DIRETTA FORMULA 1/ Gara Gp Brasile: ha vinto Verstappen, Hamilton penalizzato!

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 gara Gp Brasile 2019: a Interlagos vince Verstappen davanti a Gasly e Hamilton, Ferrari all’inferno con Vettel e Leclerc che si buttano fuori a vicenda (oggi 17 novembre)

Formula 1 Verstappen Hamilton
Max Verstappen e Lewis Hamilton (Foto: LaPresse)

Vi avevamo anticipato che l’ordine d’arrivo del Gran Premio del Brasile sarebbe potuto cambiare e così è stato: dietro al vincitore Max Verstappen e al secondo Pierre Gasly non c’è più Lewis Hamilton ma Carlos Sainz che conquista così a tavolino il terzo posto. La McLaren torna sul podio per la prima volta dal 2014 mentre per lo spagnolo è il primo in assoluto, anche se non ha potuto provare l’ebbrezza di presenziare alla cerimonia di premiazione poiché la sanzione nei confronti del sei volte campione del mondo di Formula 1 è arrivata dopo che lo spumante era stato stappato da un pezzo. Il britannico è stato punito per aver tamponato Albon negli ultimi giri della gara, privando il thailandese di una meritatissima piazza d’onore e la Honda di una storica tripletta, invece la Casa giapponese deve “accontentarsi” della doppietta con la Toro Rosso che coglie il miglior piazzamento dopo la vittoria di Vettel a Monza nel 2008. Dalle immagini era piuttosto evidente la responsabilità di Hamilton e i commissari potevano prendere subito una decisione, una mancanza di rispetto nei confronti di Sainz, pilota validissimo che ha raccolto meno di quanto seminato e che meriterebbe di guidare una macchina veramente competitiva (consigliamo alla Ferrari di farci un pensierino). Guadagnano una posizione anche Raikkonen (4^), Giovinazzi (5^, miglior piazzamento per un italiano dal 2009) e Ricciardo (6^) con il 34enne di Stevenage che retrocede al settio posto {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, GP BRASILE: FIGURACCIA FERRARI IN MONDOVISIONE!

Il Gran Premio del Brasile 2019 non passerà tanto alla storia per l’ottava vittoria in carriera di Max Verstappen, e nemmeno per il primo podio di Pierre Gasly (che si prende una bella rivincita dopo essere stato silurato dalla Red Bull la scorsa estate per le deludenti prestazioni). Nei prossimi giorni si parlerà tantissimo dell’incidente tra i due piloti Ferrari, Sebastian Vettel e Charles Leclerc, che si sono eliminati da soli nelle fasi conclusive della gara quando entrambi erano ancora in lizza per il podio. Il tedesco non ha lasciato spazio al monegasco e il contatto tra i due è stato inevitabile: la sospensione anteriore destra della Rossa numero 16 si è piegata e Leclerc si è dovuto fermare poco più avanti, il tedesco ha forato la gomma posteriore sinistra e ha provato a rientrare ai box, ma anche lui ha dovuto alzare bandiera bianca e parcheggiare mestamente la sua SF90 nella via di fuga. Nella riunione post-gara voleranno sicuramente gli stracci con Mattia Binotto che si farà parecchio sentire e non sarà affatto tenero nei loro confronti. Oggi la Scuderia di Maranello si è resa protagonista di una figuraccia in mondovisione – emblematica l’immagine dei meccanici della Red Bull che ridono sghignazzando vedendo le immagini del crash, e chissà l’ilarità all’interno del box Mercedes – e, al netto delle dichiarazioni di facciata, il rapporto tra Vettel e Leclerc non sarà più lo stesso. Siamo arrivati a un punto di non ritorno ed è arrivata la conferma definitiva che la convivenza tra i due galli nello stesso pollaio non è stata gestione nel migliore dei modi dai dirigenti del Cavallino. In tutto ciò a gioire sono gli altri, come accade da fin troppo tempo. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1: VERSTAPPEN HA VINTO IL GP DEL BRASILE, PATATRAC FERRARI!

Max Verstappen ha vinto il Gran Premio del Brasile al termine di una gara che ha riservato tantissimi colpi di scena nel finale. Per consentire ai commissari di spostare senza correre alcun rischio la Mercedes di Bottas andata in fumo, la direzione gara decide di far intervenire la Safety Car che ricompatta il gruppo. Verstappen ne approfitta per tornare ai box e montare delle gomme nuove, Hamilton resta fuori e diventa il nuovo leader della gara, pit stop anche per Leclerc che almeno può pensare solo a spingere fino al traguardo. Alla ripartenza si capisce chiaramente che la mossa della Mercedes non si è rivelata geniale poiché l’olandese della Red Bull si riprende immediatamente la leadership mentre Alexander Albon sorprende le Ferrari e sale in terza posizione. Al 66^ giro accade l’incredibile con Vettel e Leclerc che si eliminano a vicenda, entrambi ritirati e figuraccia in mondovisione per la Scuderia di Maranello con i meccanici delle altre squadre che si fanno grasse risate vedendo le immagini del patatrac. Safety car di nuovo in pista, chiusura in volata con Hamilton che tampona Albon privandolo di un meritatissimo secondo posto che invece va clamorosamente a Pierre Gasly (primo podio in carriera per il francese, secondo podio stagionale per la Toro Rosso). Il sei volte campione del mondo di Formula 1 arriva comunque terzo e sarà investigato dai commissari per il contatto con il thailandese, Sainz chiude quarto davanti a Raikkonen, Giovinazzi, Ricciardo, Norris, Perez e Kvyat in zona punti. Ordine d’arrivo che potrebbe essere stravolto, parecchi piloti sono sotto inchiesta per aver usato il DRS in regime di bandiera gialla! {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: DUELLO HAMILTON-VERSTAPPEN, RITIRATO BOTTAS

Quando mancano 20 giri al termine del Gran Premio del Brasile la classifica vede Max Verstappen davanti a Lewis Hamilton, entrambi si sono fermati per la seconda volta montando la gomma gialla, non dovrebbero avere problemi ad arrivare fino al traguardo. Virtualmente sul podio Sebastian Vettel che occupa la terza posizione e sarà protagonista di un’ultima parte di gara molto aggressiva visto che è tornato alla soft e con una Ferrari scarica di carburante cercherà anche il giro più veloce. Charles Leclerc è quarto e ha tenuto dietro un indemoniato Valtteri Bottas che poi è stato costretto al ritiro per la rottura della power-unit Mercedes, un evento più unico che raro nella storia recente della Formula 1. Il monegasco deve però guardarsi le spalle dal ritorno di Alexander Albon che ha pneumatici più freschi e vuole ripagare la fiducia della Red Bull che lo ha confermato anche per il 2020{agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: STRATEGIE DIFFERENTI PER I BIG

Il primo a fermarsi per il cambio gomme è Lewis Hamilton, il britannico monta nuovamente la gomma rossa e per regolamento dovrà effettuare almeno un’altra sosta per poter usare almeno due mescole (media o hard) in gara. Stessa scelta per Max Verstappen, entrambi quindi hanno adottato una strategia a due pit stop, vedremo se pagherà. Sebastian Vettel ha preferito invece fare affidamento sulla gomma gialla ma anche il tedesco rischia di doversi fermare un’altra volta, quasi sicuramente andranno fino in fondo Valtteri Bottas e Charles Leclerc che adesso stanno girando con gomma bianca. Quale sarà la mossa vincente lo capiremo tra poco più di 35 giri, l’olandese della Red Bull è sempre leader del Gran Premio del Brasile. Tiene duro l’Alfa Romeo con Raikkonen ottavo e Giovinazzi nono, il finlandese vuole assolutamente tornare in zona punti così come il pugliese. Kubica è stato punito con 5 secondi di penalità per aver ostacolato Verstappen nella corsia dei box, accodandosi alla Williams del polacco il figlio di Jos è rientrato in pista dietro a Hamilton, ma oggi la RB15 sembra imbattibile e in un amen è tornato davanti al sei volte campione del mondo di Formula 1. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: HAMILTON TIENE D’OCCHIO VERSTAPPEN

La situazione dopo i primi 20 giri del Gran Premio del Brasile, penultimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1: al comando della gara c’è sempre Max Verstappen con un margine di circa 3 secondi nei confronti di Lewis Hamilton che non lo lascia andar via, al terzo posto c’è Sebastian Vettel che non riesce ad avvicinarsi alla Mercedes del sei volte iridato. Ancora più distanti Valtteri Bottas e Alexander Albon mentre Charles Leclerc è risalito fino alla sesta posizione e dopo aver fatto riposare le gomme per qualche giro si mette a caccia della Red Bull del thailandese. Le due Alfa Romeo di Raikkonen (8^) e Giovinazzi (10^) continuano a occupare la zona punti, in mezzo alle macchine del Biscione troviamo la Haas di Grosjean (9^), un ottimo Gasly è settimo. Compromessa la domenica di Magnussen, tamponato dalla Renault di Ricciardo che oltre a danneggiare l’ala anteriore e ad anticipare la fermata ai box è stato punito con 5 secondi di penalità. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: VERSTAPPEN LEADER, LECLERC IN RIMONTA

Grande partenza di Lewis Hamilton che alla prima curva brucia Sebastian Vettel e gli porta via la seconda posizione mettendosi alle spalle del leader Max Verstappen che comanda il Gran Premio del Brasile. Nelle retrovie succede di tutto con Leclerc che sgomita con Ricciardo e Norris per recuperare più terreno possibile nel più breve tempo possibile. Ottimo inizio di gara anche per le Alfa Romeo con Raikkonen minaccioso negli specchietti della Haas di Grosjean – che supera all’inizio del quarto giro – e Giovinazzi che occupa brevemente la zona punti prima di cedere strada al monegasco (che ricordiamo è partito con gomma gialla a differenza degli altri big che invece usano la soft adoperata ieri in Q2). La Ferrari numero 16 adesso si trova in ottava posizione e ha messo nel mirino il finlandese che dodici anni fa da queste parti vinse il titolo piloti, l’ultimo conquistato dalla Scuderia di Maranello. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Ci siamo, ancora pochi minuti di attesa e comincerà il Gran Premio del Brasile sulla pista di Interlagos che ospiterà la ventesima gara del mondiale 2019 di Formula 1. Riflettori puntati su una prima fila che si preannuncia caldissima, con Max Verstappen che partirà davanti a tutti e al suo fianco avrà Sebastian Vettel. Sarà quindi un testa a testa tra Ferrari e Red Bull fin dalla prima curva, le due scuderie sono ai ferri corti per le parole dell’olandese che ha accusato il team di Maranello di barare, senza usare troppi giri di parole. Adesso serve la smentita con i fatti, e un successo quest’oggi metterebbe a tacere ogni illazione sul potenziale delle Rosse. Con i titoli già in tasca, la Mercedes ha già preparato i popcorn ed è pronta ad approfittare di eventuali harakiri tra i due litiganti con Hamilton e Bottas che dovranno soltanto tenersi lontani dai guai. Per lo spettacolo fate pure affidamento su Charles Leclerc che partirà dalla quattordicesima casella sulla griglia di partenza ed è pronto a montare letteralmente sopra le altre macchine (cosa che ha già fatto a Montecarlo, vedi il sorpasso leggendario di Grosjean alla Rascasse). Sono previsti 71 giri per un totale di 305 chilometri. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: RESA DEI CONTI TRA FERRARI E RED BULL!

