Diretta/ Inter-Napoli (risultato finale 1-0) streaming video e tv: la decide Lautaro Martinez!

Diretta Inter Napoli, streaming video e tv: è questo di San Siro il big match nel Boxing Day per la diciottesima giornata di Serie A, ma tra la terza e la seconda ci sono ora otto punti.

26.12.2018, agg. alle 22:33 - Claudio Franceschini
Mertens_Handanovic_Napoli_Inter_lapresse_2018
Diretta Inter Napoli, Serie A 18^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA INTER-NAPOLI (RISULTATO FINALE 1-0): LA DECIDE LAUTARO MARTINEZ!

L’Inter si aggiudica il big match della 18^ giornata di Serie A 2018-19 battendo il Napoli per 1 a 0. All’80’ i partenopei rimangono in dieci per l’espulsione di Koulibaly: il numero 26, ammonito per il fallo tattico su Politano, applaude polemicamente l’arbitro Mazzoleni che non ci pensa due volte a mostrargli il cartellino rosso. Con l’uomo in più Spalletti va a caccia dei tre punti e inserisce Lautaro Martinez al posto di un centrocampista come Joao Mario, lanciando un chiaro messaggio a tutta la squadra. Eppure è la formazione di Ancelotti, nonostante l’inferiorità numerica, ad avere l’occasione più importante per vincerla: all’89’ Insigne impegna seriamente Handanovic, a porta sguarnita Zielinski fallisce il tap-in, decisivo il salvataggio sulla linea di Asamoah che vale un gol. Gol che troverà Lautaro Martinez in pieno recupero, al 92′, su assist di Keita Baldé: ancora una volta vengono premiate le scelte di Spalletti che si porta a -5 dal secondo posto, alla fine saltano letteralmente i nervi ai giocatori del Napoli con Insigne che si fa espellere per gli screzi con Keita, mentre dopo il triplice fischio Mario Rui e Allan vengono portati a fatica negli spogliatoi prima che possano combinare altri danni. {agg. di Stefano Belli}

FASE DI STALLO AL MEAZZA

A un quarto d’ora dal novantesimo Inter e Napoli rimangono sullo 0-0: fase di stallo al Meazza con le due squadre che si stanno annullando a vicenda, i partenopei sono cresciuti di intensità ma finora gli è sempre mancato l’ultimo passaggio, mentre nelle fila dei nerazzurri sono calati alcuni interpreti come i croati Perisic e Brozovic e Borja Valero, quest’ultimo rimpiazzato da Vecino. Spalletti ha gettato nella mischia anche Keita Baldé al posto del numero 44 che in questo secondo tempo non ha fatto altro che vagare in mezzo al campo senza uno scopo preciso. Da segnalare il tentativo di Callejon che al 67′, sull’imbucata del solito Insigne, scalda i guantoni di Handanovic, ci vuole ben altro per violare la porta dello sloveno che non abbassa mai la guardia in mezzo ai pali, e guai a distrarsi anche soltanto per una frazione di secondo! {agg. di Stefano Belli}

BROZOVIC NON TROVA LA PORTA

Inter-Napoli è ricominciata senza cambi, sia da una parte che dall’altra: intervallo più lungo del previsto al Meazza con i giocatori che evidentemente volevano restare più tempo possibile negli spogliatoi per difendersi dal freddo pungente (stasera a Milano la temperatura a salire sopra lo zero) che ha già mietuto una vittima illustre, Marek Hamsik, fermato da un problema al flessore. A inizio ripresa i partenopei provano a cambiare l’inerzia della partita, se nella prima frazione di gioco gli uomini di Ancelotti avevano lasciato il pallino del gioco agli avversari, ora gli ospiti sembrano molto più intraprendenti e propositivi nel costruire le azioni d’attacco. Al 55′ la Beneamata torna al tiro con Brozovic che alza troppo la sfera e la manda sopra la traversa, si resta dunque sullo 0-0{agg. di Stefano Belli}

SALVATAGGIO SULLA LINEA DI KOULIBALY!

Inter e Napoli vanno al riposo sul punteggio di 0-0, al termine di un primo tempo dove a far notizia, più che le giocate in campo, sono i cori razzisti provenienti dagli spalti del Meazza nei confronti di Koulibaly, serve un richiamo ufficiale dello speaker che ricorda come, in questi casi, l’arbitro abbia la facoltà di interrompere la partita. Una volta archiviato questo spiacevole episodio, si torna a parlare di calcio con il gol annullato a Perisic che al 32′ deposita il pallone in rete, tuttavia al momento di impattare la sfera il croato è in fuorigioco e quindi nulla di fatto. Undici minuti più tardi occasione colossale per i nerazzurri: Icardi salta anche Meret ma praticamente sulla linea di porta trova l’opposizione di Koulibaly che salva letteralmente il risultato ed è solo grazie a lui se le due squadre arrivano all’intervallo in perfetta parità. Nel recupero Joao Mario va al tiro ma non rappresenta assolutamente uno spauracchio per la retroguardia di Ancelotti. {agg. di Stefano Belli}

TEGOLA PER ANCELOTTI, SI FERMA HAMSIK!

Alla mezz’ora del primo tempo Inter e Napoli rimangono sullo 0-0 con i nerazzurri che continuano a fare la partita senza però trovare il modo di sfondare e di violare la porta di Meret, per adesso l’occasione più importante rimane il tiro da centrocampo di Icardi che si è poi infranto sulla traversa. Partenopei pericolosi nelle ripartenze, al 16′ Insigne libera un destro a giro su cui Handanovic si fa trovare pronto, l’estremo difensore sloveno respinge la conclusione senza rischiare la presa. Al 22′ arriva una brutta notizia per Ancelotti: Hamsik si ferma improvvisamente in mezzo al campo e accusa uno stiramento, il centrocampista slovacco chiede immediatamente il cambio e così entra in azione Maksimovic, per il capitano del Napoli non dovrebbe però trattarsi di un infortunio serio visto che alle prime avvisaglie ha smesso subito di correre per non aggravare ulteriormente la situazione. {agg. di Stefano Belli}

TRAVERSA DI ICARDI DA CENTROCAMPO!

Il big match della diciottesima giornata di Serie A 2018-19, Inter-Napoli, comincia con un colpo di scena: al fischio d’inizio dell’arbitro Mazzoleni, Mauro Icardi non ci pensa due volte e calcia da centrocampo, da fermo, colpendo incredibilmente la traversa. Meret era comunque sulla traiettoria ma è rimasto comunque sorpreso dalla mossa geniale dell’attaccante argentino, se avesse segnato da quella posizione probabilmente sarebbe venuto giù il Meazza. I partenopei provano a reagire ma i nerazzurri hanno indovinato l’approccio alla gara e continuano a occupare stabilmente la trequarti avversaria, all’8′ gli uomini di Spalletti si riversano nuovamente in avanti con Perisic che crossa al centro per Politano, il numero 16 calcia al volo mancando il bersaglio grosso. Inizio incoraggiante da parte dei padroni di casa, ospiti che faticano a prendere le misure alla Beneamata. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Inter Napoli è prevista sui canali della televisione satellitare: solo i possessori di un abbonamento potranno dunque seguire la partita, che andrà in onda nello specifico su Sky Sport Uno (numero 201), Sky Sport Serie A (numero 202) e Sky Sport 252. Inoltre i clienti Sky avranno la possibilità di attivare il servizio Sky Go per seguire la partita in diretta streaming video: dovranno collegare fino ad un massimo di due apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone ai dati del proprio abbonamento, senza costi aggiuntivi.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Inter Napoli sta per cominciare: in attesa del fischio d’inizio per il grande posticipo che chiude il programma della diciottesima giornata del campionato di Serie A allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro, analizziamo qualche numero sul cammino avuto finora dalle due compagini le cui formazioni ufficiali stanno entrando in campo per il big-match. La compagine di Carlo Ancelotti può vantare un attacco migliore (34-29), mentre permane una sostanziale parità per quanto concerne le reti incassate, 14 da entrambe le parti. I partenopei risultano in netto vantaggio nelle conclusioni totali (248-214) e in quelle verso la porta (127-103). Niente da fare per i nerazzurri neanche negli attacchi complessivi (954-994) e nel possesso palla medio per partita (29’29” contro 29’43”). L’Inter di Luciano Spalletti invece si prende la sua rivincita nei corner calciati (136-120). Infine, il club del Biscione ha commesso una quantità superiore di infrazioni di gioco (216-173). Adesso però basta numeri, è giunto il momento di pensare al campo: leggiamo le formazioni ufficiali, poi Inter Napoli avrà inizio! INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Borja Valero, Brozovic, Joao Mario; Politano, Icardi, Perisic. Allenatore: Luciano Spalletti NAPOLI (4-4-2): Meret; Allan, Raul Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Fabian Ruiz, Hamsik, Zielinski; L. Insigne, Milik. Allenatore: Carlo Ancelotti (agg. di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO MAZZOLENI

Inter Napoli sarà diretta come già visto dal signor Paolo Silvio Mazzoleni: il direttore di gara della sezione AIA di Bergamo ha la giusta esperienza per guidare questo big match della diciottesima giornata di Serie A. Il posticipo del Boxing Day vede come assistenti di linea Costanzo e Paganessi, con quarto uomo Rosario Abisso; alla VAR sarà presente Gianluca Manganiello con assistente Peretti. L’arbitro bergamasco, alla sua nona stagionale, dirige per la terza volta in questo campionato l’Inter mentre è alla prima con la formazione di Ancelotti. Fino ad oggi nello score di Paolo Silvio Mazzoleni si notano 34 cartellini gialli (dunque sono appena più di quattro in media per partita), cinque cartellini rossi e quattro calci di rigore concessi. Mazzoleni ha arbitrato anche una partita in Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Inter Napoli viene diretta dal signor Mazzoleni: alle ore 20:30 di mercoledì 26 dicembre questa partita chiude il programma della diciottesima giornata nel campionato di Serie A 2018-2019. Si affrontano due squadre che occupano la terza e la seconda posizione in classifica: dunque il Boxing Day si chiude nel modo più entusiasmante possibile. Quando nerazzurri e partenopei scenderanno in campo a San Siro, le altre squadre avranno già giocato; dunque, i partenopei sapranno se potranno recuperare qualche punto nei confronti della Juventus, mentre l’Inter avrà soprattutto la preoccupazione di non perdere ulteriori punti da Lazio e Milan, che stanno provando a risalire la corrente. Potremmo dire intanto che questa partita si gioca nel segno dell’otto: sono infatti tanti i punti che separano il Napoli dall’aggancio alla Juventus in testa alla classifica, ma otto sono anche le lunghezze che ci sono tra gli azzurri e l’Inter. Di fatto dunque è una sfida diretta per il secondo posto ma, al netto del fatto che ormai arrivare secondi o terzi faccia poca differenza, nella diretta di Inter Napoli si affrontano di fatto due squadre che sono lontane per punti, e dunque non possiamo parlare di una partita decisiva (e non solo perché siamo nel corso del girone di andata del campionato).

PROBABILI FORMAZIONI INTER NAPOLI

Una notizia importante e se vogliamo clamorosa ha scosso la vigilia di Inter Napoli: Nainggolan si è presentato in ritardo ad un allenamento e dunque Luciano Spalletti ha deciso di non convocarlo per la partita del 26 dicembre, di accordo con la società. Duro colpo soprattutto come immagine; in campo, il Ninja sarà presumibilmente sostituito da Joao Mario che tornerà a occupare la sua posizione di trequartista, stretto tra Politano e Perisic che partono favoriti così come – ovviamente – Icardi nel ruolo di prima punta. Ci sarà spazio a centrocampo per Matias Vecino, che si gioca il posto con Gagliardini; titolare Brozovic e così anche Skriniar e De Vrij davanti ad Handanovic, a destra Vrsaljko è favorito su D’Ambrosio mentre a sinistra Asamoah torna dalla squalifica. Nel Napoli il grande dubbio riguarda come sempre il ballottaggio tra Milik e Mertens, per chi affiancherà Lorenzo Insigne; la difesa sembra fatta con Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly e Ghoulam schierati in linea davanti a Ospina – che torna titolare – mentre a centrocampo Callejon, Allan (al rientro) e Hamsik dovrebbero esserci, Fabian Ruiz come sappiamo potrebbe giocare anche al centro della linea mediana ma sulla carta sembra poter avere la maglia come esterno sinistro, prendendo così la posizione che a volte occupa Zielinski. Verdi ha recuperato e si candida, ma dovrebbe partire dalla panchina.

QUOTE E PRONOSTICO

Regna l’equilibrio in Inter Napoli, e così ci dicono anche le quote che sono state fornite dall’agenzia di scommesse Snai: il segno 1 che identifica la vittoria dei nerazzurri (2,65 volte la puntata) porta in dote la stessa vincita di quanto è stato previsto per il segno 2 da giocare nell’ipotesi di una vittoria dei partenopei, e dunque le due squadre partono esattamente alla pari. Vale invece 3,35 volte la somma messa sul piatto l’eventualità del segno X, che regola il pareggio allo stadio Giuseppe Meazza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA