Claudia Dorelfi espulsa?/ Maggy canta vittoria, ma l’amica Asia… (Il Collegio 4)

- Rossella Pastore

Claudia Dorelfi è una delle allieve de Il Collegio 4. Ma ancora per poco: la 14enne romana, infatti, potrebbe presto uscire di scena.

Claudia Dorelfi
Claudia Dorelfi de Il Collegio 4
Pubblicità

La terza puntata de Il Collegio 4 si chiude con un clamoroso cliffhanger. Non si sa se Claudia Dorelfi, la 14enne romana indisciplinata e attaccabrighe, avrà ancora una chance per riscattarsi. Accusata di aver “mandato a quel paese” la signora sorvegliante, Claudia è stata convocata dal preside che ha optato per il suo isolamento. Si è trattato però di una soluzione provvisoria, in attesa di scoprire se uscirà o meno dal programma. Più sì che no, comunque: i suoi genitori hanno fatto la loro comparsa dietro le sbarre del collegio, il che ha fatto sospettare anche i suoi compagni di classe. Vedendoli, Maggy Gioia ha commentato: “Un po’ mi dispiace, perché va via una di noi. Però se lo merita”. Diverso il parere di Asia, che piange: “È la persona con cui ho legato di più qua dentro”. L’episodio si conclude con una frase lapidaria del preside: “Sono dispiaciuto di avervi disturbati, ma c’erano i motivi”, dice, rivolto proprio ai genitori della ragazza. Anche le prime anticipazioni fanno temere il peggio, con Asia che continua a lamentarsi per l’assenza dell’amica. (agg. di Rossella Pastore)

Pubblicità

Il suo carattere

“Voglio andare a Il Collegio 4 per fare caos e prendere in giro i professori”. Date le premesse, c’era da aspettarselo. Ma la verità è che Claudia Dorelfi, 14enne di Roma, è molto peggio rispetto a quanto annunciato. Nel corso delle prime due puntate del reality, la Dorelfi si è distinta per via della sua personalità forte e a tratti prevaricante. Di studio, neanche a parlarne: per sua stessa ammissione, considera la scuola “una perdita di tempo”. Oggi è in terza media, avendo scampato la bocciatura sia al primo che al secondo anno, ma i risultati non sono per nulla soddisfacenti. Claudia ha un carattere particolarmente litigioso. Oltre ad avere un rapporto conflittuale con gli insegnanti e i compagni di classe, la giovane non va d’accordo nemmeno con mamma e papà. O – per meglio dire – ci dialoga raramente: “Non ho un rapporto con nessuno dei miei due genitori, tanto sto fuori dalla mattina alla sera”, ha detto nella clip di presentazione.

Pubblicità

Claudia Dorelfi a Il Collegio 4

Nemmeno nella scuola del 1982 Claudia Dorelfi spicca per diligenza. Al contrario, la sua tracotanza e il suo disprezzo per le regole hanno già rischiato di farla espellere. Non è escluso che la sua partecipazione a Il Collegio 4 abbia proprio questo epilogo: d’altra parte, l’alunna si dimostra perennemente sfrontata e noncurante: “Io e la scuola siamo come cane e gatto. Se non mi va di studiare non puoi dirmi niente”, sostiene la ragazza. E ancora: “Ho un carattere forte, so quello che voglio, ed è meglio non farmi arrabbiare, perché quando sbrocco non mi ferma nessuno. Io non ho limiti, sono una che rischia molto, anzi che ama il rischio, e quindi sono pronta a fare tutto. A chi mi sta sulle scatole li ammazzo di botte”.

Dalle accuse di bullismo alle lacrime per George

A parte la passione per la boxe, Claudia Dorelfi ama disegnare. Da grande vorrebbe fare la stilista; per questo, spesso e volentieri, pubblica su Instagram foto dei suoi outfit. Il suo profilo vanta ben 255mila follower, ma non tutti, sui social, l’apprezzano. Durante la messa in onda della scorsa puntata, infatti, più di qualcuno le ha dato della “bulla”. Il riferimento è alla scena in cui ha accusato ingiustamente Maggy Gioia di aver rubato la campanella della sorvegliante. Quando poi la verità è venuta a galla (la colpevole era proprio lei), Claudia ha apostrofato Maggy “infame” per il solo fatto di averla smascherata. Sempre nella seconda puntata, l’abbiamo vista in lacrime per George, l’allievo rubacuori, che avrebbe mostrato eccessiva complicità con la sua amica Asia. “Lei lo sa che mi piace, invece si è messa vicino a lui e ci sta provando!”, ha protestato Claudia in questa occasione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità