Diretta/ Giro d’Italia 2022: Stefano Oldani ha vinto la 12^ tappa! Lorenzo Rota è 2°!

- Mauro Mantegazza

Diretta Giro d’Italia 2022 streaming video Rai, percorso e orario della 12^ tappa Parma-Genova di 204 km, per attaccanti (oggi giovedì 19 maggio).

Oldani Giro d'Italia
Stefano Oldani (qui ancora alla Lotto), vincitore della 12^ tappa del Giro d'Italia

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2022, STEFANO OLDANI HA VINTO LA 12^ TAPPA!

Stefano Oldani ha vinto la dodicesima tappa Parma-Genova del Giro d’Italia 2022 davanti a Lorenzo Rota e l’olandese Gijs Leemreize, quindi possiamo festeggiare il secondo successo italiano consecutivo in questo Giro d’Italia che finalmente ci sorride. Il milanese Stefano Oldani, classe 1998 della Alpecin-Fenix, ha trionfato in via XX Settembre a Genova davanti al bergamasco Lorenzo Rota della Intermarché-Wanty-Gobert in una volata di fatto tutta italiana, con l’olandese Leemreize al terzo posto, ma battuto più nettamente. Quarto posto per Bauke Mollema, che ha vinto la volata del primo gruppo inseguitore.

Come avevamo già descritto, il finale è stato una lotta fra il terzetto di testa formato da Lorenzo Rota, Stefano Oldani e l’olandese Gijs Leemreize e il quartetto di inseguitori Wilco Kelderman (che si avvicinerà molto alla top 10 di una classifica immutata), Lucas Hamilton, Bauke Mollema e Santiago Buitrago, sui quali nessuno degli altri componenti della fuga è più riuscito a rientrare. Anche per il quartetto tuttavia non c’è stato nulla da fare, così nell’ultimo chilometro i tre si sono giocati la vittoria, per tutti sarebbe stata la prima da professionisti: si sono viste anche furbizie come una curva che l’olandese ha finto di sbagliare per lanciarsi all’attacco, poi anche un po’ di surplace e infine se la sono giocata i due italiani, con successo di Oldani davanti a Rota. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ROTA E OLDANI IN TESTA!

Lorenzo Rota, Stefano Oldani e l’olandese Gijs Leemreize sono al comando della dodicesima tappa Parma-Genova quando la diretta del Giro d’Italia 2022 è definitivamente entrata nel vivo. Lorenzo Rota ha infiammato la corsa scattando sulla salita della Colletta e passando per primo da solo in vetta al Gran Premio della Montagna, poi è stato raggiunto da Oldani e Leemreize, i tre stanno andando di comune accordo e hanno già superato anche l’ultimo GPM del Valico di Trensasco, dove Rota è passato nuovamente in prima posizione. Il bergamasco della Intermarché potrebbe fare un pensiero alla lotta per la maglia azzurra? Vedremo nei prossimi giorni, ma di certo adesso l’obiettivo è un altro per tutti questi attaccanti, cioè la vittoria di tappa.

La fuga è esplosa, le due salite hanno fatto selezione e gli inseguitori più pericolosi per la testa della corsa sono adesso Wilco Kelderman, Lucas Hamilton, Bauke Mollema e Santiago Buitrago, mentre probabilmente tutti gli altri – compreso Mathieu Van der Poel che però sta facendo una grande discesa per recuperare – potrebbero essere ormai tagliati fuori. Tre al comando, quattro all’inseguimento, gli altri più attardati, compreso Valerio Conti, vittima di una caduta. Dal gruppo della maglia rosa invece nulla da segnalare, per i big oggi dovrebbe essere una giornata tranquilla e il ritardo è ormai superiore ai sette minuti dalla testa della corsa. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2022, STREAMING VIDEO E RAI 2: COME SEGUIRE LA 12^ TAPPA

La diretta tv del Giro d’Italia 2022 sarà come da tradizione molto ampia, grazie all’eccellente copertura garantita dalla Rai e pure da Eurosport per i suoi abbonati. Priorità alla Tv di Stato che ha naturalmente il vantaggio di essere in chiaro per tutti: oggi la copertura della dodicesima tappa Parma-Genova sarà garantita da Rai 2 fin dalle ore 14.00, preceduta dalle trasmissioni del mattino e dalla prima parte della diretta su Rai Sport + HD, che poi passerà la linea appunto a Rai Due per il collegamento che durerà fino al Processo alla Tappa con commenti ed interviste dopo l’arrivo.

Discorso molto simile per quanto riguarda Eurosport, che seguirà la diretta Giro d’Italia 2022 con una copertura davvero ampia in tutte le frazioni della Corsa Rosa, dall’Ungheria a Verona. Doppia possibilità anche per la diretta streaming video del Giro d’Italia 2022, garantita a tutti tramite Rai Play oppure agli abbonati con il servizio garantito da Eurosport Player. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Corsa Rosa: il sito www.giroditalia.it, la pagina Facebook Giro d’Italia e il profilo Twitter @giroditalia. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO DEL GIRO D’ITALIA 2022 SU RAI PLAY

L’OMAGGIO A WEYLANDT

Nella diretta del Giro d’Italia 2022 ci sembra doveroso parlare innanzitutto dell’omaggio che la Corsa Rosa ha reso alla stele che ricorda Wouter Weylandt nel punto della sua fatale caduta nella discesa dal Passo del Bocco. Tra i fuggitivi non c’è più Jasha Sutterlin della Bahrain-Victorious, che è stato richiamato per lavorare per il suo capitano Mikel Landa. Di conseguenza, davanti restano 24 attaccanti: Mathieu Van der Poel, Stefano Oldani e Oscar Riesebeek (Alpecin-Fenix), Andrea Vendrame (AG2R), Valerio Conti (Astana Qazaqstan), Santiago Buitrago (Bahrain-Victorious), Wilco Kelderman (Bora-Hansgrohe), Simone Consonni (Cofidis), Magnus Cort (EF-EasyPost), Vincenzo Albanese (EOLO-Kometa), Lorenzo Rota e Rein Taaramae (Intermarché-Wanty-Gobert), Pascal Eenkhoorn e Gijs Leemreize (Jumbo-Visma), Michael Schwarzmann (Lotto-Soudal), Will Barta (Movistar), Davide Ballerini (Quick Step), Lucas Hamilton e Matteo Sobrero (Bike Exchange-Jayco), Nico Denz (Team DSM), Bauke Mollema (Trek-Segafredo), Luca Covili e Davide Gabburo (Bardiani-CSF-Faizané) ed Edoardo Zardini (Drone Hopper-Androni Giocattoli).

Possiamo notare che Stefano Oldani è passato per primo allo sprint intermedio di Ferrada, seguito da Bauke Mollema e Vincenzo Albanese, mentre in gruppo a fare il ritmo è soprattutto la Trek-Segafredo della maglia rosa Juan Pedro Lopez, in particolare con Jacopo Mosca, che ha il compito soprattuto di gestire la situazione, considerato che tra i fuggitivi c’è anche Wilco Kelderman. Siamo a poco più di 60 km dall’arrivo di Genova e il vantaggio della testa della corsa è di circa cinque minuti: la situazione va bene a tutti, ma in testa sicuramente presto scoppierà la bagarre per conquistare la vittoria di tappa, che fa gola a molti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

25 UOMINI AL COMANDO!

Finalmente è partita la fuga, la diretta Giro d’Italia 2022 per l’odierna dodicesima tappa Parma-Genova vede ora alla testa della corsa ben 25 corridori, molti dei quali sono nomi eccellenti: Mathieu Van der Poel, Stefano Oldani e Oscar Riesebeek (Alpecin-Fenix), Andrea Vendrame (AG2R), Valerio Conti (Astana Qazaqstan), Santiago Buitrago e Jasha Sutterlin (Bahrain-Victorious), Wilco Kelderman (Bora-Hansgrohe), Simone Consonni (Cofidis), Magnus Cort (EF-EasyPost), Vincenzo Albanese (EOLO-Kometa), Lorenzo Rota e Rein Taaramae (Intermarché-Wanty-Gobert), Pascal Eenkhoorn e Gijs Leemreize (Jumbo-Visma), Michael Schwarzmann (Lotto-Soudal), Will Barta (Movistar), Davide Ballerini (Quick Step), Lucas Hamilton e Matteo Sobrero (Bike Exchange-Jayco), Nico Denz (Team DSM) e Bauke Mollema (Trek-Segafredo).

Con questi saremmo a 22, ma ci sono anche tre inseguitori che sono riusciti a rientrare: Luca Covili e Davide Gabburo (Bardiani-CSF-Faizané) ed Edoardo Zardini (Drone Hopper-Androni Giocattoli). Undici di loro sono italiani, da notare che ci sono davanti corridori di caratteristiche diverse: alcuni dovranno cercare di fare la differenza in salita, altri dovranno invece resistere per poi giocarsi le possibilità nel finale pianeggiante. Il ritardo del gruppo si aggira attorno ai quattro minuti e mezzo, di conseguenza ormai la fuga ha avuto il via libera e saranno questi 25 attaccanti a giocarsi il successo di tappa a Genova. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TUTTI VOGLIONO LA FUGA!

Bagarre a ritmo altissimo nella prima fase della diretta Giro d’Italia 2022 per l’odierna dodicesima tappa Parma-Genova. Sono in tanti infatti ad avere l’obiettivo di andare in fuga, di conseguenza i tentativi sono tanti ma numerosi sono pure coloro che lavorano per annullarli se la composizione non è quella desiderata. Molto attivi anche diversi corridori italiani: ci hanno provato ad esempio Alessandro De Marchi e Matteo Sobrero, Stefano Oldani e Alessandro Covi e ancora Edoardo Affini e Davide Ballerini, giusto per citare alcuni degli attaccanti più determinati, ma che per il momento non hanno ancora avuto fortuna.

Tra le squadre più attive c’è senza dubbio anche l’Alpecin-Fenix di Mathieu van der Poel, che potrebbe mettere nel mirino anche questa tappa. Di certo invece nulla da fare per Caleb Ewan, che stamattina non è partito: sappiamo che l’australiano non stava molto bene, di conseguenza il suo programmato addio al Giro d’Italia 2022 è arrivato con un paio di giorni d’anticipo rispetto al previsto. Proprio in questi istanti si sta formando un tentativo di fuga abbastanza folto, vedremo se sarà la volta buona… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Tutto è pronto per dare il via alla diretta della dodicesima tappa Parma-Genova del Giro d’Italia 2022, che avrà due tragedie da onorare, cioè quella del crollo del Ponte Morandi e la morte di Wouter Weylandt al Giro d’Italia 2011, dal momento che oggi la Corsa Rosa tornerà ad affrontare il Passo del Bocco, nella cui discesa trovò la morte il corridore belga allora alla Leopard-Trek. L’anno precedente Wouter Weylandt correva ancora per la Quick Step e aveva vinto la terza tappa del Giro d’Italia a Middelburg, dal momento che quella edizione era partita dall’Olanda; nel 2011 invece proprio la terza tappa gli fu fatale. Il numero di Wouter Weylandt era il 108, che fu ritirato dagli organizzatori di RCS Sport e adesso più nessuno porta al Giro d’Italia.

Naturalmente ancora più nota è la vicenda del crollo del Ponte Morandi, che il 14 agosto 2018 causò 43 morti, una ferita gravissima per la città di Genova, che oggi onora i caduti ma vuole anche provare a guardare avanti, celebrando la nascita del nuovo viadotto Genova San Giorgio. Adesso però diamo spazio ai protagonisti di oggi: la dodicesima tappa del Giro d’Italia 2022 comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA DAINESE

In attesa della diretta del Giro d’Italia 2022 di oggi, dobbiamo naturalmente ancora celebrare Alberto Dainese, autore di una meravigliosa vittoria con rimonta nella volata di Reggio Emilia, un gesto tecnico di notevole spessore con il quale il giovane sprinter veneto classe 1998 si è messo alle spalle tutti i migliori velocisti del Giro d’Italia. Alberto Dainese ha colto ieri pomeriggio la sua prima vittoria in carriera al Giro d’Italia, cioè la corsa che lo ha fatto innamorare del ciclismo, che è anche il primo successo italiano in questa edizione della Corsa Rosa, impresa che naturalmente ha reso ancora più significativo il suo successo.

Pochi secondi dopo aver attraversato il traguardo, il vincitore di tappa aveva dichiarato: “Vincere così vicino a casa e farlo al Giro d’Italia è incredibile. Stamattina (ieri, ndR) il nostro piano iniziale era portare allo sprint Cees Bol ma le cose sono andate diversamente”. In volata Alberto Dainese ha avuto un ultimo uomo speciale: “E’ pazzesco vedere Romain Bardet, terzo in classifica generale, lavorare per me nel finale ed è meraviglioso vincere una tappa al Giro d’Italia!”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Mentre aspettiamo il via alla diretta della dodicesima tappa del Giro d’Italia 2022, possiamo ricordare un paio di precedenti. Innanzitutto, l’ultima volta del Giro a Genova: era il 2015 e nel capoluogo della Liguria arrivò la seconda tappa di quella Corsa Rosa, che era partita da Albenga e fu vinta in volata dal nostro Elia Viviani davanti all’olandese Moreno Hofland e al tedesco André Greipel. Viviani era allora al Team Sky, quest’anno è tornato in Ineos Grenadiers ma la formazione britannica non l’ha selezionato per il Giro d’Italia 2022, puntando tutto su uomini al servizio del capitano Richard Carapaz per la classifica generale.

La dodicesima tappa della scorsa edizione invece era la Siena-Bagno di Romagna, che dunque arrivava in Emilia Romagna da dove invece oggi si partirà da Parma verso la Liguria: era giovedì 20 maggio, il ricordo è dolcissimo per Andrea Vendrame che coronò la fuga di giornata vincendo in 5h43’48” con una volata a due davanti all’australiano Chris Hamilton, mentre al terzo posto arrivò il neozelandese George Bennett davanti a Gianluca Brambilla. Chi farà festa oggi a Genova? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TAPPA CON TANTE DIFFICOLTÀ!

La diretta Giro d’Italia 2022 oggi, giovedì 19 maggio, con la sua dodicesima tappa Parma-Genova di 204 km proporrà la seconda frazione consecutiva oltre i 200 km, ma rispetto alla tappa completamente pianeggiante di ieri verso Reggio Emilia con la bella vittoria di Alberto Dainese, stavolta ci saranno varie difficoltà da affrontare per andare da Parma a Genova, due delle tante grandi città toccate dal Giro d’Italia 2022, edizione più “urbana” del solito e che dunque ha saputo catalizzare l’interesse anche delle amministrazioni delle grandi città. A Genova si onorerà la memoria dei morti nella tragedia del ponte Morandi e questa è una tradizione consolidata per la Corsa Rosa, che spesso aiuta a ricordare i fatti di storia del nostro Paese.

Dal punto di vista tecnico, per passare dall’Emilia Romagna alla Liguria bisognerà naturalmente superare gli Appennini, ci saranno tre GPM da affrontare nel corso di una tappa non difficilissima ma che dovrebbe tagliare fuori i velocisti, probabilmente sarà perfetta per una fuga da lontano in “stile Potenza” che sarebbe gradita anche dagli uomini di classifica, i quali non dovrebbero muoversi oggi, salvo imprevisti. Tutto questo premesso, andiamo allora a scoprire le informazioni utili per seguire la diretta Giro d’Italia 2022 in questa dodicesima tappa Parma-Genova.

DIRETTA GIRO D’ITALIA 2022: PERCORSO 12^ TAPPA

La diretta Giro d’Italia 2022 ci riserverà oggi una frazione stuzzicante, non particolarmente difficile ma che merita comunque un approfondimento in maggiore dettaglio sul percorso della odierna dodicesima tappa Parma-Genova, che si svilupperà evidentemente tra l’Emilia Romagna e la Liguria toccando appunto le province di Parma e Genova. La partenza avrà luogo da Parma alle ore 12.05 in considerazione del percorso molto lungo e di media difficoltà. La prima parte della tappa potrebbe essere definita come una leggerissima salita risalendo il corso del Taro, con traguardo volante a Borgo Val di Taro al km 56,9 e il Passo del Bocco per entrare in Liguria, salita che diventa leggermente più impegnativa solo nell’ultimo tratto prima del GPM di terza categoria al km 97,6. Potrebbe essere più ostica la discesa, che onorerà la memoria di Wouter Weylandt, morto nella terza tappa del Giro d’Italia 2011 proprio per una caduta lungo la discesa del Passo del Bocco.

Le principali difficoltà saranno nell’entroterra genovese, dove la tappa dopo il secondo traguardo volante a Ferrada (km 134,9) affronterà altri due Gran Premi della montagna di terza categoria, cioè la salita di La Colletta al km 151,7 e poi il Valico di Trensasco al km 173,4, ascesa di 4,3 km con pendenza media all’8% e punte di pendenza massima al 12%, che sarà la maggiore difficoltà di giornata. Si entrerà poi in Genova percorrendo l’autostrada e il nuovo Ponte di San Giorgio prima di uscire a Genova Ovest e imboccare la Sopraelevata Aldo Moro. Gli ultimi 2 km verso l’arrivo di Genova saranno nel cuore della città, con una sola curva e una leggerissima ascesa al 2%.





© RIPRODUZIONE RISERVATA