Dieta militare dei 3 giorni: come funziona?/ -2 kg in 7 giorni, -12 in un mese

- Alessandro Nidi

Dieta militare dei tre giorni: dagli Stati Uniti d'America giunge il modello dietetico che consente una rapida perdita di peso. Attenzione, però, alle possibili controindicazioni

Ovaio policistico, i principali segnali Ovaio policistico, i principali segnali

La dieta militare, nota anche con l’appellativo di “dieta dei tre giorni”, potrebbe rappresentare la soluzione adatta per chi oggi, in questa rovente domenica di Ferragosto, si è concesso qualche piacere di troppo a tavola. Arriva dagli Stati Uniti d’America e, come descritto da “Healthline”, rappresenta un modello estremo, in quanto riesce a far perdere sino a dodici chilogrammi in un mese, con una media di circa due chilogrammi a settimana. Come funziona, di preciso?

Il metodo si concentra sulla diminuzione dell’apporto calorico e può essere ripetuto ogni sette giorni sino a quando non si raggiunge il peso desiderato. In particolare, sono due le fasi settimanali di cui consta la dieta militare: la prima di esse è composta dai primi tre giorni, che richiedono una dieta rigorosa, con l’assunzione di circa 1.100-1.400 calorie al giorno, mentre durante la seconda fase, che include i successivi quattro giorni, è concesso mangiare qualsiasi cosa, purché si continui a limitare le calorie a 1.500 al dì. Secondo gli esperti, la riduzione del numero di calorie o di carboidrati contribuisce alla diminuzione dei livelli di liquidi corporei.

DIETA MILITARE, COME SI FA? ECCO UN ESEMPIO

Tuttavia, la Cnn, autorevole emittente, ha sottolineato che la dieta militare è considerata sicura se non eseguita per un lungo lasso temporale, mentre non si hanno certezze sui suoi possibili effetti a lungo termine. Passiamo ora a un esempio di dieta militare per tre giorni, pubblicato sulle colonne de “Il Messaggero”.

Giorno 1 – Colazione: una fetta di pane tostato, 2 cucchiai di burro di arachidi, 1 tazza di caffè o tè verde senza zucchero; Pranzo: 1 fetta di pane tostato, una tazza di tonno in scatola (può sostituire il tofu o il pollo magro), 1 tazza di caffè o tè verde senza zucchero; Cena: 85 grammi di carne magra (pollo, manzo, salmone, tonno, tacchino, e altri), 1 tazza di arachidi bollite, una banana non troppo matura, 1 mela piccola, 1 tazza di gelato alla vaniglia.

Giorno 2 – Colazione: 1 uovo sodo, un pezzo di pane tostato, una banana acerba; Pranzo: 1 fetta di formaggio cheddar, 1 uovo sodo, 5 biscotti; Cena: 2 salsicce alla griglia, 1 tazza di broccoli lessi, una tazza di carote lesse, una banana acerba affettata, una tazza di gelato alla vaniglia.

Giorno 3 – Colazione: 5 biscotti, mezzo formaggio cheddar, 1 mela piccola; Pranzo: 1 uovo sodo, 1 porzione di pane tostato; Cena: 1 tazza di tonno fresco in scatola o saltato, una banana tagliata non troppo matura, 1 tazza di gelato alla vaniglia.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Sanità, salute e benessere

Ultime notizie