Ciao Darwin, querela concorrente paralizzato è ferma/ “Deve firmare lui”, ma non può

- Silvana Palazzo

Ciao Darwin, la querela del concorrente rimasto paralizzato per l’incidente ai rulli del Genodrome è ferma: “Deve firmare lui”, ma non può per le sue condizioni di salute

Incidente Ciao Darwin 2019
Incidente Ciao Darwin 2019

Rimasto paralizzato dopo l’incidente a Ciao Darwin 8, il concorrente Gabriele Marchetti è bloccato anche dalla giustizia italiana. La mancanza di una querela firmata da lui rischia di provocare la nullità degli atti finora compiuti dalla Procura. Il rischio è legato ad un articolo del codice penale, più precisamente il 590: prevede come atto valido per l’apertura di una inchiesta per lesioni gravissime un documento sottoscritto dalla parte offesa. Ma il 54enne rimasto paralizzato partecipando alla trasmissione di Paolo Bonolis è impossibilitato a firmarlo proprio per le sue condizioni fisiche. Si sta configurando una situazione assurda dunque, secondo quanto ricostruito dal Corriere della Sera, ma legata all’attuale orientamento giuridico. Nel fascicolo aperto, per ora senza indagati, contiene la querela firmata dalla moglie del concorrente, Sabrina Galmazzi. Presentò la denuncia dopo l’incidente subito dal marito il 17 aprile scorso, quando cadde mentre correva sui rulli del Genodrome.

CIAO DARWIN, QUERELA CONCORRENTE PARALIZZATO È FERMA

Il documento presentato dalla moglie di Gabriele Marchetti sarebbe privo di efficacia giuridica, seguendo l’orientamento della Cassazione. E dunque l’inchiesta che è stata aperta dal pm Alessia Miele è destinata ad un binario morto, visto che sono scaduti i termini per il deposito di una nuova denuncia. E dunque gli inquirenti prevedono che il primo giudice chiamato a decidere sul caso dichiarerà di «non doversi procedere per difetto di querela». L’impasse era stata prevista dalla Procura, come riportato dal Corriere della Sera. Nei giorni successivi al dramma il pm aveva chiesto al gip la nomina di un curatore speciale. Inoltre, il pm ha evidenziato anche che la querela della moglie, Sabrina Galmazzi, non sarebbe idonea per la procedibilità dell’azione penale a causa di un difetto di legittimazione, proprio come stabilito dalla Cassazione. Per questo aveva chiesto al gip la nomina della moglie come curatore speciale. Il gip però ha escluso la nomina perché questo passaggio presupporrebbe l’incapacità di intendere o volere della persona offesa.

“DEVE FIRMARE LUI”, MA NON PUÒ: LE ALTERNATIVE

Ma Gabriele Marchetti, il concorrente di Ciao Darwin 8 rimasto paralizzato, è lucido. E dunque va cercata un’altra strada. Al momento per la Procura l’unica strada è quella di contestare reati che riguardano la sicurezza sui luoghi di lavoro. Ma in questo caso il pm per attivarsi necessiterebbe di un parere vincolante dell’Asl. E a piazzale Clodio sono ancora in attesa della relazione. Le novità che arrivano sul caso dunque non sono affatto positive. Intanto resta la speranza che le condizioni del 54enne migliorino. L’ultima volta che sono state fornite indicazioni in tal senso si era parlato di un nuovo intervento chirurgico a cui doveva essere sottoposto a causa di un’infezione causata da una piaga da decubito. Dopo essere stato dimesso dall’ospedale, Gabriele Marchetti è stato ricoverato presso la Clinica Santa Lucia con quattro vertebre rotte. Ed è paralizzato dalle spalle in giù. «Due mesi dopo riesce a muovere solo le dita del piede sinistro e a ruotare l’avambraccio destro», avevano dichiarato i familiari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA