CALCIOMERCATO INTER / News, Medel e Lodeiro: nuove idee a centrocampo. Notizie al 26 giugno e 27 giugno (aggiornamenti in diretta)

L’Inter lavora sul calciomercato con l’obiettivo di individuare nuovi centrocampisti. Oltre ai soliti noti, negli ambienti nerazzurri stanno circolando in queste ore delle idee inedite…

26.06.2014 - La Redazione
inter_bandiera
Inter (INFOPHOTO)

Tanti nomi circolanti in casa Inter con l’obiettivo di rinforzare principalmente il centrocampo, approfittando della finestra di calciomercato dell’estate. Oltre ai soliti noti, leggasi Suarez, Behrami, Casemiro e M’Vila, la società di corso Vittorio Emanuele valuta idee alternative a cominciare da Gary Medel. Stando a quanto sottolineato da Sportitalia, l’Inter starebbe pensando al nazionale cileno che gioca nel Cardiff, nel ruolo di mediano. Si tratta di un calciatore decisamente roccioso e il suo soprannome, Pitbull, la dice lunga sulle caratteristiche dello stesso. Costa attorno agli 8 milioni di euro e l’Inter avrebbe proposto il prestito con diritto di riscatto, approfittando della retrocessione del Cardiff. Decisamente più offensivo è invece Nicolas Lodeiro, trequartista della nazionale uruguagia che gioca nel Botafogo. Il suo contratto scade nel 2016 ed ha un valore che si aggira sui 2 milioni di euro.

L’Inter piazza Francesco Bardi. Approfittando del calciomercato estivo, il club di corso Vittorio Emanuele è stato girato al Chievo Verona. La notizia è stata riportata pochi minuti fa dall’esperto di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, che parla di prestito secco, non oneroso ne con diritto di riscatto, fino al 30 giugno del 2015. Francesco Bardi ha già svolto le rituali visiti mediche e firmato il contratto e affinché l’operazione possa dirsi conclusa si attende solo il comunicato ufficiale. Il club veneto avrebbe voluto inserire nella formula il diritto di riscatto ma la società nerazzurra ha detto no, probabilmente intenzionata a dare una chance a Bardi per la stagione 2015-2016. L’addio del giovane talento della porta potrebbe significare la permanenza certa di Handanovic, che continua ad essere nel mirino delle big inglesi e spagnole.

Mauro Icardi è al centro in queste ore di intense voci di calciomercato. Il giovane attaccante dell’Inter è stato ufficialmente richiesto dall’Atletico Madrid, squadra che cerca un degno erede di Diego Costa. I Colchoneros non sono però l’unica società che segue con attenzione il giovane argentino, visto che, stando a quanto riportato dai colleghi di FcInterNews, anche il Barcellona sarebbe in corsa per assicurarsi il giocatore. I blaugrana hanno sondato con mano il trasferimento in occasione del recente blitz in Spagna del dt Ausilio, nel quale lo stesso dirigente interista ha chiesto ai vice-campioni della Liga il cartellino di Song. Non è da escludere quindi uno scambio alla pari tenendo conto che il Barcellona valuta il nazionale camerunese attorno ai 20 milioni di euro, la stessa cifra che pretende Thohir in cambio dell’ex Sampdoria.

L’Atletico Madrid cerca un attaccante sul calciomercato e vorrebbe assicurarsi il giovane dell’Inter, Mauro Icardi. Non è la prima volta che l’ex Sampdoria finisce nei radar dei Colchoneros e l’idea sarebbe tornata di moda nelle ultime ore. Come sottolineato da diversi media sportivi il club campione di Spagna avrebbe presentato un’offerta ufficiale per avere in cambio il talento italo-argentino. Il tutto è avvenuto nella giornata di mercoledì quando il dt Piero Ausilio è volato proprio a Madrid per parlare di Mario Suarez e di altri interessanti calciatori che militano nella Liga. In corso Vittorio Emanuele considerano Icardi incedibile ma in caso di un’offerta da 20 milioni di euro se ne potrebbe riparlare. L’Atletico ci pensa anche perché le mira dei nerazzurri sono rivolte a Insua, Luis Filipe e soprattutto Mario Suarez e non è da escludere che alla fine si possa dare vita a qualche trattativa.

Svuota il sacco sul calciomercato estivo di casa Inter, il direttore dell’area tecnica Piero Ausilio. Ieri vi avevamo riportato le dichiarazioni del manager interista a margine della presentazione della partnership con il Prato, ed oggi La Gazzetta dello Sport ha voluto approfondire i discorsi. Le prime parole del dt Inter sono sul futuro di Mazzarri, il cui contratto in scadenza al 30 giugno del 2015, starebbe facendo preoccupare lo stesso tecnico toscano. In realtà non sembrerebbe esservi nulla di allarmante come spiega Ausilio: «Rinnovo di Mazzarri? Nessun problema. Ci sentiamo quotidianamente per telefono e ci siamo visti di persona martedì scorso. Ho già avuto un contatto con l’avvocato che lo segue e lo rappresenta, stiamo iniziando a confrontarci sulle idee e sulla struttura del contratto. Se il tecnico ha autorizzato una persona di fiducia a parlare con la società, mi sembra si vada verso la direzione giusta… Siamo in una fase nella quale abbiamo preso dei contatti: sono ottimista perché con lui c’è la volontà di costruire qualcosa insieme e il contratto non è un problema». A questo punto non è da escludere che possa arrivare il rinnovo già prima dell’inizio della stagione, visto che si starebbero gettando le basi per un prolungamento che con grande probabilità sarà biennale, fino al 30 giugno 2017. Si passa quindi ad analizzare le operazioni in entrata, a cominciare dall’arrivo a centrocampo, quello più pregnante vista l’uscita di Cambiasso e la probabile partenza di Taider: «Per M’Vila stiamo lavorando col Rubin. Sì, diciamo che a Pinzolo l’unico che potrebbe arrivare è M’Vila. Ne stiamo parlando con il club russo, vediamo, è un’opportunità. Lui ha manifestato una grande soddisfazione all’idea di poter far parte di un nuovo progetto, ha dimostrato voglia e determinazione. Se ci saranno le possibilità, andremo avanti… Prima di tutto ne serve uno che sostituisca Cambiasso. Mario Suarez? Il ragazzo non è in vendita, non c’è fattibilità, l’Atletico Madrid non ha intenzione di privarsene per cui è come parlassimo di nulla. Song? No, sinceramente non c’è nulla. Casemiro è sempre un’opportunità valida? Sì. Behrami? C’era stata una chiacchierata col Napoli, ho buttato lì l’idea di uno scambio ma non se n’è fatto nulla. Poi non ne abbiamo più parlato. Mbia? No. Brozovic? No». Novità sono attese anche in attacco, dove ballano i nomi di Hernandez, Lamela, Jovetic e Biabiany. Ausilio spiega nel dettaglio le varie situazioni: «Chicarito Hernandez è impossibile? Non e’ un discorso sul nome, ma di caratteristiche. Avendo già Palacio e Icardi, è più facile pensare a uno che possa fare la seconda punta. Credo che il nostro tecnico voglia più una seconda punta. Lamela è un sogno che non ha possibilità di essere realizzato semplicemente perché il Tottenham non lo mette sul mercato… Esattamente come abbiamo fatto noi quando sono venuti a chiederci Kovacic. Biabiany? Abbiamo provato, e fatto un tentativo di scambio, quando col Parma abbiamo discusso delle comproprietà. S’è fermato tutto lì, ma ci aggiorneremo… Ibarbo ha fisicità e duttilità, caratteristiche che gli permettono di giocare in più ruoli. Ha qualità tecniche importanti e ci piace. Su Osvaldo non c’è stato nulla. Jovetic? No. Il City l’ha pagato tanto e non lo cede». Infine, uno sguardo ai giocatori già interisti, a cominciare dai rinnovi di Rolando e Ranocchia, per arrivare fino ai talenti Icardi e Kovacic: «Per Rolando la trattativa è ferma. Con il giocatore abbiamo trovato facilmente un accordo e abbiamo fatto una proposta al Porto che consideriamo equa e giusta (3,5 milioni, ndr. ). Non abbiamo nessuna voglia di andare oltre un equa valutazione. Il rinnovo di Ranocchia? Quando tornerà dalle vacanze ne parleremo. Kovacic è incedibile? Assolutamente sì. E infatti abbiamo rifiutato svariate offerte di club importanti. E anche Icardi è incedibile».

Daniel Pablo Osvaldo potrebbe diventare nella prossima stagione un giocatore dell’Inter. La Juventus, dove la punta ha giocato per sei mesi, non lo riscatterà dal Southampton. Secondo quanto riporta FcInterNews.it il centravanti potrebbe essere un’idea interessante per l’attacco nerazzurro. Potrebbe arrivare per una cifra vicina ai 13 milioni di euro. E’ possibile che l’Inter provi la strada del prestito con diritto di riscatto, anche se la società inglese, dopo l’affare con la Juve, non vorrebbe rimanere ancora scottata. Possibile quindi che il Southampton intavoli una trattativa con un obbligo di riscatto per il 2015.

Ci sarebbe stato un incontro tra Atletico Madrid e Inter per capire le condizioni per arrivare a Mario Suarez. Negli scorsi giorni si era parlato infatti di un possibile scambio col colombiano Fredy Guarin. Piero Ausilio però ha incontrato anche l’agente Alex Song, mediano che sta giocando il Mondiale con il Camerun ed è di proprietà del Barcellona. La notizia l’ha appena data Sky Sport che ha parlato di incontro introduttivo e di problemi legati al costo elevato del cartellino che si aggira intorno ai 18 milioni di euro. I blaugrana lo prelevarono dall’Arsenal per 19 milioni di euro, facendogli firmare un quinquennale con una clausola rescissoria di 80 milioni. L’Inter si muoverà in questo mercato per andare a rinforzare il centrocampo che perderà due colonne come Esteban Cambiasso e Javier Zanetti. I dirigenti nerazzurri dovranno comunque tenere anche conto che probabilmente anche Fredy Guarin potrebbe lasciare la causa, facendo sorgere così un vero e proprio problema numerico. Difficile però, anzi praticamente impossibile, pensare che il club di Thohir possa prendere sia Suarez che Song.

Il direttore dell’area tecnica dell’Inter, Piero Ausilio, ha snocciolato con qualche dettaglio il calciomercato del club meneghino. Il dt era presente alla conferenza stampa di esposizione della partnership con il Prato, e a margine dell’evento ha rilasciato anche qualche battuta sulla finestra di trattative dell’estate: «M’Vila? E’ un’opportunità. Mario Suarez? Impossibile. Jovetic? No». Il centrocampista del Rubin Kazan sembrerebbe quindi il giocatore più vicino ad indossare la casacca dell’Inter, mentre sia Mario Suarez dell’Atletico Madrid quanto Jovetic del Manchester City, appaiono ora come ora un miraggio. Ausilio ha poi aggiunto: «Rinnovo di Ranocchia? Aspettiamo che il ragazzo torni dalle vacanze, lui sarà fuori fino ai primi di luglio. Poi ci incontreremo e faremo il punto della situazione». Di nuovo su M’Vila: “Vediamo se riusciamo a trovare un’idea di accordo col Rubin Kazan che ad oggi non c’è, e a quel punto vedremo se ci sarà la possibilità di chiudere». Poi il dirigente dell’Inter ha concluso: «Nomi? Ancora è presto, abbiamo appena risolto le comproprietà. Nella prossima settimana entreremo nello specifico, ma abbiamo idee. Porteremo giocatori con motivazioni, che capiscano l’importanza del progetto. Una decina di giovani e vedremo. Non c’è la fretta legata al ritiro, che oltretutto inizia molto presto quest’anno. Questo perché il mister vuole iniziare a lavorare subito coi ragazzi a disposizione per preparare bene la stagione e intende valutare anche qualche giovane che rientrerà dalle compartecipazioni o dai prestiti, come ad esempio Lorenzo Crisetig e Samuele Longo. Vedremo chi tenere e chi eventualmente girare a qualche altro club».

Sembra allontanarsi dall’Inter l’esterno d’attacco del Tottenham, Erik Lamela. Uno dei principali obiettivi del calciomercato estivo, dovrebbe rimanere in Premier League anche la prossima stagione. Un indizio arriva dal profilo Twitter dello stesso attaccante argentino, che nelle ultime ore ha scritto: «Sono davvero impaziente di cominciare questa stagione, andiamo Tottenham!!». L’ex di Roma e River Plate ha voglia di rimettersi in gioco al White Hart Lane, galvanizzato anche dall’addio di Sherwood e dall’arrivo di Mauricio Pochettino. Lamela si sente di poter dare molto al club londinese e il ritorno in Italia sembrerebbe attualmente solo un miraggio.

Fra i vari obiettivi dell’Inter per il calciomercato estivo, non si perde di vista il Chicharito Hernandez. L’attaccante della nazionale messicana è uno dei pupilli di Erick Thohir. Il 43enne tycoon indonesiano sta studiando ormai da tempo la situazione del gioiello scovato da Sir Alex Ferguon e non è da escludere che a breve possa presentare un’offerta d’acquisto concreta. L’assist è arrivato dallo stesso Hernandez, che uscito allo scoperto in Brasile in queste ore, ha svelato: «Allo United ho sentito poca fiducia nei miei confronti e pochissime persone mi hanno fatto sentire importante». Parole che sono suonate come una sorta di addio e con grande probabilità la decisione di Hernandez di lasciare l’Old Trafford sembrerebbe essere già stata presa. Bisognerà aspettare il verdetto definitivo di Van Gaal che pare però voglia puntare su altri giocatori.

E scontro di calciomercato tra Inter e Lazio. A scatenare la “rissa” è il difensore del Cagliari, Davide Astori che è conteso da giorni dalle due società. L’Inter ha messo nel mirino Astori in caso non riuscisse a finalizzare il riscatto di Rolando, trattativa che ad oggi procede molto lentamente tra mille intoppi. Il difensore, però, come abbiamo accennato è voluto anche dal neo tecnico biancoceleste, Stefano Pioli, e per accontentare il suo mister si è mosso direttamente il patron Claudio Lotito che ha allacciato contatti ufficiali col suo collega del Cagliari, Giulini, negli incontri in Lega Calcio di questi giorni. La partita, a quanto ci risulta è ancora apertissima. Come del resto la situazione di calciomercato che riguarda Alessio Cerci, una seconda punta che piace molto a Walter Mazzarri. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, sperava di approfittare della vetrina mondiale per far lievitare il prezzo del cartellino, ma stavolta gli è andata male e a sorridere è Thoir che sornione aspetta il momento buono per sferrare l’attacco decisivo. 

L’Inter lavora per il futuro e lo fa soprattutto per rinnovare una rosa che perderà molti campioni arrivati ormai a fine carriera. Davanti si cercano giocatori abili in velocità e pronti per giocare ad alti livelli. Si sono fatti i nomi di Cerci e Biabiany, ne abbiamo parlato con l’agente Fifa Domenico Trombetta (Clicca qui). I nerazzurri però vogliono portare a casa anche giovani, pronti a dare spessore a quello che è sicuramente un progetto tecnico. Sembra pronto ad arrivare a Milano un tris d’assi, ne abbiamo parlato con Fabrizio Bertuzzi del Guerin Sportivo (Clicca qui).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori