Diretta/ Atalanta Udinese (risultato finale 7-1): Gara a senso unico

- Dario D'Angelo

Diretta Atalanta Udinese tv video streaming: orario, quote, probabili formazioni e risultato live della partita valida per la 9^ giornata di Serie A

Atalanta Papu Gomez
Papu Gomez, Atalanta (LaPresse)
Pubblicità

DIRETTA ATALANTA UDINESE (RISULTATO 7-1): TRIPLICE FISCHIO

Al Gewiss Stadium l’Atalanta batte l’Udinese per 7 a 1. Nonostante il vantaggio iniziale di Okaka, gli ospiti vengono raggiunti poco dopo da Ilicic e rimangono in inferiorità numerica per l’espsulsione di Opoku che vale il rigore vincente di Muriel. Ci pensa ancora Ilicic ad andare a segno prima dell’intervallo e, nel secondo tempo, Muriel realizza la sua tripletta segnando al 47′ e, dal dischetto, al 75′, intervallato dal gol di Pasalic del 52′. Ci pensa il classe 2002 Traore, all’esordio, a chiudere definitivamente i conti all’83’. I tre punti guadagnati quest’oggi consentono all’Atalanta di portarsi a quota 20 in classifica mentre l’Udinese resta ferma a 10 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, DOVE VEDERE ATALANTA-UDINESE: LE QUOTE

Le quote partita date da Snai sono inequivocabili. La vittoria dell’Atalanta è scontata, data a 1.45, quella dell’Udinese invece è quotata a 7.25 addirittura, mentre il pareggio è dato a 4.50. L’over 2.5 viene riportato a 1.60 mentre l’under 2.5 a 2.20, sinonimo che si prospettano diversi gol dalla partita. Gol è quotato a 1.75 mentre no gol a 1.97. La diretta del match sarà garantita da Sky Calcio e visibile per tutti gli abbonati che potranno usufruire anche del servizio streaming guardando la gara tramite l’app SkyGo su smartphone, tablet o pc.

Pubblicità

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai soltanto una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Atalanta ed Udinese, il punteggio è di 6 a 1. Il VAR è il protagonista assoluto del match di questo pomeriggio dato che risulta fondamentale nel decretare un altro calcio di rigore per fallo di Samir, ammonito nella circostanza, ai danni di Muriel, preciso dal dischetto ed autore quindi di una tripletta personale al 75′.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Atalanta ed Udinese è cambiato nuovamente ed è di 5 a 1. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato con l’ingresso di Pussetto al posto di Okaka tra i friulani, il copione non cambia rispetto alla frazione precedente ed è Muriel, autore quindi di una doppietta, a segnare il poker al 47′, su assist di Gomez. Quest’ultimo non riesce poi a battere il portiere avversario al 50′ per la cinquina realizzata invece da Pasalic al 52′. Lo sloveno Ilicic centra anche l’incrocio dei pali al 54′.

Pubblicità

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Atalanta ed Udinese sono da poco reintrate negli spogliatoi per l’intervallo sul 3 a 1. Dopo il botta e risposta iniziale tra Okaka ed Ilicic, i bergamaschi completano la rimonta con il gol del sorpasso di Muriel al 35′, arrivato su calcio di rigore concesso per fallo di Opoku su Ilicic, con il difensore bianconero espulso per doppia ammonizione nella circostanza. L’arbitro decide poi di negare, con l’aiuto del VAR, un calcio di rigore all’Atalanta per un fallo di mano commesso da Becao ma i padroni di casa siglano comunque il tris grazie alla doppietta di Ilicic concretizzatasi al 43′. Fino a questo momento il direttore di gara ha ammonito Djmisiti da un lato e due volte Opoku, con conseguente rosso ed espulsione, dall’altro.

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Atalanta ed Udinese è cambiato ed è di 1 a 1. I bianconeri passano in vantaggio all’11’ grazie alla rete segnata da Okaka ma i nerazzurri trovano il pareggio al 21′ per merito di Ilicic, su assist di De Roon, con l’intervento decisivo del VAR che ha smentito la segnalazione di fuorigioco da parte del guardalinee. Al 30′ Gollini evita il peggio sulla conclusione di Lasagna.

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Lombardia la partita tra Atalanta ed Udinese è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro la partita viene giocata su alti ritmi da parte di tutte e due le compagini, con i padroni di casa che hanno provato a farsi pericolosi in zona offensiva intorno al 7′ tramite una mezza occasione per Muriel, senza però inquadrare lo specchio della porta avversaria a causa dell’azione di disturbo operata dalla difesa friulana.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Atalanta Udinese, che comincia tra pochi istanti, ci presenta una bella sfida tra attacco e difesa. Il reparto offensivo della Dea è il migliore della Serie A, con 21 gol all’attivo: l’Atalanta ha sempre segnato in questo campionato e in ben quattro occasioni (le ultime tre consecutive) ha trovato almeno tre reti, e ha sempre realizzato almeno due gol. L’Udinese però ha subito solo 6 gol: di queste, cinque sono arrivate nelle prime quattro partite di campionato e dunque nelle altre quattro Juan Musso ha incassato solo una rete, quella di Nikola Milenkovic che ha portato alla sconfitta sul campo della Fiorentina. Sulla carta l’attacco degli orobici dovrebbe avere la meglio rispetto alla difesa friulana, ma non si può mai dire perché le partite vanno giocate e si comincia dallo 0-0: a tale proposito mettiamoci comodi, leggiamo insieme le formazioni ufficiali e poi lasciamo che a parlare sia il terreno di gioco del Gewiss Stadium, dove finalmente la diretta di Atalanta Udinese può prendere il via! ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Djimsiti, Kjaer, Palomino; Hateboer, De Roon, Pasalic, Castagne; Gomez; Ilicic, Muriel. All. Gasperini UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Ekong, Samir; Opoku, Mandragora, Jajalo, De Paul, Sema; Lasagna, Okaka. All. Tudor (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Siamo ormai sempre più vicini alla diretta di Atalanta Udinese: le ultime tre partite tra queste due squadre hanno visto la Dea dominare, con tre vittorie e un totale di 7 gol realizzati a fronte di uno solo subito. All’Atleti Azzurri d’Italia, oggi Gewiss Stadium, gli orobici hanno sempre vinto 2-0 negli ultimi due campionati; tuttavia bisogna anche dire che nelle sette partite precedenti l’Udinese era riuscita a restare imbattuta, vincendo quattro volte a fronte di tre pareggi. Incredibile, nel campionato che aveva regalato i gironi di Europa League alla squadra di Gian Piero Gasperini, il 3-1 centrato dai friulani: l’Atalanta aveva dominato il primo tempo ma aveva subito il beffardo gol di Duvan Zapata (oggi chiaramente avversario dei bianconeri). La reazione veemente all’inizio della ripresa aveva portato al pareggio di Jasmin Kurtic, ma le ripartenze erano state decisive: Seko Fofana e Cyril Théréau avevano chiuso i conti, per quella che rimane l’ultima vittoria dell’Udinese sul campo della formazione bergamasca. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Ci avviciniamo alla diretta di Atalanta Udinese e certo vogliamo ora dare spazio anche ai due allenatori che presenzieranno in questa 9^ giornata della Serie A a Bergamo. Padrone di casa sarà ovviamente Gian Piero Gasperini, allenatore della formazione nerazzurra dal giugno del 2016 e con la quale ha raggiunto l’anno scorso una storica qualificazione in Champions league. Per il tecnico di Grugliasco i numeri poi alla vigilia di questo turno ci ricordano di 151 presenze in panca per l’Atalanta, con una media punti di 1.78. Di contro oggi ci sarà Igor Tudor, alla sua seconda esperienza sulla panchina dell’Udinese. Ricordiamo dunque che il tecnico croato ha finora messo a tabella 19 presenze alla guida dei bianconeri, per una media punti di 1.47 a incontro. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Atalanta Udinese, match valido per la nona giornata di Serie A sarà diretta dall’arbitro Maresca con calcio d’inizio alle ore 15 di domenica 27 ottobre. Le due squadre vivono due momenti di forma diversi. I bergamaschi nonostante le batoste ricevute in Champions League in campionato stanno proseguendo più che bene. Attualmente infatti, si trovano in terza posizione e quando giocano in casa producono un gioco spettacolare. Alti e bassi invece per l’Udinese. Nonostante un organico non eccezionale, la squadra friulana sta riuscendo ad ottenere risultati misti ed attualmente si trova all’undicesima posizione in classifica.

PROBABILI FORMAZIONI ATALANTA-UDINESE

Per l’Atalanta dopo l’impegno infrasettimanale in Champions League è previsto un leggero turnover. In porta comunque rimane sicuro del posto Gollini. Difesa con i soliti 3 centrali, molto probabilmente Toloi, Djimsiti e Masiello. Sulle fasce nei 5 di centrocampo Hateboer e Castagne dovrebbero essere titolari, ma occhio agli scalpitanti Arana sulla sinistra e Gosens. La coppia di centrocampisti centrali dovrebbe essere composta da Pasalic e De Roon. In forte dubbio l’uomo più in forma del momento, il capitano dell’Atalanta “Papu” Gomez. L’argentino è uscito nell’ultima partita per un affaticamento muscolare e potrebbe riposarsi in favore di Malinovsky, andato a segno su rigore in Champions League. Sicura del posto in attacco la coppia Ilicic-Muriel, con Zapata ancora fermo ai box dopo la pausa nazionali.

L’Udinese invece risponde con maggiori certezze: in porta, il vero uomo in più di questa squadra, una sorta di piacevole rivelazione, vale a dire il portiere argentino Musso. Difesa a tre: confermati i titolari Becao, Troost-Ekong e Samir. Sulle fasce nel centrocampo a 5 è molto probabile che giochino Ter Avest e lo svedese Sema. I centrali invece dovrebbero essere Mandragora e Jajalo mentre dietro le punte dovrebbe agire il top player dell’Udinese, Rodrigo De Paul. L’argentino non ha ancora trovato la forma migliore in campionato ma potrebbe sbloccarsi a breve. Coppia d’attacco formata da Okaka e Lasagna, quest’ultimo in ballottaggio con Pussetto.

LA CHIAVE TATTICA DELLA PARTITA

Senza ombra di dubbio sarà l’Atalanta a condurre le danze. I bergamaschi giocano in casa ed utilizzeranno le fasce per portare quanti più uomini possibili in area di rigore. Attenzione anche agli inserimenti dei centrali di centrocampo, con Pasalic e De Roon pronti a colpire. D’altra parte, l’Udinese attenderà in difesa e quando potrà ripartirà in contropiede. Molto probabilmente saranno 9 i giocatori dietro la linea del pallone e si cercherà De Paul, affidandosi alle sue magie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità