BARCELLONA-MILAN/ Piqué suona la carica: 98mila tutti uniti, a casa chi non ci crede

- La Redazione

E’ il turno di Gerard Piquè: i giocatori del Barcellona provano a spingere la squadra e coinvolgere il pubblico per il tentativo di rimonta di domani sera, partendo dal 2-0 per il Milan.

Pique_Milan
Gerard Piqué, difensore centrale del Barcellona (Infophoto)

Eccone un altro. Il Barcellona punta tutta la stagione sulla Remuntada contro il Milan: con la Liga praticamente vinta ma considerata “minore”, la grande notte del Camp Nou sarà domani sera, tanto che Barça TV ha diffuso un video nel quale sono narrate le grandi rimonte nella storia del club catalana (sono quattro: Anderlecht, Goteborg, Dinamo Kiev e l’ultima in ordine di tempo, quella del 1999/2000 contro il Chelsea che diede la semifinale ai catalani, poi eliminati nel derby contro il Valencia. Insomma: a Barcellona hanno il senso del dramma e dell’epico. Anche se in passato le “chiamate alle armi” sono andate male (vedi contro l’Inter). Intanto però i giocatori ci credono: l’ultimo in ordine di tempo a parlare è stato Gerard Piqué, intervenuto in conferenza stampa alla Ciutat Esportiva Joan Gamper. “Penso che possiamo farcela: abbiamo una rosa fortissima e, anche se giochiamo contro uno dei club più forti al mondo, possiamo compiere la rimonta”. Pique spinge poi il pubblico che domani affollerà il Camp Nou a rappresentare il dodicesimo uomo in campo: “Dovremo essere 98mila tutti compatti, chi non ci crede stia a casa sua. Dobbiamo vincere con l’aiuto di Tito, e non solo per lui. Ci serve il 3-0, sappiamo che le squadre italiane sanno bene come si gestiscono queste situazioni e che hanno un vantaggio di due gol, ma siamo pronti”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori