Diretta Trieste-Brindisi/ Risultato finale 71-92, info streaming video e tv: Ramagli espugna il PalaRubini

Diretta Trieste Brindisi, streaming video e tv: momento straordinario per l’Alma, che insegue le primissime posizioni nel campionato di Serie A1 dopo aver vinto sul campo di Venezia.

30.12.2018, agg. alle 18:55 - Claudio Franceschini
Diretta Sassari Trieste, basket Serie A1 14^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA TRIESTE-BRINDISI (RISULTATO FINALE 71-92): RAMAGLI ESPUGNA IL PALARUBINI

Brindisi espugna il PalaRubini battendo l’Alma Trieste 92 a 71, le due squadre in classifica ora sono appaiate a quota 14 punti. Nell’ultimo quarto gli alabardati hanno provato disperatamente a riaprire la contesa ma la tripla di Zanelli ha spento le ultime residue speranze di rimonta del quintetto di Dalmasson. In realtà gli ospiti non hanno mai seriamente corso il pericolo di essere raggiunti proprio a ridosso dello scadere, ormai i padroni di casa non avevano più tempo e hanno chiuso con un passivo di -21 che li ha condannati alla resa incondizionata. Dopo aver sofferto nei primi dieci minuti, Brindisi è emersa alla distanza dove gli uomini di Ramagli hanno fatto valere tutte le loro qualità tecniche con Moraschini e Banks che in due hanno messo a referto 43 punti, dando un contributo fondamentale al successo della Stella del Sud. Dall’altra parte solamente due cestisti sono andati in doppia cifra, vale a dire Wright (19 punti) e Peric (11 punti). {agg. di Stefano Belli}

QUASI FATTA PER MORASCHINI E COMPAGNI

Alla fine del terzo quarto è aumentato ulteriormente il vantaggio di Brindisi nei confronti dell’Alma Trieste, con gli ospiti che conducono 73 a 54. Gli alabardati provano a rifarsi sotto ma Banks e Chappel li allontanano, Dalmasson si spazientisce e chiama un altro time-out nel vano tentativo di rimettere le cose a punto. Dall’altra parte Moraschini continua a non darsi pace e manda a canestro anche i suoi compagni, in particolare Banks che al suono della sirena porta Sassari a +19, un gap che difficilmente può essere colmato negli ultimi dieci minuti ancora in programma. La speranza è l’ultima a morire per i padroni di casa che però hanno bisogno di un’impresa al limite del leggendario. {agg. di Stefano Belli}

RIBALTONE DEGLI OSPITI

Al PalaRubini si è ribaltato il mondo con Brindisi che adesso conduce 47 a 37, secondo quarto da incubo per l’Alma Trieste che ha messo a referto solamente 10 punti contro i 31 degli avversari che nel volgere di dieci minuti hanno cambiato volto al match che vedeva gli alabardati padroni della situazione e che ora sono costretti a inseguire e a reagire. Trascinati da Wojciechowski, le stelle del sud asfaltano i giuliani che improvvisamente spengono la luce e vengono travolti dalla furia agonistica degli ospiti che dopo aver concesso i primi dieci minuti ai padroni di casa adesso hanno il pieno controllo della partita. Peric è fermo a 9 punti mentre Moraschini ha continuato a trovare con facilità la via del canestro portandosi a quota 15. {agg. di Stefano Belli}

PERIC E MORASCHINI DANNO SPETTACOLO

Al PalaRubini l’Alma Trieste ospita Brindisi per la tredicesima giornata di Serie A1 di basket, il primo quarto è andato in archivio sul punteggio di 27 a 16 per gli alabardati. Gli ospiti, trascinati da Moraschini, tengono egregiamente testa ai padroni di casa che però, non appena aumentano i giri del motore, piazzano il primo allungo del match con Peric che segna sei punti di fila e mette parecchia pressione al quintetto di Ramagli che chiama anche il time-out nel tentativo di scuotere i suoi che sbagliano troppo sotto canestro e regalano troppi rimbalzi agli avversari che invece hanno delle percentuali realizzative significativamente migliori. Da una parte abbiamo Peric a quota 8 punti e dall’altra Moraschini che con i suoi 6 punti tiene a galla la Stella del Sud. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Purtroppo non sarà possibile assistere alla diretta tv di Trieste Brindisi, che non è una delle partite previste nel programma televisivo; come sempre l’appuntamento per tutti gli appassionati è sulla piattaforma Eurosport Player, alla quale è necessario abbonarsi e che fornisce la diretta streaming video di tutte le partite del campionato. Naturalmente potrete consultare il sito ufficiale www.legabasket.it per tutte le informazioni utili, come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori; i relativi account presenti sui social network sono facebook.com/legabasketa e, su Twitter, @LegaBasketA.

PALLA A DUE

Siamo pronti a vivere Trieste Brindisi: nell’attesa della palla a due andiamo allora a ripercorrere quelle che erano state le dichiarazioni di Frank Vitucci dopo il ko interno della Happy Casa contro Cremona. Il tecnico veneziano ha affrontato la conferenza stampa ha sottolineato in particolare la stanchezza e la mancanza di lucidità nel finale di partita, dopo aver recuperato il divario accumulato all’inizio. “Purtroppo è successo quello che non volevamo accadesse” ha detto Vitucci “nel primo quarto ci siamo adeguati al run & gun della Vanoli e questo ci ha mandato fuori giri”. Il tecnico ha anche ricordato come Brindisi stia giocando senza Wes Clark e a questo proposito ha anche detto che la società si sta muovendo sul mercato alla ricerca di un playmaker titolare, “una situazione che sia quella migliore per il nostro contesto”. Adesso però bisogna subito tornare per affrontare una trasferta complicata, contro un’Alma lanciatissima: vedremo dunque come andranno le cose, mettiamoci comodi e lasciamo che a parlare sia il campo perchè finalmente la diretta di Trieste Brindisi comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

IL COLPACCIO AL TALIERCIO

Come abbiamo detto nel presentare Trieste Brindisi, l’Alma arriva dalla splendida vittoria di Venezia: battuta la Reyer, seconda forza del nostro campionato, con un 83-75 maturato in particolar modo grazie a un 31-20 nel secondo periodo. La squadra di Eugenio Dalmasson ha tirato benissimo dall’arco, trovando un 40% frutto soprattutto del 4/7 dell’ex Hrvoje Peric, miglior giocatore della partita con 14 punti e 7 rimbalzi, ma anche delle prove balistiche di Juan Fernandez (2/3) e del terzetto Arturs Strautins-Daniele Cavaliero-Jamarr Sanders (entrambi 2/4). Trieste ha avuto 19 assist diretti (5 a testa per Chris Wright e Sanders) e ogni singolo giocatore ha sostanzialmente fatto il suo. L’esempio più lampante è quello dell’appena citato Wright: il playmaker ha tirato 0/5 dal perimetro ma, nel 47,6% da 2 punti dell’Alma, si è distinto con un 5/8 e ha come detto smazzato 5 assist, catturando anche 5 rimbalzi. Questa prova corale (107 globale di valutazione) ha innescato il grande colpo del Taliercio e fatto volare una squadra che ora giustamente non si pone più limiti, avvicinandosi sensibilmente alla qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Trieste Brindisi sarà diretta dalla terna arbitrale composta da Saverio Lanzarini, Alessandro Perciavalle e Guido Giovannetti; si gioca alle ore 17:00 di domenica 30 dicembre per la tredicesima giornata nel campionato di basket Serie A1 2018-2019. Partita bene, la Happy Casa si trova al momento con il 50% di vittorie e dunque ancora in zona playoff – e qualificazione alla Final Eight – pur avendo perso in casa contro Cremona nel turno natalizio; vento in poppa per l’Alma, che è riuscita a fare il colpo sul campo di Venezia e adesso punta con decisione le primissime posizioni della classifica, avendo intanto avvicinato sensibilmente un posto in Coppa Italia. Vedremo adesso quello che succederà nella diretta di Trieste Brindisi, la cui palla a due è attesa ormai tra poche ore.

RISULTATI E PRECEDENTI

Trieste Brindisi può essere l’occasione per un altro salto di qualità da parte dell’Alma: la neopromossa sta letteralmente volando, ha vinto le ultime tre partite e soprattutto ha sempre sorpreso nei suoi successi. Prima il +46 su Avellino, poi le due trasferte consecutive con il +13 a Reggio Emilia e, come già ricordato, il colpo grosso al Taliercio. Certo si sapeva che la società giuliana avesse costruito un roster in grado di lottare non solo per la salvezza, ma in pochi pensavano che a questo punto della stagione Trieste si trovasse al sesto posto e con la possibilità di agganciare le terze. Chiaramente la cosa più complicata sarà mantenere il livello, ma intanto quella di oggi è una bella opportunità perchè Brindisi, al contrario, arriva da un periodo complicato nel quale ha vinto solo una delle ultime cinque partite (contro la Virtus Bologna) e non è riuscita a confermarsi dopo un periodo di quattro vittorie che l’aveva lanciata verso una qualificazione quasi certa alla Final Eight. Adesso bisognerà combattere per il primo obiettivo stagionale; il calendario non è impossibile ma da qui alla fine del girone di andata la Happy Casa ospiterà Avellino e poi andrà a Trento, cioè giocherà su uno dei campi più difficili della Serie A1 e sfiderà una squadra che, esattamente come lo scorso anno, sta riprendendo vigore dopo una falsa partenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA