DIRETTA/ Finlandia Grecia (risultato finale 1-0) streaming tv: i nordici sognano

- Claudio Franceschini

Diretta Finlandia Grecia streaming video e tv: secondi in classifica nel gruppo J, gli scandinavi cercano il grande risultato nelle qualificazioni agli Europei 2020. Bilancio in equilibrio.

Pukki Finlandia
Diretta Finlandia Liechtenstein (Foto LaPresse)

DIRETTA FINLANDIA GRECIA (RISULTATO LIVE 1-0): I NORDICI SOGNANO

E’ terminata la partita al Ratina Stadion di Tampere per il match di qualificazione a Euro 2020 tra Finlandia e Grecia e con la vittoria per 1-0 grazie al rigore trasformato da Pukki i nordici sognano la qualificazione alla prima fase finale di una competizione per nazioni della loro storia. Con questo risultato infatti i finlandesi si mantengono a +5 sulla Bosnia seconda, in attesa della prossima cruciale sfida in casa contro l’Italia. Finlandesi che hanno saputo mantenere nel finale il vantaggio contro una Grecia troppo evanescente sul fronte offensivo, con Pavlidis ammonito nel finale. Con soli 4 punti la Grecia è penultima nel girone e con 8 punti di svantaggio dalla Finlandia seconda, dopo questo scontro diretto, per gli ellenici la qualificazione a Euro 2020 sembra ormai un miraggio. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Finlandia Grecia non è prevista sui canali della nostra televisione: per questa partita delle qualificazioni agli Europei 2020 non avrete a disposizione nemmeno una diretta streaming video, ma potrete comunque avere le informazioni utili visitando liberamente i profili ufficiali che le due federazioni mettono a disposizione sulle loro pagine dei social network, in particolare quelle presenti su Facebook e Twitter.

RIGORE DI PUKKI!

E’ iniziata la ripresa al Ratina Stadion di Tampere per il match di qualificazione a Euro 2020 tra Finlandia e Grecia. Al 3′ Pyry Soiri prova subito a sorprendere Barkas ma senza fortuna, ma al 7′ arriva un fallo da rigore in favore dei padroni di casa, per un fallo di Dimitrios Kourbelis sanzionato dall’arbitro Juan Martinez Munuera. Dal dischetto va il bomber della Nazionale finlandese e del Norwich in Premier League, Teemu Pukki, che spiazza Barkas portando avanti i finlandesi. Ammonizione per Sparv al 13′, poi al quarto d’ora Dimitrios Pelkas entra al posto di Dimitrios Kolovos per la prima sostituzione ellenica. Al 18′ finisce alta una conclusione di Masouras, risponde Robin Lod con un tentativo altrettanto impreciso. Al 21′ cartellino giallo anche per il neo entrato Pelkas, ma al 21′ Joona Toivio divora letteralmente il raddoppio spedendo fuori di testa da pochi passi. Al 25′ secondo cambio greco, Vassilis Torosidis lascia spazio a Michalis Bakakis, la Finlandia conduce 1-0 sulla Grecia a 20′ dal novantesimo. (agg. di Fabio Belli)

ELLENICI IN CRESCITA

La Finlandia ha provato a imporre la propria supremazia territoriale nel corso del primo tempo. Al 28′ è ancora Robin Lod a provarci e ad avere un’ottima occasione da gol per i padroni di casa, con una conclusione che sibili di poco a lato dalla porta di Barkas, che alla mezz’ora neutralizza un tentativo meno insidioso di Tuominen. Risponde la Grecia al 32′ con una conclusione di prima intenzione di Efthymios Koulouris che esce a lato, poi al 36′ è Konstantinos Stafylidis a impegnare severamente il portiere di casa, Lukas Hradecky, che sventa il rasoterra dell’avversario. Al 39′ è invece Masouras per la Grecia a calciare alto da posizione invitante. Il primo ammonito della partita è Torosidis per la Grecia, seguito nel recupero dal compagno di casa Kourbelis che subisce a sua volta un cartellino giallo. Ellenici in crescita, ma al Ratina Stadion di Tampere il primo tempo tra Finlandia e Grecia si chiude a reti bianche. (agg. di Fabio Belli)

AVVIO NERVOSO

Ancora 0-0 a metà primo tempo tra Finlandia e Grecia nella sfida del girone dell’Italia, al Ratina Stadion di Tampere. Prime timide iniziative da una parte e dall’altra, ma per la prima conclusione in porta bisogna attendere il quarto d’ora, con Tim Sparv che cerca l’angolino dal limite dell’area per i padroni di casa ma trova la pronta risposta del portiere greco Barkas. Tanti falli da una parte e dall’altra in un match finora nervoso, al 23′ ci prova ancora la Finlandia con una punizione di Robin Lod che non crea problemi a Barkas e il risultato resta a reti bianche. Queste le formazioni schierate dal 1′ dai due allenatori. Finlandia (4-4-2): Hradecky; Raitala, Toivio, Arajuuri, Uronen; Lod, Sparv, Kamara, Soiri; Tuominen, Pukki. Grecia (4-2-3-1): Barkas; Torosidis, Papastahtopoulos, Manolas, Stafylidis; Kourbelis, Bouchalakis; Kolovos, Vrousai, Masouras; Koulouris. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA!

La diretta di Finlandia Grecia può cominciare: la nazionale scandinava può schierare in attacco il ventinovenne Teemu Pukki, un signore che nella sua carriera ha segnato tanti gol ma che in particolar modo è stato autore di uno strepitoso avvio di stagione con il Norwich, realizzando 5 gol nelle prime quattro giornate di Premier League. Nei quattro anni precedenti Pukki ha giocato con il Brondby nel campionato danese, arrivandoci dopo un’esperienza poco fortunata con il Celtic; era stato in Bundesliga per vestire la maglia dello Schalke 04 mentre aveva avuto poca fortuna nel Siviglia, che lo aveva fatto esordire nella Liga ma non lo aveva confermato. In nazionale Pukki ha segnato 18 gol; di questi, 3 sono arrivati nel girone delle qualificazioni agli Europei 2020 con doppietta decisiva contro la Bosnia; gli scandinavi si affidano a lui per centrare la storica qualificazione alla fase finale del torneo. Adesso mettiamoci comodi e stiamo a vedere quello che succederà in campo, perchè finalmente è arrivato il momento di lasciare la parola alla diretta di Finlandia Grecia! (agg. di Claudio Franceschini)

LA NOVITÀ JOHAN VAN’T SCHIP

Come abbiamo già detto nel presentare la diretta di Finlandia Grecia, la partita di Tampere ci presenta una novità sulla panchina ellenica: la sconfitta interna contro l’Armenia è costata il posto ad Angelos Anastasiadis, che è stato sostituito da Johan Van’t Schip. Vecchia conoscenza del calcio italiano, in carriera ha giocato solo per due squadre: l’Ajax nel quale è cresciuto, e con cui ha vinto una Coppe delle Coppe e una Coppa Uefa (in finale contro il Torino) e il Genoa, del quale ha vestito la maglia per quattro stagioni. Campione d’Europa con l’Olanda nel 1988 (giocando solo la partita contro l’Unione Sovietica, nel girone), è stato a lungo vice o collaboratore nell’Ajax, arrivando alla panchina della prima squadra nel 2009 per appena un mese e mezzo, chiudendo la Eredivisie al posto di Marco Van Basten; nel 2010 il primo arrivo in Australia dove è stato direttore tecnico e allenatore del Melbourne City, figura anche un’esperienza in Messico nel Chivas Guadalajara mentre in patria era rientrato due anni fa per accettare l’offerta del PEC Zwolle. I suoi assistenti sulla panchina della Grecia sono connazionali ed ex compagni di squadra: Aron Winter e Rob Witschge. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

E’ ampia la tradizione di Finlandia Grecia, due squadre che solo nel nuovo millennio si sono affrontate sette volte: il bilancio di queste sfide è in totale parità con tre vittorie a testa e un pareggio. Se parliamo soltanto delle partite disputate in Scandinavia notiamo comunque che la Finlandia ne ha portate a casa due, ha pareggiato una volta e non ha mai perso sul suolo amico; le gare hanno fatto tutte parte delle qualificazioni a grandi tornei con la sola eccezione di un’amichevole del febbraio 2008, vinta dalla Grecia per 2-1. Tra i risultati maturati nel XXI secolo quello che spicca maggiormente è il 5-1 finlandese del settembre 2001, nella corsa verso i Mondiali poi giocati in Corea del Sud e Giappone: eravamo allo stadio Olimpico di Helsinki e la nazionale allenata da Antti Muurinen aveva dominato contro una squadra che nemmeno tre anni dopo si sarebbe clamorosamente laureata campione d’Europa. A segno Mikael Forssell con una doppietta, poi Aki Riihilahti, Joonas Kolkka e il veterano Jari Litmanen su calcio di rigore, per la Grecia gol di Georgios Karagounis. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Finlandia Grecia sarà diretta dall’arbitro spagnolo Juan Martinez, e si gioca alle ore 20:45 di giovedì 5 settembre presso il Tampere Stadion: siamo arrivati alla quinta giornata nel gruppo J delle qualificazioni agli Europei 2020, il raggruppamento è quello dell’Italia e la nazionale scandinava ha la grande possibilità di centrare per la prima volta il pass per la fase finale di un grande torneo. Fino a questo momento infatti la Finlandia ha vinto sempre, al netto del ko all’esordio contro l’Italia che è prima in classifica: mantenendo la sua posizione la nazionale del Nord Europa taglierebbe in maniera diretta lo striscione del traguardo e sarebbe un risultato straordinario. Delude invece la Grecia, che sembrava poter essere in piena corsa dopo il pareggio rimediato in extremis contro la Bosnia; la sconfitta interna contro l’Armenia è stata sorprendente e rischia di tagliar fuori gli ellenici, già in calo in termini generali, dalla corsa alla fase finale. Mentre aspettiamo la diretta di Finlandia Grecia possiamo fare una breve valutazione sulle scelte dei due Commissari Tecnici per questa partita, leggendone nel dettaglio le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI FINLANDIA GRECIA

E’ possibile che per Finlandia Grecia Markku Kanerva confermi il 4-4-2 dello scorso giugno: in porta Hradecky con una linea difensiva composta da Toivio e Arajuuri, poi due terzini che dovrebbero essere Raitala e Uronen e che di fatto si dovranno preoccupare prevalentemente della fase difensiva, visto che sulle corsie laterali agiranno anche Lod e Lappalainen che partiranno sulla linea del centrocampo, dove Sparv e Kamara occuperanno la zona nevralgica. Pukki, grande avvio in Premier League, e Kallman saranno invece i due attaccanti cui saranno chiesti i gol; la Grecia si è affidata a John Van’t Schip che potrebbe agire con un 4-3-3 di stampo olandese, dunque un tridente con Masouras e Pelkas a fare compagnia alla prima punta Koulouris, e Fortounis retrocesso a centrocampo dove potrebbe schierarsi da mezzala al fianco di Samaris, con Zeca sull’altro interno. Presumibilmente invariata la difesa a protezione del giovane portiere Vlachodimos: la comandano Papastathopoulos e Manolas, a destra ci sarà Mavrias mentre sull’altro versante del campo dovremmo vedere Koutris.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Finlandia Grecia avete a disposizione le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai: secondo questo bookmaker la vittoria della nazionale scandinava vale 2,15 volte la somma messa sul piatto, contro il valore di 3,85 che è stato posto sul segno 2 per l’eventualità del successo ellenico. L’ipotesi del pareggio, regolata dal segno X, vi permetterebbe di intascare una vincita corrispondente a 3,10 volte la cifra investita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA