SERIE A/ Catania-Roma (1-0): gol, sintesi e video highlights (ventesima giornata)

Il video di Catania-Roma, partita valida per la ventesima giornata del campionato di serie A 2012-2013: i gol, la sintesi e gli highlights del match del Massimino, terminato 1-0

14.01.2013 - La Redazione
tachtsidis_salifu
Panagiotis Tachtsidis (destra), 21 anni, contrastato in scivolata da Amidu Salifu, 20 (INFOPHOTO)

Catania batte Roma 1-0 e alla fine ha ragione chi fa gol. Questa può essere la morale della partita, che ha visto gli etnie uscire dal campo coi tre punti, grazie al quinto gol in campionato di Alejandro Gomez, e la Roma tornare a casa con le pive nel sacco. I giallorossi hanno giocato un primo tempo molto positivo, condito da diverse occasioni da rete di cui almeno un paio di clamorosa entità. In totale la Roma ha attaccato per un tempo doppio rispetto al Pescara. Lo dimostra la statistica della supremazia territoriale, che indica i minuti trascorsi nella metacampo avversaria: sono 6’08” per i siciliani, e 12’48” per gli ospiti. Che nei primi quarantacinque minuti hanno quasi dominato il gioco, costruendo palle gol a ripetizione. Il Catania però ha avuto il merito di non afflosciarsi mai nella sua trequarti, cercando sempre la ripartenza velenosa e passando al contrattacco nella ripresa. Per questo la statistica relativa ai tiri è praticamente la stessa per le due squadre: il Catania ha raccolto 16 conclusioni di cui 5 in porta, mentre la Roma ne ha totalizzate anch’essa 16 di cui però solo 3 nello specchio. In questo senso, particolarmente pesanti ai fini del risultato sono stati gli errori sottoporta di Mattia Destro e Michael Bradley nel primo tempo. La Roma ha giocato in tutto 620 palloni, il Catania invece 453. Anche gli indici di pericolosità della due squadre sono quasi congruenti: 44% per il Catania, 43% per la Roma. 6-3 per gli etnei invece il conto dei corner. A livello individuale, il recordman di palloni recuperati è il difensore della Roma Nicolas Burdisso, con 29, seguito dal compagno Panagiotis Tachtsidis (24) e dagli avversari Giuseppe Bellusci (19) e Nicolas Spolli (18). Il terzino della Roma, Federico Balzaretti, risulta invece il giocatore con più passaggi riusciti all’attivo con 71 tocchi. Secondo in questa classifica Tachtsidis con 64, terzo Alessandro Florenzi (44) e quarto Bradley (41). Mattia Destro infine ha tirato più volte di tutti: 5 conclusioni per l’ex attaccante del Siena, che però ha mirato la porta di Mariano Andujar solo una volta. Il catanese Alejandro Gomez, match-winner col suo gol al minuto 61, ha tirato in porta 4 volte, mentre i suoi compagni Gonzalo Bergessio e Gonzalo Castro hanno collezionato 3 conclusioni a testa. Da notare che la Roma ha dovuto fare a meno di Francesco Totti, che nel prepartita ha risentito di un dolore al retto femorale della coscia sinistra, e non è potuto scendere in campo come previsto. Un’assenza che ha sicuramente avuto il suo peso.

Il gol decisivo per il Catania nasce da una rapida azione di rimessa dei ragazzi di Maran. Izco rilancia il pallone per Bergessio, che passa la metacampo palla al piede nella fascia centrale; giunto ai trenta metri l’attaccante serve in profondità Gomez, che scatta a sinistra in posizione regolare (lo tengono in gioco sia Castan che Burdisso), entra in area e supera l’uscita di Goicoechea con uno splendido pallonetto di sinistro. Per Gomez si tratta del quinto gol in questo campionato.

Nella conferenza stampa post-partita, l’allenatore del Catania, Rolando Maran, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Abbiamo fatto bene sotto tutti i punti di vista si è visto un Catania che ha cambiato atteggiamento tra il primo ed il secondo tempo. (…) Anche sull’1-0 avremmo potuto pensare solo a difenderci, invece siamo riusciti a creare qualche altra occasione ed a portare sino in fondo il risultato. Tutti oggi hanno fatto quello che dovevano, si sono impegnati al massimo“.

Queste invece alcune delle dichiarazioni rilasciate a Mediaset Premium da Zdenek Zeman, allenatore della Roma, dopo la sconfitta di Catania: “Nonostante il risultato sono contento del primo tempo. Anche nel secondo abbiamo controllato il match, nonostante siamo stati un po’ più confusionari. Ci è mancata la fase realizzativa, volevamo fare gol e non ci riuscivamo e forse ci siamo un po’ innervositi, invece di rimanere concentrati. Noi siamo la Roma e dobbiamo cercare sempre di imporre il nostro gioco: sotto questo aspetto oggi ci siamo anche riusciti, ma bisogna fare gol. Destro? ha un blocco mentale: se si crea quattro palle gol vuol dire che c’è, forse gli manca un po’ di convinzione“. Riguardo all’esclusione di Daniele De Rossi, rimasto in panchina per tutta la partita, Zeman ha spiegato: “Lui è un incontrista, può giocare con Pjanic ma non con Bradley e Florenzi. Per la partita di oggi ho pensato che fosse più utile Tachtsidis“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori