Diretta Meeting di Savona 2020/ Streaming video Rai: Tortu vince i 100 metri in 10″12

- Mauro Mantegazza

Diretta Meeting di Savona 2020 streaming video e tv Rai: Filippo Tortu vince i 100 metri in 10″12, bravissima Larissa Iapichino con 6,80 nel salto in lungo.

Tortu 100 metri Savona
Filippo Tortu (La Presse)

Filippo Tortu ha vinto i 100 metri del Meeting di Savona 2020 con il tempo di 10″12, mostrando confortanti segnali di crescita dopo la prestazione francamente deludente di qualche giorno fa a Rieti. Tortu, la stella dell’atletica azzurra in questo momento, è stato impegnato a fondo da Marcell Jacobs, piegato solo sul filo di lana per un paio di centesimi, di conseguenza per il velocista gardesano ecco il secondo posto in 10″14. Segnali dunque positivi possiamo dire sia per Tortu sia per Jacobs, in una stagione 2020 che sarà per forza di cose decisamente anomala, essendo stata privata delle Olimpiadi. Se la vittoria di Filippo Tortu e il progresso di quasi due decimi rispetto al sofferto esordio di Rieti fanno ben sperare, certamente merita di essere citata anche una bravissima Larissa Iapichino, dimostrazione perfetta del fatto che buon sangue non mente. La figlia di Fiona May infatti è in gara sempre al Meeting di Savona 2020 nel salto in lungo femminile e ha nobilitato la giornata con un salto di 6,80 metri, nuovo record italiano juniores. Il futuro è tutto di Larissa Iapichino e per una classe 2002 il rinvio di un anno delle Olimpiadi potrebbe anche essere decisamente una buona notizia in prospettiva… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL MEETING DI SAVONA 2020

Buone notizie per tutti gli appassionati di atletica leggera: il Meeting di Savona 2020 in diretta tv sarà disponibile in chiaro per tutti grazie a Rai Sport + HD, il canale numero 57 del telecvomando, che coprirà l’evento dalle ore 17.30 alle ore 19.20, per quasi due ore di grandi emozioni con il meglio dell’atletica italiana. Di conseguenza sarà disponibile anche la diretta streaming video tramite il sito oppure l’applicazione di Rai Play. CLICCA QUI PER LO STREAMING SU RAIPLAY

VIA ALLE GARE

Tutto è pronto per dare il via alla diretta del Meeting di Savona 2020, seguito anche dalle telecamere Rai e nobilitato dalla presenza di Filippo Tortu, che è stata confermata qualche giorno fa dalla Fidal. Atteso quasi quanto lo sprinter di riferimento italiano è però anche Davide Re, favorito anche dal fatto di correre nella sua Liguria essendo cresciuto ad Imperia, pur essendo nativo di Milano. Re ha scritto una pagina di storia dell’atletica italiana scendendo fino a 44″77 sui 400 metri, primo italiano di sempre a scendere sotto i 45 secondi sul giro di pista. Di recente a Rieti ha migliorato il proprio primato personale sui 200 metri, dimostrando di avere una eccellente base di velocità che gli servirà naturalmente in ottica 400 metri, distanza sulla quale Davide Re gareggia oggi per la prima volta dopo lo stop forzato imposto dal Coronavirus. L’obiettivo del 2020 sarebbe stato l’ingresso in finale alle Olimpiadi dopo il nono posto ai Mondiali (primo degli esclusi ma anche primo degli europei), ora le cose sono cambiate e si cercano soprattutto i riscontri cronometrici: “Stiamo cominciando a preparare soltanto adesso i 400 e per Savona un bell’esordio sarebbe un tempo sotto 45.40. Poi mi aspettano i 500 di Rieti il 23 luglio: quest’anno c’è un motivo in più, onorare Donato Sabia che è mancata a causa del virus. Sarà un altro banco di prova”, disse Re a Rieti. Eccoci dunque giunti al Meeting di Savona: la parola passa alla pista! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA CRESCITA DEL MEETING DI SAVONA E TORTU

Sempre più vicina la diretta del Meeting di Savona 2020, naturalmente anche questo evento sarà condizionato dalle norme relative al contenimento del contagio da Covid, per cui il distanziamento sociale resta fondamentale. A nome del comitato organizzatore, ha parlato di questo Marco Mura nel corso della conferenza stampa di presentazione del Meeting di Savona: “L’ingresso sarà contingentato: solo trecento persone, inclusi i 97 atleti, i quaranta giudici e gli operatori TV”. La presenza della Rai indica il salto di qualità compiuto dal meeting ligure, come lo stesso Mura ha voluto sottolineare con orgoglio: “Siamo partiti da lontano e ora siamo il quarto meeting italiano, e questo è un traguardo enorme per tutti, un riconoscimento per il lavoro fatto. A livello tecnico, siamo stati promossi nel circuito top, i quattro meeting con diretta Rai”. La presenza di Filippo Tortu e la sua sfida sui 100 metri con Marcell Jacobs è naturalmente il fiore all’occhiello, sul cui esito Mura non si è voluto sbilanciare troppo: “Una sfida incerta senza un favorito, dopo che nel 2016 vinse Jacobs e nel 2018 Tortu, con un record italiano al livello del mare”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA IL SINDACO

Avvicinandoci alla diretta del Meeting di Savona 2020, dobbiamo segnalare che da parte degli organizzatori e anche del Comune è stato fatto un grosso sforzo per garantire la disputa di questo meeting di atletica leggera che riunisce quasi tutti i nomi migliori dell’atletica italiana, a cominciare da Filippo Tortu. Qualche giorno fa ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione e il sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio, ha fatto i complimenti per il meeting: “In questi mesi abbiamo lavorato con queste disposizioni ministeriali che cambiavano velocemente e per questo dobbiamo ringraziare l’organizzazione e gli uffici dell’amministrazione comunale per lo sforzo. Dallo sport impariamo che dalle difficoltà ci si rialza e si riprende a correre più forte di prima”. Questo è dunque il messaggio che può arrivare dal Meeting di Savona in un anno così particolare per tutti. Nella stessa occasione è intervenuto anche l’assessore Maurizio Scaramuzza, che ha aggiunto: “Sarà bellissimo avere questo meeting a Savona il 16 luglio e, anche se è un peccato che la cittadinanza non possa partecipare, ci sarà la diretta Rai e tutti potranno seguire la gara. Credo sarà l’evento principale per cui si parlerà per molti anni”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRESENTAZIONE MEETING DI SAVONA 2020

La diretta del Meeting di Savona 2020 attirerà oggi pomeriggio, giovedì 16 luglio, l’attenzione di tutti gli appassionati di atletica leggera perché, a partire da Filippo Tortu, praticamente tutti i nomi migliori dell’atletica italiana saranno oggi presenti in quel di Savona. La stagione ovviamente è stata stravolta dal Coronavirus: dovremmo essere a pochi giorni dall’apertura delle Olimpiadi di Tokyo, invece se ne riparlerà (si spera) l’anno prossimo e così questo 2020 sarà in tono decisamente minore per l’atletica leggera. Solo da poco si è tornati a gareggiare in pista e bisogna dire che per Filippo Tortu le prime notizie non sono state buone: alla Fastweb Cup di Rieti il velocista italiano di punta ha ottenuto il deludente tempo di 10″31 sui 100 metri alla sua prima uscita dopo la quarantena per il Coronavirus. Tutti si attendono qualcosa di decisamente migliore già oggi nel Meeting di Savona da parte di Filippo Tortu, magari pungolato anche dal confronto diretto con Marcell Jacobs, in questo momento il secondo nome di punta della velocità italiana.

DIRETTA MEETING DI SAVONA 2020: TORTU E NON SOLO

La diretta del Meeting di Savona 2020 vivrà dunque innanzitutto della possibile sfida tra Filippo Tortu e Marcell Jacobs sui 100 metri, ma sarebbe riduttivo ridurre l’intero programma a questo evento. Sempre nella velocità, la stella femminile sarà la bulgara Ivet Lalova, in gara sui 200 metri sfidata da alcune azzurre, su tutte Gloria Hooper. Nei 100 hs è praticamente padrona di casa Luminosa Bogliolo, che proprio a Savona si rivelò due anni fa ai massimi livelli. Altro ligure di spicco è naturalmente Davide Re: il primatista italiano dei 400 metri è atteso al debutto stagionale sulla sua distanza preferita dopo avere fatto molto bene a Rieti sui 200 (ha migliorato il personale), ottima base di partenza per fare di nuovo benissimo sul giro di pista. Nei 110 hs ecco uno dei nomi stranieri di spicco, il campione mondiale indoor in carica tra le barriere alte, il britannico Andrew Pozzi. Nei concorsi spiccano invece due gare femminili: nel salto in lungo infatti sarà in gara Larissa Iapichino, mentre nel salto in alto è attesa la sfida tra Elena Vallortigara e Alessia Trost, che gareggeranno sotto gli occhi di Sara Simeoni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA