CALCIOMERCATO INTER / News, Mazzarri rompe gli indugi: vuole Cerci. Notizie al 23 e 24 giugno (aggiornamenti in diretta)

Stando alle ultime indiscrezioni di calciomercato circolanti, l’allenatore dell’Inter, Walter Mazzarri, avrebbe chiesto espressamente al presidente Thohir, l’arrivo di Cerci dal Torino

23.06.2014 - La Redazione
mazzarri_conserte
Walter Mazzarri, allenatore dell'Inter (Foto Infophoto)

L’allenatore dell’Inter, Walter Mazzarri, è decisamente agitato; il calciomercato estivo non si sblocca e il ritiro di Pinzolo, fissato al prossimo 4 luglio fra pochi giorni, si avvicina inesorabilmente. Il tecnico toscano vorrebbe avere almeno un paio di nuovi innesti entro i prossimi dieci giorni ed è per questo che stando a quanto raccolto dal Quotidiano Sportivo, lo stesso Mazzarri avrebbe contattato direttamente il proprio presidente, Erick Thohir, esternando il proprio disappunto. Il nome richiesto sarebbe quello di Alessio Cerci, esterno d’attacco del Torino, attualmente in Brasile con la nazionale italiana. Sulle tracce dell’attaccante granata vi sono anche la Juventus e la Roma e Urbano Cairo sembrerebbe disposto a cederlo in cambio però di un assegno non inferiore ai 15 milioni di euro. Cerci, insieme a Palacio e Icardi, sarebbe perfetto per il 4-3-3 che ha in mente proprio Mazzarri per la prossima stagione.

Sarà dura per l’Inter assicurarsi in questa fase del calciomercato estivo uno/due centrocampisti, come richiesto dal tecnico Walter Mazzarri. Il club di corso Vittorio Emanuele ha messo nel mirino una serie di innesti per il reparto di mezzo, a cominciare da Yann M’Vila del Rubin Kazan, ma la trattativa non sembra ancora vicina alla chiusura. Nonostante fra l’Inter e il francese vi sia già l’accordo, i russi non trovano l’intesa con Taider, che dovrebbe appunto rientrare nell’operazione con la formula del prestito: c’è il rischio che il tutto decada definitivamente. Lontano anche Mbia, altro nome caldo per rinforzare il centrocampo, visto che il nazionale camerunese del ha sparato alto, tre milioni di euro netti annui, e l’Inter per ora non sembra intenzionata ad elargire quanto richiesto. Infine, non giungono buone nuove anche per Behrami, la vera prima scelta di Mazzarri: De Laurentiis pare sia pronto a trattenere lo svizzero a Castelvolturno, non intenzionato a rafforzare una diretta concorrente. Ad incidere nella trattativa, la volontà dello stesso elvetico, che pare voglia riabbracciare il tecnico toscano nella Milano nerazzurra.

L’Inter prepara l’offensiva per chiudere il colpo Jonathan Biabiany in questa fase iniziale del calciomercato estivo. Il prossimo 4 luglio, fra una decina di giorni, ci sarà il ritiro a Pinzolo e Mazzarri vorrebbe avere un nuovo attaccante in rosa al fianco del solo Icardi. Biabiany piace perché è utile per il 4-3-3, perché è ancora giovane e perché sarebbe importante per le liste Uefa essendo cresciuto nel vivaio meneghino. L’idea del dt Ausilio è quella di tentare la via del prestito con diritto di riscatto o eventualmente l’acquisto a titolo definitivo ad una cifra che dovrebbe aggirarsi attorno ai 7/8 milioni di euro. Nell’operazione potrebbero rientrare Schelotto e Obi, entrambi in prestito fra le fila dei Ducali, senza dimenticarsi del “favore” Belfodil, giocatore che il Parma ha recentemente riscattato proprio dall’Inter. Le alternative sono Ibarbo e il Chicharito Hernandez ma Biabiany è una spanna sopra gli altri.

Vincenzo Rispoli, agente di Francesco Bardi, ha parlato a SoccerWeb24.com:Siamo in trattativa col Chievo Verona, ma ancora non c’è nessuna novità. Su Francesco ci sono diverse squadre, però il ragazzo ha l’interesse di chiudere col Chievo. La Sampdoria? L’interesse c’è, come quello di due squadre straniere. L’orientamento è però quello di chiudere col Chievo“. Il portiere di proprietà dell’Inter si è distinto in una buona stagione col Livorno, nel 2015 si è già parlato di un possibile ritorno a Milano, ma prima Bardi dovrà dimostrare di essere ancora una volta all’altezza della situazione. Le qualità per sfondare ce le ha tutte.

Torna al centro delle voci di calciomercato il portiere di casa Inter, Samir Handanovic. Stando alle indiscrezioni circolanti nelle ultime ore, il classe 1984 della nazionale slovena sarebbe finito nel mirino del club del Principato di Monaco. In vista della prossima stagione i monegaschi cercano un nuovo guardiano e vorrebbero appunto puntare sull’ex Udinese. L’Inter ha sempre dichiarato incedibile il numero uno dell’est Europa ma è logico pensare che non si opporrebbe di fronte ad offerte superiori ai 15 milioni di euro, meglio se 20. Alla finestra vi sono altre società interessate, a cominciare dalle inglesi Manchester United, City e Arsenal, non propriamente soddisfatte dei rispettivi portieri. In Spagna, invece, attenzione anche al Real Madrid alle prese con il caso Casillas, davvero disastroso durante la stagione 2013-2014: Del Bosque ne sa qualcosa.

Sacrificare un pezzo da 90 per reinvestire i soldi sul mercato. E’ questo il dilemma dell’Inter in occasione del calciomercato estivo e l’indiziato numero uno sembrerebbe essere il centrocampista della nazionale croata, Mateo Kovacic. Il giovane talento acquistato durante il mercato di riparazione 2013 in cambio di circa 12 milioni di euro, piace molto al Real Madrid che sarebbe disposto ad investire fra i 20 e i 25 milioni di euro. Tali risorse, il club di corso Vittorio Emanuele potrebbe decidere di reinvestirle per il colpo in attacco, e l’indiziato continua ad essere Stevan Jovetic, nonostante lo stesso abbia espresso la volontà di rimanere a Manchester. In caso di offerta concreta Jo-Jo potrebbe tentennare così come gli stessi Citizens, che l’estate scorsa investirono attorno ai 30 milioni di euro per la stella montenegrina. Continua a circolare anche il nome di Erik Lamela del Tottenham, mentre sullo sfondo rimane Alessio Cerci, il meno caro dei tre: costa 15 milioni.

Rolando rischia seriamente di lasciare l’Inter durante il calciomercato estivo. Il club di corso Vittorio Emanuele intende riscattare il difensore centrale della nazionale portoghese ma non si trova l’accordo con il Porto. Stando a quanto svelato stamane dal quotidiano lusitano A Bola, le distanze fra offerta e richiesta continuano ad essere molto elevate, attorno ai 2 milioni di euro, e di conseguenza il calciatore di origini capoverdiane sembra destinato a fare ritorno in Portogallo. Rolando potrebbe iniziare il ritiro estivo con i Dragoes e magari l’Inter effettuare un altro tentativo sul finire del calciomercato estivo, dal 25 agosto in avanti. Non va infatti dimenticato che il contratto di Rolando con il Porto scadrà nel 2015 e di conseguenza per i portoghesi questa sessione è l’ultima per rivendere lo stesso ad un prezzo interessante.

Secondo le notizie di calciomercato riportate da La Gazzetta dello Sport l’Inter sta studiando un triplo affare in uscita insieme al Chievo. I nerazzurri potrebbero prestare alla squadra veronese tre giovani in rampa di lancio: il portiere Francesco Bardi (classe 1992), il terzino sinistro Cristiano Biraghi (1992) e il centrocampista centrale Lorenzo Crisetig (1993). Non si parlerà più di comproprietà, che sono state abolite dalle recenti variazioni di regolamento, ma probabilmente solo di prestiti secchi.

Nell’intervista concessa a ilsussidiario.net dal titolo ‘sui giovani ha ragione Thohir! Il nuovo Makelele è già in casa…‘ l’agente FIFA Gabriele Savino ha parlato di un giovane centrocampista del vivaio dell’Inter. Si tratta di Mouhamed Dabo, centrale senegalese nato il 2 gennaio 1996, che fa parte della formazione Allievi fresca di accoppiata Scudetto-Supercoppa di categoria. Su Dabo si è già espresso in termini lusinghieri il direttore sportivo nerazzurro Piero Ausilio, che ha suggerito un paragone illustre: clicca qui per leggere l’intervista con Gabriele Savino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori