DIRETTA/ Inter Pisa (risultato finale 7-0) streaming video tv: il sigillo di Eriksen!

- Claudio Franceschini

Diretta Inter Pisa streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita amichevole che si gioca a San Siro il 19 settembre, continua la preparazione per Conte.

sorloth
Diretta Inter Pisa, amichevole (Foto LaPresse)

DIRETTA INTER PISA (RISULTATO FINALE 7-0): IL SIGILLO DI ERIKSEN!

C’è spazio anche per la doppietta di Eriksen nella goleada interista nell’amichevole contro il Pisa. Dopo un tentativo di Kolarov dalla distanza il danese va a segno al 29′, realizzando di testa su un cross perfettamente calibrato da D’Ambrosio. Al 33′ gran sinistro di Perisic ma si fa trovare pronto Loria, secondo portiere pisano subentrato a Perilli. Il match si chiude senza particolari altri sussulti, Inter impressionante nel primo tempo e soprattutto capace di sfruttare al meglio il gioco sulle fasce, sicuramente il Pisa dovrà partire nel prossimo campionato di Serie B con un altro piglio, mentre per Conte le premesse in vista dell’esordio del prossimo weekend in Serie A sembrano spumeggianti. (agg. di Fabio Belli)

INTER PISA IN DIRETTA STREAMING VIDEO: COME VEDERE LA PARTITA

Salvo variazioni di palinsesto, la diretta tv di Inter Pisa dovrebbe essere disponibile sui canali di Sky: dunque i possessori di un abbonamento alla televisione satellitare avranno la possibilità di seguire la partita amichevole anche tramite l’applicazione Sky Go che, senza costi aggiuntivi, fornisce il servizio di diretta streaming video che si può attivare su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Sui profili ufficiali che le due società mettono a disposizione sui social network (in particolare Facebook e Twitter) troverete invece le informazioni utili su questo test.

RITMI PIU’ BASSI

Il secondo tempo riparte senza cambi da una parte e dall’altra, l’Inter comunque continua a spingere e al 4′ Perisic manda il pallone con un gran sinistro sull’esterno della rete. Il copione è comunque lo stesso del primo tempo, l’Inter ha comprensibilmente un po’ rallentato ma il match si sta risolvendo in un’esercitazione attacco contro difesa. La squadra di Conte lascia un po’ il possesso palla al Pisa che arriva al quarto d’ora della ripresa con un pizzico di affanno in meno. Al 21′ il tecnico interista opera contemporaneamente cinque sostituzioni: i cambi sono Bastoni per Pirola, Barella per Agoume, Lautaro per Sanchez, Lukaku per Salcedo e Hakimi per Dalbert. Al 22′ il Pisa ci prova con un diagonale di Benedetti che non manca di molto il bersaglio, ma il risultato resta sempre sul 6-0 in favore dell’Inter. (agg. di Fabio Belli)

DOPPIO LAUTARO!

Pisa frastornato dall’inizio arrembante dell’Inter, i padroni di casa continuano ad attaccare, al 23′ non ha fortuna una punizione di Kolarov, al 28′ ci prova Eriksen innescato da Perisic, ma il pallone si perde sul fondo, quindi alla mezz’ora Perilli vola a togliere dall’incrocio una conclusione a giro del danese. Il match è a senso unico e l’Inter non smette di segnare: al 35′ strepitoso assolo di Lautaro Martinez che si fa praticamente quaranta metri palla al piede prima di infilare Perilli, quindi al 38′ ancora grande discesa del velocissimo Hakimi che mette nel mezzo un pallone sul quale non arriva Lukaku, ma ancora Lautaro sbuca alle spalle del belga e appoggia in rete il 6-0, risultato con il quale si chiude questo pirotecnico primo tempo per gli uomini di Conte. (agg. di Fabio Belli)

POKER IN 20′!

Inizio col botto per l’Inter che nel giro di 11′ trova già due reti contro il Pisa. Vantaggio degli uomini di Conte al 5′, Barella apre sul versante di sinistra per Perisic, pallone in profondità del croato per Lukaku che si inserisce perfettamente all’altezza del secondo palo e piazza il più facile dei tap-in. All’11’ è già raddoppio grazie a Gagliardini, combinazione tra Lautaro Martinez e Lukaku col belga che scarica per l’accorrente centrocampista, bravo a piazzare la stoccata del 2-0. L’Inter è incontenibile e al 16′ è già tris, stavolta Gagliardini veste i panni di assist-man, piazzando un pallone perfetto per la testa di Lautaro Martinez che di testa sigla il 3-0. Al 20′ è Eriksen ad accentrarsi sulla destra e a lasciar partire una stoccata imprendibile per Perilli: la squadra di Conte è un rullo compressore, il Pisa a metà primo tempo ha già incassato un poker. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Ci siamo, pronti a vivere la diretta di Inter Pisa. Eravamo abituati a vedere i nerazzurri lombardi impegnati in precampionati di lusso, in particolar modo nella International Champions Cup che ha animato gli ultimi anni creando scontri tra le big in tutto il mondo. Stavolta però arriviamo da un contesto di lockdown: l’Inter ha giocato la finale di Europa League il 21 agosto e, almeno formalmente, avrebbe dovuto riprendere la nuova stagione nemmeno un mese dopo. Essendo che alcuni campionati europei sono già iniziati (la Ligue 1 in Francia è già arrivata alla terza giornata), è stato ovviamente impossibile organizzare amichevoli ad ampio raggio e di lusso; per questo motivo Antonio Conte si è dovuto “accontentare” di sfidare il Lugano (era già successo anche lo scorso anno) e poi effettuare una sorta di allenamento congiunto con la Carrarese, prima dell’amichevole odierna. Ricordando che la prima giornata di Serie A sarà al Vigorito contro il Benevento di Pippo Inzaghi, noi siamo finalmente pronti a metterci comodi e stare a vedere come andranno le cose sul terreno di gioco del Giuseppe Meazza, finalmente allora Inter Pisa può prendere il via! INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 95 Bastoni, 11 Kolarov; 98 Hakimi, 23 Barella, 5 Gagliardini, 14 Perisic; 24 Eriksen; 9 Lukaku, 10 Lautaro. A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 6 de Vrij, 7 Sanchez, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 15 Young, 19 Salcedo, 29 Dalbert, 31 Pirola, 32 Agoumé, 37 Skriniar, 44 Nainggolan, 77 Brozovic. Allenatore: Antonio Conte. PISA: 1 Perilli; 2 Birindelli, 8 Caracciolo, 14 Marin, 19 Vido, 23 Lisi, 24 Varnier, 27 Gucher, 30 De Vitis, 31 Marconi, 33 Benedetti. A disposizione: 12 Kucich, 22 Loria, 3 Pisano, 4 Belli, 5 Pompetti, 7 Siega, 10 Soddimo, 11 Minesso, 15 Zammarini, 17 Sibilli, 25 Masetti, 26 Masucci, 36 Fischer. Allenatore: Luca D’Angelo. (agg. di Claudio Franceschini)

I TOSCANI

Si avvicina la diretta di Inter Pisa, pertanto vale la pena dare uno sguardo alla formazione toscana che ancora una volta giocherà il campionato di Serie B. Ci è tornata nel 2019, vincendo la finale dei playoff contro la Triestina; in precedenza, nel 2015, era stato Gennaro Gattuso a traghettare il Pisa nel torneo cadetto al termine di un torneo splendido in Lega Pro, concluso con la vittoria ai danni del Foggia di Roberto De Zerbi. Nel posto-lockdown i nerazzurri hanno mancato l’accesso ai playoff: il pareggio contro il Frosinone ha impedito alla squadra toscana di realizzare quello che sarebbe stato un grande traguardo. Luca D’Angelo però ha fatto bene, soprattutto a livello difensivo; giustamente è stato confermato e potrà ora contare sull’acquisto del portiere Leonardo Loria – dalla Juventus – e sui prestiti importanti di Marco Varnier (Atalanta) e Marco Pompetti arrivato dall’Inter. In più ci saranno Luca Vido, sempre dalla Dea, e Roberto Zammarini che è rientrato dal prestito al Pordenone; si prepara un’altra stagione nella quale il Pisa cercherà di fare il salto di qualità. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

L’amichevole Inter Pisa, che si gioca tra poche ore al Giuseppe Meazza, conta 28 precedenti ufficiali: la squadra lombarda ha vinto esattamente la metà delle partite, lasciando ai toscani 6 affermazioni e dunque 8 pareggi. Non si gioca però dalla stagione 1990-1991, ultima del Pisa in Serie A: a San Siro era finita con un pirotecnico 6-3 nel girone di andata, tripletta di Aldo Serena e doppietta di Lothar Matthaus con sigillo di Giuseppe Bergomi, mentre per gli ospiti Lamberto Piovanelli aveva segnato due gol inframmezzati dall’autorete di Paolo Stringara. L’ultima in assoluto era andata in scena all’Arena Garibaldi qualche mese più tardi e l’Inter aveva vinto 2-0; l’ultima affermazione del Pisa risale al novembre 1987 grazie ai gol di Daniele Bernazzani e Dunga (inutile il timbro di Andrea Mandorlini), mentre bisogna tornare al marzo 1983 per trovare un successo che i toscani abbiamo ottenuto a San Siro. Quel giorno l’allenatore era il famosissimo ex attaccante Luis Vinicio, mentre Rino Marchesi sedeva sulla panchina dell’Inter; la partita era stata risolta da un autogol che Gianpiero Marini aveva “realizzato” al 72’ minuto, beffando il suo portiere Ivano Bordon. (agg. di Claudio Franceschini)

ALTRA AMICHEVOLE PER CONTE

Inter Pisa, in diretta dallo stadio Giuseppe Meazza, si gioca alle ore 18:00 di sabato 19 settembre: sfruttando il tempo extra concesso dalla Lega per l’inizio del campionato, la squadra di Antonio Conte prosegue il suo percorso estivo disputando un’amichevole contro una squadra che parteciperà alla Serie B, e che nella stagione condizionata dal Coronavirus ha fatto vedere di potersi giocare un posto nei playoff per andare a caccia di quella massima serie che manca ormai da tempo. L’Inter dunque arriva dal test contro il Lugano e dall’allenamento congiunto contro la Carrarese; ora prova ad alzare il tiro nella consapevolezza di dover non soltanto confermare quanto di buono fatto vedere nella passata stagione, ma anche di provare a lottare concretamente per lo scudetto e di superare il girone di Champions League, obiettivo che è stato fallito per due volte consecutive. Aspettiamo dunque che la diretta di Inter Pisa prenda il via; nel frattempo possiamo fare qualche valutazione sul modo in cui i due allenatori intendono disporre le loro squadre sul terreno di gioco di San Siro, analizzando le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI INTER PISA

Antonio Conte testa nuovamente il 3-5-2 in Inter Pisa: in difesa questa volta si potrebbe vedere Skriniar che completerebbe un reparto nel quale possono trovare spazio Danilo D’Ambrosio e Ranocchia, provando a dare campo a chi giocherà meno. Handanovic sarà il portiere, a centrocampo invece potremmo vedere un assetto con Sensi in cabina di regia mentre le due mezzali saranno Barella e Gagliardini, a destra Hakimi si gioca il posto con Candreva mentre sull’altro versante è competizione tra Dalbert e Ashley Young. Davanti, Alexis Sanchez potrebbe essere provato con Sebastiano Esposito senza dimenticarsi ovviamente di Romelu Lukaku e Lautaro Martinez.

Il Pisa di Luca D’Angelo può giocare con vari moduli; scegliamo il 4-3-1-2, il portiere dovrebbe essere Loria arrivato dalla Juventus e davanti a lui spazio ai due centrali Antonio Caracciolo e Varnier, poi sulle corsie laterali potremmo vedere Samuele Birindelli e Lisi con Eros Pisano e Belli che non partono battuti. In mezzo al campo è arrivato Pompetti proprio dall’Inter, con lui a fare la diga e l’impostazione possono dare una mano Gucher e De Vitis, ma ci sono anche Verna e Zammarini. Soddimo può agire come trequartista giocandosi il posto con Siega, Vido e Marconi potrebbero essere i due attaccanti con Masucci comunque pronto a dire la sua, e va anche considerato che ci sarà turnover nel corso della partita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA