Cristiano Ronaldo alla Roma?/ Calciomercato, 4 anni fa il primo sbarco in Serie A

- Claudio Franceschini

Cristiano Ronaldo alla Roma? L’ipotesi di calciomercato entra nel vivo: audio whatsapp, Olimpico prenotato in modo “misterioso”, indizi più o meno concreti sul potenziale grande colpo.

Cristiano Ronaldo sostituzione Juventus lapresse 2022 640x300
Cristiano Ronaldo ai tempi della Juventus: ora giocherà con la Roma? (Foto LaPresse)

CRISTIANO RONALDO ALLA ROMA? IL PRECEDENTE ALLA JUVENTUS

Con la possibilità di vedere Cristiano Ronaldo alla Roma si torna a parlare di un grande evento di calciomercato: come già riferito, e come tutti ricordano, nel 2018 il calcio italiano aveva vissuto lo stesso contesto quando il portoghese aveva firmato per la Juventus. Allora CR7 aveva annunciato esplicitamente l’addio al Real Madrid, qualche minuto dopo aver vinto la terza Champions League consecutiva (la quarta con i blancos e la quinta personale); il suo futuro era in bilico per la prima volta dal 2009, anche se all’epoca era già noto che lasciare il Manchester United avrebbe significato trasferirsi nella capitale spagnola.

Quattro anni fa invece la squadra più accreditata per acquistare Cristiano Ronaldo era il Psg, che l’estate precedente aveva firmato Neymar e Kylian Mbappé: tutti pensavano a un tridente da sogno, eppure a fine giugno si erano cominciate a spargere voci secondo cui la Juventus facesse sul serio. Tra smentite, dubbi, calcoli sul pagamento dello stipendio e analisi tattiche, alla fine il gran giorno era arrivato: i bianconeri avevano realmente acquistato il fuoriclasse portoghese, realizzando un colpo da novanta che alla nostra Serie A mancava da tempo. Oggi però la Roma potrebbe replicare: certo non sarebbe più una novità assoluta e CR7 va per i 38 anni, ma certamente vedere Cristiano Ronaldo con la maglia giallorossa sarebbe un grandissimo evento di calciomercato. Scopriremo se succederà davvero… (agg. di Claudio Franceschini)

IL RAPPORTO DI CRISTIANO RONALDO CON MOURINHO

Cristiano Ronaldo alla Roma è un’operazione di calciomercato ancora da fare, e non è detto che si faccia: intanto però le illazioni (o vere indiscrezioni) non mancano, e giustamente si ragiona su quello che potrebbe essere. Per esempio, alla Roma Cristiano Ronaldo ritroverebbe José Mourinho: un fatto di cui tenere conto, perché nei tre anni che i due hanno passato insieme al Real Madrid il rapporto non è sempre stato straordinario (anzi). Insieme, lo Special One e CR7 hanno vinto poco: una Liga, una Copa del Rey e una Supercoppa di Spagna, ma quelli erano gli anni del Barcellona di Pep Guardiola che era quasi ingiocabile, tanto che Mourinho e Ronaldo avevano subito uno 0-5 in un Clasico di campionato e, in più, erano stati eliminati nella semifinale di Champions League perdendo al Santiago Bernabeu.

A proposito di Champions League, nei tre anni di Mourinho il Real Madrid non ha mai superato la semifinale, sempre raggiunta; per i grandi trionfi e le tre coppe consecutive, CR7 avrebbe dovuto aspettare l’avvento di Zinedine Zidane. Qualora dunque Cristiano Ronaldo dovesse firmare per la Roma, il duo portoghese si ricomporrebbe: sono passati 9 anni dalla prima separazione e le differenze di vedute sembrano essere appianate, del resto si diceva che dopo gli screzi nel Milan Massimiliano Allegri e Andrea Pirlo non potessero più convivere e, invece, la Juventus con loro due ha vinto tutto in Italia e raggiunto una insperata finale di Champions League… (agg. di Claudio Franceschini)

LE POSSIBILI ALTERNATIVE

Il possibile arrivo di Cristiano Ronaldo alla Roma scatena il calciomercato estivo: il portoghese può tornare nella nostra Serie A dopo le tre stagioni alla Juventus, questa volta per vestire la maglia giallorossa. Come sempre in questi casi, a lato dei possibili indizi sulla trattativa di cui si parla concretamente, bisogna anche valutare le possibili alternative: quali sono le altre destinazioni plausibili per Cristiano Ronaldo? Abbiamo già detto che se la discriminante fosse la possibilità di giocare la Champions League, nemmeno la Roma sarebbe un’opzione; in più, al momento i giallorossi non garantirebbero a CR7 nemmeno una lotta vera per lo scudetto. Naturalmente sullo sfondo resta il Psg per possibilità economiche, ma il rinnovo di Kylian Mbappé – con critiche annesse – la presenza di Leo Messi e la difficoltà nel vendere Neymar rendono il colpo parecchio utopico.

Ancora, Cristiano Ronaldo potrebbe restare al Manchester United: Erik Ten Hag si è detto assolutamente disposto ad allenarlo, la realtà dei fatti è che forse la stagione appena conclusa ha resto la soluzione della conferma a Old Trafford molto meno percorribile, e qui sì CR7 sarebbe rimasto solo in caso di Champions League. Sullo sfondo rimbalza anche un potenziale ritorno alla Juventus: anche qui però solo voci, Massimiliano Allegri in merito era stato parecchio chiaro e sono passati tre anni da allora. Alternative? Magari l’ambizioso Newcastle (che avrebbe abbondantemente la disposnibilità economica per firmare il portoghese e garantirgli il faraonico ingaggio), ma è pacifico (sulla carta) pensare che in Premier League Cristiano Ronaldo non voglia giocare per una squadra che comunque è rivale del Manchester United. Anche per tutto questo allora l’affare Roma può diventare concreto… (agg. di Claudio Franceschini)

CRISTIANO RONALDO ALLA ROMA: LA TRATTATIVA PUÒ ENTRARE NEL VIVO

Cristiano Ronaldo alla Roma è un affare di calciomercato che potrebbe anche concretizzarsi. Quattro anni dopo l’incredibile firma con la Juventus, l’estate italiana è caratterizzata dal possibile arrivo del portoghese in Serie A: stavolta, appunto, si tratterebbe di un ritorno perché CR7 ha già giocato nella Juventus tra il 2018 e il 2021, segnando 101 gol in 134 partite, vincendo 5 trofei e laureandosi capocannoniere del nostro campionato. Tornato al Manchester United dopo 12 anni, oggi Cristiano Ronaldo è in uscita da Old Trafford: la Roma, lo avevamo anche detto nei giorni scorsi, è una seria candidata al suo acquisto e, addirittura, la trattativa sarebbe per qualcuno già chiusa, tanto che la stessa Rai avrebbe rilanciato degli audio Whatsapp in cui si parla di contratti già firmati.

Di certo c’è poco: si era ventilata l’ipotesi di una presentazione in pompa magna per il 29 giugno (oggi) allo stadio Olimpico, la realtà pare diversa ma davvero Cristiano Ronaldo potrebbe vestire la maglia giallorossa, e per il calciomercato Roma sarebbe un colpo enorme. Vero: CR7 a febbraio compirà 38 anni e certamente non è più il calciatore esplosivo ammirato nel Real Madrid, ma qui si parla anche di opportunità di marketing e, come già per la Juventus, di un acquisto che non sarebbe legato soltanto al campo. Ora la domanda è: davvero Cristiano Ronaldo può arrivare alla Roma?

CR7 ROMA: LA POSSIBILITÀ ESISTE

Pare che Cristiano Ronaldo alla Roma sia un affare di calciomercato che Jorge Mendes sta già portando avanti: il super procuratore si sarebbe incontrato con Tiago Pinto, direttore sportivo dei giallorossi, il quale gli avrebbe dato mandato di condurre le danze. I contro esistono, certamente: per esempio l’ambizione del portoghese di giocare la Champions League – che è anche il motivo per cui lascerebbe il Manchester United, dopo tutto – ma a questa argomentazione viene risposto che a quasi 38 anni è difficile immaginare una fila di big alla porta di CR7, dunque la mancanza di offerte concrete avrebbe spinto Mendes a offrire il so assistito anche alla Roma.

Dove sa di trovare terreno fertile nel connazionale José Mourinho che, pur se nei tre anni di Madrid non aveva avuto un rapporto esattamente idilliaco con l’attaccante, lo riaccoglierebbe a braccia aperte. Poi, abbiamo sicuramente l’aspetto economico: come fare fronte a un ingaggio da 25 milioni di euro? Anche qui abbiamo una risposta: buona parte della somma sarebbe coperta dagli sponsor, alla Roma resterebbe sul groppone una parte che si aggira tra i 5 e i 7 milioni di euro. Insomma: Cristiano Ronaldo alla Roma può davvero essere più di una boutade o di un sogno di calciomercato estivo, si tratta di aspettare per valutare eventuali aggiornamenti e novità…





© RIPRODUZIONE RISERVATA