a 6.20 la quota per il successo in trasferta degli elvetici.

Sassuolo-Lucerna, giovedì 4 agosto 2016 alle ore 20.30, potrà essere seguita in diretta tv e in esclusiva dai tifosi del Sassuolo e da tutti gli appassionati di calcio abbonati a Sky sui canali 106 (Sky Sport Mix HD) e 206 (Sky Super Calcio HD) del boquet satellitare, senza dimenticare la possibilità di seguire la partita in diretta streaming video collegandosi senza costi aggiuntivi tramite pc, tablet oppure smartphone sul sito skygo.sky.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori