Video/ Valencia-Juventus (0-2): Bonucci: “Una vittoria chiave”. Highlights e gol (Champions League)

- Stefano Belli

Video Valencia Juventus (risultato finale 0-2): gli highlights e i gol della partita che si è giocata al Mestalla, decisa dalla doppietta di Miralem Pjanic.

Cancelo_Allegri_Juventus_Bayern_lapresse_2018
Diretta Juventus Benfica, International Champions Cup 2018 (Foto LaPresse)

Archiviata la vittoria all’esordio di Champions League, dopo Valencia Juventus sono arrivate le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti del 2-0 al Mestalla. Tra questi Leonardo Bonucci, tornato a giocare in questa coppa dopo la parentesi nel Milan: il difensore viterbese ha innanzitutto parlato dell’espulsione a Cristiano Ronaldo, etichettando l’episodio come un normale contrasto di gioco ma anche affermando come sia necessario evitare di cadere nelle provocazioni. “Purtroppo l’arbitro non ha visto benissimo e Cristiano era abbastanza arrabbiato” ha poi detto Bonucci, che ha sottolineato l’importanza della reazione di squadra e parlato della vittoria di Valencia come di una possibile svolta nella stagione. Poi qualche parola anche sulla prestazione personale: ancora una volta il difensore ha ribadito che “devo rispondere sul campo, e senza la squadra non posso fare nulla. Il gruppo mi ha accolto alla grande e dobbiamo continuare così”. La Juventus dunque naviga a punteggio pieno nel girone H, in attesa delle prossime sfide. (agg. di Claudio Franceschini)

VALENCIA JUVENTUS: GOL E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA DI CHAMPIONS LEAGUE

LE PAROLE DI ALLEGRI

Valencia Juventus 0-2 è stata una partita nella quale è successo praticamente di tutto: la vittoria bianconera maturata dopo l’espulsione di Cristiano Ronaldo ha fatto dire a qualcuno che la Juventus abbia giocato meglio senza CR7, tuttavia Massimiliano Allegri ha negato con forza questo concetto: “Non scherziamo, Cristiano ha una qualità incredibile”. Ieri però in evidenza è andata tutta la squadra e questo per Allegri è ancora meglio: “I ragazzi sono stati molto bravi. Hanno giocato bene finché c’era da giocare a calcio, poi la squadra si è difesa in modo ordinato. Quando difendi e hai questa attenzione, è difficile che la Juventus possa prendere gol. Poi stiamo iniziando a stare meglio fisicamente, ad essere più brillanti”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) 

VIDEO VALENCIA JUVENTUS 

L’espulsione di Cristiano Ronaldo non ha impedito alla Juventus di ottenere i tre punti in casa del Valencia: i due rigori trasformati da Miralem Pjanic hanno consentito alla squadra di Massimiliano Allegri di inaugurare la fase a gironi di Champions League 2018-19 con una vittoria che farà parecchio discutere soprattutto per il contorno all’interno del quale è maturata.

COSA AVRÀ DETTO L’ASSISTENTE A BRYCH?

Cosa sia successo esattamente tra il fuoriclasse portoghese e Murillo lo sanno soltanto loro due, l’assistente dell’arbitro tedesco Felix Brych che ha visto la scena evidentemente deve aver interpretato il gesto di Ronaldo nei confronti dell’ex-difensore interista volontario e cattivo, riferendo al direttore di gara del tentativo di tirargli i capelli. A quel punto Brych ha fatto le valutazioni del caso con gli elementi forniti dal guardalinee e ha preso la decisione di espellere il numero 7 bianconero che non si è dato pace e ha preso la via degli spogliatoi quasi in preda a una crisi isterica, consolato vanamente da Pavel Nedved. Se ci fosse stato il VAR, Brych avrebbe rivisto il contatto ravvicinato tra Ronaldo e Murillo al monitor e al massimo avrebbe ammonito il campione lusitano che ha sicuramente sbagliato a reagire in quella maniera, a prescindere da cosa gli abbia potuto dire (o fare) il numero 4 del Valencia. Ma nell’era della televisione niente sfugge all’occhio delle camere, in passato abbiamo visto attaccanti e difensori stuzzicarsi a vicenda per novanta minuti dandosele di santa ragione, oggi una cosa simile non potrebbe più verificarsi grazie agli enormi progressi compiuti dalla tecnologia.

BIANCONERI SUPERIORI ANCHE SENZA CR7

Tornando a parlare di calcio giocato, è vero che la Juve ha trovato la via del gol solamente dagli undici metri, ma su azione i bianconeri hanno commesso gtavi errori sotto porta, in particolare con Mandzukic e Khedira che hanno letteralmente graziato Neto, portiere brasiliano che ha poi compiuto due autentiche prodezze su Bernardeschi e Joao Cancelo. Dall’altra parte il Valencia non ha saputo nemmeno sfruttare la superiorità numerica per mettere seriamente in difficoltà gli avversari, per tre volte Soler si è presentato davanti a Szczesny senza trovare il modo di batterlo, così come Parejo che neanche dal dischetto e riuscito a gonfiare la rete, facendosi ipnotizzare dal portiere polacco che in molti a Roma – sponda giallorossa – staranno rimpiangendo in questo momento, assieme ai vari Alisson, Nainggolan e Strootman che saranno sicuri protagonisti in Europa, ma con maglie diverse da quella capitolina.

IL TABELLINO

VALENCIA-JUVENTUS 0-2 (0-0)

VALENCIA (4-4-2): Neto; Ruben Vezo (57′ Cheryshev), Gabriel Paulista, Murillo, Gaya; Soler, Parejo, Wass, Guedes (70′ Santi Mina); Rodrigo, Batshuayi (70′ Gameiro). All. Marcelino.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Joao Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (23′ Emre Can), Pjanic (67′ Douglas Costa, 89′ Rugani), Matuidi; Bernardeschi, Mandzukic, Cristiano Ronaldo. All. Massimiliano Allegri.
 

ARBITRO: Felix Brych (GER).

AMMONITI: Parejo (V), Murillo (V), Ruben Vezo (V), Alex Sandro (J), Szczesny (J), Rugani (J).

ESPULSO: 30′ Cristiano Ronaldo (J) per rosso diretto.

RECUPERO: 3′ pt e 6′ st.

MARCATORI: 45′ rig. e 51′ rig. Pjanic (J).

 

VALENCIA JUVENTUS: GOL E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA DI CHAMPIONS LEAGUE



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori