Caterina da Cremona è esistita davvero?/ “Racchiude in sé tanti aspetti emblematici…”

- Emanuele Ambrosio

Caterina da Cremona: personaggio reale o fittizio? La donna è presentata nella fiction come musa di Leonardo da Vinci, ma è davvero esistita?

Caterina da Cremona

È ispirato a un bozzetto ben preciso il personaggio della fiction Leonardo Caterina da Cremona, vero e proprio espediente narrativo da cui gli sceneggiatori sono partiti per raccontare la storia (romanzata) del genio da Vinci. La sua interprete, Matilda De Angelis, ne ha parlato così, in un’intervista rilasciata il 23 marzo a Fanpage.it: “Non è remissiva e ha questa massa di capelli folle. I riferimenti me li ha dati una sceneggiatura solida, Caterina è un personaggio di finzione ma forte, racchiude in sé tanti aspetti del femminile emblematici nella vita di Leonardo. È una donna determinata, assolutamente indipendente, che quando conosce Leonardo ne riconosce il genio ma non si lascia schiacciare, anzi diventa la sua musa, la sua migliore amica, la sua consigliera, una madre, in tutto e per tutto la sua controparte pratica che lo riporta sempre alla realtà”. (agg. di Rossella Pastore)

Chi è Caterina da Cremona?

È Caterina da Cremona la vera protagonista di Leonardo, la serie tv dedicata al genio da Vinci in onda a partire da oggi in prima serata su Rai1. Leonardo si mostra fin da subito interessato a lei e alla sua storia di dolore, testimoniata dalle cicatrici e dalle bruciature ben visibili sul suo corpo. È proprio grazie a quest’enigmatica donna, che Leonardo riesce a ottenere il suo primo lavoro di apprendista. Quando Leonardo viene cacciato dalla bottega, Caterina si prodiga per farlo reintegrare, e grazie a lei il Verrocchio torna a dargli fiducia. In realtà, Caterina da Cremona non è mai esistita: si tratta di un personaggio studiato ad hoc dagli sceneggiatori a partire dai bozzetti di Leonardo che ritraevano una figura di donna non meglio precisata. Fiction è anche la loro relazione, che nella serie viene presentata come controversa e a tratti distruttiva per entrambi. (agg. di Rossella Pastore)

Caterina da Cremona non è mai esistita

Caterina da Cremona personaggio reale o fittizio? Nella fiction evento Leonardo, Caterina si presenta come la migliore amica del geniale artista del Rinascimento. Una donna diversa da tutte le altre che circondando il Maestro. Nata in una famiglia povera, la ragazza ha un carattere inquieto e indomabile. Proprio il suo carattere le permettono di conquistare l’attenzione di Leonardo per cui diventa modella, musa, amica, sostenitrice, ma anche un suo amore platonico. Donna sicura di sé, decisa e diretta, in realtà Caterina nasconde delle fragilità molto profonde che solo Leonardo riesce ad intravedere.

La sua bellezza incanta e conquista Leonardo che ad un certo punto diventa quasi ossessionato da lei. Un comportamento che da un lato lusinga la donna, ma dall’altro la irrita. In realtà il personaggio di Caterina da Cremona è un personaggio fittizio e sostanzialmente inverosimile, ma che nella serie gioca un ruolo determinante nella vita del pittore alle prime armi, che si sta facendo strada nella bottega del Verrocchio e che non ha ancora trovato la sua dimensione come artista.

Caterina da Cremona: la donna del destino di Leonardo?

Nella serie evento “Leonardo“, Caterina da Cremona viene raccontata come la donna del destino di Leonardo da Vinci. Sua amica e musa, Caterina lo aiuta all’inizio della sua carriera da artista, ma improvvisamente però viene ucciso. Chi è l’assassino? Il kolossal da 30 milioni di euro di Dan Percival e Alexis Sweet è in parte romanzato come raccontato i produttori che hanno inserito questo personaggio di finzione che però gioca un ruolo fondamentale nella vita del giovane artista. I creatori della seria però precisano: “gran parte di quello che vedrete è vero, ma ci sono anche episodi misteriosi abbiamo cercato di riferire il più possibile la verità sulla sua vita e ci siamo concentrati sulle sue opere per far comprendere al pubblico la genialità di Leonardo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA