DIRETTA/ Milano Olympiacos (risultato finale 72-93): l’Olimpia si arrende!

- Claudio Franceschini

Diretta Milano Olympiacos (risultato finale 72-93) streaming video tv della partita di Eurolega. Terza sconfitta consecutiva per l’Olimpia che perde contatto da Barcellona e Real Madrid.

Devon Hall Olimpia Milano Zenit Eurolega web 2021 1 640x300
Diretta Milano Panathinaikos, basket Eurolega 15^ giornata (da www.euroleague.net)

DIRETTA MILANO OLYMPIACOS (RISULTATO FINALE 72-93): L’OLIMPIA SI ARRENDE

L’Olympiacos sbanca il Mediolanum Forum di Assago battendo l’Olimpia Milano con il punteggio di 72-93, nuova battuta d’arresto per i meneghini – al terzo KO consecutivo – che perdono contatto da Barcellona e Real Madrid che guidano la classifica di Eurolega. Nell’ultimo quarto il quintetto di Messina non riesce nemmeno a ridurre lo svantaggio nei confronti degli avversari che controllano agevolmente la situazione e mettono il successo in cassaforte con i soliti Printezis e Larentzakis che stasera non hanno sbagliato nulla a differenza di Tarczewski che dalla lunetta non è quasi mai riuscito a vedere il canestro. Serata da dimenticare al più presto, l’obiettivo ora è voltare pagina al più presto. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA MILANO OLYMPIACOS STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA DI EUROLEGA

Come sempre la diretta tv di Milano Olympiacos sarà trasmessa sulla televisione satellitare: l’appuntamento è con il canale Sky Sport Arena (numero 204 del decoder), riservato chiaramente agli abbonati che, in alternativa, potranno utilizzare il servizio di diretta streaming video – che non comporta costi aggiuntivi – utilizzando l’applicazione Sky Go. Il sito ufficiale www.euroleague.net fornirà invece tutte le informazioni utili sulla partita di Eurolega, come il tabellino play-by-play e il boxscore aggiornato in tempo reale.

57-72, SERVE UN MIRACOLO

All’inizio del terzo quarto l’Olimpia Milano prova a reagire e a ridurre lo svantaggio nei confronti dell’Olympiacos ma i greci mantengono comunque un margine rassicurante e anzi provano ad allungare ulteriormente con il solito Vezenkov che stasera è davvero ispiratissimo. Datome non vuole arrendersi e suona la carica al Mediolanum Forum di Assago ma gli ospiti sembrano avere il pieno controllo della situazione e a dieci minuti dalla fine del tempo regolamentare conducono con il parziale di 72 a 57. Agli uomini di Messina servirà un vero miracolo per ribaltare la situazione che a questo punto sembra disperata. {agg. di Stefano Belli}

45-60, L’OLIMPIA ZOPPICA

Olimpia Milano e Olympiacos vanno al riposo sul punteggio di 45-60, stasera in difesa i meneghini lasciano parecchio a desiderare concedendo tantissimi punti agli uomini di Bartzkos che dal canto loro sbagliano pochissimo, soprattutto dalla distanza. All’inizio del secondo quarto il quintetto di Messina riesce pure a ristabilire momentaneamente l’equilibrio con HInes e Daniels, poi però salgono nuovamente in cattedra gli ospiti che prendono nuovamente il largo tornando a +12, deve entrare in azione Datome che prova a rimettere in carreggiata i suoi. Larentzakis e Printzesis ristabiliscono le distanze e prima della pausa Shields sbaglia dalla lunetta, si sono notevolmente complicati i piani dei padroni di casa. {agg. di Stefano Belli}

25-30, PARTENZA FALSA PER L’OLIMPIA

Al Mediolanum Forum di Assago è cominciata la sfida valevole per la 12^ giornata della regular season di Eurolega tra l’Olimpia Milano e l’Olympiacos, il primo quarto è andato in archivio sul parziale di 30 a 25 in favore degli ospiti. Prima della palla a due è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Ennio Doris, fondatore della banca main sponsor dell’impianto dove si sta disputando il match. Partenza disastrosa per i meneghini che subiscono passivamente le iniziative del quintetto avversario, Dorsey e Vezenkov trascinano gli ellenici che si portano subito a +11, il coach Messina è costretto a spendere un time-out per dare una svegliata ai suoi ma gli uomini di Bartzkos allungano ancora. Servono le triple di Shields per accorciare le distanze, successivamente entra in partita anche Delaney e allo scadere del 10’ i padroni di casa devono ancora recuperare 5 lunghezze di svantaggio. {agg. di Stefano Belli}

PALLA A DUE!

Finalmente siamo pronti a vivere la diretta di Milano Olympiacos. Le due squadre si sono incrociate 21 volte in Eurolega dal 2000 a oggi: i greci comandano nel testa a testa con 14 vittorie a fronte di 7 sconfitte, ma il record è in parità (5-5) quando si parla di partite al Mediolanum Forum. Qui, l’Olimpia ha vinto le ultime due e tre delle ultime quattro; nel gennaio 2017 si era imposta 99-83 fermando una serie di cinque successi dell’Olympiacos, mentre il successo più recente è quello dello scorso gennaio quando era finita 90-79, con Kevin Punter (27 punti, 8/12 dal campo e 4/8 dall’arco) e Malcolm Delaney (16 punti e 5 assist, 10/11 ai liberi) a fare la voce grossa, annullando la doppia doppia da 18 punti e 10 rimbalzi di Sasha Vezenkov che era risultato il migliore dei suoi.

La partita dunque è diventata una sorta di classica; Milano inoltre si ritrova oggi ad affrontare Georgios Bartzokas, che con l’Olympiacos ha vinto l’Eurolega nel 2013 e poi è stato avversario dell’Olimpia anche con Lokomotiv Kuban – storica Final Four nel 2016 – Barcellona (in una stagione complessa per i blaugrana) e Khimki. Un grande protagonista di questa competizione, come appunto lo è la stessa squadra del Pireo; a questo punto noi non vediamo l’ora di scoprire quello che succederà sul parquet del Mediolanum Forum, a tale proposito possiamo metterci comodi e lasciare che a parlare siano i protagonisti di questa affascinante sfida, la palla a due di Milano Olympiacos sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

IL GRANDE EX

Il grande ex nella diretta di Milano Olympiacos è Kyle Hines, giustamente soprannominato “Mr. Eurolega”: il centro Usa infatti è uno specialista di questa competizione che ha vinto per 4 volte, e la sua presenza nel roster coincide in buona sostanza con la sua squadra alle Final Four. È stato vero anche l’anno scorso, alla prima stagione con l’Olimpia Milano: Hines ha raggiunto la semifinale poi persa contro il Barcellona, e questo significa che dal 2011 arriva ininterrottamente tra le prime quattro squadre di Eurolega. Una striscia iniziata proprio con l’Olympiacos: al Pireo il centro ha giocato tra il 2011 e il 2013 e ha vinto per due volte il titolo continentale, per poi ripetersi con il Cska Mosca (2016 e 2019) raggiungendo la FInal Four in tutte le sei stagioni disputate in Russia – con l’eccezione ovviamente del 2020, ma il torneo è stato interrotto per la pandemia di Coronavirus.

Tra le altre cose Hines non è mai stato un comprimario, anzi: già nel 2009, quando giocava in LegaDue a Veroli, aveva vinto il premio di MVP della Coppa Italia di categoria, poi lo è stato due anni dopo della finale di Bundesliga con il Bamberg. In Eurolega invece ha vinto per due volte il premio di miglior difensore: le doti di protettore del ferro le ha viste molto bene anche Milano, che ora si gode Kyle Hines sperando che la striscia di presenze in Final Four si allunghi… (agg. di Claudio Franceschini)

L’ASSENTE

In Milano Olympiacos ci sarà un assente per le qualificazioni ai Mondiali delle nazionali: come abbiamo detto l’Eurolega non si ferma, e questo incide sui roster delle squadre impegnate nel percorso verso la Coppa del Mondo che perdono tanti giocatori importanti – anche e soprattutto quelli che militano in NBA – in una rivoluzione dei calendari FIBA che ha fatto storcere il naso a parecchi in questi ultimi anni. Avevamo già parlato del caso della Slovenia che, campione d’Europa in carica, non si era qualificata ai Mondiali non potendo contare su Luka Doncic e tutti gli altri protagonisti della cavalcata del 2017; l’Olimpia ha invece fornito alla nazionale di Meo Sacchetti Davide Alviti, il classe ’96 che l’anno scorso era a Trieste e prima ancora aveva giocato due stagioni a Treviso.

Con tutto il rispetto per un giocatore in crescita, una perdita “minore”: Alviti infatti non è mai entrato nelle rotazioni di Ettore Messina per l’Eurolega, mentre in Serie A1 segna 3,6 punti a partita con 8 minuti medi di utilizzo. Dunque, pensando alla diretta di Milano Olympiacos, non possiamo considerare l’ala ciociara nemmeno come un vero e proprio assente, non avendo mai disputato un singolo minuto in Eurolega, ed è anche per questo che l’Olimpia ha deciso di darlo all’Italia che affronta Russia (in questi minuti) e Olanda in questa finestra delle qualificazioni ai Mondiali. (agg. di Claudio Franceschini)

L’OLIMPIA VUOLE RIPARTIRE

Milano Olympiacos è in diretta dal Mediolanum Forum, alle ore 20:30 di venerdì 26 novembre: si gioca per la 12^ giornata di basket Eurolega 2021-2022. La competizione non si ferma, a differenza delle altre coppe europee, nemmeno con le qualificazioni ai Mondiali in corso: un contenzioso di cui si è parlato tanto negli anni scorsi e che fa ancora discutere, ma che influisce più che altro sui roster delle nazionali. L’Olimpia cerca di ripartire questa sera dopo il doppio ko in Russia: prima il crollo di fronte all’Unics Kazan, poi la tirata sconfitta contro lo Zenit.

La classifica resta naturalmente ottima, ma per la prima volta in stagione Milano ha perso due partite consecutive e giustamente ha bisogno di dare un segnale forte. Non sarà semplice contro i greci, che sembrano essere in ripresa dopo anni difficili e puntano con decisione un posto nei playoff; vedremo come andranno le cose nella diretta di Milano Olympiacos, ma intanto possiamo anche fare una breve valutazione e analisi di quelli che potrebbero essere i temi principali di questa partita di Eurolega.

DIRETTA MILANO OLYMPIACOS: RISULTATI E CONTESTO

Milano Olympiacos sarà un punto di svolta? Difficile dirlo con una regular season così lunga e che è arrivata ad un terzo del percorso, ma certamente in Eurolega si vive di momenti e inerzia, e l’Olimpia sa bene che dopo aver perso due volte consecutive – di cui una molto male – le avversarie sono pronte ad approfittarne, non solo dal punto di vista della classifica (dove Milano è terza) ma anche e soprattutto nelle sfide dirette. L’Olympiacos, che ha una vittoria in meno e arriva dal successo interno contro il Maccabi Tel Aviv, sa per esempio di trovarsi di fronte una squadra ferita e che ha perso qualche certezza, e giustamente approccerà il match del Mediolanum Forum in un certo modo.

Dal punto di vista generale, quella del Pireo è una realtà che nell’epoca recente in Eurolega ha anche dominato (ricordiamo i due titoli in serie e altre finali) ma che poi ha vissuto un periodo di ricostruzione e calo di risultati. Oggi si presenta senza il suo storico leader Vassilis Spanoulis che si è ritirato, ma la squadra affidata a Georgios Bartzokas ha in Kostas Sloukas, il veterano Georgios Printezis e altri elementi dei giocatori che sanno come si vincono partite importanti in Eurolega. Olimpia Milano favorita, almeno sulla carta, ma non sarà un match immediato da condurre in porto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA