CARNEVALE 2019/ Quale costume scegliere? Ecco le maschere più trendy

- Davide Giancristofaro Alberti

Alcuni consigli sulle maschere per il carnevale del 2019: molto gettonato il costume da Ferragnez ma anche grandi classici come il Corvo

venezia_carnevale_mascheraR439 Carnevale di Venezia (Infophoto)

Il carnevale è la festa dove tipicamente ci si traveste. Rispettando un’antica tradizione, per almeno un giorno all’anno indossiamo i panni di chi non siamo, o magari, di chi vorremmo essere. Ma da cosa possiamo mascherarci? I più giovani festeggiano tipicamente il sabato sera in discoteca, e per non farvi trovare impreparati, vista la deadline prossima, eccovi alcuni consigli. Per le ragazze/donne, il costume da Maleficent (la cattiva de La Bella Addormentata nel bosco) è sempre uno dei grandi classici, ma attenzione anche all’unicorno, che pare sia un po’ la moda del momento. Quello della suora è un altro vestito molto gettonato, così come è normale ispirarsi ai film o alle serie tv. Ci viene in mente ad esempio “Il Trono di Spade”, di cui a breve inizierà la nuova stagione, oppure il pagliaccio terribile di It, e ancora, il Corvo, un altro grande costume entrato ormai nell’immaginario collettivo, o ancora, gli zombie di Walking Dead. Per i più piccoli vanno sempre di moda i vari personaggi della Disney, a cominciare da Topolino e Minnie, ma anche orsetti, cagnolini, gattini e animali vari. Vogliamo provare a sbilanciarci in una previsione: quale sarà il costume più usato? Quello dei Ferragnez, la coppia del 2018, che potrebbe farlo davvero da padrone. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CARNEVALE 2019, GLI EVENTI DI OGGI A VENEZIA

E’ iniziato ufficialmente ieri il carnevale 2019 con il giovedì grasso, e ovviamente la città che sta capitalizzando in queste ore l’attenzione dei media e dei curiosi è Venezia, la regina indiscussa di questa storica festa. Un ricco programma di eventi accompagnerà la giornata odierna, venerdì 1 marzo, e il clou sarà lo spettacolo previsto fra le ore 15:00 e le 17:15 “El Carneval e i signori della notte”. Danilo Leo Lazzarini porterà in scena la ricostruzione storica delle lotte fra Castellani e Nicolotti. I signori della Notte svolgevano compiti di ordine pubblico nella città di Venezia, ad esempio contro la stregoneria, i malefici, i delitti contro la proprietà, l’onore, il buon costume e via discorrendo. L’evento di oggi sarà trasmesso anche in diretta televisiva su alcuni canali locali, leggasi “Televenezia” (canale 71), nonché “Love in Venice”, e su varie pagine Facebook e social in generale. Dopo lo spettacolo teatrale, si terrà l’anteprima dell’Home Venice Festival in collaborazione con Red Bull, che si aprirà ufficialmente nella giornata di domani con Neva Coric e gli Spazio Zero Band. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CARNEVALE 2019, GIOVEDI’ GRASSO

Come da tradizione ad ogni festa è associato un dolce, e lo stesso vale per il carnevale. Se il panettone e il pandoro sono dolci tipici natalizi, e per Pasqua si è soliti gustare la colomba, il classico dolce carnevalesco sono le Chiacchiere. Attenzione però, ogni regione le chiama in maniera diversa, leggasi le Bugie, i Grostoli, le Frappe, i Cenci, i Fiocchetti e via discorrendo. In ogni zona d’Italia si è soliti mangiare in questo periodo questo gustoso dolce fatto con farina, burro, vino o liquore, completato da una spolverata di zucchero a velo. Ovviamente non si mangiano solo le Chiacchiere sotto Carnevale, e un altro dolce tipico di questo periodo sono le frittelle, che troviamo in mille versioni da nord a sud, e che, come per le Chiacchiere, prendono nomi differenti, dalle Friciò, passando per i Tortelli, arrivando fino alle Fritole. Da segnalare, infine, gli Struffoli, dolci tipici della tradizione natalizia, che in Campania vengono consumati moltissimo anche in questo periodo, in particolare a Napoli. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CARNEVALE 2019, È IL GIOVEDÌ GRASSO

Il carnevale 2019 inizia ufficialmente oggi. E’ infatti giunto il famoso “Giovedì grasso”, il giorno che apre le celebrazioni della festa più pazza e divertente che ci sia, e che ci porterà lentamente fra rito romano e ambrosiano, fino a sabato 9 marzo, quando si chiuderà il tutto lasciando spazio ai quaranta giorni di Quaresima pre-Pasqua. Non sarà quindi raro, nella giornata odierna, incontrare per strada bambini mascherati che lanciano coriandoli e stelle filanti, e che si divertono assieme a mamma e papà. Anche i più grandi ovviamente approfitteranno del momento di festa, per mascherarsi e passare una serata insolita. Con il giovedì grasso si apre quindi il Carnevale 2019, che tendenzialmente si festeggia nei locali nel weekend successivo, per il rito romano, e in quello della settimana seguente per il rito ambrosiano. La domanda sorge spontanea: perché si parla di giovedì grasso? Semplicemente perché questo periodo era l’ultimo in cui si poteva mangiare la carne e i salumi (grasso appunto), prima dell’arrivo della Quaresima, e del digiuno.

CARNEVALE 2019, È GIOVEDÌ GRASSO

Da qui la parola giovedì grasso, martedì grasso e via discorrendo. La storia ci porta a Venezia, la patria del carnevale e il luogo dove ebbero origine le maschere della tradizione italiana. Nella splendida piazza San Marco, dinanzi alla basilica, era da tradizione festeggiare la vittoria della Serenissima, la repubblica veneziana, sul patriarca Ulrico; costui aveva provato ad approfittare della guerra fra Venezia, Ferrara e Padova, per attaccare Grado e costringere così il patriarca Dandolo a scappare. Per ricordare quella grande vittoria, ogni giovedì di carnevale si mozzavano le teste ai tori, un gesto che indicava la liberazione dagli ostacoli. La festa perdurò negli anni, e con il passare del tempo si arricchì di giochi e di eventi speciali fra cui l’antenato di quello che è il Volo dell’Angelo, forse lo spettacolo più noto e nel contempo più atteso, non solo in Italia, per quanto riguarda il Carnevale.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie