L’ONORE E IL RISPETTO 3/ Anticipazioni. Martina Pinto: Tonio Fortebracci vendicherà Fabiola. E preparatevi a un colpo di scena finale…

- int. Martina Pinto

Si conclude stasera con l’ultimo episodio la seguitissima fiction in onda su Canale 5. Ci anticipa gli ultimi colpi di scena l’attrice MARTINA PINTO, interprete di Fabiola De Nisi

onoreerispetto3_fabiolaR439
Fabiola e Angelica De Nisi

L’onore e il rispetto parte terza si conclude stasera con l’ultima puntata, in onda alle 21:10 su Canale 5. E’ il momento della resa dei conti per Tonio Fortebracci (Gabriel Garko): come un “eroe greco” riuscirà a vendicare la morte dei suoi familiari e a mettere la parola fine alla tragedia, in cui è stato contemporaneamente vittima e carnefice? Abbiamo chiesto a Martina Pinto, la giovane attrice che ha interpretato la baronessa Fabiola De Nisi, di svelarci qualche anticipazione e se leggerete l’intervista che ha concesso a ilsussidiario.net, scoprirete alcuni dettagli di ciò che accadrà nell’ultima puntata della fiction Ares-Mediaset. Martina ci ha parlato con grande entusiasmo dell’esperienza sul set de L’onore e il rispetto 3, in cui si è imposta come attrice “rivelazione”: per la prima volta, dopo anni di fiction nel ruolo della “ragazzina”, ha avuto il suo primo ruolo da donna adulta. Scoprite com’è andata…

L’onore e il rispetto 3 ha conquistato e appassionato i telespettatori di Canale 5, a cosa attribuisci l’indiscutibile successo della fiction?

Credo che parte del successo sia dovuto a Gabriel Garko. E’ una “calamita”, credo che parte del pubblico femminile de L’onore e il rispetto abbia guardato la fiction soprattutto per la sua presenza nel ruolo di Tonio Fortebracci. La storia, inoltre, è davvero appassionante e avvincente: L’onore e il rispetto è coinvolgente ed emozionante grazie a una trama a tinte forti, con scene di grande passione, ma anche di grande dramma e dolore e la fiction porta con sé un pubblico numeroso, che si è lasciato coinvolgere dalle vicende raccontate fin dalla prima stagione ed è rimasto “fedele”. In ogni caso, non solo Gabriel Garko, ma tutti gli attori del cast sono eccezionali.

De L’onore e il rispetto si parla molto anche sul web, in particolare Twitter e Facebook…

Quando guardo le puntate seguo il flusso dei commenti sui social network. In tanti criticano la fiction, ma la guardano anche solo per curiosità. Resta il dato oggettivo che, per criticare, commentare o elogiare, in molti seguono L’Onore e il rispetto 3. E questo è ciò che conta.

L’Onore e il rispetto 3, anticipazioni ultima puntata 

Hai interpretato la baronessa Fabiola De Nisi: è il tuo primo ruolo da donna e non più da ragazzina, come l’hai affrontato?

Sono stata davvero felice di questo ruolo, perchè appunto mi ha permesso di recitare in una fiction nel ruolo di adulta, è stato il mio primo ruolo da donna. Nella mia carriera per molto tempo sono stata “intrappolata” nel ruolo di Maria Goretti, poi in quello della “ragazzina figlia di…”, ora finalmente una parte importante. Fabiola De Nisi è stato un personaggio dal carattere forte, di grande personalità. Per me è stata una sfida avvincente cimentarmi in questo ruolo: tra l’altro ho dovuto mettermi alla prova con l’accento siciliano.

Come ti sei preparata per per questo tuo primo ruolo di donna adulta?

Anche in questo caso, come nei miei precedenti lavori, ho cercato sempre di attingere dalle mie esperienze personali e dal mio vissuto. In questo caso ho dovuto lavorare molto sull’aspetto personale di Fabiola, in particolare sul rapporto con il padre. Cosa che io non ho. L’interpretazione di un ruolo è un percorso che si costruisce passo a passo, anche lavorando con il regista e con gli altri attori: spero di essere riuscita nel migliore dei modi a dare vita al personaggio di Fabiola.

Restiamo sul set de L’onore e il rispetto 3: hai lavorato con colleghi di grande esperienza e amati dal grande pubblico della fiction, come ti sei trovata?

Il set de L’onore e il rispetto 3 per me è stata una grande scuola, sono convinta che il mestiere dell’attore non si impari sui libri, ma sul “campo”. Per me è stata una grande opportunità di crescita professionale lavorare con attori come Garko, Giuliana De Sio, Ray Lovelock e altri professionisti: cerco sempre di imparare molto dai colleghi, di attingere dalle loro esperienze e dal loro talento e di assorbire tutto come una “spugna”. Ho imparato molti da tutti. Ora sto lavorano con Virna Lisi e Sabrina Ferilli in Baciamo le mani e anche questa è un’esperienza importante per me.

Regalaci qualche anticipazione: Fabiola, il tuo personaggio, è stata brutalmente uccisa dalla cugina Angelica. La baronessa sarà vendicata?

Il pubblico si aspetta la resa dei conti adesso che Angelica ha “incastrato” anche Fortebracci… Preparatevi perchè Tonio si vendicherà e la farà pagare a tutti. Non posso svelare nulla nel giorno dell’ultima puntata, ma probabilmente la pagherà anche Angelica…

Le prime due stagioni de L’Onore e il rispetto si sono contraddistinte per un finale forte e che ha lasciato con il fiato sospeso: come sarà quello della terza parte?  

Sarà sicuramente un finale che lascerà a bocca aperta i telespettatori, perchè ci saranno eclatanti sorprese. Fabiola non resusciterà, ma preparatevi davvero a un risvolto clamoroso nella sua trama proprio nell’ultima puntata…

Secondo te L’onore e il rispetto avrà una quarta parte? Continuerà?

Purtroppo, essendo morto il mio personaggio, non ci sarò in un’ipotetica quarta stagione. Non sono in grado di dire se verrà realizzata, ma visti i risultati della terza serie i presupposti per L’onore e il rispetto 4 ci sarebbero tutti.

Martina ti rivedremo in altre fiction?

Sono nel cast, come dicevo, di Baciamo le mani, fiction in otto puntate che sarà in onda l’anno prossimo su Canale 5. Abbiamo iniziato le riprese a giugno, finiremo a dicembre e per ora la lavorazione di questa fiction assorbe tutto il mio tempo. Oltre a Virna Lisi e Sabrina Ferilli, nel cast ci sono anche Francesco Testi, Renè Rolla in L’onore e il rispetto 3, e Bart Young. Interpreto un personaggio importante, un ruolo molto corposo: una donna che combatte la mafia insieme alla sua famiglia, negli anni Cinquanta. Non sono più la ragazzina delle fiction…

 

(Camilla Schiantarelli)  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori