DIRETTA FORMULA 1/ Qualifiche video streaming: pole position per Verstappen (Gp USA)

- Mauro Mantegazza

Diretta Formula 1 qualifiche e FP3 del Gp Usa 2021 ad Austin live: Max Verstappen si prende la pole position battendo Lewis Hamilton. Seconda fila per Charles Leclerc (oggi 23 ottobre 2021).

Raikkonen Formula 1
Kimi Raikkonen vinse ad Austin nel 2018 (Foto LaPresse)

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP STATI UNITI 2021: POLE POSITION PER VERSTAPPEN!

Sul filo di lana Max Verstappen (1’32″910) sfodera un giro incredibile e toglie la pole position a Lewis Hamilton. I due protagonisti nella lotta al titolo iridato hanno dato vita a una qualifica straordinaria e domani partiranno affiancati in prima fila, si preannuncia un altro incontro ravvicinato dopo quelli di Silverstone e Monza. Il Gran Premio degli Stati Uniti sembra nascere sotto una buona stella da questo punto di vista, lo spettacolo è garantito. Dietro di loro troveremo Sergio Perez (il messicano è rimasto a lungo davanti a tutti) e Charles Leclerc che approfitta della penalità di Valtteri Bottas (solo nono il finlandese che retrocede in quinta fila dove troverà il rookie Yuki Tsunoda). Terza fila per gli ex-compagni di squadra Carlos Sainz e Daniel Ricciardo, quarta fila per Lando Norris e Pierre Gasly. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, STREAMING VIDEO E TV: COME SEGUIRE LE QUALIFICHE

Le qualifiche della Formula 1 per il Gran Premio degli Usa 2021 sul circuito di Austin come sempre saranno trasmesse in tv e streaming – come ormai è tradizione da qualche anno – su Sky Sport F1 HD, il canale numero 207 della piattaforma satellitare Sky, che per la nona stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della Formula 1. Dobbiamo però naturalmente ricordare che la programmazione televisiva riserva – per chi non è abbonato Sky – su Tv8 le qualifiche solamente in differita.

Anche quest’anno la telecronaca di tutti gli eventi è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da una schiera di commentatori tecnici d’eccezione tra cui Marc Gené e Davide Valsecchi. Pur con le limitazioni dovute al Covid, le “padrone di casa” saranno Federica Masolin e Mara Sangiorgio, mentre Matteo Bobbi sarà l’uomo degli approfondimenti dalla Sky Sport Tech Room. La Formula 1 è visibile in 4K HDR grazie a Sky Q, per vivere le gare con una definizione talmente simile a quella dell’occhio umano da dare la sensazione di essere in pista. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove di Formula 1 in streaming video tramite l’applicazione Sky Go.

Per quanto riguarda la tv in chiaro, come abbiamo detto questo non sarà un weekend visibile in tempo reale per chi seguirà le emozioni di qualifiche e gara su Tv8 – la FP3 invece è come sempre esclusa e sarà visibile esclusivamente su Sky. Le emozioni delle qualifiche del Gran Premio degli Usa 2021 saranno dunque garantite gratuitamente a tutti da Austin, nma solamente con una differita che sarà disponibile circa all’una di notte. Infine vi indichiamo i riferimenti del Mondiale di Formula 1 su Twitter, gli account ufficiali @Formula 1 e @F1, oltre alla pagina Facebook F1, che potranno essere particolarmente preziosi anche in questa giornata.

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP STATI UNITI 2021: VERSTAPPEN “AVVISA” HAMILTON

Nella seconda manche di qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti – diciassettesimo appuntamento del mondiale 2021 di Formula 1 – i big hanno usato la gomma gialla (media) che a sorpresa si è rivelata più performante della morbida, come dimostra il sesto tempo di Carlos Sainz che domani quindi partirà con questa mescola e rischia seriamente di doversi fermare per il pit stop molto prima degli altri. Max Verstappen ristabilisce le gerarchie girando in 1’33″464, oltre tre decimi di margine nei confronti di Lewis Hamilton. Stavolta è Lando Norris a portare la McLaren in terza posizione precedendo la Ferrari di Charles Leclerc e l’altra Mercedes di Valtteri Bottas. Un po’ più sofferta del previsto la Q2 di Sergio Perez che ha chiuso al settimo posto davanti a Pierre Gasly, Daniel Ricciardo e Yuki Tsunoda, con l’AlphaTauri che sembra aver trovato il bandolo della matassa dopo un venerdì problematico. Esteban Ocon resta fuori dalla top 10 pur sfruttando la scia di Fernando Alonso, eliminati anche Sebastian Vettel, Antonio Giovinazzi e George Russell. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP STATI UNITI 2021: LECLERC PIAZZA L’ACUTO IN Q1

La prima manche di qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti – diciassettesimo round del mondiale 2021 di Formula 1 – va in archivio nel segno della Ferrari di Charles Leclerc, il monegasco realizza il miglior tempo in 1’34″153 e comanda la classifica precedendo le Red Bull di Max Verstappen e Sergio Perez, le McLaren di Daniel Ricciardo e Lando Norris, l’altra Rossa di Carlos Sainz, l’AlphaTauri di Pierre Gasly e le Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. I primi nove sono racchiusi in 437 millesimi, attendiamoci i fuochi d’artificio per la pole position che oggi sembra alla portata di parecchi, non solo dei soliti noti. Fuori dalla Q2 le Haas di Nikita Mazepin e Mick Schumacher e questo lo davamo per scontato, anche l’esclusione di Nicholas Latifi non fa particolarmente notizia così come quella di Kimi Raikkonen (che 4 anni fa trionfò per l’ultima volta in carriera) mentre ci aspettavamo qualcosa in più da Lance Stroll: papà Lawrence non sarà affatto contento del rendimento di suo figlio… {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP STATI UNITI 2021: LA McLAREN VOLA CON RICCIARDO

La McLaren vola con Daniel Ricciardo che nella prima manche di qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti – diciassettessimo appuntamento del mondiale 2021 di Formula 1 – sta andando più forte persino delle Red Bull di Max Verstappen e Sergio Perez, nonché delle Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Il terzo tempo di Lando Norris è un ulteriore campanello d’allarme per la Ferrari con Carlos Sainz che nel suo primo tentativo non è andato oltre la quarta posizione, ancora più indietro Charles Leclerc che occupa la nona posizione, alle spalle dell’AlphaTauri di Pierre Gasly. Per entrambi i ferraristi non dovrebbero esserci comunque grossi problemi a superare la Q1 mentre invece faranno molta più fatica i due piloti della Haas, Mick Schumacher e Nikita Mazepin, anche se il figlio di Michael due settimane fa in Turchia aveva compiuto una piccola grande impresa entrando in Q2. In difficoltà l’Alpine con Esteban Ocon e Fernando Alonso nelle retrovie così come Nicholas Latifi. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP STATI UNITI 2021: CACCIA ALLA POLE POSITION!

Siamo pronti a seguire le qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti, diciassettesimo round del mondiale 2021 di Formula 1. Chi conquisterà la pole position ad Austin? Se dobbiamo basarci sui risultati delle prove libere, oggi potrebbe essere la volta buona per Sergio Perez, il più veloce di tutti nella seconda e terza sessione. In questa fase del campionato il messicano può dare una grossa mano sia a Max Verstappen nella lotta per il titolo piloti che alla Red Bull in chiave costruttori, togliendo punti pesantissimi alla Mercedes e a Lewis Hamilton. Si preannuncia una battaglia serratissima, sul filo dei millesimi, e ci auguriamo che possa inserirsi in qualche modo la Ferrari, galvanizzata dalla nuova power unit che ha fatto guadagnare diversi chilometri orari di velocità a Charles Leclerc e Carlos Sainz. La terza fila è un obiettivo più che fattibile per la Scuderia di Maranello che dovrà vedersela con la McLaren. Difficilmente sarà battuto il record della pista, il caldo e gli avvallamenti che a inizio ottobre avevano dato parecchio fastidio ai piloti della MotoGp rallentano le macchine, l’1’32”029 di Valtteri Bottas dovrebbe essere al sicuro. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE E FP3 GP STATI UNITI 2021: PEREZ SI CONFERMA AL TOP

Bandiera a scacchi, termina qui la terza sessione di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti – diciassettesimo appuntamento del mondiale 2021 di Formula 1 – con Sergio Perez che si conferma al top girando in 1’34”701. Ottime notizie per la Ferrari con Carlos Sainz che si piazza in seconda posizione a un solo decimo di ritardo dal messicano, un po’ più indietro Charles Leclerc solo nono, il monegasco è stato rallentato dal traffico che gli ha impedito di trovare la pista libera per tutto il giro. Restano alla finestra i due protagonisti nella corsa al titolo iridato: Max Verstappen si è accontentato del terzo posto, sesto Lewis Hamilton sopravanzato pure dal connazionale Lando Norris e dal suo compagno di box Valtteri Bottas. Daniel Ricciardo, Pierre Gasly ed Esteban Ocon completano la top 10. Classifica comunque “viziata” dai tanti tempi cancellati per il mancato rispetto dei track limit che potrebbero condizionare anche il risultato delle qualifiche. Nelle retrovie Fernando Alonso che al pari di Sebastian Vettel e George Russell sostituirà tutte – o quasi – le componenti della power unit e quindi per l’asturiano non ha molto senso spingere più di tanto e concentrarsi invece sui long run. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE E FP3 GP STATI UNITI 2021: SAINZ FA IL MIGLIOR TEMPO

Se nella giornata di ieri era stata la Mercedes a impressionare per le prestazioni sia sul giro secco che sul passo gara, oggi è la Red Bull è lanciare un segnale ai rivali. Max Verstappen si è fatto un po’ desiderare ma alla fine è sceso in pista anche lui facendo segnare un tempo di 1’34”912, primo a scendere sotto l’1’35”. Sergio Perez si piazza alle spalle del suo compagno di squadra per poi essere scavalcato da Valtteri Bottas che si porta a ridosso dell’olandese con un nuovo set di gomme soft. Con il passare dei minuti il maggior grip consente ai piloti di Formula 1 di abbassare i loro riferimenti, cosa che riesce benissimo ad esempio a Carlos Sainz che ferma il cronometro in 1’34”805. Ferrari che si conferma in netta ripresa grazie alla nuova power unit introdotta in occasione del Gran Premio di Turchia, la Scuderia di Maranello da qui a fine campionato può dare parecchio filo da torcere alla McLaren nella lotta per il terzo posto del mondiale costruttori. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE E FP3 GP STATI UNITI 2021: I BIG SI SCALDANO

I big cominciano a scaldarsi nella terza sessione di prove libere in corso ad Austin dove domani si correrà il Gran Premio degli Stati Uniti, diciassettesimo round del mondiale 2021 di Formula 1. Lewis Hamilton alza l’asticella in 1’35”814 ma non abbastanza visto che meglio di lui fanno Charles Leclerc, Sergio Perez e Valtteri Bottas che realizza la miglior prestazione in 1’35”556, peccato che il tempo gli venga cancellato per violazione dei track limit. Max Verstappen se la prende comoda, il leader del campionato è stato tra gli ultimi a uscire dai box e non sembra avere particolare fretta. Evidentemente in casa Red Bull qualcuno deve avergli detto di darsi una bella calmata dopo il litigio in pista con il sette volte iridato che non gli ha lasciato strada e per tutta risposta l’olandese gli ha mostrato il dito medio in mondovisione. Per adesso le Ferrari sono davanti alle McLaren con Ricciardo e Norris che si trovano subito dietro a Sainz. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1, QUALIFICHE GP STATI UNITI 2021: VIA ALLA FP3!

Da qualche minuto è cominciato sul COTA di Austin il terzo e ultimo turno di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti, diciassettesimo appuntamento della stagione 2021 di Formula 1. Anche oggi fa molto caldo, la temperatura dell’aria è di poco inferiore ai 30 gradi e l’asfalto durante le qualifiche sarà bollente se non arriverà qualche nuvola a coprire il sole che in questo momento splende sul tracciato texano. Il primo a scendere in pista e a rompere il silenzio è Sebastian Vettel che sfreccia sui saliscendi alla guida dell’Aston Martin, una delle più grandi delusioni di questo campionato. Nel 2020 la scuderia di Lawrence Stroll – che si chiamava ancora Racing Point – arrivò a conquistare diversi podi e a vincere addirittura una gara nel deserto di Sakhir con Sergio Perez, quest’anno però non c’è stato il definitivo salto di qualità tanto atteso e ora si spera nei nuovi regolamenti che rivoluzioneranno le macchine per un rimescolamento delle carte. A patto che non succeda come nel 2009 quando Ross Brawn si inventò dal nulla il doppio diffusore per far vincere il mondiale a Jenson Button – all’epoca un’eterna promessa – e soprattutto dal 2014 in poi con la Mercedes a dettare legge nell’era delle power unit turbo ibride. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA FORMULA 1: IL GIORNO DELLE QUALIFICHE

La diretta Formula 1 è di nuovo protagonista: grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio degli Usa 2021 sul circuito di Austin, sede del diciassettesimo Gp del Mondiale di quest’anno, appuntamento naturalmente importante per un duello iridato che si fa sempre più intenso tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, che al momento precede di 6 punti il campione in carica. Intanto, per prima cosa è doveroso dare tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi la diretta Formula 1 delle sessioni di oggi, sabato 23 ottobre 2021, sul Circuit of the Americas che sorge nei pressi di Austin e che torna protagonista dopo l’assenza nel 2020 per la pandemia di Coronavirus.

Le sette ore di fuso orario fra l’Italia e la città del Texas logicamente si faranno sentire, attenzione però perché tutto si svolgerà più tardi rispetto a venerdì e domenica. Come di consueto il sabato comincerà con la terza e ultima sessione di prove libere FP3: l’appuntamento sarà alle ore 20.00 italiane (le 13.00 locali) per quelli che saranno gli ultimi 60 minuti a disposizione prima della sessione di prove ufficiali che determinerà la composizione della griglia di partenza e chi sarà a scattare dalla pole position domani. Per questa decisiva sessione delle qualifiche l’appuntamento sarà alle ore 23.00, cioè le 16.00 locali di Austin.

DIRETTA FORMULA 1, LE PROVE LIBERE

Le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti – diciassettesimo appuntamento della stagione 2021 di Formula 1 – che sono state caratterizzate da temperature elevate e un asfalto molto sconnesso, faranno parlare di sé non tanto per le migliori prestazioni di Valtteri Bottas – al mattino – e di Sergio Perez – al pomeriggio – quanto per il nuovo capitolo della sfida tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Durante la FP2 il pilota olandese ha “provocato” il sette volte campione del mondo provando a superarlo durante il giro di lancio. Il britannico non lo ha fatto passare e i due hanno affrontato fianco a fianco il rettilineo principale della pista di Austin con la macchina numero 44 che ha tirato la staccata alla Red Bull numero 77. Un gesto che ha fatto arrabbiare non poco il figlio di Jos che via radio non si è fatto di certo problemi a dare dell’idiota al suo acerrimo rivale, l’ingegnere gli ha risposto di ignorarlo e così lui lo ha lasciato andare, dopo avergli mostrato il dito medio in segno di “amicizia”. Se al venerdì il clima è questo, chissà cosa accadrà domenica in gara, soprattutto se partiranno l’uno accanto all’altro.

Screzi e dispetti che rendono incandescente il weekend ancor prima delle qualifiche che assegneranno la pole position. Tornando all’aspetto puramente agonistico, la Mercedes sembra avere qualcosa di più, anche grazie a una mappatura più aggressiva della power unit a discapito dell’affidabilità, considerando che Bottas dovrà nuovamente cambiare il motore endotermico e quindi sconterà almeno 5 posizioni di penalità sulla griglia di partenza. Ma arrivati a questo punto Toto Wolff non è più propenso ad andare al risparmio ed è pronto a tirare il collo alle sue creature. Per il terzo posto del campionato costruttori, la Ferrari sembra messa piuttosto bene sebbene nel pomeriggio texano la McLaren ha rialzato la testa con il secondo tempo assoluto di Lando Norris e il quinto di Daniel Ricciardo, pronti a inserirsi nelle primissime file. In difficoltà l’AlphaTauri con Pierre Gasly e Yuki Tsunoda lontani dalla top 10, non se la passano molto meglio le vecchie glorie: Fernando Alonso ha cominciato la giornata con un problema idraulico e l’ha chiusa con un testacoda, fortunatamente senza distruggere la sua Alpine; Kimi Raikkonen è stato costantemente più lento di Antonio Giovinazzi; Sebastian Vettel non ha neanche provato a spingere più di tanto, visto che in ogni caso partirà dal fondo dello schieramento per aver sostituito quasi tutte le componenti della power unit.

DIRETTA FORMULA 1: LA STORIA DEL GP USA

In attesa di buttarci sull’attualità della diretta Formula 1, andiamo a ripercorrere in breve la ricca ma tormentata storia del Circus negli Stati Uniti. Una storia a dir poco complicata, tenetevi forte perché ne sono successe di tutti i colori: nel 1950 nacque il Mondiale e fu inserita in calendario la 500 Miglia di Indianapolis, gara però completamente diversa dagli altri Gran Premi tanto che rimase sostanzialmente un corpo estraneo e fu tolta dal calendario iridato dopo l’edizione del 1960. Nel frattempo, già dal 1959 fu introdotto un Gran Premio degli Usa su un circuito adatto alle monoposto di Formula 1, che nel primo anno fu Sebring, nel 1960 Riverside e a partire dal 1961 Watkins Glen, che divenne un appuntamento fisso per molti anni.

Nel 1976 si decise di raddoppiare le gare negli Usa: Watkins Glen (vicina a New York) ospitò così il Gran Premio degli Stati Uniti-Est, mentre nella californiana Long Beach fu introdotto il Gran Premio degli Stati Uniti-Ovest, che si disputò fino al 1983. Nel frattempo a Watkins Glen si corse fino al 1980, poi la gara saltò per un anno a causa di problemi economici e tornò nel 1982 a Detroit, dove si corse fino al 1988, dal 1984 con la denominazione di Gran Premio di Detroit, perché non c’era più la gara a Long Beach. Nel 1981 e nel 1982 ci fu addirittura un altro appuntamento in terra americana, il Gran Premio di Las Vegas nell’immenso parcheggio del celeberrimo hotel Caesars Palace. Nel 1984 invece alla gara di Detroit fu affiancato un Gran Premio che si disputò a Dallas, ma che rimase un atto unico.

HAMILTON LEADER NELL’ALBO D’ORO AD AUSTIN

Dal 1989 al 1991 Phoenix sostituì Detroit, sull’ennesimo tracciato cittadino ed estemporaneo. Ma continuava a mancare il seguito di pubblico, così la Formula 1 abbandonò gli States dal 1992 al 1999. Il Gran Premio degli Usa rientrò in calendario nel 2000 con il ritorno ad Indianapolis su un tracciato che sfruttava solo in parte il mitico Ovale: luogo mitico, ma ancora una volta una soluzione “ibrida”, che durò per otto edizioni fino al 2007, poi una nuova pausa fino al 2012, quando finalmente è arrivato un circuito permanente come Austin che infatti sta finalmente avendo continuità, come in passato era riuscito solo a Watkins Glen.

Nelle otto edizioni disputate in Texas prima del Covid, abbiamo avuto ben cinque vittorie di Lewis Hamilton (2012, 2014, 2015, 2016 e 2017), che dunque ha un feeling straordinario con il Circuit of the Americas, senza dimenticare che il pilota Mercedes aveva già vinto l’ultima edizione disputata ad Indianapolis. Le eccezioni ad Austin sono il successo di Sebastian Vettel nel 2013 con la Red Bull, quello di Kimi Raikkonen nel 2018 alla guida della sua Ferrari ed infine la vittoria di Valtteri Bottas nel 2019 davanti a Hamilton, che però due anni fa aveva già in tasca il titolo al momento della gara nel Texas. L’anno prossimo la Formula 1 correrà anche a Miami, ma l’attualità si impone. Per scoprire come si posizioneranno i protagonisti più attesi sulla griglia di partenza di questa gara, non c’è niente di meglio che cedere la parola alla pista e al cronometro per ammirare chi saprà fare meglio sulle curve del Circuit of the Americas. Allora mettiamoci comodi: la diretta Formula 1 delle qualifiche e della FP3 del Gran Premio degli Usa 2021 ad Austin sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA