DIRETTA/ Irlanda Scozia (risultato finale 19-12) DMAX: successo per Schmidt (rugby)

- Michela Colombo

Diretta Irlanda Scozia: streaming video DMAX, risultato live della partita di rugby, valida per la prima giornata del 6 Nazioni 2020.

rugby Irlanda LaPresse, repertorio

DIRETTA IRLANDA SCOZIA (19-12): FINE DELLE OSTILITA’

All’Aviva Stadium di Dublino l’Irlanda batte la Scozia per 19 a 12. Nel primo tempo gli uomini di Schmidt sembravano essere partiti con qualche difficoltà a causa dell’infortunio rimediato da Sweetman-Doris e dalla punizione di Hastings nel giro di appena cinque minuti dall’avvio della gara. Tuttavia, i padroni di casa non si sono disuniti ed hanno subito ribaltato la situazione con la meta di Sexton, bravo a trasformare ed allungare da fermo nel finale nonostante qualche errore commesso pure da Hastings sul fronte opposto. Nel secondo tempo la partita viene giocata su ritmi abbastanza sostenuti ma forse su un piano più fisico rispetto a quanto visto in precedenza e, perso per infortunio pure Klicoyne, i verdi si affidano al solito Sexton, il cui duello con Hastings prosegue fino alla fine del match. Il successo ottenuto quest’oggi consente all’Irlanda di cominciare nel migliore dei modi questo Sei Nazioni 2020 portandosi a quota 4 punti mentre la sconfitta porta alla Scozia un solo punto. (cronaca Alessandro Rinoldi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IRLANDA SCOZIA (6 NAZIONI RUGBY)

Come già nelle passate edizioni, tutto il Sei Nazioni e quindi anche la sfida Irlanda Scozia di questo pomeriggio in diretta tv sarà trasmessa in chiaro ed in esclusiva da Dmax, canale che appartiene a Discovery Channel e che si trova al numero 52 del digitale terrestre gratuito, al 28 di Tivùsat e al numero 170 della piattaforma satellitare Sky. Non solo: l’emittente si dedica con grande spiegamento di forze al rugby in queste settimane e in aggiunta alle partite live ci saranno anche una serie di trasmissioni dedicate alla palla ovale, con approfondimenti tecnici ma anche di colore. DMax in queste settimane vivrà di rugby anche sui social network ufficiali del canale (Facebook, Twitter, YouTube), oltre a garantire anche la diretta streaming video agli utenti che non potessero mettersi davanti a un televisore all’ora delle partite, tramite il servizio Dplay. Informazioni utili sul web si troveranno anche sui social network: ricordiamo ad esempio, per limitarci ai profili ufficiali del torneo Rbs 6 Nations.

ULTIMI VENTI MINUTI DI GIOCO

Quando siamo ormai arrivati alla metà del secondo tempo, ovvero all’ora di gioco, il punteggio tra Irlanda e Scozia è di 16 a 9. La squadra del tecnico Schmidt insiste ed allunga subito al 46′ con Sexton da fermo. Gli ospiti allenati da Townsend replicano andando in meta al 51′ con Hogg, sebbene l’arbitro annulli tutto con l’aiuto dei suoi collaboratori a causa di un errore dello stesso giocatore nello schiacciare il pallone oltre la linea. I verdi perdono poi per infortunio Kilcoyle al 51′, rimpiazzato da Healy che era partito titolare, e subiscono il calcio di punizione scozzese di Hastings al 52′. Ci pensa Sexton a rispondere nello stesso modo al 57′, tornando a spianare la strada per l’Irlanda verso l’ultima parte dell’incontro. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Irlanda e Scozia sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sul 10 a 6. Nonostante una partenza abbastanza complicata, la squadra guidata dal tecnico Schmidt riesce a prendere in mano le redini del match ribaltando lo svantaggio iniziale ed aumentando il distacco nell’ultima parte della frazione. Gli scozzesi falliscono infatti un calcio di punizione al 32′ con Hastings da posizione defilata sulla sinistra mentre, sul fronte opposto, è Sexton a centrare il bersaglio intorno al 34′. Lo stesso Sexton si rivela però a sua volta impreciso al 37′, sbagliando proprio un calcio da fermo. Fino a questo momento i verdi si sono dimostrati in controllo della partita facendo anche registrare un maggior numero di corse totali, 70 a 53, così come per i metri percorsi con la palla, 262 contro 192. La Scozia avrà bisogno di ritrovare lo spirito iniziale se vorrà avere la meglio sull’Irlanda in questa prima giornata del Sei Nazioni 2020. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

A Dublino, giunti a metà del primo tempo, il risultato tra Irlanda e Scozia è di 7 a 6. Nelle fasi iniziali dell’incontro i padroni di casa pagano subito la sortita offensiva degli ospiti dovendo sostituire prematuramente Sweetman-Doris con O’Mahony già al 4′ a causa di un infortunio. Gli scozzesi passano quindi in vantaggio al 5′ grazie al calcio di punizione di Hastings mentre i verdi rispondono con la meta del 10′ di Sexton, trasformata dallo stesso giocatore. Le formazioni ufficiali: IRLANDA – 15 Jordan Larmour, 14 Andrew Conway, 13 Garry Ringrose, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Jonathan Sexton(C), 9 Conor Murray, 8 Caelan Doris, 7 Josh van der Flier, 6 CJ Stander, 5 James Ryan, 4 Iain Henderson, 3 Tadhg Furlong, 2 Rob Herring, 1 Cian Healy. A disp.: 16 Ronan Kelleher, 17 Dave Kilcoyne, 18 Andrew Porter, 19 Devin Toner, 20 Peter O’Mahony, 21 John Cooney, 22 Ross Byrne, 23 Robbie Henshaw. All.: Andy Farrell. SCOZIA – 15 Stuart Hogg(C), 14 Sean Maitland, 13 Huw Jones, 12 Sam Johnson, 11 Blair Kinghorn, 10 Adam Hastings, 9 Ali Price, 8 Nick Haining, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie, 5 Jonny Gray, 4 Scott Cummings, 3 Zander Fagerson, 2 Fraser Brown, 1 Rory Sutherland. A disp.: 16 Stuart McInally, 17 Allan Dell, 18 Simon Berghan, 19 Ben Toolis, 20 Cornell du Preez, 21 George Horne, 22 Rory Hutchinson, 23 Chris Harris. All.: Gregor Townsend. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SI GIOCA

Si accende la diretta di Irlanda Scozia, big match per la prima giornata del 6 Nazioni 2020 e sfida da non perdersi, che certo metterà a nudo le ambizioni e i limiti delle due nazionali oggi in campo a Dublino. Come detto sono tanti gli elementi da tenere d’occhio oggi all’Aviva Stadium della capitale irlandese, dove già stanno facendo il loro ingresso le formazioni ufficiali: viste poi le novità specie in casa verde di quest’anno. Pure i cardi, che hanno scelto di continuare con lo stesso coach però oggi potrebbero riservarci sorprese: le brutte prove messe in campo in Giappone agli ultimi mondiali ( tra cui spicca il KO per 28-21 proprio coi nipponici) saranno state di insegnamento per gli scozzesi. Non ci resta ora che dare la parola al campo: finalmente si gioca con Irlanda Scozia!

TESTA A TESTA

In attesa di dare la parola al campo per la diretta di Irlanda Scozia non possiamo ora non dare un occhio anche allo storico, ovviamente molto ricco, che unisce le due nazionali, protagoniste assolute in questa prima giornata per il 6 Nazioni 2020. Dati alla mano infatti possiamo contare ben 135 testa a testa occorsi tra Irlanda e Scozia finora, dove possiamo anche contare di 66 successi della squadra dei cardi e 64 successi dei trifogli, oltre a 5 pareggi. Secondo la storia dunque oggi ci attenderà un incontro molto incerto. Se vediamo però i precedenti più recenti, i verdi hanno forse qualche chance in più avendo vinto gli ultimi tre scontri diretti. L’ultimo testa a testa risale poi all’ultimo mondiale di questo autunno e per la precisione alla sfida valida per la fase a gironi. Qui ricordiamo bene che assistemmo alla vittoria dei trifogli, pure con l’ampio risultato di 27-3.

FOCUS SUI VERDI

Come riferito prima, presentando la sfida Irlanda Scozia, non sono pochi gli elementi da tenere d’occhio per pronosticare il cammino dei trifogli verdi. Dopo la vittoria sfuggita per un soffio nella precedente edizione del 6 Nazioni, certo i trifogli rimangono tra i primi indiziati alla vittoria oggi, ma pure vi sono fattori che implicano un certo grado di incertezza. Come abbiamo riferito prima, in primis è cambiato il tecnico, con l’arrivo di Farrell e certo lo spogliatoio ha pure perso alcune colonne portanti della squadra che ha riempito le bacheche di trofei negli ultimi anni. Pure la voglia di fare bene e la pressione ad avere risultati immediati è tanta: se si può capire l’eliminazione dell’Irlanda ai quarti di finale per mano della Nuova Zelanda, pure ha suscitato scalpore il KO rimediato contro il Giappone nella fase a gironi. Purtroppo però non vi è certezza che la squadra di Farrell riesca a produrre risultati immediati. La sensazione è che se l’esordio con la Scozia andrà bene, allora in casa di verdi ci sarà l’ottimismo e la convinzione a fare bene in questo 6 Nazioni: in caso di KO però il cammino è tutto da riscrivere.

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Irlanda Scozia, diretta dall’arbitro Mathieu Raynal, è la partita di rugby in programma oggi, sabato 1 febbraio 2020: fischio d’inizio previsto alle ore 17,45. Oggi all’Aviva Stadium di Dublino si apre la 126^ edizione del 6 Nazioni di rugby e in campo, subito dopo la sfida tra Italia e Galles, ecco la diretta tra Irlanda e Scozia, big match bollente che subito metterà a nudo le reali ambizioni delle due nazionali. Siamo dunque ben impazienti di rivedere in campo i trifogli dopo la mancata vittoria nella precedente edizioni del 6 Nazioni (andata poi al Galles), come pure la formazione dei cardi, sempre guidata dal tecnico Gregor Townsend, e pronta a riscattarsi dopo l’appena 4^ posto ottenuto nel 2019 (e che destò sconcerto). Per entrambe le nazionali dunque questo 6 Nazioni 2020 la parola d’ordine deve essere riscatto: chissà che accadrà oggi sull’erba verde di Dublino.

DIRETTA IRLANDA SCOZIA: RISULTATI E CONTESTO

Se già alla vigilia di questa magnifica edizione del 6 Nazioni ci appare complicato fissare un pronostico netto, ecco che in vista della diretta tra Irlanda e Scozia, la situazione non migliora: quello che è certo per tutti gli appassionati e che vivremo questa sera una sfida a di poco entusiasmante. Come detto prima entrambe le nazionali puntano a questo 6 Nazioni per riscattare alcune ambizioni frustrate: pure le due squadre approdano alla manifestazione in modo molto differente. La Scozia infatti pur dopo i Mondiali (terminati alla fase a gironi), ha deciso di riconfermare Townsend alla guida della nazionale e dunque tale continuità potrebbe già dare oggi i suoi frutti. Al contrario l’Irlanda (che pure sulla carta ha qualche chance in più), dopo l’avventura iridata in Giappone ha cambiato allenatore, salutando il neozelandese Schmidt ed affidandosi all’inglese Andy Farrell (ex tecnico della difesa). Inoltre va ricordato che lo spogliatoio (difficile da ricompattare dopo la delusione nipponica) ha perso alcuni nomi importanti, come quelli di Best e Kearney, che si sono ritirati: servirebbe dunque prudenza tra le file verdi, ma pure vi è pressione per ottenere risultati importanti immediati. rugbCi prospetta quindi una sfida quanto mai complicata da leggere, ma pure fondamentale e ricca di spettacolo!.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Rugby

Ultime notizie