Dopo le polemiche delle settimane scorse è curioso notare come la prima fila del Gran Premio del Brasile sia composta da una Ferrari e da una Red Bull. Al termine della gara di Austin, Max Verstappen – una volta saputo dell’enorme ritardo accumulato da Leclerc nei confronti delle Mercedes – aveva dichiarato che la Rossa non barava più come a settembre. Parole pesanti che hanno provocato l’indignazione del team manager Mattia Binotto e dell’intera Scuderia di Maranello. Ieri, nella conferenza stampa post-qualifiche, Sebastian Vettel si è lasciato scappare un commento sarcastico dicendosi sorpreso dalla velocità in rettilineo della RB15 dell’olandese, autore della pole position. Sulla pista di Interlagos potrebbe esserci quindi la resa dei conti, e se i due litiganti dovessero danneggiarsi a vicenda indovinate un po’ chi ne gioverebbe? Se pensate a un britannico di 34 anni che ha appena vinto il suo sesto titolo iridato, avete indovinato. {agg. di Stefano Belli}

FORMULA 1, DIRETTA GP BRASILE: GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

Domenica nel segno della diretta Formula 1: dal circuito di Interlagos a San Paolo si corre il Gran Premio del Brasile 2019, il ventesimo e penultimo appuntamento del Mondiale 2019. Diciamo subito che la partenza della gara sul tracciato intitolato alla memoria di José Carlos Pace avrà luogo alle ore 18.10 italiane, cioè quando nella metropoli brasiliana saranno le 14.10 locali del pomeriggio, considerate le quattro ore di fuso orario che separano l’Italia da San Paolo, dove Lewis Hamilton vivrà la prima gara da certo campione del Mondo 2019, iridato per la sesta volta in carriera. Senza più le tensioni legate agli obiettivi (anche il Mondiale Costruttori è assegnato, ormai da molto tempo), speriamo di vivere una diretta Formula 1 emozionante e divertente su una pista come quella di Interlagos, che tante volte ci ha regalato gare indimenticabili, come lo stesso Hamilton ricorda molto bene. La Ferrari ha vinto due stagioni fa con Sebastian Vettel, inoltre Interlagos ha un fascino particolare e tutti tengono a vincere in Brasile, nazione che ha fatto la storia della Formula 1.

DIRETTA FORMULA 1, LE QUALIFICHE DEL GP DEL BRASILE

Max Verstappen si riprende quello che gli è stato tolto – giustamente – in Messico quando ignorò le bandiere gialle e non alzò il piede in seguito all’incidente di Valtteri Bottas. Sulla pista di Interlagos l’olandesino volante conquista la seconda pole position in carriera con il tempo di 1’07″508 mettendo in riga il resto della compagnia. Red Bull imprendibile nel settore centrale caratterizzato da una lunga sequenza di curve lente e tortuose che esaltano le qualità della RB15 che di carico aerodinamico ne ha da vendere. Ora il figlio di Jos proverà a prendersi un’altra rivincita: un anno fa in Brasile era lanciatissimo verso la vittoria quando venne ostacolato da Esteban Ocon che incomprensibilmente gli venne addosso pur essendo doppiato. Tutti a pensar male considerando che è un cavallino Mercedes (e nel 2020 lo rivedremo in azione al volante della Renault) e che quella manovra consentì a Hamilton di aggiudicarsi una gara dove non era assolutamente il più forte (ogni tanto succede anche a lui). La concorrenza sarà ovviamente spietata, a cominciare dalle Mercedes che si sono prese la seconda fila e nella giornata di venerdì hanno dimostrato di avere un ottimo passo gara. Senza dimenticarci della Ferrari con Vettel che affiancherà Verstappen in prima fila e si daranno battaglia sin dalla prima curva. Charles Leclerc – che a differenza degli altri partirà con gomma gialla per effettuare un primo stint più lungo – proverà a rimontare dalla quattordicesima casella sulla griglia di partenza, il monegasco è stato infatti arretrato di dieci posizioni per la sostituzione della power-unit e siamo sicuri che darà spettacolo. La Scuderia di Maranello può comunque essere orgogliosa di aver portato in Q3 cinque macchine motorizzate dal Cavallino: le Haas di Grosjean e Magnussen tornano ad affacciarsi ai piani alti, in ripresa anche l’Alfa Romeo almeno con Raikkonen mentre Giovinazzi si è girato nella seconda manche e non si è potuto migliorare venendo eliminato.

DIRETTA FORMULA 1, GP BRASILE: LE CARATTERISTICHE DI INTERLAGOS

Per presentare meglio la diretta Formula 1 del Gran Premio del Brasile, diamo subito anche alcune importanti informazioni tecniche per conoscere meglio questa pista che costituisce comunque uno degli appuntamenti più classici del Circus: la gara di Interlagos si svolgerà sulla distanza di 71 giri, ognuno dei quali misura 4.309 metri, per un totale di 305,909 km. Si tratta dunque di un circuito piuttosto breve, caratterizzato da 15 curve: non poche, ma spesso sono curvoni veloci e di certo l’Autódromo José Carlos Pace non può essere definito tortuoso. Sui due rettilinei principali, quello del traguardo e quello compreso fra le curve 3 e 4, potrà essere utilizzato il Drs. Si tratta di un circuito vecchio stile e forse proprio per questo motivo adatto ai sorpassi in più di un punto del tracciato, che di solito ci riserva gare emozionanti e ricche di colpi di scena, a maggior ragione se si deve fare i conti con la variabile del meteo. Un’altra caratteristica della pista sono i suoi saliscendi sulle colline di Interlagos, un sobborgo di San Paolo che prende il nome da due laghi artificiali che furono costruiti all’inizio del Novecento per approvvigionare d’acqua la metropoli paulista. La pista sorge infatti a oltre 700 metri di altitudine sul livello del mare, con il punto più alto che tocca i 781,9 metri.

FRENI E GOMME: LE INFO TECNICHE

Per quanto riguarda le gomme, la Pirelli porterà in Brasile una combinazione di mescole che è la più dura tra quelle possibili quest’anno in Formula 1: avremo infatti le C1, C2 e C3 contrassegnate da una banda bianca, gialla e rossa rispettivamente, escludendo dunque le più tenere C4 e C5. Una scelta più conservativa rispetto a quella che Pirelli aveva fatto l’anno scorso per Interlagos, con l’obiettivo di ridurre il degrado delle gomme e consentire così ai piloti di spingere al massimo. Il tracciato di Interlagos non dà tregua agli pneumatici, sempre sollecitati per via del susseguirsi incessante di cambi di direzione. Sulla pista brasiliana, percorsa dai piloti in senso antiorario, lo pneumatico maggiormente sollecitato dalle veloci curve è quello posteriore destro, ma i carichi laterali sono piuttosto bassi. Inoltre l’incertezza meteo potrebbe giocare un ruolo molto importante per quanto riguarda le strategie. Per quanto riguarda i freni invece Interlagos è un circuito mediamente impegnativo: Brembo ci informa che, trattandosi di un tracciato molto guidato con curvoni veloci e poche staccate, le frenate non sono particolarmente esigenti. Una sola comporta un calo di velocità superiore ai 200 km/h, cioè quella alla prima curva dopo il traguardo, dove si arriva dopo un’accelerazione senza sosta di 17-18 secondi anche perché le precedenti Subida dos Boxes (curva 14) e Arquibancadas (curva 15) si affrontano in pieno. Adesso però mettiamoci comodi, perché è arrivato il momento tanto atteso in cui sarà la pista ad emettere il suo verdetto inappellabile al termine di una gara che potrebbe essere divertente e spettacolare: la diretta Formula 1 della gara del Gran Premio del Brasile 2019 sul circuito di Interlagos sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA