Diretta/ Olanda Inghilterra (risultato finale 3-1) streaming Rai: trionfo Orange!

- Claudio Franceschini

Diretta Olanda Inghilterra semifinale Nations League 2019, streaming video Rai: segui la cronaca e risultato live della partita che si gioca a Guimaraes.

Olanda Inghilterra area mischia lapresse 2019
Olanda Inghilterra, semifinale Nations League 2019 (Foto LaPresse)

DIRETTA OLANDA INGHILTERRA (RISULTATO FINALE 3-1): TRIONFO ORANGE!

Sarà Portogallo-Olanda la finalissima della prima edizione della UEFA Nations League. Nella seconda semifinale, dopo il successo dei lusitani sulla Svizzera, è arrivato il 3-1 degli orange sull’Inghilterra. Che ha ceduto di schianto dopo un’ottima partita ai tempi supplementari, a causa di due errori difensivi molto banali. Anche il gol del 3-1, che ha chiuso definitivamente la partita, è arrivato per uno sciagurato retropassaggio di Barkley, che ha permesso a Depay di servire il più comodo degli assist a Promes. 3-1 finale e Olanda che dunque torna a giocarsi un trofeo dopo aver saltato l’Europeo del 2016 e il Mondiale del 2018, mentre il Portogallo prima di difendere il titolo continentale l’anno prossimo punta a mettere in bacheca un’altra coppa dopo Euro 2016. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE OLANDA INGHILTERRA

La diretta tv di Olanda Inghilterra sarà trasmessa sulla televisione di stato, e dunque sarà un appuntamento in chiaro per tutti: il canale è Rai Tre, e in assenza di un televisore come sempre sarà possibile seguire questa semifinale di Nations League anche in diretta streaming video, senza costi aggiuntivi e semplicemente visitando il sito www.raiplay.it (dove selezionare il canale di riferimento) dotandosi di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

A SEGNO PROMES!

Il primo tempo supplementare tra Olanda e Inghilterra a Guimaraes è iniziato con una sostituzione per l’Olanda, con Steven Bergwijn rimpiazzato da Davy Propper. I ritmi sono più bassi e dopo 5′ si affacciano gli orange in avanti, con una punizione di Depay che viene neutralizzata da Pickford. Al 7′ l’Olanda si porta in vantaggio: patatrac di Stones che si fa soffiare il pallone al limite dell’area, ne nasce un’azione con un pallone respinto da Cillessen sul quale si avventa Quincy Promes, velocissimo e capace di insaccare sfruttando anche una deviazione di Walker. Inghilterra tramortita, la tiene a galla Pickford che al 9′ respinge un colpo di testa ravvicinato di Depay, che vede neutralizzato dal portiere inglese anche un successivo calcio di punizione all’11’. Si va al secondo tempo supplementare con l’Olanda in vantaggio 2-1 sull’Inghilterra. (agg. di Fabio Belli)

SUPPLEMENTARI!

Serviranno i tempi supplementari per stabilire la seconda finalista della UEFA Nations League. A Guimaraes Olanda ed Inghilterra hanno chiuso 1-1 i tempi regolamentari che si sono protratti per 7′ di recupero. Dopo il gol del pareggio olandese di De Ligt il match si è acceso ulteriormente, al 38′ l’Inghilterra avrebbe trovato con Lingard il gol dell’1-2, un rasoterra che si insacca ma la rete viene annullata per una posizione di fuorigioco rilevata dall’arbitro Turpin dopo la review al VAR. Al 42′ l’Olanda reclama un calcio di rigore che proprio il controllo al VAR nega. Nel recupero un’occasione per parte, al 95′ Depay arriva al tiro da ottima posizione ma spreca calciando alto. Al 97′ Sterling salta secco il diretto marcatore e calcia di prima intenzione, mancando d’un soffio il bersaglio. Si chiude sull’1-1, si torna in campo per i supplementari tra Olanda e Inghilterra. (agg. di Fabio Belli)

PAREGGIA DE LIGT!

E’ iniziato a ritmi alti il secondo tempo della semifinale di UEFA Nations League tra Olanda e Inghilterra. Al 7′ l’Olanda reclama un calcio di rigore che non viene concesso dall’arbitro Clement Turpin per l’atterramento in area di Bergwijn. Si fa vedere di nuovo in avanti l’Inghilterra al 9′ con un colpo di testa di Sancho che viene neutralizzato da Cillessen. Sul capovolgimento di fronte risponde l’Olanda con una secca conclusione di Depay che finisce tra le braccia di Pickford, attento subito dopo anche su un tentativo dell’atalantino De Roon. Al 16′ arriva la prima sostituzione per gli inglesi con Sancho che lascia spazio a Jesse Lingard. Al 20′ lampo importante degli orange con la colonna del centrocampo del Liverpool campione d’Europa, Georgino Wijnaldum, che con un insidioso rasoterra mette a dura prova i riflessi di Pickford. Al 23′ doppia sostituzione nell’Olanda con De Roon e Babel che lasciano spazio a Van de Beek e Promes, quindi al 27′ gli orange pervengono al pareggio: cross da calcio d’angolo di Depay e stacco di testa di De Ligt, la specialità del centrale dell’Ajax: gol dell’1-1 servito. (agg. di Fabio Belli)

INGLESI AVANTI

Inglesi avanti all’intervallo nella semifinale di Nations League presso l’Estádio D. Afonso Henriques di Guimaraes contro l’Olanda. A sbloccare il risultato è stato Marcus Rashford al 32′ su calcio di rigore: il talento del Manchester United ha trasformato impeccabilmente la massima punizione concessa dall’arbitro Clement Turpin per un ingenuo fallo di De Ligt, ammonito nell’occasione, e il vantaggio ha finito con lo spegnere il dinamismo dell’Olanda che era stato grande nella prima mezz’ora di gioco. Prima della fine del primo tempo l’Inghilterra ha avuto un’ottima occasione per portarsi in vantaggio con un insidioso rasoterra di Fabian Delph che ha trovato però la risposta brillante del portiere orange Jasper Cillessen. Viene ammonito anche Dumfries dell’Olanda, poi dopo 3′ di recupero squadre negli spogliatoi con l’Inghilterra in vantaggio 1-0 sull’Olanda. (agg. di Fabio Belli)

PICKFORD ATTENTO

E’ iniziata la seconda semifinale della Nations League tra Olanda ed Inghilterra, che si giocano l’accesso alla finalissima della competizione da affrontare contro il Portogallo, che ieri ha battuto la Svizzera. Prima conclusione interessante degli inglesi al 6′, con Harry Maguire che ha provato con una conclusione dal limite sugli sviluppi di un calcio d’angolo, finita però fuori misura. Al 9′ Pickford si fa trovare pronto su una conclusione di Bergwijn, primo assalto offensivo dell’Olanda. La pressione degli orange cresce ma l’Inghilterra riesce a chiudere bene gli spazi, anche se in fase offensiva scarseggiano le conclusioni. Al 21′ prova a scuotere l’equilibrio Memphis Depay, cercando l’incrocio dei pali ma trovando di nuovo la pronta risposta di Pickford. Al 23′ del primo tempo è ancora 0-0 tra Olanda e Inghilterra presso l’Estádio D. Afonso Henriques di Guimaraes. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Eccoci al via di Olanda Inghilterra: come abbiamo già visto, in campo questa sera a Guimaraes ci saranno anche alcuni dei protagonisti della finale di Champions League che si è giocata solo cinque giorni fa. Sarà un ritorno in campo trionfale quello di Virgil Van Dijk e Georginio Wijnaldum, che hanno contribuito da grandi protagonisti al titolo del Liverpool (il centrocampista ha realizzato una doppietta nella semifinale di ritorno contro il Barcellona, entrando dalla panchina). Nell’Inghilterra invece cercheranno un’ideale rivincvita Dele Alli, Eric Dier e Harry Kane: l’attaccante ha fatto in tempo a tornare per giocare la finale di Madrid ma non è stato un fattore per la squadra di Mauricio Pochettino. I tre leoni però schierano anche Trent Alexander-Arnold, Joe Gomez e Jordan Henderson che la Champions League l’hanno sollevata al Wanda Metropolitano; tagliato invece Kieran Trippier – gli è stato preferito il già citato Gomez, oltre allo stesso Alexander-Arnold – ma in ogni caso questa sera al Dom Afonso Henriques ci saranno otto protagonisti della finale dello scorso sabato. Anche per questo non vediamo l’ora di metterci comodi e stare a vedere quello che ci dirà il campo: ecco allora le formazioni ufficiali, finalmente Olanda Inghilterra comincia! Di seguito le formazioni ufficiali: OLANDA (4-3-3): Cillessen; Dumfries, de Ligt, van Dijk, Blind; F.de Jong, Wijnaldum, de Roon; Bergwijn, Depay, Babel. INGHILTERRA (4-3-3): Pickford; Chilwell, Stones, Maguire, Walker; Rice, Barkley, Delph; Sterling, Rashford, Sancho. (agg. di Claudio Franceschini)

MODALITÀ TORNEO E “PARACADUTE”

Olanda Inghilterra, come detto, è la seconda semifinale della Nations League 2019: nei mesi precedenti avevamo dato ampio risalto alla formula di questo nuovo torneo organizzato dalla UEFA, ma vale la pena fare un breve ripasso perchè questo torneo si lega a filo doppio con le qualificazioni agli Europei. Di fatto le prime classificate di ciascun girone, Lega per Lega (ce ne sono quattro, dalla A alla D) ottengono il pass per la qualificazione diretta ai playoff, che sanciscono le ultime quattro squadre che giocheranno la fase finale (itinerante) del campionato d’Europa. le nazionali della Lega A ovviamente possono agevolmente qualificarsi attraverso i gironi: se così non fosse, Olanda e Inghilterra saranno in campo nel marzo 2020 per i playoff, in caso contrario invece lasceranno il loro posto alle federazioni il cui ranking, all’interno della Lega di appartenenza, sia immediatamente inferiore. Dunque per orange e tre leoni c’è una sorta di “paracadute” qualora dovesse arrivare un flop nelle qualificazioni agli Europei; la vincitrice della Nations League invece iscriverà il suo nome nell’albo d’oro del torneo, ma non riceverà benefici particolari a livello di altre manifestazioni. Quello del 2019 sarà però un campione storico, perchè potrà dire di aver ottenuto il successo nella prima Nations League di sempre. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PORTOGALLO ASPETTA LA VINCENTE TRA OLANDA E INGHILTERRA

Olanda Inghilterra si avvicina: nella prima semifinale della Nations League 2019 ad avere la meglio è stato il Portogallo, che ha vinto una partita decisamente complicata contro la Svizzera. Eroe della serata è stato Cristiano Ronaldo: l’attaccante della Juventus ha sbloccato il risultato nel primo tempo con una punizione e poi ha realizzato, negli ultimi tre minuti, la doppietta decisiva dopo che Ricardo Rodriguez aveva pareggiato su rigore, azione rivista alla Var dopo che l’arbitro aveva assegnato la massima punizione ai lusitani, sul ribaltamento di fronte. Due dati su CR7: con la tripletta alla Svizzera ha raggiunto quota 88 gol in nazionale, e in più è riuscito a sfatare il tabù delle punizioni visto che nella prima stagione alla Juventus, pur avendone tirate tante, non è mai stato in grado di segnare in quel modo. Portogallo dunque in finale: chi sarà la sua avversaria? Tra poco lo scopriremo, ma in ogni caso si tratterà di una partita che in passato ha regalato grandi emozioni… (agg. di Claudio Franceschini)

OLANDA INGHILTERRA: I TESTA A TESTA

Naturalmente i precedenti di Olanda Inghilterra sono tanti: a livello “ufficiale” però questa sfida non si verifica dagli Europei 1996, competizione che i tre leoni giocavano in casa e nel cui primo turno avevano demolito gli orange. Era finita 4-1: a segno Alan Shearer e Teddy Sheringham con una doppietta a testa, per gli avversari solo nel finale era arrivato il gol della consolazione firmato da Patrick Kluivert. Quel giorno in campo c’era Gareth Southgate, attuale Commissario Tecnico dell’Inghilterra che in semifinale avrebbe sbagliato il rigore decisivo; Ronald Koeman invece avrebbe giocato un ultimo anno con il Feyenoord, ma con la nazionale aveva detto stop nel 1994 dopo 78 presenze e 14 gol. Altre due volte queste due nazionali si sono incrociate in un grande torneo: nei Mondiali 1990 fu uno scialbo 0-0 sempre nel girone eliminatorio, mentre due anni prima una straordinaria tripletta di Marco Van Basten aveva affondato gli inglesi agli Europei 1988 – rete di Bryan Robson per i tre leoni – nel torneo che l’Olanda di Rinus Michels avrebbe poi vinto, battendo in finale l’Unione Sovietica con le reti di Ruud Gullit e dello stesso Van Basten, il celeberrimo gol che è tra i migliori mai realizzati nella storia del calcio. L’ultimo precedente è un’amichevole del marzo 2018: ad Amsterdam vittoria dell’Inghilterra grazie al gol di Jesse Lingard. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE OLANDA INGHILTERRA (NATION LEAGUE 2019)

Olanda Inghilterra, in diretta dall’Afonso Henriques di Guimaraes, si gioca alle ore 20:45 di giovedì 6 giugno ed è la seconda semifinale della Nations League 2018-2019: torna l’appuntamento con la nuova manifestazione voluta dalla UEFA e che ha sostituito nel calendario internazionale alcune amichevoli, affiancandosi invece alle qualificazioni agli Europei in corso di svolgimento. Non si giocava dallo scorso novembre: l’Olanda si è qualificata sul filo di lana grazie alla straordinaria rimonta sulla Germania (da 0-2 a 2-2 negli ultimi sei minuti) facendo fuori la Francia campione del mondo che aveva battuto tre giorni prima a Rotterdam. L’Inghilterra ha avuto un percorso simile: partita male, ha vinto le ultime due partite e, ribaltando la Croazia a Wembley, si è garantita la partecipazione alla Final Four ai danni di una Spagna che puntava alla rinascita ma è rimasta delusa. Vedremo allora quello che succederà tra poco, quando le due nazionali scenderanno sul terreno di gioco; mentre aspettiamo la diretta di Olanda Inghilterra possiamo valutare insieme le scelte dei due Commissari Tecnici in termini di probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI OLANDA INGHILTERRA

In Olanda Inghilterra Ronald Koeman punta naturalmente sui soliti noti: davanti al portiere Cillessen infatti agiscono Van Dijk, fresco vincitore della Champions League, e De Ligt che sarà preferito a De Vrij, mentre sulle corsie laterali dovrebbero esserci Dumfries e Daley Blind. A centrocampo comanda ovviamente Frenkie De Jong che tra poco si unirà ufficialmente al Barcellona; Wijnaldum, lui pure vincitore al Wanda Metropolitano, e l’atalantino De Roon dovrebbero completare un reparto di qualità ma anche capacità di interdizione, poi spazio ad un tridente nel quale Depay sarà il falso centravanti stretto tra Promes e Babel, il veterano che è ancora titolare tra gli orange. L’Inghilterra di Southgate può schierarsi con modulo speculare: Pickford il portiere, Walker (o Alexander-Arnold) e Danny Rose i terzini mentre in mezzo agiranno Keane e Maguire, a meno che non venga dato spazio a Joe Gomez. Il faro del centrocampo dovrebbe essere Henderson, Eric Dier può avere la maglia da perno centrale e Barkley si prepara a essere l’interno di raccordo; Harry Kane, che ha recuperato, sarà davanti a tutti con Sterling e uno tra Lingard e Rashford da esterni del tridente.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote che l’agenzia di scommesse Snai ha fornito per un pronostico su Olanda Inghilterra indicano nella nazionale di Gareth Southgate la favorita: vale infatti 2,50 volte la somma messa sul piatto il segno 2 per la vittoria inglese, mentre per il successo degli orange dovrete puntare sul segno 1 e siamo ad un valore corrispondente a 2,90 volte la giocata. Il pareggio, eventualità regolata dal segno X, vi permetterebbe di guadagnare una cifra pari a 3,25 volte quella investita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA