Diretta discesa Kitzbuhel/ Streaming Rai: Bis di Feuz, Innerhofer sfiora il podio!

- Mauro Mantegazza

Diretta Discesa Kitzbuhel: streaming video Rai, orario e vincitore. Dopo che la neve ha fatto saltare la prova di sabato, si torna in pista per la Coppa del mondo di sci maschile.

Dominik Paris discesa
Diretta discesa: Dominik Paris (Foto repertorio LaPresse)

DIRETTA DISCESA KITZBUHEL: FEUZ FA IL BIS SULLA STREIF!

Si è praticamente chiusa la diretta della discesa di Kitzbuhel ed è dunque stato gran trionfo dello svizzero Beat Feuz, che sulla Streif fa dunque il bis per la Coppa del mondo di sci maschile. Il rossocrociato ha infatti ha segnato davvero una prestazione strepitosa sulla pista austriaca trovando il crono di 1.55.29, a cui nessuno è riuscito a stare dietro. Salgono poi sul podio assieme a Feuz anche Clarey e Mayer, quasi perfetti sulla neve: quarto posto che vale tantissimo invece per l’azzurro Innerhofer, che pure si è messo alle spalle il tedesco Baumann Chiudono la top ten della seconda discesa di Kiztbuhel Sanders e Paris, solo settimo, con Striedinger, Bailet, Odermatt e a sorpresa Hemetsberger, che pure partito col pettorale numero 37, ha segnato il medesimo tempo dello svizzero. Da segnalare poi la gran paura per la prova di Vincent Kriechmayr, che nella sua discesa ha centrato in pieno un paletto che poi si è incastrato tra le sue gambe: per l’austriaco per fortuna nessuna caduta ed è riuscito comunque ad arrivare a traguardo sano e salvo. Ricordiamo che con questo successo Feuz è sempre più  leader della classifica della disciplina per la coppa del mondo maschile, davanti a Mayer e Clarey. (agg Michela Colombo)

FEUZ IN TESTA SUPER INNERHOFER

Siamo nel vivo della diretta della discesa di Kitzbuhel e benché la nebbia stia rendendo complicata la disputa regolare dell’attesa prova di Coppa del mondo, pure i nostri beniamini continuano a regalarci emozioni sulla Streif. Quando ancora non si sono presentati al cancellato i primi 20 atleti, pure dobbiamo subito raccontare dell’eccezionale prestazione di Beat Feuz, che al traguardo ha segnato il tempo di 1.55.29, segnando pure una prestazione eccezionale, specie nella parte finale della pista: alle sue spalle con appena 17 centesimi di differenza il francese Clarey (perfetto nella fase centrale della discesa) , con Matthias Mayer terzo, appena sceso nonostante una visibilità non perfetta, che ha comunque messo a tabella un gap di  38/100 dallo svizzero. E’ stata poi prestazione eccezionale per l’azzurro Christof Innerhofer, che partito col pettorale numero 6 ha trovato il quarto miglior tempo, segnato un ritardo di 86 centesimi dall’imprendibile svizzero: per lo sciatore italiano una prova veramente di sostanza, che arriva dopo tantissime difficoltà. Non ha avuto la stessa fotta Dominik Paris, “padrone di casa” della Streif: per lui solo il settimo miglior tempo, a oltre un secondo dalla vetta. (agg Michela Colombo)

DIRETTA DISCESA KITZBUHEL IN STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE LA GARA

La diretta della discesa di Kitzbuhel, secondo il nuovo programma, modificato dopo il rinvio della prova di sabato, vedrà la partenza del primo atleta in gara in programma alle ore 10.20. Diciamo subito che l’appuntamento per tutti gli appassionati sarà in diretta tv sui canali che ormai da molti anni sono i punti di riferimento per lo sci: Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e il canale tematico Eurosport, disponibile anche sulle piattaforme Sky e DAZN. Se non potrete mettervi davanti a un televisore negli orari della gara, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player e Sky Go. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose a Kitzbuhel (www.fis-ski.com) con i tempi di tutti gli atleti in gara in tempo reale. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

FINALMENTE SI PARTE!

Tutto è pronto per la discesa di Kitzbuhel, nuovo atto di quello che (nonostante tutto) anche in questa stagione è il weekend più prestigioso della Coppa del Mondo di sci. Siamo nel Tirolo, per la precisione nel distretto di Kitzbuhel del quale ovviamente la celebre località è capoluogo. Va detto che il paese, i cui residenti sono poco più di 8.000 (numero che in inverno negli anni “normali” cresce enormemente), sorge a una altitudine piuttosto bassa, di appena 762 metri sul livello del mare. Gemellata con l’altoatesina Vipiteno e sede anche di un torneo di tennis che è il massimo evento sportivo estivo e fa parte del circuito ATP, Kitzbuhel però si lega indissolubilmente allo sci, che ha reso famoso in tutto il mondo questo villaggio. Se si chiedesse a qualcuno non appassionato di sci di citare una sola gara, probabilmente vi indicherebbe proprio la discesa di Kitzbuhel. Domare la Streif è una impresa da campioni, succede molto di rado a Kitzbuhel che vinca un outsider: oggi però che cosa succederà? Per scoprirlo, cediamo finalmente la parola alla pista e al cronometro: comincia la discesa di Kitzbuhel! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DISCESA DI KITZBUHEL RINVIATA PER MALTEMPO

La discesa di Kitzbuhel è stata cancellata: ieri ci aveva messo lo zampino a rendere complicata la gara infine vinta da Beat Feuz davanti a Matthias Mayer e il nostro Dominik Paris, tornato sul podio a un anno dall’infortunio, oggi invece ci sono grossi problemi anche con la neve e la pioggia (ricordiamo che Kitzbuhel sorge a una quota piuttosto bassa) e di conseguenza non ci sono le necessarie condizioni di sicurezza per garantire la disputa di una gara come la discesa di Kitzbuhel sulla pista Streif, leggendaria ma anche potenzialmente pericolosa come ieri hanno confermato gli incidenti occorsi allo statunitense Ryan Cochran-Siegle e soprattutto allo svizzero Urs Kryenbuehl, a maggior ragione in queste condizioni. Non si farà dunque il bis della discesa, a meno che si decida di modificare il programma di domani per disputare la gara più attesa dell’anno, sacrificando però il super-G. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA DISCESA DI KITZBUHEL

La diretta della discesa di Kitzbuhel ci terrà compagnia anche oggi per la Coppa del Mondo di sci maschile. Il Covid ha rischiato di stravolgere i piani, ma almeno una piccola gioia ce la regalerà: il cambiamento del calendario infatti fa raddoppiare la gara più affascinante dell’anno nel Circo Bianco. Discesa ieri e di nuovo discesa oggi a Kitzbuhel: difficile chiedere di più, anche se le porte chiuse tolgono qualcosa al fascino, almeno dal punto di vista del contorno. Poco male: la Streif è sempre la Streif e correrci in discesa per due giorni consecutivi – naturalmente senza dimenticare che domani ci sarà pure il bellissimo super-G – sarà una grande sfida per gli uomini jet, che non gareggiavano da fine dicembre a Bormio e adesso si giocano l’obiettivo più ambito della stagione di Coppa del Mondo, forse addirittura più dell’oro mondiale. Vincere a Kitzbuhel, soprattutto vincere la discesa di Kitzbuhel, ti fa rimanere nello sci: come Wimbledon per il tennis oppure Monza per la Formula 1 – si potrebbe dire anche Montecarlo, ma il paragone rende di più con il “tempio” della velocità. Allora eccoci di nuovo qui, pronti a seguire tutte le emozioni della diretta della discesa di Kitzbuhel, atto secondo.

DIRETTA DISCESA KITZBUHEL: I SUCCESSI AZZURRI

La diretta della discesa di Kitzbuhel che in questa stagione raddoppia ci offre la graditissima occasione per ricordare meglio tutte le vittorie azzurre sulla Streif nella storia. Per decenni la gara più ambita dello sci mondiale era rimasta un tabù per l’Italia, finalmente sfatato da Kristian Ghedina con la vittoria che il discesista di Cortina seppe ottenere a Kitzbuhel nel 1998, precedendo lo svizzero Didier Cuche – che il giorno prima aveva vinto una anomala discesa in due manche – e l’austriaco Josef Strobl. Il cambio di passo però è arrivato nell’ultimo decennio, quando Kitzbuhel è diventata una sorta di “giardino azzurro” soprattutto per merito di Dominik Paris, la cui prima vittoria risale al 26 gennaio 2013, precedendo il canadese Erik Guay e l’austriaco Hannes Reichelt. Detto che nel 2015 Paris arrivò secondo in discesa e vinse il super-G, ecco nel 2016 salire in cattedra Peter Fill, che vinse la discesa disputata sulla Streif il 23 gennaio davanti agli svizzeri Beat Feuz e Carlo Janka. L’anno successivo fu Paris a riprendersi la copertina: ricordiamo infatti che il 21 gennaio 2017 fu Domme a vincere la discesa più ambita dell’anno, stavolta davanti a una doppietta di francesi, Valentin Giraud Moine e Johan Clarey. Infine, la vittoria del 25 gennaio 2019, giorno nel quale Dominik Paris vinse per la terza volta la discesa di Kitzbuhel davanti a Beat Feuz e all’austriaco Otmar Striedinger.

© RIPRODUZIONE RISERVATA