DIRETTA/ Lazio Verona (risultato finale 1-2) streaming DAZN: Silvestri decisivo!

- Claudio Franceschini

Diretta Lazio Verona streaming video DAZN: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per l'undicesima giornata di Serie A, squadre in campo all'Olimpico.

Milinkovic punizione Lazio Verona lapresse 2020 640x300 Video Lazio Verona (Foto LaPresse)

DIRETTA LAZIO VERONA (RISULTATO FINALE 1-2): SILVESTRI DECISIVO!

Inzaghi butta nella mischia anche Andreas Pereira e Fares al posto di Akpa Akpro e Lazzari e la Lazio cerca di profondere l’ultimo sforzo per trovare il gol del pari. Ma sale in cattedra il portiere del Verona, Silvestri, che para tutto dopo che Faraoni si era già reso protagonista di un importante salvataggio su Fares. Prima gran parata del numero uno scaligero su uno stacco di testa di Milinkovic-Savic su cross da calcio d’angolo, quindi una conclusione di Pereira rischia di mettere fuori causa Silvestri a causa di una deviazione, ma in controtempo il portiere gialloblu riesce a respingere di piede, regalando di fatto una importantissima vittoria esterna al Verona. Lazio sempre più in crisi nelle partite interne, all’ottima performance in Champions League i biancazzurri hanno fatto seguire un rendimento fin qui deludente in campionato. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA LAZIO VERONA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Lazio Verona sarà disponibile sul canale DAZN1: lo trovate al numero 209 del decoder satellitare e sarà disponibile per i clienti Sky da almeno tre anni. La partita comunque è fornita dalla piattaforma DAZN – per l’appunto – che i clienti potranno attivare come di consueto su dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone per la visione in diretta streaming video, oppure installandola su una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

CAICEDO, POI TAMEZE!

Si riparte senza cambi, con la difesa del Verona che respinge due affondi, prima di Immobile e poi di Caicedo. Bella chiusura di Magnani su Immobile al 7′, al 9′ è invece Radu che deve eccellere nella diagonale per anticipare Dimarco. La Lazio però insiste e all’11’ trova il pari: bravissimo Caicedo a eludere la guardia di Dawidowicz in area e a calciare praticamente girandosi, piazzando il pallone all’angolino dove Silvestri non può arrivare. Al 13′ Lazzari cerca la soluzione di potenza ma Silvestri respinge a mano aperta, quindi al 14′ c’è l’ammonizione di Akpa Akpro che, diffidato, dovrà saltare la trasferta di Benevento. Si riaccende il Verona, con Dimarco prima e Salcedo poi che mancano la deviazione in area da due passi, quindi al 20′ Inzaghi cambia: escono Caicedo, appena ammonito per un fallo su Barak, e Lucas Leiva, al loro posto dentro Correa ed Escalante. Al 22′ però gli scaligeri tornano avanti: Radu pressato da Salcedo passa all’indietro dove Tameze arriva prima di Reina: il VAR conferma il gol e il risultato passa sull’1-2. (agg. di Fabio Belli)

AUTOGOL DI LAZZARI!

Tegola per Simone Inzaghi che al 28′ perde Francesco Acerbi, probabilmente per un problema alla coscia sinistra, inserendo al suo posto in difesa Wesley Hoedt. Al 35′ Magnani cerca la torsione di testa non impensierendo troppo Reina, quindi al 37′ è più pericoloso Tameze che su un cross teso di Miguel Veloso trova la deviazione di tacco, con Reina freddo nel bloccare. La Lazio prova a dettare i ritmi ma fatica una volta arrivata a i 16 metri, senza Luis Alberto manca l’uomo dell’ultimo passaggio. E il Verona riesce a fare il colpo grosso al 45′: gran contropiede della squadra di Juric, Faraoni cambia campo per l’accorrente di Marco che mette nel mezzo un pallone che Lazzari, nel tentativo d’anticipo a centro area, insacca nella propria porta. Lazio stordita e nel recupero Reina salva di piede su Zaccagni che si era presentato a tu per tu col portiere laziale. (agg. di Fabio Belli)

IMMOBILE E CAICEDO PERICOLOSI

Il match parte ad alti ritmi col pressing alto del Verona e la Lazio che cerca di forzare in avanti. Al 6′ conclusione di Marusic murata dalla difesa scaligera, quindi al 13′ Caicedo soffia il pallone in area a Barak e permette a Immobile di incrociare il destro, il pallone esce d’un soffio a lato. Finisce alto un pallone girato a rete da Salcedo al 18′, il Verona è comunque pericoloso nelle ripartenze e Reina si era esibito in un ottimo intervento di piede, con l’azione però ferma per fuorigioco. Ancora Lazio pericolosa al 25′, con Caicedo che prova a piazzare il pallone sul secondo palo da posizione defilata sulla sinistra, con la sfera che esce a lato non di molto. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, SI GIOCA

Si avvicina il via della diretta di Lazio Verona: mentre dunque stanno facendo il loro ingresso in campo anche le formazioni ufficiali del match di Serie A, approfittiamone per dare un occhio anche ad alcuni dati segnati dai due club alla vigilia della 11^ giornata. Partiamo allora dai biancocelesti, che prima del turno occupavano solo la settima posizione della classifica: gli uomini di Inzaghi hanno fin qui rimediato 17 punti in dieci turni, seguendo un tabellino di cinque successi e due soli pareggi. Ci aggiungiamo anche una differenza gol appena negativa, segnata sul 16:17. Sono numero non troppo distanti quelli del Verona, appena sotto, con 16 punti finora messi da parte, grazie a quattro successi e altrettanti pareggi. Va però detto che l’Hellas finora si è mostrata abbastanza timida di fronte allo specchio avversario (solo 13 gol), rivelandosi però implacabile in difesa, con appena otto reti rimediate. Ora diamo la parola al campo, via! LAZIO (3-5-2): Reina; Parolo, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Akpa Akpro, Marusic; Immobile, Caicedo. All. S. Inzaghi. VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Lovato, Magnani; Faraoni, Tameze, Veloso, Dimarco; Barak, Zaccagni; Salcedo. All. Juric. (agg Michela Colombo)

DIRETTA LAZIO VERONA: IN COPERTINA

Lazio Verona sarà l’occasione per Simone Inzaghi di celebrare un altro traguardo raggiunto: dopo essere diventato l’allenatore con più panchine nella storia del club, dopo aver vinto la Coppa Italia e la Supercoppa (due volte) e aver riportato la squadra ai gironi di Champions League, il tecnico piacentino ha anche condotto i biancocelesti agli ottavi della principale competizione europea. Non succedeva da 20 anni: allora era stato Sven-Goran Eriksson, già eroe di scudetto, Coppa delle Coppe e Supercoppa Europa (con Inzaghi Jr. in campo) a timbrare l’obiettivo. Per di più la Lazio ha chiuso il girone da imbattuta: vero che ha vinto soltanto due volte, ma ha ottenuto 4 punti fondamentali contro il Borussia Dortmund e in generale ha sempre dato la sensazione di controllare la situazione. Adesso, con questo grande obiettivo alle spalle e archiviato bisogna rilanciarsi in campionato: l’ultima volta in cui la squadra ha giocato all’Olimpico ha incredibilmente perso contro l’Udinese, inevitabile dunque che serva una vittoria per confermare la grande festa di Champions League e portarsi nuovamente a ridosso delle prime posizioni, perché questo gruppo sa di poter almeno provare a giocarsi lo scudetto e soprattutto vuole tornare nelle prime quattro, impresa ampiamente alla portata. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

La diretta di Lazio Verona si è giocata 45 volte in passato. Il bilancio è leggermente in favore dei biancocelesti che hanno vinto 17 volte con 11 successi degli scaligeri e 17 pareggi. Il risultato più frequente che si è verificato tra queste due squadre è l’1-1, con l’X con 2 reti uscito per ben 10 volte. L’ultimo successo casalingo dei gialloblù in casa contro questo avversario ci porta al 19 febbraio del 2018, una gara terminata col risultato finale di 2-0 con una doppietta in 5 minuti realizzata da Ciro Immobile. Per trovare una vittoria del Verona contro questo avversario bisogna tornare al 22 dicembre del 2013, ma si giocava al Bentegodi in Veneto. Gli scaligeri si imposero col risultato di 4-1. I padroni di casa passarono in vantaggio dopo cinque minuti con Luca Toni, con i biancocelesti bravi a pareggiare alla mezz’ora con Biglia. Iturbe alla fine del primo tempo riportava avanti i suoi che avrebbero dilagato con Romulo e Toni. Proprio Romulo qualche tempo dopo avrebbe vestito la maglia della Lazio.

SFIDA INTRIGANTE!

Lazio Verona, che è in diretta dallo stadio Olimpico, si gioca alle ore 20:45 di sabato 12 dicembre: siamo nell’undicesima giornata del campionato di Serie A 2020-2021, e ci si presenta una sfida intrigante tra due squadre che si trovano nella parte alta della classifica, sia pure con obiettivi diversi. La Lazio ha festeggiato il ritorno agli ottavi di Champions League dopo 20 anni, e adesso vuole recuperare terreno in un campionato che l’ha vista perdere qualche punto di troppo; lo scudetto non è una chimera ma il doppio impegno per adesso non è stato gestito alla grande. Serve ritrovare energia per avere la meglio di un Hellas che, se pure ha leggermente frenato negli ultimi impegni, è comunque una squadra di qualità che già l’anno scorso aveva dimostrato di poter avvicinare le posizioni europee; l’ultimo risultato, il pareggio interno contro il Cagliari, ha lasciato un po’ di amaro in bocca e questa sera gli scaligeri cercheranno riscatto immediato. Vediamo quindi in che modo i due allenatori potrebbero schierare le loro squadre sul terreno di gioco; aspettando la diretta di Lazio Verona proviamo a fare una valutazione sulle loro scelte, leggendo insieme le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO VERONA

Rispetto alla partita contro il Bruges, Simone Inzaghi non dovrebbe cambiare troppo per Lazio Verona: in difesa per esempi si va verso la conferma di Pepe Reina come portiere mentre Patric e Stefan Radu possono sostituire Hoedt e Luiz Felipe, a centrocampo tutto invariato nella zona di mezzo (Lucas Leiva stretto tra Sergej Milinkovic-Savic e Luis Alberto), Manuel Lazzari regolarmente a destra e Fares pronto a prendere la maglia che martedì è stata di Marusic, infine davanti Joaquin Correa è ancora favorito per accompagnare il bomber Immobile. Juric perde Ceccherini per squalifica ma ritrova Lovato: il classe 2000 si piazza al fianco di Dawidowicz e Magnani a protezione di Marco Silvestri, mentre in mediana non ci sono novità con Miguel Veloso in regia e Tamèze come altro interno. Ad accompagnare sulle fasce saranno Faraoni e Lazovic; Zaccagni e Barak sempre sulla trequarti a meno di sorprese, per quanto riguarda l’attacco si valutano le condizioni di Kalinic ma scalpita Di Carmine, che settimana scorsa si è visto annullare un gol dal Var e scalpita per tornare a segnare.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha tracciato un pronostico per Lazio Verona, e quindi possiamo andare a vedere quali siano le quote previste: il segno 1 per la vittoria dei padroni di casa vi farebbe guadagnare una somma corrispondente a 1,63 volte quanto puntato, per contro il segno 2 che regola il successo degli ospiti porta in dote una cifra pari a 5,25 volte la giocata. L’eventualità del pareggio, come sempre regolata dal segno X, porta in dote invece 4,00 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto con questo bookmaker.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Serie A

Ultime notizie