GIANLUCA MUSSO/ Il debutto con Pio e Amedeo: “abbiamo litigato per 5 euro”

- Emanuele Ambrosio

Gianluca Musso ha parlato per la prima volta del trio comico con Pio e Amedeo: “ci siamo sciolti dopo un litigio a causa di un compenso”

gianluca musso pio e amedeo 2019 facebook
Gianluca Musso (Facebook)

Gianluca Musso ha deciso di raccontare per la prima volta cosa è successo con Pio e Amedeo. La coppia comici è reduce dal grandissimo successo della 69esima edizione del Festival di Sanremo dove hanno conquistato critica e pubblico con il loro monologo ed intervento accanto al padrone di casa Claudio Baglioni. A parlare di questo loro meritato successo l’ex collega Gianluca Musso che con Pio e Amedo formava un trio comico. “Un successo che è arrivato a diciotto anni di distanza dal giorno in cui abbiamo debuttato insieme come trio comico” racconta Musso, organizzatore di evento che in passato ha lavorato con Pio e Amedeo formando un trio comico. L’attore e comico ha raccontato: “il nostro trio comico lo formammo nel 2000 e dopo una bruttissima litigata lo sciogliemmo nel 2002 per una questione di soldi”.

Gianluca Musso: fatto fuori da Pio e Amedeo per cinque euro!

Vi starete chiedendo: quale cifra ha causato lo scioglimento del trio? Non ci crederete mai, ma il trio comico ha litigato per dieci mila lire delle vecchie lire, circa 5 euro di oggi. Ecco come ha raccontato quel litigio Musso dalle pagine di DiPiùTv: “per il nostro trio io facevo tutto: cercavo i locali, trattavo i nostri ingaggi, organizzavo le trasferte ed ero pure il regista degli spettacoli”. Gianluca Musso ricorda per filo e per segno cosa è successo quel giorno: “avevo preso contratto con un locale di Zapponeta, nell’entroterra foggiano. Per esibirci ci avrebbero pagato centosessanta mila lire (circa 80 euro di oggi”. A quel punto il comico e attore prima di partire dice a Pio e Amedeo: “voi prenderete cinquantamila lire a testa, mentre io diecimila lire più di voi perchè ho organizzato la serata”. Questa uscita fu la causa di un litigio con Amedeo: “Pio non disse nulla, Amedeo si ribello: non gli andava bene il fatto che avrei guadagnato di più di lui e litigammo per ore. Alla fine, decidemmo di sciogliere il trio comico e quei soldi nessuno di noi riuscì a metterseli in tasca perchè cancellammo la serata. Fu un dramma, io di quei soldi ne avevo veramente bisogno”.

Gianluca Musso: “vederli arrivati mi ha fatto piacere”

Gianluca Musso però racconta di non aver alcun rancore verso i suoi ex compagni di avventura: “nessuno di noi tre era ricco, non avevamo un soldo in tasca e per guadagnare qualcosa ci mettevamo davanti ai supermercati e raccontavamo le barzellette alle signore che uscivano con la spese. Dopo il litigio e lo scioglimento del trio comico, Gianluca decise di lasciare Foggia e di trasferirsi a Roma per studiare recitazione. Proprio nella Capitale, Musso rincontra i suoi vecchi amici: “mi dissero che vivevano di alti e bassi, che c’erano momenti in cui pensavano di continuare a fare spettacolo e momenti in cui desideravano dividersi. Per fortuna hanno tenuto duro e quest’anno, un passo dopo l’altro, sono arrivati al Festival di Sanremo. Il comico e attore non nasconde di essersi emozionato nel vederli sul palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo: “tanta felicità e anche un pò di rimpianto. Però alla fine ha prevalso la felicità: vederli arrivati mi ha fatto piacere, mi ha riempito il cuore di gioia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA