DIRETTA MOTOGP/ Bagnaia nuovo leader del mondiale dopo la gara di Jerez!

- Mauro Mantegazza

Diretta Motogp gara Gp Spagna 2021 da Jerez live: cronaca, vincitore, podio e ordine d’arrivo della quarta gara della stagione (oggi domenica 2 maggio).

Marquez Jerez MotoGp 2020
Diretta MotoGp: la caduta di Marquez segnò il Gp 2020 a Jerez

DIRETTA MOTOGP, GP SPAGNA: BAGNAIA NUOVO LEADER DEL MONDIALE DOPO LA GARA DI JEREZ!

Una domenica da incorniciare per la Ducati e non soltanto per la grande vittoria di Jack Miller che a Jerez – pista che in passato non ha mai strizzato l’occhio alla Desmosedici – ha battuto tutti conquistando il gradino più alto del podio al termine di una gara a dir poco esaltante per la Casa di Borgo Panigale che fa doppietta grazie al secondo posto di Pecco Bagnaia, nuovo leader del mondiale piloti 2021 di MotoGp. Un altro podio per il centauro torinese, bravissimo ad approfittare dei guai di Fabio Quartararo che si stava involando verso uno scontatissimo tris quando all’improvviso ha dovuto rallentare – problemi ai freni e agli pneumatici – fino a concludere la corsa in tredicesima posizione. Adesso Bagnaia guida la classifica con 2 lunghezze di margine nei confronti del Diablo e si candida al ruolo di antagonista protagonista nella corsa al titolo iridato. La Yamaha limita i danni grazie a Franco Morbidelli che conquista il terzo gradino del podio regalando una piccola gioia al team Petronas con Valentino Rossi che ormai è solo il fantasma di se stesso, anche oggi il Dottore non è riuscito a conquistare punti. Maverick Vinales non riesce ad andare d’accordo con la gomma soft e si deve accontentare della settima piazza, alle spalle dell’Aprilia di Aleix Espargaro (ottimo inizio come al solito per la Casa di Noale che stavolta ha tenuto anche alla distanza), alla Suzuki di Joan Mir e alla Honda di Taakami Nakagami, solamente 690 millesimi separano il giapponese da un meritatissimo podio. Prosegue il recupero di Marc Marquez che ottiene un altro piazzamento in top 10, l’ex-campione del mondo della classe regina è ancora lontano dalla forma fisica ottimale ma siamo sicuri che il tempo sarà galantuomo con lui, soprattutto dopo aver imparato la lezione dello scorso anno. Alex Rins invece si merita una bella tirata di orecchie per una scivolata nelle battute iniziali che gli ha impedito di poter lottare per i primi, un altro errore che lo ostacolerà tantissimo in ottica campionato (dove è nono a -43 dal nostro Bagnaia). Tra due settimane si corre a Le Mans, in Francia, e lì sarà tutta un’altra storia. {agg. di Stefano Belli}

HA VINTO MILLER, BAGNAIA SECONDO, DOPPIETTA DUCATI!

Trionfo della Ducati a Jerez dove si è appena concluso il Gran Premio di Spagna con la vittoria di Jack Miller che taglia il traguardo per primo davanti al suo compagno di marca Pecco Bagnaia. Fantastica doppietta per la Casa di Borgo Panigale che impartisce una severa lezione alla Yamaha con Fabio Quartararo che mentre era saldamente al comando ha dovuto improvvisamente rallentare ed è precipitato in tredicesima posizione, frenato dalle gomme deteriorate e dai freni che non funzionavano più. Ci pensa Franco Morbidelli a salvare in parte la domenica del costruttore giapponese con il terzo gradino del podio, la Honda può accennare un timido sorriso grazie al quarto posto di Takaaki Nakagami e al finale in crescendo di Marc Marquez che ha chiuso in nona posizione, un altro piazzamento in top 10 per lo spagnolo che deve ancora ritrovare la forma fisica migliore per potersi inserire nella corsa al titolo iridato. Dopo la scivolata di Alex Rins, la Suzuki porta a casa una top 5 con il campione del mondo in carica della MotoGp, Joan Mir, che precede l’Aprilia di Aleix Espargaro, Maverick Vinales e Johann Zarco. Danilo Petrucci in sella alla KTM del team Tech-3 non va oltre la quattordicesima posizione ma almeno conquista due punticini, a differenza di Valentino Rossi, Luca Marini e Lorenzo Savadori che invece restano a bocca asciutta. {agg. di Stefano Belli}

QUARTARARO ALLUNGA SU MILLER

Fabio Quartararo è al comando del Gran Premio di Spagna, dopo una partenza tutt’altro che brillante il leader del mondiale piloti di MotoGp ha impiegato pochi giri a rimontare e riprendersi la prima posizione, sbarazzandosi della compagnia di Pecco Bagnaia, Franco Morbidelli e Jack Miller che non hanno potuto opporre resistenza, all’australiano non è bastato nemmeno sfruttare i cavalli della sua Desmosedici per tornare davanti ed è stato costretto ad accodarsi. Con il passare dei giri il francese allunga sul ducatista mentre i due italiani si contendono il terzo gradino del podio. Come al solito l’Aprilia parte fortissimo ma adesso il ritmo di Aleix Espargaro sta calando decisamente, in difficoltà Maverick Vinales che annaspa in ottava posizione alle spalle del campione del mondo in carica Joan Mir, evidentemente non paga la scelta di montare la gomma soft all’anteriore, stessa scelta fatta da Enea Bastianini che è caduto nel tentativo di inseguire le Honda di Marc Marquez (decimo) e Pol Espargaro (undicesimo). Fuori dalla zona punti Valentino Rossi, per lui è già un mezzo miracolo tenere in strada la sua Yamaha, sempre nelle retrovie Danilo Petrucci (davvero deludente finora la sua avventura in KTM), Luca Marini e Lorenzo Savadori. {agg. di Stefano Belli}

MILLER AL COMANDO, RINS GIA’ FUORI

Il Gran Premio di Spagna a Jerez (quarta tappa della stagione 2021 di MotoGp) è cominciato con la partenza a fionda di Jack Miller che si porta al comando, non benissimo Fabio Quartararo che viene scavalcato pure da Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia. Ha guadagnato qualche posizione anche Aleix Espargaro risalito in quinta posizione con l’Aprilia mentre Marc Marquez sgomita a centro gruppo ingaggiando un aspro duello con Johann Zarco e il suo compagno di box, Pol Espargaro. Suo fratello Alex invece finisce subito a terra e si rialza lamentando dolore al braccio, anche Brad Binder si è autoeliminato da solo, il sudafricano poteva essere tra i protagonisti soprattutto nella seconda parte della gara. Nelle retrovie Vaentino Rossi, Danilo Petrucci, Lorenzo Savadori e Luca Marini mentre Enea Bastianini prova a recuperare terreno. Al 3^ giro Alex Rins perde il controllo della sua Suzuki e assaggia l’asfalto, secondo errore di fila per lo spagnolo che rischia di essere già tagliato irrimediabilmente fuori dalla corsa per il titolo iridato. {agg. di Stefano Belli}

TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Ultimi preparativi sulla griglia di partenza per il via del Gran Premio di Spagna, quarta tappa della stagione 2021 di MotoGp. Fabio Quartararo partirà dalla pole position e insegue il terzo successo consecutivo che gli consentirebbe di rinforzare la leadership nel campionato piloti, il francese dovrà vedersela con Franco Morbidelli e Jack Miller che lo affiancano in prima fila. Il centauro romano ha dimostrato di essere in gran forma sulla pista andalusa e nelle prove libere è sempre stato tra i più veloci, resta invece qualche dubbio sulla tenuta alla distanza della Ducati, mai nelle primissime posizioni durante le simulazioni dei long run. I tifosi italiani possono fare affidamento inoltre su Pecco Bagnaia che dalla quarta piazzola dello schieramento proverà a dire la sua. Occhi puntati anche su Johann Zarco – che deve riscattarsi dopo la brutta caduta di due settimane fa a Portimao – e su Maverick Vinales che quest’anno si è ritrovato un compagno di box molto ingombrante. Come al solito le Suzuki di Alex Rins e Joan Mir proveranno a rimontare nella seconda parte di gara, da valutare il rendimento di Marc Marquez che ieri non è riuscito a qualificarsi per la Q2 ed è stato protagonista di un paio di incidenti che potrebbero condizionare il suo stile di guida. Sono previsti 25 giri per un totale di 110 chilometri. {agg. di Stefano Belli}

IL BORSINO DEI FAVORITI

Fabio Quartararo andrà a caccia del tris dopo aver trionfato a Doha e in Portogallo: il centauro francese del team ufficiale Yamaha ha conquistato la pole position nelle qualifiche del Gran Premio di Spagna che si sono disputate ieri e oggi cercherà di consolidare il primato nella classifica piloti del campionato 2021 di MotoGp. Anche nella quarta sessione di prove libere, dove solitamente si fa una simulazione del passo gara, Quartararo è stato il più veloce sebbene non sia riuscito a trovare un long run con tempi costanti. A differenza di Franco Morbidelli che lo affiancherà in prima fila e che ha girato con un ritmo più che soddisfacente, intorno all’1’38”0, con la gomma media sia davanti che dietro. Stesso discorso per Maverick Vinales che ha saputo replicare i tempi del romano, e in qualche caso si è pure spinto sull’1’37” alto montando inoltre lo pneumatico hard al posteriore. Come al solito bisognerà tenere d’occhio le Suzuki di Joan Mir e Alex Rins che ci hanno abituato a grandi rimonte nella seconda parte della corsa, mentre per quanto riguarda Marc Marquez la sfida sarà più con se stesso che con gli altri: la tenuta fisica dell’ex-campione del mondo della classe regina resta ancora un’incognita. {agg. di Stefano Belli}

MARQUEZ CADE DI NUOVO NEL WARM-UP

Miglior tempo per Maverick Vinales nel warm-up della MotoGp a Jerez dove tra poche ore si correrà il Gran Premio di Spagna. Il pilota spagnolo del team ufficiale Yamaha ha girato in 1’37”642, seconda posizione a 46 millesimi per Johann Zarco. Terzo posto per Fabio Quartararo (+0”157) che partirà dalla pole position, a seguire Brad Binder (+0”330), Joan Mir (+0”368), Franco Morbidelli (+0”372), Enea Bastianini (+0”505), Francesco Bagnaia (+0”506), Aleix Espargaro (+0”628) e Alex Marquez (+0”645) che completano la top 10. Pista molto scivolosa, a farne le spese Iker Lecuona e Marc Marquez, finito ancora una volta a terra in curva 4. Caduta decisamente meno cruenta rispetto a quella di ieri, si tratta comunque di un inconveniente che l’ex-campione della classe regina si sarebbe risparmiato volentieri. Proseguono le difficoltà di Valentino Rossi, solamente ventesimo il Dottore che anche oggi dovrà limitare i danni e per lui sarebbe già tanto arrivare in zona punti, non proprio uno scenario edificante per chi ha scritto bellissime pagine di storia del motociclismo. {agg. di Stefano Belli}

VINALES DETTA IL PASSO NEL WARM-UP

Il warm-up della MotoGp è cominciato con 20 minuti di ritardo rispetto all’orario previsto a causa dell’incidente di Celestino Vietti la cui moto si è schiantata contro gli air fence provocando la bandiera rossa, interruzione necessaria per consentire ai commissari di riparare le barriere danneggiate e far correre i piloti in condizioni di massima sicurezza. I centauri della classe regina in questo momento stanno girando sulla pista di Jerez per rodare gli pneumatici da utilizzare durante la gara, in questa sessione non conta fare il tempone poiché la griglia di partenza è già stata definita dalle qualifiche di ieri, per cui la classifica ha un’importanza relativa. In ogni caso davanti a tutti c’è Maverick Vinales che precede Brad Binder, Johann Zarco, Miguel Oliveira e Stefan Bradl, sesto Franco Morbidelli che partirà in prima fila, in top 10 c’è anche l’Aprilia con Aleix Espargaro e il team satellite della KTM, Tech-3, con Danilo Petrucci. Nelle retrovie Marc Marquez – ancora “scosso” dalla caduta in FP3 – e Valentino Rossi alle prese con una moto che non riesce proprio a domare. {agg. di Stefano Belli}

POSTICIPATO IL WARM-UP!

A poche ore dal Gran Premio di Spagna – quarto appuntamento della stagione 2021 – i piloti della MotoGp saranno impegnati in una breve sessione di warm-up da 20 minuti in cui dovranno rodare gli pneumatici da usare per la gara e magari prendere ancora più confidenza con la pista di Jerez. Che non sembra portare particolarmente bene a Marc Marquez, proprio qui un anno fa il campione spagnolo si infortunò al braccio e da lì cominciò un lunghissimo calvario fatto di interventi chirurgici non riusciti, recuperi lampo improbabili e altre complicazioni che lo hanno tenuto alla larga dai circuiti fino a poche settimane fa, con il rientro in Portogallo. Ieri il centauro della Honda è caduto di nuovo schiantandosi contro le barriere, fortunatamente non ha riportato conseguenze fisiche ma questo nuovo incidente potrebbe segnarlo psicologicamente. Vedremo se avrà ancora voglia di gettarsi oltre il limite e spingere al massimo e piegare come soltanto lui sapeva fare fino al 2019. Intanto la classe regina dovrà armarsi di pazienza: la bandiera rossa provocata da Celestino Vietti – la cui moto è finita contro gli air fence danneggiandoli – farà slittare l’inizio del warm-up alle ore 9.40. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA MOTOGP, STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA GARA

La MotoGp dunque torna protagonista anche in streaming e tv su questa pista che aveva segnato il debutto l’anno scorso del Motomondiale in epoca Covid. Tutte le sessioni e gare odierne dal circuito spagnolo saranno trasmesse in tv e anche in streaming su Sky Sport MotoGp HD, canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky che ancora una volta detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale. Per tutti gli appassionati, anche non abbonati Sky, bisogna inoltre segnalare che le gare del Gran Premio di Spagna saranno visibili in tempo reale in chiaro su Tv8, dunque gli appassionati della MotoGp potranno tutti vivere subito le emozioni della corsa.

Il punto di riferimento della squadra di inviati Sky è sempre Guido Meda, che sarà ancora una volta il telecronista della classe regina MotoGp, anche se pure le trasmissioni di Sky dovranno fare i conti con alcune inevitabili limitazioni imposte dal protocollo sanitario imposto dal Coronavirus. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire il warm-up e la gara MotoGp in streaming video tramite l’applicazione SkyGo, ma la diretta streaming video della MotoGp sarà garantita pure sulla piattaforma DAZN.

Per quanto riguarda la tv in chiaro, l’appuntamento con la gara del Gp Spagna 2021 della MotoGp sarà questa volta in tempo reale su Tv8 (canale numero 8 del telecomando) con le gare di tutte e tre le classi in successione nei loro orari effettivi, mentre va detto che in ogni caso su Tv8 non sarà visibile il warm-up. I non abbonati Sky avranno dunque a disposizione in tempo reale le immagini con tutte le emozioni del Gran Premio sulla pista di Jerez de la Frontera. Ricordiamo infine anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

OGGI SI CORRE!

La diretta MotoGp oggi, domenica 2 maggio, con il Gran Premio di Spagna 2021 sul circuito di Jerez de la Frontera ci proporrà il quarto appuntamento del Motomondiale 2021, che sta dunque entrando sempre più nel vivo e oggi vive una delle sue tappe più tradizionali, la prima delle ben quattro in programma in Spagna, quella con la maggiore tradizione e non a caso nobilitata dal titolo di Gran Premio nazionale a differenza dei vari eventi “regionali” a Barcellona, in Aragona e infine a Valencia.

Un anno fa proprio a Jerez la MotoGp si era rimessa in moto a luglio dopo la pandemia, stavolta ci si arriva invece come quarto atto della stagione, in ogni caso il protagonista è Fabio Quartararo, che l’anno scorso vinse il Gp Spagna mentre quest’anno è l’attuale leader della classifica e arriva dalla vittoria di due settimane fa a Portimao. L’appuntamento principale della domenica è naturalmente quello con la partenza della gara della MotoGp: i semafori si spegneranno alle ore 14.00, classico orario dei Gran Premi della classe regina, ma ricordiamo pure che il primo appuntamento con la diretta MotoGp di questa domenica sarà con il warm-up alle ore 9.20 del mattino, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme.

MOTOGP, LE QUALIFICHE A JEREZ

Sabato mattina un po’ a sorpresa nel segno di Takaaki Nakagami, il pilota giapponese della Honda che è stato il più veloce nelle prove libere FP3 della MotoGp a Jerez de la Frontera, primo atto del sabato del Gp Spagna 2021, come sempre molto importante perché determina la classifica combinata delle tre sessioni di prove libere, i cui primi dieci accedono direttamente al Q2.

La sessione ha messo in luce che l’Aprilia con Aleix Espargaro è una realtà sempre più solida, anche sul passo gara, confermando comunque la Yamaha come moto di riferimento, purtroppo con l’eccezione di un Valentino Rossi sempre in difficoltà. Il finale della sessione è stato naturalmente caratterizzato dalla caccia ai giri veloci che hanno cambiato la fisionomia della classifica, con due Honda nelle prime tre posizioni ma senza Marc Marquez, caduto in modo spettacolare anche se rialzatosi prontamente e tornato al box con le sue gambe.

La conferma del rapporto tormentato con Jerez non farà però bene a Marquez, anche dal punto di vista psicologico. Francesco Bagnaia, leader dopo la FP2, ha rischiato di rimanere fuori dalla top 10 e si è salvato solo all’ultimo tentativo, chiudendo ottavo. Come detto, Nakagami leader in 1’36″985 davanti a Fabio Quartararo e Stefan Bradl, quarto posto per il campione del Mondo Joan Mir, seguono l’Aprilia di Aleix Espargaro, le Yamaha di Maverick Vinales e Franco Morbidelli (settimo dopo che gli è stato cancellato un giro veloce per avere oltrepassato i limiti della pista), Pecco Bagnaia come accennato in ottava posizione in extremis ed infine Johann Zarco nono e Alex Rins decimo. Tra chi dovrà invece disputare la Q1 abbiamo Jack Miller, logicamente Marc Marquez e un Valentino Rossi sempre in difficoltà.

Le qualifiche della MotoGp a Jerez de la Frontera sono vissute nel segno di Fabio Quartararo, alla quarta pole position consecutiva sulla pista sede del Gran Premio di Spagna 2021, ma anche di un bel duello al vertice tra Yamaha e Ducati, con tanta Italia protagonista.

Cominciamo però ricordando che nel Q1 sono stati eliminati Marc Marquez e Valentino Rossi: per molti anni sarebbe stata una notizia clamorosa, ieri ha sorpreso pochi perché lo spagnolo aveva iniziato il suo sabato con una brutta caduta in FP3 che ha complicato una situazione già delicata da quel punto di vista per Marquez, mentre la crisi tecnica di Valentino Rossi è ormai conclamata e per il Dottore la situazione si fa sempre più ardua. La lotta per la pole position non ha visto dunque protagonisti i due campioni che hanno scritto più di chiunque altro la storia della MotoGp, ma ci siamo comunque divertiti con altri protagonisti. Bravissimo Franco Morbidelli con la sua Yamaha del 2019 e il brivido di un tempo cancellato per essere andato oltre i limiti della pista – ma fortunatamente non si trattava della sua migliore prestazione.

Molto bene anche le Ducati su una pista non sempre graditissima a Borgo Panigale: Miller si è preso una ottima terza posizione, mentre Bagnaia all’ultimo tentativo ha raddrizzato la situazione, prendendosi un quarto posto che può essere ottima base di partenza per la gara di domani. Tra i bocciati invece Maverick Vinales: settimo, ben staccato dal compagno di squadra Quartararo e pure da Morbidelli con la Yamaha più vecchia, ma comunque migliore degli spagnoli, che non hanno brillato. In proporzione alle possibilità, tuttavia, l’ottavo posto di Aleix Espargaro con l’Aprilia va senza dubbio giudicato più positivamente.

DIRETTA MOTOGP, LE INFO UTILI SUL GP SPAGNA 2021

Parlando di tutte le informazioni utili per seguire la diretta MotoGp nel migliore dei modi oggi, dobbiamo dire che la gara del Gran Premio di Spagna 2021 avrà luogo sulla distanza di 25 giri per un totale di 110,6 km, dal momento che ogni giro della breve pista andalusa misura 4.423 metri, caratterizzato da cinque curve a sinistra e otto a destra, dunque 13 in totale. Non molte, ma come detto bisognerà fare i conti con la brevità del circuito di Jerez, tanto che che fino a pochi anni fa la gara della MotoGp si disputava sulla distanza di 27 giri, poi c’è stato un taglio di due giri e dunque circa 9 km in meno. Circuito anche piuttosto stretto e tortuoso, dal momento che la larghezza del nastro d’asfalto è di appena 11 metri, mentre il rettilineo più lungo dell’intero tracciato misura appena 607 metri, dunque in particolare in MotoGp non si riesce a scatenare tutta la potenza a disposizione.

La pista è naturalmente notissima, perché è tappa fissa per il Motomondiale ogni stagione da più di 30 anni e nel 2020 è stata sede della prima doppietta di gare consecutive sullo stesso circuito, una caratteristica alla quale nei mesi successivi ci siamo abituati ed è stata replicata anche in questo 2021 nel quale abbiamo già avuto due gare a Losail, in Qatar, in apertura di stagione.

DIRETTA MOTOGP: UN ANNO FA A JEREZ

In attesa di scoprire che cosa ci offrirà oggi la diretta MotoGp per il Gp Spagna 2021, possiamo fare un salto indietro di un anno (scarso) per scoprire che cosa era successo a Jerez nella precedente edizione, che si era disputata a luglio inoltrato, mentre quest’anno si torna alla tradizionale collocazione del GP Spagna all’inizio di maggio. Era stato Fabio Quartararo a conquistare la copertina, prendendosi al sabato la pole position e domenica anche la vittoria in gara, un evento memorabile per l’allora pilota della Yamaha Petronas, che era infatti al suo primo successo della carriera nella classe regina, che avrebbe poi bissato sette giorni più tardi a Jerez-2.

Secondo gradino del podio per Maverick Vinales, terzo fu Andrea Dovizioso che purtroppo quest’anno non è più tra i protagonisti, ma il GP Spagna 2020 è ricordato soprattutto per la doppia caduta di Marc Marquez, che dopo il primo scivolone si lanciò in una rimonta epica, conclusa però di nuovo nella terra per l’infortunio che, a causa dello sciagurato tentativo di rientrare troppo in fretta, avrebbe tenuto fuori Marquez per addirittura nove mesi. Stavolta che cosa succederà? Per saperlo, adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta MotoGp della gara e del warm-up del Gran Premio di Spagna 2021 sul circuito di Jerez sta per cominciare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA