Calciomercato Roma/ Incontro per il rinnovo di Pellegrini, ecco il prezzo di Belotti

- Alessandro Rinoldi

Calciomercato Roma, tutte le indiscrezioni riguardanti le trattative dell’estate. Le parole di Dzeko ed Azmoun riguardo al loro futuro. L’agente di Providence strizza l’occhio al Bologna.

Sardar Azmoun Iran lapresse 2020 640x300
Calciomercato Juventus - Sardar Azmoun, punta dello Zenit (Foto LaPresse)

CALCIOMERCATO ROMA, PELLEGRINI E BELOTTI

La dirigenza della Roma è sicuramente impegnata su più fronti in questi frenetici giorni di calciomercato. Uno degli aspetti da sistemare per i giallorossi riguarda senza dubbio il rinnovo del contratto di Lorenzo Pellegrini, attualmente in scadenza nel giugno del 2022 ed ovvero al termine della stagione che sta ormai per cominciare. Secondo quanto riportato da gianlucadimarzio.com, il dirigente Tiago Pinto avrebbe incontrato l’agente del calciatore, il procuratore Giampiero Pocetta, nella giornata di ieri intavolando appunto i primi punti per discutere il rinnovo del capitano della Roma. Intanto però continua anche il toto attaccanti per rimpiazzare Edin Dzeko, pronto a trasferirsi all’Inter. Stando alle indiscrezioni provenienti dalla redazione di calciomercato.com, uno dei nomi più gettonati in orbita giallorossa in questo senso rimane quello di Andrea Belotti, di proprietà del Torino. Deciso a non proseguire la sua avventura in granata nel prossimo futuro, Belotti viene valutato dal patron Cairo non meno di 30 milioni di euro per convincersi a lasciarlo partire nell’immediato. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

CALCIOMERCATO ROMA, LE PAROLE DI DZEKO ED AZMOUN

L’obiettivo della Roma per questa fase del calciomercato estivo è sicuramente quello di trovare un nuovo attaccante per sostituire Edin Dzeko, ormai prossimo a trasferirsi all’Inter per rimpiazzare Romelu Lukaku, destinato al Chelsea. Al rientro dai giorni di riposo concessi da mister Mourinho, l’attaccante bosniaco è stato intercettato all’aeroporto di Ciampino dove avrebbe dichiarato: “Futuro? Adesso vado dai miei bambini che non vedo da due settimane. Domani a Trigoria? Vediamo cosa succede. Step by step.” La trattativa con i nerazzurri dovrebbe portare due milioni di euro nelle casse della Roma per un calciatore trentaquattrenne in scadenza di contratto nel giugno del 2022 mentre il calciatore firmerà un biennale da 6 milioni di euro, bonus compresi, a stagione stando ai rumors delle scorse ore. Intanto Sardar Azmoun, di proprietà dello Zenit di San Pietroburgo ed uno degli obiettivi per sostituire Dzeko, ha dichiarato: “Ho un contratto con lo Zenit e ora sono concentrato solo sulle gare che devo giocare. Aspetto la decisione del club sul mio futuro, accadrà ciò che decideranno. In ogni caso io continuerò a lavorare, ma aspetto una risposta.” L’iraniano attende così di sapere se continuerà a giocare in Russia o se potrà vivere una nuova avventura magari nella Capitale.

CALCIOMERCATO ROMA, PROVIDENCE STRIZZA L’OCCHIO AL BOLOGNA

In casa Roma sin dal primo giorno di ritiro precampionato è parso subito chiaro come alcuni calciatori fossero destinati a non rimanere agli ordini di mister Mourinho nel corso di questa finestra di calciomercato. Nell’elenco dei possibili partenti c’è anche il nome di Ruben Providence, attaccante cercato dallo Stoccarda che avrebbe già offerto 3 milioni di euro per tentare di aggiudicarselo. Interpellato da TMW Radio, il suo procuratore Fabrizio Ferrari ha parlato del futuro dell’assistito, auspicando di poter continuare a giocare in Italia magari in Emilia Romagna: “Altri club oltre allo Stoccarda? Sì, forse anche fortunatamente. Ci sono due-tre occasioni, soprattutto all’estero: Ruben piace tanto ai club stranieri. Bologna? Sabatini e Bigon non mi hanno mai chiamato, so che il giocatore piace e ha feedback positivi. Non mi dispiacerebbe, Bologna è una piazza strepitosa e spero che mi chiamino. Al momento la cosa più importante è la sua carriera: si è allenato da gennaio in poi con la prima squadra, ma è stato molto sfortunato perché si è fatto male in allenamento per via di un intervento di un difensore. Ha mostrato le sue qualità, sia Tiago Pinto che De Sanctis lo conoscono bene: con Mourinho avrebbe poco spazio, è necessario trovare una soluzione alternativa.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA