DIRETTA/ Francia Islanda (finale 4-0) streaming video e tv: poker francese

- Claudio Franceschini

Diretta Francia Islanda, streaming video e tv: seconda partita nelle qualificazioni agli Europei 2020 per queste due nazionali, che all’esordio nel gruppo H hanno vinto e vogliono conferme.

Pogba_gol_Francia_Islanda_lapresse_2018
Diretta Francia Islanda, qualificazioni Europei 2020 (Foto LaPresse)

DIRETTA FRANCIA ISLANDA (FINALE 4-0): POKER FRANCESE

Dilaga la Francia che al 33′ della ripresa ha trovato anche il gol del 3-0 con Kylian Mbappé, molto abile nello sfruttare un assist di Griezmann  che ha lanciato nello spazio l’asso del Paris Saint Germain che non ha avuto problemi nel battere Halldorsson. E’ l’azione che fa crollare definitivamente le resistenze dell’Islanda ed il copione si ripresenta, invertito, al 39′ con Mbappé che restituisce il favore offrendo a Griezmann l’assist del 4-0, con il talento dell’Atletico Madrid che non sbaglia. Poker meritato per una Francia che è stata in grado di mantenere sangue freddo nel momento in cui il gol non voleva arrivare, senza rischiare praticamente mai in difesa e chiudendo il match con una larga vittoria. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Francia Islanda sarà disponibile in chiaro per tutti: la partita sarà infatti trasmessa su Italia Uno e dunque ci sarà la possibilità di seguirla anche in alta definizione, rivolgendosi al canale 506 del vostro televisore. In assenza del quale potrete invece avvalervi del servizio di diretta streaming video, sfruttando apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone e visitando senza costi aggiuntivi il sito www.mediasetplay.mediaset.it.

RADDOPPIA GIROUD!

Non cambia il copione del match tra Francia e Islanda, con i padroni di casa abili nel gioco offensivo ma poco concreti in avanti. Dopo 6′ arriva un’ammonizione per Bjarnason tra le fila dell’Islanda, ma anche Giroud e Kurzawa commettono interventi irregolari, pur non subendo sanzioni disciplinari dall’arbitro. La Francia fatica a sfondare ai sedici metri ed al 13′ Pavard cerca la soluzione dalla lunga distanza, senza inquadrare però la porta avversaria. Ci prova anche Griezmann con una conclusione velleitaria, mentre al 17′ gli islandesi si giocano la loro prima sostituzione, con Finnbogason che prende il posto di Gudmundsson. Al 18′ e al 21′ finiscono alte sopra la traversa altre due conclusioni francesi, la prima di Matuidi e la seconda di Giroud, che non impensieriscono troppo il portiere Halldorsson. La pressione francese viene però premiata al 23′, con Giroud che si avventa su un assist di Pavard e porta la Francia sul 2-0 contro l’Islanda. (agg. di Fabio Belli)

MATUIDI SFIORA IL 2-0

Primo tempo dominato per larghi tratti dalla Francia, ma le due squadre sono andate all’intervallo con i transalpini in vantaggio solo di misura sull’Islanda, in virtù del gol realizzato di testa da Umtiti al 12′. Al 25′ Mbappé è andato vicino al raddoppio, ma nella seconda metà della prima frazione di gioco la supremazia territoriale francese non si è tradotta in straordinarie occasioni da gol. Possesso palla al 75% in favore dei padroni di casa, l’Islanda resta a guardia della difesa ben dietro la linea del pallone. Al 43′ Francia molto vicina al 2-0 con lo juventino Matuidi, la difesa islandese si fa trovare impreparata ancora una volta sul gioco aereo, il centrocampista svetta bene su un cross di Kurzawa ma il pallone esce a lato d’un soffio, col risultato che resta così sull’1-0 in favore della Francia contro l’Islanda. (agg. di Fabio Belli)

SVETTA UMTITI!

La Francia è partita alla grande e al 20′ del primo tempo conduce di misura contro l’Islanda. A sbloccare il risultato, al 12′ del primo tempo, è stato il difensore centrale del Barcellona Samuel Umtiti, capace di saltare più in alto di tutti su cross di Kylian Mbappé a svettare più in alto di tutti, realizzando con un bel colpo di testa il gol del vantaggio della formazione transalpina. Il gioco aereo sembra esaltare la Francia, nonostante a livello fisico l’Islanda sia possente, e al 17′ è di nuovo Olivier Giroud a trovare il tempo giusto per lo stacco: sembra un gol fatto, ma il portiere islandese Halldorsson vola e riesce ad evitare ai suoi il raddoppio, ma l’Islanda deve necessariamente alzare il ritmo per non rischiare di essere travolta in questo match. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Siamo finalmente al via di Francia Islanda: fino a questo momento nel gruppo H delle qualificazioni agli Europei 2020 il pronostico è stato rispettato. Aspettavamo la vittoria di queste due nazionali nella giornata di esordio, e così è stato: come già detto i Bleus hanno superato la Moldavia mentre gli scandinavi hanno avuto ragione della modesta Andorra. Se però per i campioni del mondo in carica dovrebbe essere tutto semplice, l’Islanda sa che la sua qualificazione passerà soprattutto dal testa a testa contro la Turchia: quest’ultima ha battuto l’Albania per 2-0 e dunque ha la stessa differenza reti degli islandesi, che avevano già incrociato questa nazionale nelle qualificazioni agli Europei 2016. Ora dunque si tratta di provare a fare risultato a Saint Denis così da prendersi un virtuale vantaggio; staremo a vedere se le cose andranno in questo modo, intanto noi possiamo metterci comodi e stare a vedere quello che ci dirà il campo perché finalmente siamo arrivati al grande appuntamento, la diretta di Francia Islanda comincia! FRANCIA (4-2-3-1): 1 Lloris; 2 Pavard, 4 Varane, 5 Umtiti, 22 L. Kurzawa; 6 Pogba, 13 Kanté; 10 Mbappé, 7 Griezmann, 14 Matuidi; 9 Giroud. Allenatore: Didier Deschamps ISLANDA (5-3-2): 1 Halldorsson; 2 Saevarsson, 5 Ingason, 14 Arnason, 6 R. Sigurdsson, 18 Magnusson; 16 Sigurjonsson, 17 Gunnarsson, 8 B. Bjarnason; 10 G. Sigurdsson, 22 Gudmundsson. Allenatore: Erik Hamren (agg. di Claudio Franceschini)

ARBITRA ISTVAN KOVACS

Come abbiamo già visto, Francia Islanda sarà diretta dall’arbitro Istvan Kovacs: il nome tradisce origini ungheresi ma più che altro per la zona di nascita, in realtà la nazionalità di questo trentacinquenne è rumena. Kovacs ha diretto 23 partite in questa stagione: ha ammonito in 121 occasioni (oltre cinque per gara) con 7 espulsioni e 4 calci di rigori assegnati. Un direttore di gara che dunque non si fa scrupoli nell’utilizzare i cartellini, come si è visto ad esempio nel sedicesimo di Europa League tra Dinamo Zagabria e Viktoria Plzen (sette ammoniti e un espulso, per doppio giallo); le sue partite internazionali hanno anche riguardato la Nations League in due occasioni, con highlight nella partita tra Turchia e Svezia terminata con la vittoria esterna della nazionale scandinava. Non ci sono presenze in Champions League, ma presto Kovacs potrebbe arrivarci; sono tre le gare in Europa League tra cui un preliminare che ha visto protagonista il Siviglia (contro il Sigma Olomouc), per i quarti di finale di questo torneo il fischietto rumeno potrebbe tornare in corsa e potrebbe essergli assegnata anche una partita di cartello. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

La storia dei precedenti di Francia Islanda, che è nettamente a favore dei Bleus, non può ovviamente prescindere dal quarto di finale degli Europei 2016: sempre a Saint Denis le due nazionali si erano affrontate in una partita incerta, perché l’Islanda aveva clamorosamente eliminato l’Inghilterra continuando a stupire nel suo grande percorso, e dunque si presentava come mina vagante del torneo. La Francia però aveva onorato il fattore campo e aveva stravinto: era finita 5-2, con quattro reti già nel primo tempo firmate da Olivier Giroud, Paul Pogba, Dimitri Payet e Antoine Griezmann. All’inizio della ripresa gli scandinavi avevano mostrato un moto di orgoglio accorciando con Kolbeinn Sigthorsson, ma Giroud aveva riportato il punteggio alle dimensioni della prima frazione tre minuti più tardi; inutile il sigillo di Birkir Bjarnason nel finale. La sfida più recente è un’amichevole dello scorso ottobre, terminata 2-2: doppio vantaggio islandese con Bjarnason e Kari Arnason, negli ultimi quattro minuti la rimonta della Francia si era concretizzata con l’autogol di Holmar Orn Eyjolfsson e la rete di Kylian Mbappé. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Francia Islanda, diretta dall’arbitro rumeno Istvan Kovacs, si gioca alle ore 20:45 di lunedì 25 marzo presso lo Stade de France: a Saint Denis va già in scena una sfida diretta per le qualificazioni agli Europei 2020, siamo nel gruppo H ed entrambe le nazionali hanno vinto la loro prima partita. Per i Bleus tutto semplice, come da copione, sul campo della Moldavia con la dimostrazione che questo girone dovrebbe essere terra di conquista dei campioni del mondo in carica; come avevamo già detto nei giorni scorsi appare complicato pensare che la Francia possa fallire la qualificazione alla fase finale degli Europei, ma comunque le gare sono tutte da giocare e non fa eccezione quella di stasera. L’Islanda era chiamata al riscatto e alla dimostrazione di potersi rialzare: gli scandinavi venivano dalla pessima Nations League chiusa in ultima posizione senza nemmeno un punto all’attivo, e dunque anche l’esordio nelle qualificazioni poteva non essere scontato. E’ arrivato un successo contro Andorra: non larghissimo a dire il vero, ma quello che era importante era prendersi i tre punti e iniziare nel migliore dei modi, evitando che la Turchia (che sarà l’avversaria diretta per il secondo posto nel girone) prendesse subito il largo. Ora, senza indugiare oltre, mettiamoci in attesa della diretta di Francia Islanda valutando insieme quelle che potrebbero essere le scelte dei due Commissari Tecnici a poche ore dalla sfida, leggendo in maniera approfondita le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI FRANCIA ISLANDA

In Francia Islanda Didier Deschamps non dovrebbe cambiare, o comunque farlo poco: in difesa vedremo ancora Varane e Umtiti a protezione del portiere e capitano Lloris, con Pavard a destra e Digne che potrebbe agire da terzino sinistro al posto di Layvin Kurzawa. Pogba e Kanté formeranno la cerniera mediana ed entrambi sono in vantaggio su Moussa Sissoko e Ndombélé, poi Mbappé si posiziona nuovamente come esterno destro con Lemar che insidia la maglia di Matuidi dall’altra parte del campo, Griezmann dovrebbe essere il trequartista e battitore libero alle spalle della prima punta Giroud. Conferme anche per l’Islanda di Erik Hamren: Halldorsson tra i pali, Saevarsson e Skulason come terzini con Ragnar Sigurdsson e Arnason a comandare la linea difensiva. In mezzo al campo la regia sarà garantita dal capitano Gunnarsson, che avrà al suo fianco l’ex Pescara e Sampdoria Birkir Bjarnason; i due laterali invece saranno Gudmundsson – a destra – e Arnor Sigurdsson. Ci sarà un trequartista, naturalmente Gylfi Sigurdsson, che dovrà dare supporto al centravanti che, è praticamente certo, sarà Finnbogason.

QUOTE E PRONOSTICO

Per Francia Islanda le quote che l’agenzia di scommesse Snai ha fornito danno ampiamente ragione ai Bleus: il segno 1 che identifica la loro vittoria vale infatti 1,17 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto, per l’eventualità del pareggio (regolata dal segno X) siamo già ad una quota di 6,75 volte la somma puntata mentre l’ipotesi della vittoria esterna dell’Islanda, per la quale dovrete scommettere sul segno 2, vi farebbe guadagnare una cifra corrispondente a ben 16,00 volte quanto investito con questo bookmaker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA