Christian Minchola, morto a 14 anni/ Atletico Madrid in lutto per il ragazzo

- Mauro Mantegazza

Christian Minchola, morto a 14 anni: Atletico Madrid in lutto per il ragazzo della formazione Under 14, bandiere a mezz’asta per il club

Atletico Madrid gruppo Minchola
Atletico Madrid, oggi in lutto (LaPresse)
Pubblicità

Lutto in casa Atletico Madrid. Il club spagnolo ha comunicato la morte di Christian Minchola, giovane calciatore di 14 anni che militava nell’Under 14 del club spagnolo. Questo il toccante messaggio pubblicato dall’Atletico tramite i profili social ufficiali del club: “La famiglia rojiblanca è in lutto per la morte del nostro piccolo giocatore Christian Minchola. Ci uniamo il dolore della tua famiglia, dei tuoi colleghi e degli amici. Riposa in pace”. Non è stato dunque reso noto se Christian Minchola sia morto per il Coronavirus, in ogni caso la scomparsa di un ragazzo del 2006 è naturalmente una tragedia che colpisce duramente tutto il mondo del calcio. Sono giorni molto difficili questi a Madrid, che è tra le città più colpite al mondo da Covid-19 e l’Atletico adesso si ritrova a dare l’addio a un suoi ragazzo di soli 14 anni.

Pubblicità

CHRISTIAN MINCHOLA, MORTO A 14 ANNI: IL SALUTO DELL’ATLETICO MADRID

La morte di Christian Minchola, ragazzo della squadra Under 14 dell’Atletico Madrid, è stata poi ulteriormente commentata da Miguel Ángel Gil Marín, amministratore delegato del club madrileno: “È orribile la sensazione di impotenza che si genera in situazioni come questa – ha dichiarato Gil Marín ai canali ufficiali del club spagnolo -. Negli ultimi giorni sono morte persone a me molto vicine, alcune per Coronavirus e altre per altre malattie, e la sensazione di non poterle salutare come si meritano, anche nel caso di Christian Minchola, ti distrugge il cuore. Christian aveva solo 14 anni, mando un bacio alla sua famiglia e a tutti quelli che stanno vivendo eventi simili. Da oggi la nostra bandiera resterà a mezz’asta per Cristian e per tutti i colchoneros deceduti in queste ultime settimane”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità