CALCIOMERCATO INTER / News, Bandini al Prato è ufficiale! Notizie all’8 e 9 luglio (aggiornamenti in diretta)

Andrea Bandini è l’ennesimo ragazzo che passa dall’Inter al Prato. Il difensore classe 1994 l’anno passato ha giocato alla Reggiana, collezionando ben 18 presenze. Continua la partnership.

08.07.2014 - La Redazione
icardi_palacio
Icardi (infophoto)

Il Prato e l’Inter continuano la loro partnership e un altro giovane di belle speranze passa da un club all’altro. Il promettente difensore classe 1994 Andrea Bandini andrà a giocare una stagione a Prato, come annunciato dal sito ufficiale del club toscano. L’anno passato il calciatore ha collezionato 18 presenze con la maglia della Reggiana. L’Inter crede molto nei suoi giovani e lavora sul loro futuro che al momento si prevede più che roseo. Nelle idee della società infatti c’è quello di prestare i ragazzi per permettergli una lenta maturazione, ma giocando e dimostrando di poterlo fare anche con continuità.

Mauro Icardi è il presente ma soprattutto il futuro dell’Inter. Il bomber argentino non lascerà Appiano Gentile durante il calciomercato estivo come spiegato dallo stesso nella giornata di ieri, e come da volontà della dirigenza. Sulle tracce dell’ex Sampdoria vi è l’Atletico Madrid, ma a meno che non venga presentata un’offerta fuori mercato da 30/35 milioni di euro, difficilmente l’ex blucerchiato farà le valigie. L’Inter vuole ripartire proprio da Icardi, considerato il vero erede di Diego Milito, e a riprova di ciò il prolungamento del contratto già in programma: se tutto andrà come previsto, quando il mercato estivo 2014 andrà in archivio, il dt Ausilio si siederà ad un tavolo con l’entourage di Icardi per mettere il tutto nero su bianco. L’idea è quella di rinnovare di un’altra stagione l’attuale accordo (fino al 30 giugno del 2019), con annesso ritocco dell’ingaggio che dovrebbe lievitare dagli attuali 800 mila euro netti, a 1,6, esattamente il doppio.

C’è sempre Stevan Jovetic al centro dei pensieri di calciomercato di casa Inter. Il club nerazzurro punta ad innestare gli esterni con un giocatore di qualità e il prescelto di mister Mazzarri sarebbe proprio il nazionale montenegrino del Manchester City. Stando a quanto riporta stamane La Gazzetta dello Sport, con il giocatore sarebbe già stato raggiunto un accordo di massima, ma bisognerà troverà l’intesa con i Citizens che puntano a vendere solo uno fra Negredo e Jovetic, e meglio se a titolo definitivo, evitando prestiti. L’alternativa all’ex Fiorentina si chiama Ludovic Biabiany, esterno d’attacco francese che gioca nel Parma, scoperto anni fa proprio dai nerazzurri. Nelle scorse ore è stata presentata una proposta pari al cartellino di Ezequiel Schelotto (che ha espresso il desiderio di fare ritorno a Parma), più un conguaglio in denaro, ma i Ducali vogliono solo cash. Se Biabiany dovesse fare ritorno ad Appiano Gentile, partirà sicuramente Ruben Botta, che con grande probabilità verrà piazzato in prestito in una medio/piccola di Serie A. Sullo sfondo, infine, sempre vive le idee Pato-Osvaldo, per ora però care e poco concrete.

Non si sblocca la trattativa di calciomercato fra l’Inter e il Rubin Kazan relativamente a Yann M’Vila. Il centrocampista francese del Rubin ha già svolto parte delle visite mediche, autorizzato dal club russo, ma la fumata bianca tarda ad arrivare. In quel di Kazan starebbero portando avanti una sorta di gioco psicologico, visto che gli stessi sperano che alla fine M’Vila rinunci alla buonuscita richiesta, ed è per questo che non sono stati ancora spediti a Milano i documenti necessari affinché la trattativa divenga ufficiale. La situazione potrebbe definitivamente sbloccarsi nella giornata odierna, magari con un doppio sacrificio, sia del Rubin quanto dello stesso centrocampista francese. Prossimo allo sbarco ad Appiano Gentile anche Gary Medel, nazionale cileno classe 1987 che gioca in Inghilterra, nel Cardiff. L’operazione non è comunque vicinissima alla chiusura visto che ci sono divergenze sulle cifre relative al riscatto, con i britannici che pretendono 10 milioni, mentre i nerazzurri si spingono al massimo fino a Già raggiunta invece l’intesa col giocatore, che percepirà un ingaggio da 1,6 milioni di euro netti annui a salire. Alla trattativa sta lavorando direttamente Erick Thohir, in ottimi rapporti col presidente del Cardiff.

Arriva l’ufficialità per Dodò all’Inter e spunta un nuovo particolare sulle modalità. La Roma ha infatti reso noto di aver ceduto in prestito biennale il giocatore ai nerazzurri. Dopo questo periodo il contratto prevedere l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo che è condizionato alla prima presenza del ragazzo in gare ufficiali della prima squadra. La cifra si aggira intorno ai 7,8 milioni di euro. Il club capitolino riesce quindi a ottimizzare un’importante plusvalenza, considerando che il ragazzo era arrivato un anno fa con un semplice premio di formazione di 1 milione di euro.

E’ arrivata così a sorpresa la voce che vuole Gary Medel, talento cileno del Cardiff City, a un passo dall’Inter. Su La Tercera si legge che i nerazzurri avrebbero formulato un’offerta da 1,8 milioni di euro al giocatore e un prestito con diritto di riscatto fissato a 10 milioni alla squadra. Sarebbe un grande affare, visto che il club gallese lo prese appena un anno fa dal Siviglia per 13 milioni, facendolo diventare il giocatore più pagato della storia del club. Il ragazzo è un classe 1987 che ha già maturato una discreta esperienza con la maglia della sua nazionale con la quale ha collezionato ben 62 presenze e 5 reti. Un giocatore duttile che potrebbe davvero fare molto comodo a Walter Mazzarri.

Dalla Russia manca ancora il fax con i documenti che permetteranno all’Inter di tesserare il centrocampista francese Yann M’Vila. Non ci dovrebbero essere problemi di sorta, ma senza il sì all’ultima offerta nerazzurra non si può procedere. Intanto il mediano è stato intercettato dallo staff di Gianluca Di Marzio a Milano: “Voglio solo l’Inter. Noi non ci muoviamo da qui, finchè non arriva l’ok dal Rubin Kazan. Manca solo quello per chiudere tutto. Le visite sono andate benissimo“. Questo strano ritardo dal vecchio club di M’Vila solleva però diversi interrogativi e accende voci di ogni tipo. Difficile pensare che si possa tornare indietro. Precedente curioso, se dovesse saltare l’affare per l’Inter sarebbe il secondo giocatore in sei mesi che effettua le visite mediche e torna poi al club di appartenenza. Tutti ricorderanno il caso legato a Mirko Vucinic, ma lì era tutta un’altra storia…

L’Inter fa sul serio per assicurarsi in occasione del calciomercato estivo il difensore colombiano Eder Balanta. Il centrale classe 1993, militante fra le fila del River Plate, potrebbe rimpiazzare il partente Campagnaro e stando a quanto riportato dal quotidiano argentino Olè, l’Inter avrebbe presentato un’offerta da 6,5 milioni di euro, suddivisa fra i Millionairos nonché il 20% del cartellino di proprietà dello stesso giocatore. Una proposta che però pare non sia ancora ufficiale come sottolinea il direttore sportivo del River, Leonal Gancedo. Interpellato dai microfoni di Calciomercato.com il ds degli argentini ha spiegato: «Balanta è un giocatore importantissimo per noi. Un’offerta vera e propria dell’Inter qui, a noi, non è arrivata. Chi lo vuole, deve fare un’offerta ufficiale. Non bastano i rumors e gli interessamenti». Sulle tracce del giovane nazionale colombiano vi sono anche Juventus e Roma.

Oltre a Gary Medel l’Inter potrebbe assicurarsi un nuovo calciatore cileno in occasione del calciomercato estivo. Il nome dell’ultima ora è quello di Marcelo Diaz. Si tratta di un calciatore della Roja che milita in Svizzera, fra le fila del Basilea. Stando ai rumors riportati in queste ore dal portale elvetico Infoticker, il club nerazzurro avrebbe chiesto informazioni per avere il sudamericano classe 1986, giocatore in grado di ricoprire più ruoli a centrocampo, passando dalla linea mediana alla trequarti. Il suo valore si aggira sui 7 milioni di euro e per chiudere la trattativa, la società di corso Vittorio Emanuele starebbe pensando ad uno scambio alla pari con Kuzmanovic, quest’ultimo, giocatore che ha vestito la maglia rossoblu dal 2005 al 2007.

Mauro Icardi non sarà una delle cessioni eccellenti di casa Inter per questo calciomercato estivo. Il giovane bomber argentino non ha alcuna intenzione di svestire la casacca nerazzurra dopo appena una stagione e lo ha confessato senza troppi giri di parole lo stesso ex calciatore della Sampdoria. Interpellato dai microfoni di Sky Sport 24 in occasione della presentazione della maglia 2014-2015, l’ex blucerchiato ha spiegato: «Offerte? Quelle cose che non gestisco io, io penso al mio lavoro, ad allenarmi e a segnare in partita. Io voglio aiutare la squadra a fare il meglio. Dopo se arrivano offerte e parlano tra presidenti io non posso discutere, posso solo dare il mio parere. Sono onorato dell’interesse dell’Atletico Madrid ma non voglio andarmene. Voglio indossare la nuova maglia? Sicuro, ho 4 anni di contratto, a Milano sto bene e non voglio andare via». Sulle tracce di Icardi vi sarebbe in particolare l’Atletico Madrid che negli scorsi giorni ha presentato un’offerta ufficiale pari a 20 milioni di euro, prontamente rimandata al mittente dal patron Erick Thohir, il primo fan di Icardi.

Dopo Yann M’Vila, operazione ormai vicina alla chiusura, l’Inter pensa ad un nuovo colpo di calciomercato per il centrocampo. Il nome caldo di queste ore è quello di Gary Medel, nazionale cileno messosi in mostra in occasione del Mondiale in Brasile. Il calciatore sudamericano vorrebbe lasciare il Cardiff City, squadra che è retrocessa dalla Premier League dopo una stagione disastrosa. A riattualizzare il nome di Medel negli ambienti nerazzurri ci ha pensato Mauricio Pinilla, attaccante del Cagliari nonché connazionale proprio del centrocampista inseguito dal Biscione: «Medel mi ha detto che può andare all’Inter – le parole del bomber rossoblu – e mi ha chiesto informazioni sull’Italia». L’operazione non è delle più dispendiose e si può chiudere attorno ai 6/8 milioni di euro. Continuano a piacere Casemiro del Real Madrid (che però è stato offerto al Monaco nell’ambito dell’operazione James Rodriguez), nonché Mario Suarez dell’Atletico.

In giornata dovrebbero sostenere le visite mediche per l’Inter il centrocampista francese Yann M’Vila, classe 1990, e il terzino brasiliano Dodò, 1992: il primo arriverà dal Rubin Kazan in prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni di euro, il secondo dalla Roma in prestito biennale con diritto di riscatto a 7 milioni. Fronte Pato: il sito fcinternews.it ha contattato Gilmar Veloz, procuratore del brasiliano, che ha smentito contatti recenti ma auspicato il ritorno in Italia del suo assistito. Davide Astori resta in bilico tra l’Inter e la Lazio, mentre Andrea Ranocchia va verso il rinnovo di contratto con annessa consegna della fascia di capitano. Per l’attacco resta viva l’ipotesi Pablo Osvaldo, che quasi certamente lascerà il Southampton. Ufficiali le cessioni al Cagliari dei giovani classe 1992 Simone Benedetti (difensore centrale) e Samuele Longo: il primo a titolo definitivo, il secondo in prestito con diritto di riscatto.

Il calciomercato dell’Inter comincia a muovere i primi passi concreti ma nel frattempo ci si chiede se sarà necessaria una cessione, per finanziare le prossime mosse in entrata. In questo senso uno dei sacrificabili potrebbe essere Samir Handanovic, che ha valutazioni molto alte e potrebbe sfruttare un ottimo incasso ma è insostituibile nell’undici titolare di Mazzarri. Del portiere sloveno ha parlato l’agente FIFA Paolo Sciurpa nell’intervista rilasciata a ilsussidiario.net, dal titolo ‘Cerci? Serve un Milito. M’Vila bel colpo‘: clicca qui per leggerla integralmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori