Diretta/ Brindisi Treviso (finale 99-83) streaming tv: dilaga la Happy Casa!

- Claudio Franceschini

Diretta Brindisi Treviso streaming video tv: orario e risultato live della partita valida per la quarta giornata nel campionato di basket Serie A1, squadre in campo al PalaPentassuglia.

Raphael Gaspardo Brindisi esultanza facebook 2020 640x300
Diretta Brindisi Fortitudo Bologna, basket Serie A1 6^ giornata (da facebook.com/happycasabrindisi)

DIRETTA BRINDISI TREVISO (FINALE 99-83): DILAGA LA HAPPY CASA!

Dilaga la Happy Casa Brindisi che alla fine travolge la De’ Longhi Treviso con il punteggio di 99-83. La sfida sembrava indirizzata nel verso giusto per i veneti a metà gara, ma i due quarti successivi sono stati schiaccianti in favore dei padroni di casa, 31-16 il parziale dell’ultimo quarto con Brindisi che è arrivata a un passo dai cento punti, con Harrison che si è imposto come miglior marcatore della partita con ben 27 punti personali, seguito dai 18 di Perkins e i 17 di Willis. A Treviso non sono bastati i 22 punti messi a segno da Mekowulu, per la De’ Longhi è stata la difesa a cedere di schianto nella seconda metà di gara, passando dai 15 punti di vantaggio accumulati all’intervallo ai 16 di svantaggio a fine gara. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BRINDISI TREVISO IN STREAMING VIDEO: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Brindisi Treviso non è una di quelle che per questo turno di campionato saranno trasmesse sui canali della nostra televisione, vista la fascia oraria; come sempre poi l’appuntamento per tutti gli appassionati è come sempre sul portale Eurosport Player, che fornisce le partite del torneo in diretta streaming video (bisognerà essere abbonati al servizio). Sul sito ufficiale www.legabasket.com potrete inoltre consultare il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori sul parquet, come anche i contenuti multimediali e tutte le informazioni utili.

RIMONTA PUGLIESE!

Non finisce di stupire il match tra Happy Casa Brindisi e De’ Longhi Treviso: dopo aver sbandato pesantemente all’intervallo, i pugliesi ribaltano tutto e si riportano addirittura al comando, col punteggio passato sul 68-67 e con un parziale di 30-14 nel terzo quarto. Harrison e Perkins prendono di prepotenza in mano le medie realizzative del match, ma è il gioco offensivo di Treviso, che era esploso ad alti ritmi nel secondo quarto, che si è bloccato e punto su punto, Brindisi ha risposto rimettendo dunque in discussione l’esito di un match che a metà gara sembrava aver preso una piega ben precisa in favore dei veneti. (agg. di Fabio Belli)

ALLUNGA LA DE’ LONGHI

Cambia il vento del match con la De’ Longhi Treviso che prende il largo sulla Happy Casa Brindisi, 38-53 il risultato alla fine del primo tempo con un parziale nel secondo quarto di 12-30 in favore della formazione veneta. Un vero tsunami per i pugliesi, con Logan e Mekowulu sugli scudi tra le fila della formazione ospite, ma in generale i 30 punti realizzati da Treviso sono stati la spia delle difficoltà difensive della Happy Casa, con Brindisi che sul fronte di attacco si è ritrovata comunque a segnare meno della metà di quanto fatto nel primo quarto. (agg. di Fabio Belli)

INIZIO EQUILIBRATO

Inizio equilibrato tra la Happy Casa Brindisi e la De’ Longhi Treviso, padroni di casa avanti 26-23 alla fine di un primo quarto giocato con medie realizzative molto alte. Per la formazione brindisina decisivo in questo avvio di gara Perkins, già in doppia cifra con 12 punti messi a segno personalmente e assolutamente incontenibile sotto canestro, mentre Treviso ha comunque saputo rispondere colpo su colpo grazie a un Logan già apparso concentrato e in partita. In questa prima parte del match gli attacchi hanno decisamente avuto la meglio sulle difese, vedremo quale delle due contendenti prenderà per prima le misure all’avversaria. (agg. di Fabio Belli)

SI GIOCA

Giunti alla palla a due di Brindisi Treviso, analizziamo alcune delle statistiche che riguardano i giocatori protagonisti al PalaPentassuglia. La straordinaria prova contro Brescia ha portato David Logan a essere il quarto miglior realizzatore del campionato, la guardia ha infatti una media di 18,7 punti e sta vivendo una sorta di seconda giovinezza anche se deve trovare la giusta costanza. DeWayne Russell guida invece la classifica degli assist con 7,7 ed è anche quinto per recuperi, con 2,0 per partita. L’unica presenza nella Top 5 da parte dei giocatori della Happy Casa è quella di D’Angelo Harrison, che è quarto per falli subiti: una media di 6,0 per il sostituto di Adrian Banks, miglior realizzatore dei pugliesi con 16,3 punti davanti a Darius Thompson (11,7) e primo per assist con 4,0 a gara, il miglior rimbalzista della squadra invece è James Bell che ne cattura 7,0 a serata. Ora è davvero arrivato il momento di metterci comodi per valutare quello che succederà in una partita che potrebbe anche rivelarsi più equilibrata di quanto le premesse lascino intendere, dunque ora la parola passa al campo perché finalmente la diretta di Brindisi Treviso comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

IL GRANDE EX

Il grande ex di Brindisi Treviso è naturalmente Frank Vitucci, che all’inizio di questo campionato ha già disputato una partita speciale contro Venezia, ma deve tantissimo anche alla famiglia Benetton. Nel 2001 infatti Vitucci, che aveva 38 anni, lasciò la Reyer per firmare con Treviso: salvo un’esperienza a Scafati ci sarebbe rimasto per sei anni ricoprendo diversi incarichi, ma soprattutto quello di vice per tanti allenatori. Da head coach solo 15 partite (7-8 il record) prima dell’esonero, ma chiunque abbia masticato pallacanestro in quegli anni ricorderà l’eterna figura di Vitucci al fianco di Ettore Messina e David Blatt, e in seguito Alessandro Ramagli che sono i tecnici cui ha fatto da assistente. Nel 2013 Vitucci ha vinto il premio di miglior allenatore della Serie A1, portando Varese al primo posto in regular season; quella di Brindisi è la sua quarta stagione, il rapporto è iniziato a dicembre 2017 con l’esonero di Sandro Dell’Agnello e, passato attraverso una salvezza quasi miracolosa, è arrivato a prendersi la finale di Coppa Italia verso la definitiva esplosione di una squadra che sa di poter sognare grandi cose. Intanto, sarà interessante valutare quale sarà l’esito della partita tra Vitucci e la squadra che lo ha lanciato, anche se la società trevigiana non è più la stessa di allora. (agg. di Claudio Franceschini)

VENETI RISCHIANO!

Brindisi Treviso, che verrà diretta dagli arbitri Alessandro Vicino, Christian Borgo e Andrea Valzani, va in scena domenica 18 ottobre con palla a due alle ore 19:00. Ancora una volta, qui per la 4^ giornata del campionato di basket Serie A1 2020-2021, la De’ Longhi affronta un impegno in questa fascia oraria e spera di portare a casa una vittoria che, soprattutto, eviterebbe il terzo ko consecutivo. La lotta casalinga contro Brescia è stata fiera ma alla fine la squadra veneta ne è uscita con la sconfitta; serve allora riprendere il discorso per non trovarsi in fondo alla classifica con l’obbligo di risalire la corrente, ma l’avversaria di oggi è particolarmente tosta perché la Happy Casa può concretamente lottare per una delle prime quattro posizioni in regular season, come aveva già mostrato lo scorso anno, e vuole fare il definitivo salto di qualità. Vedremo allora come andranno le cose nella diretta di Brindisi Treviso, intanto mentre aspettiamo la palla a due possiamo fare qualche valutazione circa i temi principali della sfida.

DIRETTA BRINDISI TREVISO: RISULTATI E CONTESTO

Brindisi Treviso ci presenta una partita strana, almeno come premesse: delle due la società storica è quella veneta, ma dopo l’addio del gruppo Benetton questo club che ha vinto scudetti e coppe ha dovuto accettare di ripartire dalle serie minori e ricostruire la scalata in Serie A1, avvenuta alla fine grazie a Max Menetti e all’arrivo in corsa di David Logan, che ancora oggi fa parte di questa squadra. Il primo traguardo da tagliare resta quello della salvezza, magari provando a guardare un po’ più a fondo nella speranza di timbrare un posto nei playoff. Impresa che si preannuncia complessa perché certi rapporti di forza sembrano già stabiliti, e tra le realtà di livello superiore troviamo una Brindisi che spera appunto di aver fatto quel passo in più. Di sicuro la Happy Casa è oggi tra le squadre che possono dire di aver cambiato la geografia del basket italiano, ponendosi come reali alternative a quelle piazze che per problemi economici e non solo hanno lasciato strada; arrivare a giocare la finale come fatto in passato da Reggio Emilia e Trento non è più impossibile, pur se forse oggi un po’ più complesso rispetto alle ultime stagioni. In ogni caso, andiamo passo per passo e aspettiamo di capire cosa succederà questa sera sul parquet del PalaPentassuglia…



© RIPRODUZIONE RISERVATA