Video/ Barcellona Roma (2-4): highlights e gol. Cristante Man of the Match (ICC 2018)

- Umberto Tessier

Video Barcellona Roma (risultato finale 2-4): highlights e gol della partita, amichevole giocata per l’International Champions cup 2018. Perotti chiude il match su rigore.

diego_perotti_asroma_lapresse_2017
Video Juventus Roma -Diego Perotti (LaPresse)

Tra i protagonisti del match dell’International Champions cup 2018 tra Barcellona e Roma vi è senza dubbio anche Bryan Cristante, che ha firmato il terzo gol a favore della vittoria della compagine di Di Francesco. L’ex Atalanta arrivato in zona mista nel post match ha affermato: “Il Barcellona è una squadra che mette sempre in difficoltà l’avversario. Quando abbiamo capito come muoverci e trovando le distanze siamo stati noi a metterli in difficoltà. Il titolo di “Man of the Match”?  sempre un’amichevole ma fa comunque piacere essere nominato come migliore in campo contro una squadra come il Barcellona. L’importante è che cominciamo a muoverci meglio e a giocare in maniera più fluida”. (agg Michela Colombo)

LA SODDISFAZIONE DI DI FRANCESCO

Dopo il pesantissimo successo ottenuto per 4-2 sul Barcellona, il tecnico della Roma non può che ritenersi più che soddisfatto da quanto fatto dai suoi in campo nella notte nella International Champions Cup. Lo stesso Di Francesco ha infatti dichiarato per il portale della società giallorossa: “Stasera giocavamo con una squadra di grande qualità nel palleggio, a tratti ci hanno messo in difficoltà, ma quando abbiamo cercato l’immediatezza della profondità una volta recuperata palla abbiamo fatto bene. Questo è un aspetto fondamentale quando si incontrano squadre come il Barcellona. Siamo sono a fine luglio e in questo momento del ritiro la nostra condizione non è ottimale. Il Barcellona aveva giocatori sicuramente più brillanti e si è visto. Oggi abbiamo subito la loro qualità del palleggio, ma alla fine di entrambi i tempi siamo venuti fuori. Ma è normale: fossimo brillanti già da ora sarei più preoccupato”. (agg Michela Colombo)

LA PARTITA

La Roma, dopo la sconfitta all’esordio contro il Tottenham per quattro ad uno, incontra il Barcellona per la seconda gara dell’International Champions Cup. Match che si mette subito in salita per i giallorossi che subiscono la rete dell’ex Inter Rafinha che sfrutta uno scambio con Munir. La compagine guidata da Di Francesco fatica a reagire e rischia di subire il raddoppio sempre di Rafinha che trova la grande risposta di Olsen. Tra i capitolini il più attivo è Kluivert, l’olandese serve un grandissimo pallone ad El Shaarawy che non può fallire, pari Roma e gara riequilibrata. Le due squadre giocano con la mente sgombra creando occasioni in ambo le aree, ma non c’è più tempo con l’arbitro che fischia la fine della prima frazione.

INTERVALLO

Girandola di cambi nella ripresa con i blaugrana che inseriscono tantissimi giovani della cantera. Pronti via e Malcom, il grande caso di mercato visto che era ormai della Roma per poi virare in Spagna al Barcellona, che appoggia a porta vuota il nuovo vantaggio degli spagnoli. Con il passare dei minuti si nota tutta l’inesperienza dei giovani schierati da Valverde con una serie impressionante di errori. Inziativa pregevole di Perotti in area, l’argentino scarica per l’accorrene Florenzi che non sbaglia, la Roma ci crede. Negli ultimi dieci minuti di gara arrivano addirittura due reti per la band giallorossa. Il sorpasso viene firmato da Cristate, dodici reti lo scorso anno tra cui nove in campionato, con un inserimento micidiale che brucia la difesa spagnola. Due minuti dopo Schick guadagna un calcio di rigore siglato da Perotti. La Roma trova una bella vittoria contro il Barcellona calando un poker che ha dato ottime indicazioni a Di Francesco. Da sottolineare le buone prove dei nuovi arrivati Olsen, sempre attento, Kluivert, una furia sulla zona di competenza, e Cristante che dimostra di essere arma micidiale grazie a precisi inserimenti.

CLICCA QUI PER IL VIDEO BARCELLONA ROMA: HIGHLIGHTS E GOL (da sito ICC)







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori