Calciomercato Juventus/ Guardiola si tiene Gabriel Jesus: “Sempre importante per noi”

- Alessandro Rinoldi

Calciomercato Juventus, tutte le indiscrezioni riguardanti le trattative dell’estate. Mister Allegri ed il dirigente Nedved hanno parlato della permanenza di Cristiano Ronaldo.

Ronaldo marcatori
Calciomercato Juventus Cristiano Ronaldo verso l'addio? (Foto LaPresse)

CALCIOMERCATO JUVENTUS, GUARDIOLA SI TIENE GABRIEL JESUS

In casa Juventus tiene banco la voce che riporta l’eventuale partenza di Cristiano Ronaldo già entro la fine di questa sessione di calciomercato. Il contratto in scadenza nel giugno del 2022, ovvero fra meno di un anno, e la panchina vissuta ieri almeno all’inizio contro l’Udinese potrebbero essere dei segnali in vista dell’addio a Torino nonostante le smentite del tecnico Massimiliano Allegri e del vicepresidente juventino Pavel Nedved. In ogni caso la Vecchia Signora avrebbe individuato in Gabriel Jesus del Manchester City l’eventuale sostituto del fuoriclasse portoghese ed inoltre i Citizens potrebbero proprio essere interessati ad accaparrarsi il numero 7 bianconero. Tuttavia, l’allenatore Pep Guardiola ha sottolineato l’importanza del brasiliano in conferenza stampa spiegando: “Gabriel è un calciatore molto importante per noi, e lo è sempre, non soltanto quando disputa grandi prestazione come nella partita odierna.” Lo spagnolo ha senz’altro voluto dare fiducia al suo attaccante dopo una gara non all’altezza dei suoi standard mentre anche il PSG rimane attento alla situazione di Ronaldo. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

CALCIOMERCATO JUVENTUS, MISTER ALLEGRI SU RONALDO

La situazione riguardante il possibile addio di Cristiano Ronaldo in questa fase finale della finestra di calciomercato estivo sta facendo preoccupare parecchio i tifosi della Juventus. Il fuoriclasse portoghese ieri è stato inserito a gara in corso ed era riuscito anche ad andare a segno, con tanto di ammonizione per essersi tolto la maglietta nell’esultanza, salvo poi vedersi annullare il gol dal VAR. Al termine della sfida pareggiata con l’Udinese, l’allenatore bianconero Massimiliano Allegri in conferenza stampa ha poi spiegato: “Cristiano sta bene, ho parlato con lui. Vedendo l’inizio della stagione, le condizioni di tutti, pensando alla partita, gli ho detto vieni in panchina che nel secondo tempo ci sarà bisogno di entrare, lui si è messo a disposizione. È entrato e ha fatto bene, anche gol, peccato che per un centimetro non fosse buono. Non è una questione tecnica, ma di capire i momenti. Prima che me lo domandiate: Szczesny è un grandissimo portiere, ma buttare la palla in tribuna non è vergogna.” Spazio poi pure per il nuovo arrivato dal Sassuolo Manuel Locatelli ed il chiacchierato Aaron Ramsey: “Locatelli può giocare sia da play che da mezzala, soprattutto con due in mezzo al campo che gestiscono un po’ il gioco viste le caratteristiche che abbiamo. E’ un po’ indietro di condizione, tra l’altro Ramsey oggi ha fatto una buona partita davanti alla difesa.”

CALCIOMERCATO JUVENTUS, LE PAROLE DI NEDVED

In casa Juventus prosegue il tormentone di calciomercato relativo alla permanenza di Cristiano Ronaldo. In scadenza di contratto fra meno di un anno, ovvero nel giugno del 2022, ieri il portoghese è partito dalla panchina e le voci riguardanti il suo addio continuano a venire alimentate con Manchester City e Paris Saint-Germain attente alla situazione. Interpellato da DAZN prima dell’incontro pareggiato per 2 a 2 in casa dell’Udinese, il dirigente juventino Pavel Nedved al riguardo e sul mercato ha spiegato: “Non bisogna cercare sensazioni dove non ce ne sono. È stata una scelta condivisa con il giocatore e con l’allenatore perché siamo all’inizio della stagione ed è normale che la condizione non sia al meglio. Non riguarda solo Cristiano, ma tutta la rosa. Il mister cerca di mettere in campo la miglior squadra per questa partita. Se resta? Assolutamente sì. Abbiamo fatto due bellissime operazioni con Cherubini e siamo contenti come siamo.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA