VIDEO/ Juventus Young Boys (3-0): highlights e gol. Repice fa impazzire i tifosi bianconeri

- Fabio Belli

Video Juventus Young Boys (risultato finale 3-0): gli highlights e i gol della partita per il gruppo H di Champions League. Decide la tripletta di Dybala, agevole vittoria dei bianconeri

Dybala_esultanza_Von_Ballmoos_Juventus_Young_Boys_lapresse_2018
Juventus, Paulo Dybala (Foto LaPresse)

Continua il feeling tra i tifosi bianconeri e Francesco Repice anche dopo JuventusYoung Boys. La nota voce di Radio Rai ha commentato le gesta del club campione d’Italia, esaltando la prestazione di Paulo Dybala autore di un strepitosta tripletta. Sappiamo benissimo che il cuore del telecronista batte per la Roma, acerrima nemica dal punto di vista sportivo dei bianconero. Nonostante questo il cronista ha dimostrato ancora una volta grandissima sportività soprattutto in Europa dove appena due settimane fa ci sono state delle critiche un po’ ipertestuose nei confronti di situazioni come quella del finale di Inter-Tottenham. I nerazzurri erano riusciti a ribaltare la gara in due minuti, passando da una sconfitta a una vittoria, con Trevisani e Adani letteralmente scatenati al gol di Matias Vecino e per questo criticati. Una polemica futile se si considera anche che in Europa sarebbe sempre giusto schierarsi dalla parte delle italiane. (agg. di Matteo Fantozzi) CLICCA QUI PER LA CRONACA DI REPICE

ALEX SANDRO: “GIOCHIAMO IN PIÙ MODI”

Ennesimo successo di gran peso per la Juventus di allegri, che pur senza Cristiano Ronaldo ieri sera all’Allianz Stadium ha battuto con il risultato di 3-0 la formazione elvetica dello Young Boys nel secondo turno della Champions league. La corazzata della Vecchia Signora pare davvero imbattibile e al termine del match è stata Alex Sandro a svelare i segreti dello spogliatoi bianconero ai microfoni di Sky Sport: “Abbiamo fatto benissimo anche giocando a tre, quindi la nostra forza è questa: che abbiamo più di una formazione e quindi per loro è una difficoltà in più. Siamo fortunati ad avere giocatori fortissimi, se non c’è uno c’è altro e complimenti a Dybala che ha fatto una grande partita. L’intesa con Bernardeschi? gli ho fatto i complimenti, abbiamo fatto bene ed è facile giocare con lui. Bernadeschi ci aiuta tanto anche giocando com mezz’ala e davanti”. (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI ALEX SANDRO (da video sky)

LA PARTITA

La nona sinfonia della Juventus arriva in Champions League: ai 7 successi consecutivi in Serie A in questo inizio di stagione, si aggiungono i 2 nella massima competizione europea. Dopo quello di Valencia, i bianconeri aggiungono un rotondo 3-0 allo Young Boys. Svizzeri generosi ma non all’altezza di una Juventus che anche senza Cristiano Ronaldo gira a meraviglia, quasi ad occhi chiusi. I tre gol sono una fabbrica di emozioni: bastano 5′ a Bonucci per pescare Dybala in area, Camara buca l’intervento difensivo e l’argentino di sinistra al volo batte Von Ballmoos. E’ un crescendo juventino, con gli elvetici che riescono a farsi vedere soltanto con qualche accelerazione di Sulejmani. Al 34′ Pjanic, regista sontuoso di un collettivo perfetto, apre per Dybala che scarica sulla destra per Cuadrado. Il colombiano innesca Matuidi che si inserisce centralmente e conclude, Von Ballmoos non trattiene e per Dybala è un gioco da ragazzi avventarsi sulla sfera per il raddoppio e la doppietta personale. Match mai in discussione, la ripresa si apre con un clamoroso palo a portiere battuto colpito da Dybala e con un rigore clamorosamente negato ai bianconeri per un goffo intervento di Von Bergen in area, sempre sullo scatenato argentino. Poco male per la squadra di Max Allegri che ha ormai la partita in pugno, il sigillo arriva al 24′ con un’altra azione collettiva da urlo, Cuadrado sulla destra si fa pescare libero e mette nel mezzo per Dybala, che diventa il terzo giocatore nella storia della Juventus a realizzare una tripletta in Champions League. E’ sufficiente per una Juventus che soprattutto convince per gioco ed automatismi.

LE DICHIARAZIONI

In conferenza stampa, Massimiliano Allegri ha commentato la prova perfetta dei suoi contro lo Young Boys, con gli svizzeri battuti 3-0 nella seconda giornata della fase a gironi di Champions League: “La squadra ha riposto bene, come serietà e interpretazione della partita. Dopo lo scontro diretto ci poteva essere un calo di attenzione, invece hanno sbloccato la gara e hanno continuato. Se posso fare un appunto, bisognava fare più gol perché la classifica è determinante per il primo posto. I ragazzi hanno fatto bene, in crescita. Ora bisogna lavorare e chiudere bene a Udine, campo difficile. Non c’è un problema di intesta tra Dybala e Cristiano Ronaldo. A Verona, alla prima gara, nel primo tempo la squadra aveva fatto bene giocando senza centravanti. Il vantaggio di averne uno come Mandzukic è che gli altri hanno più possibilità di giocare. Dybala ha fatto una prestazione importante come col Bologna. Quando gioca in quella posizione è bravo a chiudere l’azione, oggi l’ha fatto partendo sempre da lontano. Sta crescendo molto, abbiamo una rosa talmente importante che dobbiamo sfruttare al meglio tutti i giocatori. Dybala e Mandzukic hanno giocato tante gare, Ronaldo almeno si è riposato. Però sono giocatori talmente importanti che poi hanno un peso specifico in tutti i gol della Juve”.

Non fa drammi Gerardo Seoane, allenatore dello Young Boys: “Complimenti a loro per la vittoria, è stata una partita difficile. Per noi essere sotto di un gol dopo cinque minuti è stato tosto, poi abbiamo chiuso con un rosso. Abbiamo visto la differenza tra una squadra che aspira a diventare grande in Champions League e una che ci gioca per la prima volta. Abbiamo visto prestazioni individuali ben diverse, sappiamo su cosa lavorare. La squadra è rimasta unita fino alla fine, abbiamo avuto la giusta mentalità. Siamo delusi per questa sconfitta. Dybala per arrivare ai top deve crescere, anche se ha potenziale. Gli servono minuti e in questo momento magari non gioca abbastanza. È ancora al di sotto dei top 5”.

IL VIDEO DI JUVENTUS YOUNG BOYS: GOL E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori