Diretta/ Inter Benevento (risultato finale 6-2) streaming video Rai: Goleada nerazzurra

- Claudio Franceschini

Diretta Inter Benevento, streaming video Rai: i nerazzurri ospitano i sanniti, ancora in corsa negli ottavi di Coppa Italia. Ovviamente Luciano Spalletti parte nettamente favorito.

icardi dybala scambio inter juventus
Inter, Mauro Icardi (Foto LaPresse)

DIRETTA INTER BENEVENTO (RISULTATO 6-2): GOLEADA NERAZZURRA

E’ appena terminato l’incontro tra Inter e Benevento sul punteggio di 6 a 2. La squadra di Spalletti conquista i quarti di finale di Coppa Italia con una goleada firmata dai padroni di casa grazie alle doppiette di Candreva, Lautaro Martinez e le reti di Icardi e Dalbert, per gli ospiti invece sono andati a segno Roberto Insigne e Bandinelli. L’ultimo gol messo a segno dai padroni di casa è arrivato proprio all’ultimo minuto di recupero al 94′ con Candreva che, dopo esser entrato in area di rigore, ha superato Montipo con un preciso diagonale da distanza ravvicinata; Candreva aveva sfiorato il gol anche un minuto prima al 93′ quando ha tentato una potente conclusione che l’estremo difensore ospite era riuscito a respingere in tuffo. All’82’ erano arrivate le ultime sostituzioni dai tecnici che hanno rispettivamente gettato nella mischia Joao Mario, Billong e Sanogo al posto di Brozovic, Tuia e Bonaiuto. L’Inter inizia bene il nuovo anno vincendo senza grossi problemi questo incontro messo sicuramente in discesa dalle due reti segnate nei primi sette minuti contro un Benevento che, nonostante la differenza di valori, ha provato a giocare a viso aperto. (agg. Guido Marco)

GOL E SPETTACOLO A SAN SIRO

Quando siamo giunti all’80’ della sfida tra Inter e Benevento il punteggio è di 5 a 2, il gol degli ospiti è stato realizzato da Roberto Insigne al 58′ con una beffarda punizione che si è insaccata in rete dopo aver aggirato la mal-piazzata barriera dal portiere di casa. La squadra di Spalletti ha poi sfiorato il pokerissimo al 61′ quando Politano ha tentato un potente diagonale da fuori area che è uscito di non molto fuori dal palo. Il gol è nell’aria ed arriva al 66′ quando Perisic ha appoggiato in area di rigore a Lautaro Martinez che non si è fatto pregare, insaccando con un perfetto rasoterra che si è insaccato nell’angolino basso. Al 67′ mister Spalletti ha poi effettuato la seconda sostituzione inserendo Borja Valero al posto di Perisic. La partita però non è finita e al 74′ sul perfetto cross di Bonaiuto, Bandinelli piazzato nei pressi del secondo palo ha insaccato con una bella incornata il gol del 5 a 2. (agg. Guido Marco)

LAUTARO MARTINEZ REALIZZA IL POKER

Il secondo tempo della sfida tra Inter e Benevento è iniziato da circa 10 minuti ed il risultato è ora di 4 a 0, a firmare il poker ci ha pensato Lautaro Martinez al 48′: perfetto contropiede rifinito da Perisic che ha crossato sulla testa dell’argentino che ha insaccato da distanza ravvicinata senza problemi. La ripresa si è subito aperta con una sostituzione decisa da mister Spalletti che ha lasciato negli spogliatoi capitan Icardi ed inserendo al suo posto Politano. Gli ospiti, nonostante il pesante svantaggio ha provato ad affacciarsi in avanti al 52′ con un’azione personale di Insigne conclusa con un tiro che Padelli ha deviato oltre la traversa. (agg. Guido Marco)

DALBERT FIRMA IL TRIS

Si è appena concluso il primo tempo dell’incontro tra Inter e Benevento sul punteggio di 3 a 0, il tris è arrivato proprio al 46′: Perisic ha premiato l’incursione di Dalbert che ha segnato con una bordata imparabile che si è insaccata vicino all’incrocio dei pali. Dopo una fase sostanzialmente gestita meglio dagli ospiti, nel finale la squadra di casa è riuscita a prendere un pò il controllo delle operazioni in mezzo al campo e riuscendo a gestire il possesso del pallone affacciandosi in avanti come al 39′ quando il propositivo Candreva ha tentato un potente tiro da fuori area che Montipo ha bloccato a terra con sicurezza. La squadra di Bucchi però non molla e al 42′ sfiora ancora una volta il gol sfondando sull’out di sinistra dove Vrsaljko sta faticando e non poco a contenere il vivace Bonaiuto il cui tiro cross rasoterra ha costretto Padelli ad un complicato intervento in tuffo per negargli la gioia del gol. (agg. Guido Marco)

IMPROTA SFIORA IL GOL

Quando siamo giunti al 30′ della sfida tra Inter e Benevento il risultato è di 2 a 0, decide ancora l’uno-due micidiale messo a segno nel corso dei primi sette minuti da Icardi e Candreva che ha però non ha tramortito gli ospiti che, nonostante il doppio svantaggio, sta provando a giocare in maniera propositiva anche se i nerazzurri si stanno difendendo con ordine negli ultimi venti metri, concedendo di fatto finora solamente conclusioni dalla lunga distanza. Al 22′ i campani sfiorano la rete con una bella iniziativa del vivace Improta, la cui potente conclusione tentata dal limite dell’area è uscita dopo aver sfiorato la traversa. (agg. Guido Marco)

CANDREVA DOPO IL RIGORE DI ICARDI

Allo Stadio San Siro di Milano i padroni di casa dell’Inter stanno affrontando il Benevento nella sfida valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia e, quando sono trascorsi circa 10 minuti di gioco, il punteggio è già di 2 a 0 visto che Icardi al 3′ ha trasformato un calcio di rigore concesso per un tocco di Antei su Candreva che il direttore di gara ha sanzionato con la massima punizione. Il raddoppio è arrivato poco dopo al 7′ quando sugli sviluppi di un corner, Icardi ha colpito di testa nei pressi del primo palo centrando in pieno il palo, la palla è arrivata nei pressi di Candreva che ha segnato con un perfetto diagonale rasoterra di prima intenzione. I nerazzurri esordiscono nella competizione affontando le “streghe” che, dopo aver eliminato l’Imolese e l’Udinese hanno conquistato il pass per gli ottavi sconfiggendo di misura grazie ad un gol di Bandinelli il Cittadella. Gli ospiti hanno provato immediatamente a reagire sfiorando il pareggio già al 5′ con un incursione di Di Chiara che ha crossato per l’accorrente Tello, il cui tiro di prima intenzione è stato miracolosamente respinto dall’ottimo intervento di Padelli. (agg. Guido Marco)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Inter Benevento è arrivata al suo calcio d’inizio: la Coppa Italia che i nerazzurri hanno vinto nel 2011, battendo in finale il Palermo, rappresenta l’ultimo trofeo che la società sia riuscita a mettere in bacheca. Ultimo sussulto post-Triplete, quel titolo era arrivato con Leonardo: il brasiliano aveva preso il posto di Rafa Benitez esonerato appena dopo aver vinto il Mondiale per Club. I protagonisti di quel successo targato Diego Milito erano ancora gli stessi della stagione precedente, ma la scintilla si era spenta con l’addio di José Mourinho; da allora l’Inter ha vissuto un declino che l’ha portata a non giocare la Champions League per sei anni consecutivi. Adesso con Luciano Spalletti possono tornare i fasti di quel periodo, e questa partita contro il Benevento non dovrebbe rappresentare un grande ostacolo; noi allora ci mettiamo comodi e lasciamo che a parlare sia il campo, perchè finalmente le due squadre stanno per iniziare a giocare ed ecco allora le formazioni ufficiali di Inter Benevento, che prende il via! INTER (4-4-2): Padelli; Vrsaljko, Skriniar, Ranocchia, Dalbert; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Perisic; Lautaro Martinez; Icardi. Allenatore: Luciano Spalletti BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Tuia, Antei, Di Chiara; G. Letizia, Del Pinto, Bandinelli, A. Tello, Improta; R. Insigne, M. Coda. Allenatore: Cristian Bucchi (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Inter Benevento sarà trasmessa dalla televisione di stato, come previsto per tutte le partite di Coppa Italia: l’appuntamento nello specifico è su Rai Due, con la possibilità di seguire gli ottavi di finale anche sul sito www.raiplay.it, dunque in diretta streaming video su apparecchi mobili come PC, tablet o smartphone senza costi aggiuntivi.

INTER BENEVENTO, STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

LE STATISTICHE

In vista di Inter Benevento, diamo una rapida occhiata a quelle che sono le principali statistiche raccolte dalle due squadre in questa stagione: quelle dei nerazzurri devono tenere conto anche degli impegni di Champions League, e ci parlano di 12 partite disputate a San Siro con un bilancio di 8 vittorie, tre pareggi e tre sconfitte. I gol segnati sono 21 e quelli subiti appena 7; purtroppo due di questi, incassati da Barcellona e Psv Eindhoven, hanno determinato l’amara e beffarda eliminazione dal girone, con conseguente discesa in Europa League. Ottimo comunque il rendimento in Serie A: Samir Handanovic è imbattuto a San Siro addirittura da fine settembre, per un totale di 577 minuti. Il Benevento non si è ancora imposto come quella corazzata che avrebbe dovuto navigare in tutta sicurezza verso la promozione diretta: al momento infatti ha solo tre vittorie in trasferta, a fronte di tre pareggi e due sconfitte e con una differenza reti pari a 0 (9 gol segnati, 9 incassati). A queste cifre dobbiamo però aggiungere anche il 2-1 ai supplementari centrato contro l’Udinese in Coppa Italia, e dire che l’ultimo appuntamento esterno è stato vinto (a Padova). (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI

La sfida degli allenatori in Inter Benevento propone un incrocio tra Luciano Spalletti e Cristian Bucchi: generazioni diverse, basti pensare che nel 1998-1999, quando il toscano era arrivato alla Serie A sulla panchina della Sampdoria, il romano aveva 21 anni ed era l’attaccante di un Perugia che puntava alla salvezza. Lì è avvenuto il primo incrocio tra questi due tecnici, che oggi si affrontano per la prima volta sedendo in panchina; la carriera di Bucchi è iniziata nella Primavera del Pescara (suo ultimo club come calciatore) ed è poi proseguita a Gubbio e con la Torres, vivendo il primo grande salto a Macerata (terzo posto in Lega Pro con una squadra neopromossa, alle spalle delle corazzate Spal e Pisa) ed è passata dal Perugia che ha condotto ai playoff. Lo scorso anno ha vissuto l’esonero con il Sassuolo: non aveva fatto in tempo a sfidare l’Inter di Luciano Spalletti, il quale si è tolto grandi soddisfazioni soprattutto con la Roma (due Coppe Italia e una Supercoppa) ma ha anche riempito la bacheca con lo Zenit San Pietroburgo, condotto a vincere due campionati, una Coppa e una Supercoppa di Russia. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Sono appena due i precedenti di Inter Benevento: le due squadre si sono incrociate infatti soltanto nel campionato scorso in Serie A, il primo che i sanniti abbiano giocato nella storia (erano stati promossi anche negli anni Quaranta, pur dovendo rinunciare per difficoltà economiche). Entrambe le partite erano state appannaggio dell’Inter: la prima, giocata al Vigorito, vedeva ancora Marco Baroni sulla panchina di un Benevento che, andato sotto per effetto della doppietta di un Marcelo Brozovic scatenato (a segno due volte in tre minuti) aveva accorciato con Marco D’Alessandro sul finire del primo tempo e poi aveva più volte sfiorato il pareggio, che sarebbe stato il primo punto di sempre nel massimo campionato. Le cose non erano andate molto diversamente a San Siro, quando Roberto De Zerbi era già in carica e aveva nettamente migliorato il passo di una squadra comunque destinata alla retrocessione: anche qui due reti in tre minuti, curiosamente timbrate dai due difensori centrali (prima Milan Skriniar, poi Andrea Ranocchia), questa volta però i campani non avevano trovato nemmeno il gol della bandiera e, anzi, avevano chiuso in dieci per l’espulsione di Nicolas Viola. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Inter Benevento, che sarà diretta dal signor Antonio Giua, si gioca alle ore 18:00 di domenica 13 gennaio per gli ottavi di finale della Coppa Italia 2018-2019: gara secca che prevede, in caso di parità nei regolamentari, i tempi supplementari ed eventualmente i calci di rigore per determinare la squadra qualificata. I nerazzurri sono clamorosamente favoriti e, in più, avranno anche il vantaggio di poter giocare a San Siro, come stabilito dal sorteggio del campo che da quest’anno si sostituisce al diritto della testa di serie più alta di ospitare la partita. Un’Inter che prima della sosta sembra aver superato il momento delicato vincendo le ultime due partite, e arrivando a una quota di 10 punti nelle ultime quattro; il jolly è dato ovviamente dal successo in extremis contro il Napoli che ha ridotto le distanze dal secondo posto, e adesso Luciano Spalletti vuole provare a fare strada anche in Coppa Italia. C’è ben poco da perdere per il Benevento, che pure sogna dopo aver eliminato Udinese e Cittadella: i sanniti guardano soprattutto alla seconda promozione in Serie A nelle ultime tre stagioni, ma in ogni modo vedremo se nella diretta di Inter Benevento arriverà il sorpresone a ravvivare questi ottavi della Coppa Italia. Intanto, possiamo andare a presentare in maniera più dettagliata le probabili formazioni della partita di San Siro.

PROBABILI FORMAZIONI INTER BENEVENTO

Inevitabilmente, per Inter Benevento Luciano Spalletti farà turnover: ci aspettiamo una difesa quasi interamente rivoluzionata, con Padelli protetto da Ranocchia e Miranda che saranno i due centrali mentre D’Ambrosio e Dalbert appaiono favoriti per agire come terzini. A centrocampo ci sono tante soluzioni: ultimamente i due sacrificati sono stati Gagliardini e Vecino e dunque è a loro due che pensiamo per la cerniera davanti alla difesa, mentre Nainggolan potrebbe essere rilanciato dal primo minuto e, in questo senso, può giocare alle spalle della prima punta oppure andare a formare il 4-3-3, modulo al quale Spalletti ha aperto nelle ultime gare di Serie A. Sugli esterni potrebbero giocare Candreva e Keita Baldé, il centravanti salvo clamorose sorprese dovrebbe essere Lautaro Martinez. Per quanto riguarda il Benevento, possiamo ipotizzare una formazione che ricalchi quella che ha battuto il Cittadella: in porta sempre Montipò con Volta, Antei e Sparandeo a formare la linea difensiva. Sugli esterni potrebbero agire Gyamfi (o Maggio) e Cuccurullo – ma visto l’impegno è possibile che Gaetano Letizia o Di Chiara ne facciano le veci); Andrés Tello e Nocerino giocheranno in mezzo, il tridente offensivo dovrebbe essere composto da Federico Ricci, Massimo Coda e Buonaiuto con Asencio che proverà a mettere in discussione le scelte di Cristian Bucchi.

QUOTE E PRONOSTICO

Chiaramente il vantaggio nerazzurro nelle quote di Inter Benevento è netto: l’agenzia di scommesse Snai ha previsto una differenza quasi in “doppia cifra” tra il segno 1 per la vittoria interna (valore di 1,21 volte la giocata) e il segno 2 che invece regola l’eventualità del successo esterno (11,00 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto). Vincita alta anche nell’ipotesi del pareggio, per il quale dovrete scommettere sul segno X: in questo caso il vostro guadagno sarebbe pari a 7,00 volte quanto investito con questo bookmaker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA