Basket Eurolega 2013-2014/ Prima giornata, risultati, top scorer e classifiche: Milano ko in Turchia

Prosegue la prima giornata di Eurolega: sconfitta per l’Olimpia Milano, che perde di venti punti (87-67) sul campo dell’Efes Istanbul. I punteggi delle altre gare e le classifiche dei gironi

17.10.2013 - La Redazione
langford_tiro
Keith Langford (Infophoto)

Prosegue la prima giornata di Eurolega e il basket italiano registra la seconda sconfitta su due partite. Dopo il ko della Montepaschi Siena contro il Galatasaray a cadere è l’Olimpia Milano, che cede di venti punti (87-67) in casa dell’Efes Istanbul. Il gruppo B sarà completato venerdì dalla partita tra Zalgiris Kaunas e Real Madrid, mentre il prossimo impegno di Milano sarà in casa contro i lituani (24 ottobre). Nel gruppo A successi per Fenerbahçe, Barcellona e CSKA Mosca rispettivamente contro Kiev, Partizan Belgrado e Nanterre. Il gruppo C, quello di Siena, sarà completato venerdì dalle sfide Stelmet Zielona Gora-Bayern Monaco e Olympiacos-Unicaja Malaga; nel gruppo D invece confronto straordinario tra Lietuvos Rytas Vilnius e Panathinaikos, con i lituani a spuntarla di un punto dopo un tempo supplementare. Nelle altre due partite successo del Kuban Krasnodar sul campo della Stella Rossa e del Laboral Vitoria in casa contro il Maccabi Tel Aviv.

La partita più bella della serata di Eurolega è quella del gruppo D: dopo un tempo supplementare il risultato finale è Lietuvos Rytas Vilnius-Panathinaikos 84-83. Gara equilibratissima in tutti i quarti, nessuna delle due squadre riesce a scrollarsi di dosso l’altra e si arriva all’overtime, dove alla fine sono i lituani padroni di casa a prevalere nel delirio del palazzetto. Per il Lietuvos 19 punti di Seibutis, 13 di Songaila e 12 di Palacios, per il Pana invece 13 dell’ex Milano Maciulis, 12 di Mike Batiste e 10 a testa per Mavrokefalidis e l’ex Biella James Gist.

I risultati finali del gruppo A sono JSF Nanterre-CSKA Mosca 59-62 e Barcellona-Partizan Belgrado 67-60. I russi allenati da Ettore Messina strappano i primi due punti al termine di una partita più tirata del previsto: alla fine prevalgono grazie anche ai 16 punti di Sasha Kaun, i 12 dell’ex NBA Sonny Weems e i 10 di Jeremy Pargo. Anche il Barcellona ha sudato per avere ragione di un Partizan Belgrado indomito; per i catalani in evidenza offensiva il greco Papanikolaou e Ante Tomic, che portano alla causa 13 punti ciascuno. La classifica del gruppo A dopo la prima giornata vede quindi in testa a 2 punti Fenerbahçe, Barcellona e CSKA Mosca e in fondo a 0 Budivelnik Kiev, Nanterre e Partizan Belgrado.

Al termine del terzo quarto Barcellona-Partizan Belgrado 45-40 (gruppo A). I blaugrana hanno messo la testa avanti e comandano giudati in attacco da Marcelo Huertas e Ante Tomic (9 punti ciascuno); per i serbi invece 10 punti di Leo Westermann, 8 di Bogdanovic e 7 di Lauvergne.

Al termine del terzo quarto JSF Nanterre-CSKA Mosca 48-50 (gruppo A). Partita equilibrata, per il Nanterre 16 punti di Will Daniels e 11 di Deshaun Thomas, per i moscoviti allenati da Ettore Messina 14 punti di Sasha Kaun e 10 di Sonny Weems.

Al termiine della partita Efes Istanbul-Olimpia Milano 87-67 (gruppo B). Sconfitta netta per Milano che nel secondo tempo ha perso la bussola in entrambi i sensi, consentendo ai turchi di mantenere un vantaggio rassicurante e progressivamente più largo. Top scorer per l’Efes Dusko Savanovic e Scotty Hopson, 22 punti per entrambi; 16 per Vasileiadis e 7 per Semih Erden. Per Milano 20 punti per Langford, che però arrotonda il suo score a risultato compromesso, e 19 di Alessandro Gentile. Male il playmaker Jerrells, che come tutta la squadra è atteso ora da un derby delicato contro Varese, che ha perso la sua sfida europea in Eurocup. Nel gruppo B l’Efes Istanbul sale a 2 punti assieme ai tedeschi del Bamberg, che mercoledì hanno battuto lo Strasburgo; Milano invece resta a 0 assieme ai francesi, in attesa della terza partita tra Zalgiris Kaunas e Real Madrid.

All’intervallo lungo Lietuvos Vilnius-Panathinaikos 42-42 (gruppo D). I lituani stanno distribuendo equamente la produzione offensiva: 8 punti per Omar Cook e Darius Songaila, 7 per Gecevicius e Stevan Jelovac, 6 per Seibutis; per i greci invece 10 punti di Mike Batiste, 8 di Mavrokefalidis e 7 di James Gist. Nelle partite del gruppo A invece Barcellona-Partizan Belgrado 28-26 (Huertas 6, Abrines, Papanikolaou 5; Lauvergne, Westermann, Milosavljevic, Bogdanovic 5) e JSF Nanterre-CSKA Mosca 35-28 (Daniels 16, D.Thomas 7, Jaiteh, Meacham 4; Kaun 10, Pargo 7, Micov, Krstic 4) all’intervallo lungo.

Al termine del terzo quarto Efes Istanbul-Olimpia Milano 66-52 (gruppo B). Terzo periodo molto negativo dell’Armani Jeans che ora è sotto nettamente nel punteggio e fa fatica su entrambi i lati del campo. Per i turchi scatenato Dusko Savanovic arrivato a quota 22 punti, seguito da Scotty Hopson con 14 e Vasiliadis con 11; Milano registra i 15 di Langford e i 12 di Gentile, ma ha bisogno di un mezzo miracolo per riacciuffare la partita.

Al termine del primo quarto Barcellona-Partizan Belgrado 17-18 (gruppo A). Per i blaugrana 4 punti ciascuno per Joey Dorsey, Marcelinho Huertas ed Ante Tomic mentre per i serbi 5 per Lauvergne e Milosavljevic. Nella partita del gruppo D invece dopo il primo quarto Lietuvos Vilnius-Panathinaikos 25-25. Per i lituani 8 punti di Omar Cook e 7 a testa Gecevicius e Stevan Jelovac; per i greci invece 7 dell’ex biella James Gist e 6 di Mavrokefalidis.

Al termine della partita Stella Rossa Belgrado-Lokomotiv Kuban Krasnodar 84-87 (gruppo D). Successo per i russi che subiscono solo nel secondo quarto, dopo il 30-20 a favore del primo, e nella ripresa ritrovano il vantaggio e non lo mollano fino al termine. Per la Stella Rossa 17 punti di Blake Schlib, 14 di Ivan Radenovic e DeMarcus Nelson, 11 per Jaka Blazic. Nel Kuban Krasnodar invece top scorer Marcus Williams (23 punti), seguito da Richard Hendrix (19) e Simas Jasaitis (12). Nel gruppo D Lokomotiv Kuban Krasnodar 2 punti, Stella Rossa 0.

All’intervallo lungo Efes Istanbul-Olimpia Milano 42-35 (gruppo B). L’Olimpia è mentalmente in partita ma ancora sotto nel punteggio. Per i turchi 12 punti di Dusko Savanovic, 10 di Scotty Hopson e 6 di Jamon Gordon; per Milano invece 12 punti di Keith Langford, 8 di Alessandro Gentile e 4 per i vari Nicolò Melli, Samardo Samuels e CJ Wallace.

Al termine del primo quarto Efes Istanbul-Olimpia Milano 25-17 (gruppo B). Partenza ad handicap dei lombardi (2-10) che successivamente ricuciono lo strappo ma perdono terreno nelle battute finali del periodo, concluso da un canestro allo scadere di Jamon Gordon. Top scorer per i turchi Scotty Hopson (10), poi 9 punti di Dusko Savanovic; per Milano 5 di Alessandro Gentile e Keith Langford, 4 per Melli.

Al termine del terzo quarto Stella Rossa Belgrado-Lokomotiv Kuban Krasnodar 59-58 (gruppo D). Per i serbi 14 punti di Ivan Radenovic e 11 di Blake Schilb mentre per i russi 15 di Hendrix e 11 di Marcus Williams.

Al termine della partita Budivelnik Kiev-Fenerbahçe Istanbul 84-102 (gruppo A). Nell’ultimo periodo i turchi riescono a ribaltare l’inerzia della gara, chiudendo con un parziale di 31-7. Trascinatore Bogdanovic che chiude con 21 punti, aiutato da Emir Preldzic (14), Linas Kleiza (12) e Mahmutoglu (12). Agli ucraini non bastano i 21 punti di D.Lavrinovic ne i 16 di Blake Ahearn. Nel gruppo A Fenerbahçe a 2 punti, Kiev a 0. 

All’intervallo lungo Stella Rossa Belgrado-Lokomotiv Kuban Krasnodar 42-40 (gruppo D). Serbi trascinati in attacco da Jaka Blazic e Ivan Radenovic (8 punti ciascuno), dall’altra parte 10 per Hendrix e 8 di Marcus Williams.

Al termine del terzo quarto Budivelnik Kiev-Fenerbahçe Istanbul 77-71 (gruppo A). Per gli ucraini 18 di Darjus Lavrinovic, per i turchi 17 di Bogdan Bogdanovic.

Al termine del primo quarto Stella Rossa Belgrado-Lokomotiv Kuban Krasnodar 20-30 (Gruppo D). Percentuali altissime per gli ospiti che hanno 8 punti dal play Marcus Williams e dal lungo Richard Hendrix, ex Milano. Per i serbi invece 8 punti di Jaka Blazic e 6 dell’ex Benetton Treviso DeMarcus Nelson.

All’intervallo della partita Budivelnik Kiev-Fenerbahçe Istanbul 43-41. La sfida è valida per il gruppo A della coppa. Per gli ucraini 10 punti di Strelnieks e 7 di Summers, per i turchi invece 10 di Mahmutoglu e 8 di Zoric.

Oggi (giovedì 17 ottobre) si completa il programma della prima giornata di Eurolega, dopo i due anticipi del mercoledì. Che purtroppo hanno registrato la sconfitta del Montepaschi Siena, a Firenze contro i turchi del Galatasaray guidati dall’ex NBA Carlos Arroyo (clicca qui per il video con gli highlights della partita). Nell’altra partita, valida per il gruppo che è quello di Milano, i tedeschi del Bamberg hanno battuto agevolmente i francesi dello Strasburgo con il punteggio di 84-70. Oggi in campo L’Olimpia che debutta in trasferta contro l’Efes Istanbul. Situazione delicata per le scarpette rosse che devono fare a meno di più giocatori: i lunghi CJ Wallace, Gigli e Kangur e la guardia Moss. Nell’altra partita del gruppo B, che però si giocherà domani (venerdì 18 ottobre) il Real Madrid farà visita allo Zalgiris Kaunas Le due gare del girone di Siena, il C, si disputeranno anch’esse venerdì, mentre i gruppo A e D si svolgeranno interamente oggi. Di seguito alcune regole nuove introdotte per le partite di Eurolega e di Eurocup di quest’anno. 1) In caso di palla contesa niente più possesso alternato ma palla contesa; 2) I timeout: nel primo tempo ogni squadra ne ha a disposizione uno da 60 secondi e uno da 30; nel secondo tempo invece due da 60 e uno da 30; negli ultimi due minuti dell’ultimo quarto un altro da 60 e un altro da 30; in ogni tempo supplementare uno da 60. 3) Dopo un fallo tecnico la squadra avversaria batterà un solo tiro libero e non due, mantenendo il successivo possesso della palla.

Eurolega 2013-2014, prima giornata

Gruppo A

RISULTATO FINALE Budivelnik Kiev-Fenerbahçe Ulker Istanbul 84-(D.Lavrinovic 21, Ahearn 16; Bogdanovic 21, Preldzic 14, Kleiza, Mahmutoglu 12)

RISULTATO FINALE JSF Nanterre-59-(Daniels 18, D.Thomas 11, Jaieth, Corosine, Meacham 6; Kaun 16, Weems 12, Pargo 10)

RISULTATO FINALE Barcellona-Partizan NIS Blegrade 67-60 (Papanikolaou, Tomic 13, Huertas 10, Dorsey 8; Milosavljevic 15, Westermann 10, Lauvergne 9)

Classifica: Fenerbahçe 2 punti (differenza canestri +18), Barcellona 2 (+7), CSKA Mosca 2 (+3), JSF Nanterre 0 (-3), Partizan Belgrado 0 (-7), Budivelnik 0 (-18)

Seconda giornata (25 ottobre): CSKA Mosca-Budivelnik Kiev, Partizan Belgrado-Nanterre, Fenerbahçe-Barcellona

 

Gruppo B

RISULTATO FINALE Brose Baskets Bamberg-Strasburgo -70 (J.Smith 19, Anton 16, S.Ford 11; Ajinca 19, Duport 13, Diot 12)

RISULTATO FINALE Anadolu Efes Istanbul-EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-67 (Savanovic, Hopson 22, Vasileiadis 16; Langford 20, A.Gentile 19, Jerrells 5)

18 ottobre, ore 18:45 Zalgiris Kaunas-Real Madrid

Seconda giornata: 24 ottobre MILANO-Zalgiris Kaunas, Real Madrid-Bamberg, 25 ottobre Strasburgo-Efes Istanbul

 

Gruppo C

RISULTATO FINALE MONTEPASCHI SIENA-Galatasaray Liv Hospital Istanbul 75- (Hackett 26, Viggiano 10, Hunter, Ress, Nelson 6; Arroyo 21, Gordon 18, Erceg 15)

18 ottobre, ore 19:15 Stelmet Zielona Gora-Bayern Monaco

18 ottobre, ore 20:30 Olympiacos Pireo-Unicaja Malaga

Seconda giornata: 24 ottobre Unicaja Malaga-Stelmet Zielona Gora, Galatasarat-Olympiacos, 25 ottobre Bayern Monaco-SIENA

 

Gruppo D

RISULTATO FINALE Stella Rossa Telekom Belgrado-Lokomotiv Kuban Krasnodar 84-(Schlib 17, Radenovic, D.Nelson 14; M.Williams 23, Hendrix 19, Jasaitis 12)

RISULTATO FINALE Lietuvos Rytas Vilnius-Panathinaikos Atene-83 (Seibutis 19, Songaila 13, Palacios 12, Babrauskas, Cook 10; Maciulis 13, R.Curry, Batiste 12, Mavrokefalidis, Gist 10)

RISULTATO FINALE Laboral Kutxa Vitoria-Maccabi Electra Tel Aviv -80 (L.Hamilton 15, San Emeterio, Pleiss 12, Heurtel 11; Hickman 20, Ingles 14, Ohayon 11)

Classifica: Laboral Kutxa 2 (+4), Lokomotiv Kuban Krasnodar 2 (+3), Lietuvos Rytas Vilnius 2 (+1), Panathinaikos 0 (-1), Stella Rossa Belgrado 0 (-3), Maccabi Tel Aviv (-4)

Seconda giornata: 24 ottobre Lokomotiv Kuban Krasnodar-Lietuvos Rytas Vilnius, Maccabi Tel Aviv-Stella Rossa, 25 ottobre Panathinaikos-Laboral Kutxa Vitoria

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori