DIRETTA/ Inter Cagliari (risultato finale 4-1) Rai: Ranocchia cala il poker!

- Claudio Franceschini

Diretta Inter Cagliari streaming video Rai: formazioni, quote e risultato live della partita che si gioca a San Siro, valida per gli ottavi di finale della Coppa Italia.

Candreva Luca Pellegrini Inter Cagliari lapresse 2020
Diretta Inter Cagliari, ottavi Coppa Italia (Foto LaPresse)

DIRETTA INTER CAGLIARI (RISULTATO FINALE 4-1): TRIPLICE FISCHIO

Allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano l’Inter batte il Cagliari per 4 a 1. Nel primo tempo i nerazzurri passano subito in vantaggio al 1′ con Lukaku e raddoppiano al 22′ con Borja Valero. Nel secondo tempo lo stesso Lukaku mette a segno la doppietta personale al 49′ e gli ospiti sardi tornano a farsi vedere con il palo colpito da Nainggolan al 68′. I rossoblu vanno poi a segno con Oliva, su assist di Cerri, al 72′, ma ci pensa Ranocchia, con un colpo di testa sul calcio d’angolo battuto da Biraghi, ad aumentare ulteriormente il distacco prima che Biraghi e Barella sfiorino altre due reti tra l’87’ ed il 90’+2′. Inutile lo spunto del neo entrato Joao Pedro al 90’+3′ sul fronte opposto. Grazie alla vittoria conquistata quest’oggi l’Inter accede ai quarti di finale di Coppa Italia, dove affronterà la vincente della sfida tra Atalanta e Fiorentina di domani sera, mentre il Cagliari viene eliminato dal torneo. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Inter Cagliari verrà trasmessa su Rai Uno, e dunque come sempre sarà un appuntamento in chiaro per tutti: la partita di Coppa Italia potrà essere seguita in alta definizione laddove possibile, ma anche attraverso il sito www.raiplay.it con l’ormai consueto servizio di diretta streaming video, che non comporta costi aggiuntivi e sarà attivabile da tutti tramite l’utilizzo di dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone. CLICCA QUI PER LO STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Inter e Cagliari, il punteggio è ora di 3 a 1. I lombardi sembrano togliere un po’ il piede dall’acceleratore dopo aver segnato il terzo gol della loro serata ed i rossoblu sardi ne approfittano per guadagnare campo ed affacciarsi in avanti come quando Nainggolan, al 68′, centra un palo con un pericoloso tiro dalla distanza. Gli ospiti di mister Maran insistono ed i loro sforzi vengono premiati al 72′ dalla rete messa a segno da Oliva, capitalizzando il preciso assist smarcante di tacco da parte di Cerri. Tutti e due gli allenatoi hanno esaurito le sostituzioni a disposizione con il Cagliari che cerca di gettare il cuore oltre l’ostacolo con gli ingressi di Joao Pedro e Birsa. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Inter e Cagliari è ora di 3 a 0. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato con l’ingresso di Marko Rog al posto di Lucas Castro tra le fila degli uomini allenati dal tecnico Maran, il ritmo della squadra allenata da mister Antonio Conte non sembra accennare a subire nuovi cali ed i nerazzurri trovano pure il gol del tris con la doppietta firmata dal belga Lukaku al 49′, questa volta colpendo regolarmente di testa sul cross dalla destra di Barella e dopo il calcio d’angolo battuto rapidamente da Lazaro. I sardi tentano di difendersi come riescono senza mai proporre alcuna sortita offensiva per impensierire in qualche modo la difesa di casa, quest’ultima sempre attenta con Godin. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Inter e Cagliari sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sul 2 a 0. I nerazzurri di mister Conte passano in vantaggio al 1′, precisamente dopo 23 secondi dal fischio d’avvio dell’arbitro, con Lukaku e raddoppiano al 22′ con Borja Valero, su assist di Barella, dopo essersi anche visti annullare un gol per fuorigioco. I sardi del tecnico Maran si salvano poi sul tocco di mano di Lykogiannis non sanzionato dal VAR ed i padroni di casa sprecano le loro chances di siglare anche il gol del tris con i tiri imprecisi di Brozovic e Lukaku. Ai microfoni di Rai Sport l’autore del raddoppio Borja Valero ha commentato: “Sì era quello che volevamo fare fin dall’inizio, pressare alti, dobbiamo continuare su questo ritmo. Seconda giovinezza con Conte? Io ho aspettato la mia occasione e provo a sfruttarla.” Fino a questo momento il direttore di gara Daniele Chiffi, proveniente dalla sezione di Padova, non ha estratto alcun tipo di cartellino nei confronti dei due allenatori e dei calciatori scesi in campo dall’inizio del match. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Passata da qualche istante la mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Inter e Cagliari è cambiato di nuovo ed è di 2 a 0. Dopo il vantaggio immediato siglato da Lukaku, il belga si vede poi negare la doppietta personale all’11’ per un fuorigioco confermato dal VAR. I rossoblu sardi faticano a guadagnare campo ed i milanesi insistono in cerca del raddoppio fino ad andare a segno con lo spagnolo Borja Valero al 22′, intelligente nell’approfittare del cross di Barella dalla destra non deviato di tacco da Lukaku davanti al compagno. Al 29′ il VAR consiglia il direttore di gara di far proseguire il gioco nonostante un tocco di mano commesso da un difensore ospite appena dentro la propria area di rigore su un lancio dalla destra soltanto provato da Lazaro. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

A Milano la partita valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia tra Inter e Cagliari è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è già di 1 a 0. Negli istanti iniziali dell’incontro di questa sera la strada si mette subito in salita per i rossoblu di mister Maran dato che i nerazzurri passano immediatamente in vantaggio al 1′ grazie alla rete messa a segno da Lukaku, bravissimo ad approfittare dell’errato retropassaggio di Nandez ed a superare l’estremo difensore Olsen senza farsi intimidire dal pressing dei difensori avversari. La squadra allenata da mister Conte insiste in cerca del raddoppio ma i sardi reagiscono provando a contenere in maniera più ordinata le sortite offensive dei lombardi in questo avvio. All’11’ Lukaku si vede inoltre negare la doppietta personale quando viene fermato in fuorigioco sul cross di Dimarco, decisione questa confermata pure dal VAR dopo un confronto con l’arbitro Daniele Chiffi. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Comincia la diretta di Inter Cagliari, e tutto è pronto a San Siro dove stanno facendo il loro ingresso in campo le formazioni ufficiali del match: prima però di dare il via a questo ottavo di finale, facciamo un passo indietro nella storia. Giova infatti ricordare a tutti gli appassionati che la formazione interista è la terza squadra più titolata nella storia della Coppa Italia: per i nerazzurri ecco sette titoli (1939, 1978, 1982, 2005, 2006, 2010 e 2011) in 13 finali (l’ultima persa nel 2008 con la Roma), e pure 72 partecipazioni. Sono altri numeri per il Cagliari, che ha preso parte alla manifestazione nazionale 64 volte. I sardi inoltre non hanno mai vinto, ma hanno raggiunto la finale nell’edizione 1968-1969, vinta poi dalla Roma. Ma ora diamo la parola al campo, si gioca! INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, Ranocchia, Skriniar; Lazaro, Barella, Brozovic, Borja Valero, Dimarco; A. Sanchez, R. Lukaku. Allenatore: Antonio Conte CAGLIARI (4-3-2-1): Olsen; Fargagò, Pisacane, Walukiewicz, Lykogiannis; Nandez, Oliva, Ionita; Nainggolan, L. Castro; Cerri. Allenatore: Rolando Maran (agg Michela Colombo)

INTER E CAGLIARI, COSÌ IN CAMPIONATO

Per la diretta di Inter Cagliari di questa sera, non possiamo non tenere in considerazione il trend che i due club stanno osservando anche nel campionato di Serie A, che li pur li vede protagonisti ai più alti gradini della classifica. Come è ben noto, sotto la direzione di Antonio Conte, i nerazzurri hanno chiuso una prima parte di campionato eccezionale e pure rimangono con la Vecchia signora, i primi indiziati alla vittoria dello scudetto. In Coppa europea però ricordiamo per l’Inter la mancata qualificazione agli ottavi di Champions e la retrocessione in Europa league (che entrerà nel vivo a febbraio). Sono toni entusiasti anche per il Cagliari, che torna in campo vantando la sesta piazza della classifica di Serie A, ancora in zona Uefa. Pure però i sardi avrebbero potuto essere più avanti: nelle ultime 4 giornate la squadra rossoblu non ha incassato un solo punto e il trend deve essere al più presto invertito. (agg Michela Colombo)

I TESTA A TESTA

Eccoci a poche ore dal fischio d’inizio della diretta di Inter Cagliari, match bollente per la Coppa Italia: vediamo dunque che cosa ci può dire oggi lo storico. Come possiamo ben immaginare, siamo di fronte a un match dalla solida tradizione: dal 1964 a oggi le due formazioni si sono affrontate a viso aperto in ben 89 occasioni, ma solo sono 8 i testa a testa segnati per la Coppa Italia. In questo bilancio ristretto vale però la pena ricordare che sono i nerazzurri i favoriti, avendo fatto loro 5 vittorie: si contano poi 2 pareggi e un solo successo dei sardi. Va quindi aggiunto che risale all’edizione 2015-2016 della Coppa l’ultimo scontro dietro tra i due club: agli ottavi l’inter ebbe vita facile vincendo per 3-0 grazie ai gol di Palacio, Brozovic e Perisic. Oggi però il risultato potrebbe essere maggiormente in bilico. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Inter Cagliari, in diretta dallo stadio Giuseppe Meazza, va in scena alle ore 20:45 di martedì 14 gennaio ed è valida per gli ottavi di finale della Coppa Italia 2019-2020. Arriva l’esordio per i nerazzurri di Antonio Conte che, scottati dal pareggio interno contro l’Atalanta che ha consegnato alla Juventus il titolo di campione d’inverno, cercherà ora di prendersi una vittoria per procedere in un torneo che resta un obiettivo della società, anche se certamente minore rispetto alla possibilità di vincere lo scudetto. La stagione dell’Inter è di altissimo livello e questa sera, in partita secca, l’avversario è un Cagliari che dopo una partenza fulminante e l’ingresso in zona Champions League ha smarrito la via, arriva da quattro sconfitte consecutive e non ha segnato nelle ultime due partite, anche se ha chiuso l’andata di campionato in zona Europa League. Non ci resta dunque che vedere come andranno le cose nella diretta di Inter Cagliari; nel frattempo possiamo valutare le scelte dei due allenatori leggendo insieme le probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI INTER CAGLIARI

Ovviamente per Inter Cagliari Conte pensa al turnover: sarà confermato il 3-5-2 ma con parecchi cambi rispetto alla formazione tipo, a cominciare probabilmente dalla porta dove Padelli si prepara a sostituire Handanovic. In difesa sarà il turno di Ranocchia, presumibilmente con Skriniar (squalificato sabato) e Alessandro Bastoni; a centrocampo si rivede Lazaro a destra, sarà titolare Barella (stesso discorso di Skriniar) e in cabina di regia potrebbe essere confermato Brozovic, con Borja Valero a completare la linea che supporterà i due attaccanti. Qui il dubbio riguarda Alexis Sanchez, che ha recuperato: il cileno dovrebbe però partire dalla panchina, quindi spazio a Sebastiano Esposito al fianco di Lautaro Martinez o Politano. Nel Cagliari torna Cragno che dovrebbe occupare la porta: davanti a lui Pisacane farà coppia con Klavan mentre sugli esterni agiranno Faragò e Lykogiannis. Dunque turnover anche per Rolando Maran, che a centrocampo potrebbe lanciare il giovane Oliva al fianco del regista Cigarini, confermato al pari di Rog. Lucas Castro, già in campo sabato contro il Milan, dovrebbe avere la maglia da trequartista prendendo il posto dell’ex Nainggolan; a formare il tandem offensivo è probabile che ci sia Cerri, affiancato a Joao Pedro e dunque con Giovanni Simeone che questa volta potrebbe partire dalla panchina.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia di scommesse Snai ha fornito le quote per un pronostico su Inter Cagliari, e i nerazzurri sono ampiamente favoriti: il segno 1 che identifica la loro vittoria vi farebbe infatti guadagnare una cifra pari a 1,50 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto, mentre arriviamo ad un valore di 4,50 volte la posta con il pareggio (regolato dal segno X, e che porterebbe la partita ai tempi supplementari) e l’ipotesi del successo isolano, regolata dal segno 2, porta in dote una vincita corrispondente a 5,50 volte quanto investito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA