LUCIO PRESTA CONTRO CARLO FRECCERO/ Paola Perego VS The Good Doctor: “Mi dichiaro ufficialmente un imbecille”

Clemente Mimun e Lucio Presta si scagliano contro il nuovo direttore Carlo Freccero, che ha rivoluzionato l’intera programmazione di Rai2

04.01.2019, agg. il 05.01.2019 alle 17:31 - Valentina Gambino
Carlo Freccero (Lapresse)

E’ guerra aperta tra Rai1 e Rai2. L’arrivo di Carlo Freccero, nuovo direttore della seconda rete di Viale Mazzini, ha completamente rivoluzionato la programmazione televisiva. Tra programmi a rischio, tra tutti “Detto Fatto” e “I Fatti Vostri”, la chiusura a sorpresa di “Quelli che…dopo il TG” di Luca e Paolo, adesso è arrivata l’ennesima polemica. Questa volta a lanciarla è l’agente Lucio Presta, che ha annunciato la cancellazione della conferenza stampa della seconda edizione di “SuperBrain – Le Supermenti”, il programma condotto dalla moglie Paola Perego. Il motivo? La scelta di Rai2, in fattispecie di Freccero, di trasmettere in prima serata la serie campione d’ascolti “The Good Doctor”. Lucio Presta dal canto suo, come si apprende da AdnKronos, avrebbe raccontato ai suoi collaboratori di non aver gradito la contro programmazione della Rai proprio contro il talent condotto dalla Perego. Una scelta che ha spinto l’agente di spettacolo a scrivere su Twitter : “Mi dichiaro ufficialmente un imbecille“allegando anche un articolo in cui si legge una frase detta proprio dal neo direttore di Rai2 durante la sua prima conferenza: “Chi scrive che Carlo Freccero contro programma Rai1 è un imbecille”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

CARLO FRECCERO CONTRO TUTTI

Carlo Freccero nuovo direttore di Rai2, ha già creato numerose polemiche. Ne sanno qualcosa Clemente Mimun e Lucio Presta che si sono già scagliati contro. La conferenza stampa di ieri, continua a far parlare anche a distanza di quasi 24 ore, specie attraverso i canali social. Il giornalista infatti, vuole rifare completamente la rete, basandola sull’informazione, l’intrattenimento ed eliminando le serie TV trite e ritrite come NCIS: “Si dice che la tv crei falsi problemi. Rai2 ha un difetto, quello principale: la presenza massiccia di NCIS. Io lo detesto, ma c’è un contratto. Quindi bisogna ammorbidirlo, con altri prodotti. NCIS è troppo identitaria dell’America, di un’America che non mi piace”. Naturalmente, per rifare il look alla seconda rete di Casa Rai, occorrerà anche chiudere dei programmi. Per questo motivo, alcuni esperti in comunicazione, hanno voluto dire la loro. Clemente J. Mimun per esempio, ha lanciato una bella frecciatina tramite Twitter. Il direttore del TG5 ha infatti cinguettato: “Non è tempo di guru meno che mai in tv ce ne accorgeremo presto”. Nonostante non abbia chiaramente nominato Freccero, il riferimento appare abbastanza scontato.

Clemente Mimun e Lucio Presta contro Freccero

Dopo l’opinione di Clemente Mimun su Freccero, anche Lucio Presta ha detto la sua, rispondendo proprio al suo tweet e sottolineando che gli sfuggono proprio le opere dei guru. Ancor prima di questo scambio di battute, Presta si era autodefinito un imbecille commentando Freccero sulla questione di The Good Doctor in replica su Rai2 al venerdì sera dopo il successo di questa estate (“chi dice che, mettendo in onda le repliche, io faccia una controprogrammazione su Rai1, è un imbecille”). Evidentemente Presta non ha commentato casualmente in quanto la messa in onda di Superbrain, il programma condotto dalla moglie Paola Perego, è previsto proprio al venerdì sera di Rai1. Nonostante questo, come riferisce Blogo, la “guerra” tra i due, potrebbe avere origini ben più lontane. Ed infatti cinque anni fa, il buon Freccero dichiarò al Fatto Quotidiano che gli agenti “Ti vendono diamanti e, nel sacco, mettono anche pietre meno preziose. Normalmente la mercanzia è differenziata tra fasce pomeridiane, mattutine e notturne. Se ti chiami Presta sai che ciò che proponi andrà comunque in prima serata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA