COPPA D’AFRICA/ Mali-Nigeria (1-4): gol, sintesi e highlights della partita (semifinale)

- La Redazione

Il video con la sintesi, i gol e gli highlights della partita Mali-Nigeria (1-4), semifinale della Coppa d’Africa 2013: guarda le immagini del trionfo delle Super Aquile biancoverdi

nigeria_esultanza
L'esultanza dei giocatori della Nigeria (INFOPHOTO)

A Durban finisce 4-1 Nigeria-Mali, prima semifinale della Coppa d’Africa 2013. Accedono così alla finale di domenica le Super Aquile, che di fatto centrano l’obiettivo con 45 minuti d’anticipo. Infatti, al termine del primo tempo la squadra di Keshi conduce già per 3-0 grazie alle reti di Elderson al 25′, Ideye Brown al 30′ ed Emenike al 44′. Nella ripresa Musa sigilla il trionfo al 15′ minuto, e poi Diarra salva l’onore del Mali con il gol della bandiera al 30′. Ormai però è troppo tardi per il Mali, che dovrà accontentarsi della finale terzo posto di sabato. Primo tempo fantastico: partenza fortissima del Mali, poi cresce la Nigeria ed è un continuo botta e risposta fino all’intervallo con emozioni continue. La Nigeria però è semplicemente perfetta: il punteggio a metà gara è eccessivo perché fa pensare a un monologo, ma le Super Aquile hanno sfruttato al massimo ogni occasione e una difesa punto debole del Mali. Comunque sono stati i migliori 45 minuti di tutta la Coppa. Anche la ripresa è andata meglio di come si potesse pensare visto il risultato già segnato: il Mali ha continuato a lottare con orgoglio, la Nigeria faceva male ogni volta che si faceva vedere in avanti. Pronta per la finale.

I GOL – Nigeria travolgente nel primo tempo. Tra il 26′ e il 30′ la Nazionale di Keshi rifila al Mali un terribile uno-due che indirizza la partita: prima una azione meravigliosa di Moses sulla fascia destra porta al gol di Elderson, che tocca di testa in rete da pochi passi il cross del compagno (1-0 Nigeria), poi ancora Moses crea un contropiede che Emenike rifinisce per Brown, il quale riesce ad insaccare il pallone nonostante una leggera deviazione del portiere, che però non riesce ad evitare il gol (2-0 Nigeria). Si continua con numerosi rovesciamenti di fronte in una partita che non ha mai pause, ma al 44′ arriva la mazzata definitiva per un Mali travolto ben oltre le sue colpe. La punizione calciata da Emenike viene deviata dalla barriera e si infila in rete, lenta ma inesorabile (3-0 Nigeria). Gol fortunoso ma che permette ad Emenike di rafforzare la sua posizione di capocannoniere della Coppa. Al 15′ minuto del secondo tempo altro gol nigeriano: contropiede da manuale concluso da un perfetto tiro di Musa, che era appena entrato al posto di Moses (4-0 Nigeria). Il Mali non ci sta e viole almeno il gol della bandiera: lo ottiene al 30′ con una bella azione di Diabaté, che difende palla fino a quando nota lo smarcamento a centro area di Diarra: assist e conclusione imparabile per il portiere avversario, che fissa il definitivo 4-1.

LE DICHIARAZIONI – Stephen Keshi, allenatore della Nigeria, è molto soddisfatto per il largo successo della sua squadra: “I nigeriani hanno aspettato a lungo questo momento. Negli ultimi anni non erano arrivati grandi risultati, volevo riportare il sorriso. Sapevamo che il Mali ci avrebbe fatto soffrire, ma sapevamo pure che loro sono un pochino lenti, e ne abbiamo approfittato. Ci sono stati molti problemi quando non ho convocato alcuni senatori, ma avevo le mie ragioni. Volevo giocatori che avessero la mentalità giusta per lavorare per la squadra. C’è molto talento e potenziale in questa squadra: abbiamo una lunga strada davanti”. Il portiere e capitano della Nigeria Vincent Enyeama, ha commentato: “Siamo felici, ringraziamo Dio per questa vittoria. Tutti sono capitani in questa squadra, ci motiviamo a vicenda e ognuno sa cosa deve fare sul campo. Io non sono il capitano, tengo solo il posto di Joseph Yobo”. Il c.t. del Mali Patrice Carteron è comunque soddisfatto della Coppa d’Africa della sua squadra: “Siamo orgogliosi perché siamo riusciti a giocare bene. Sono orgoglioso della mia squadra anche se non siamo arrivati in finale, dobbiamo rimanere positivi. Abbiamo perso contro una grande squadra, molto sicura di sé dopo avere eliminato la Costa d’Avorio. Stasera per noi è stata molto difficile, ma raggiungere le semifinali è stato buono”. Il capitano maliano Seydou Keita ha aggiunto: “Fare un’analisi onesta in questa situazione è difficile. Loro hanno una buona squadra e sono stati migliori di noi. Contro il Sudafrica avevamo giocato da squadra ed eravamo felici, stavolta non abbiamo giocato bene e dobbiamo assumerci le nostre responsabilità”.

Video non disponibile



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori