Diretta/ Real Madrid Napoli (risultato finale 4-2): dilagano i Blancos! (29 novembre 2023)

- Claudio Franceschini

Diretta Real Madrid Napoli streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il gruppo C di Champions League, Mazzarri a caccia degli ottavi.

Zambo Anguissa Bellingham Napoli Real Madrid lapresse 2023 640x300 Probabili formazioni Real Madrid Napoli, Champions League (Foto LaPresse)

DIRETTA REAL MADRID NAPOLI (RISULTATO FINALE 4-2): DILAGANO I BLANCOS!

Al 23′ viene annullato un gol a Osimhen, che scarica a rete di destro ma da posizione di fuorigioco. I partenopei devono fare attenzione a Bellingham che continua a sgasare a centrocampo, al 32′ l’inglese trova la misura del cross per la testa di Rudiger, Meret sventa con un gran riflesso. Al 39′ comunque i Blancos tornano avanti: segna Nico Paz, gran sinistro dalla distanza sul quale Meret arriva ma non riesce a trattenere. quindi al 94′ Joselu chiude con il gol del 4-2 in favore del Real. (agg. di Fabio Belli)

REAL MADRID NAPOLI STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Real Madrid Napoli non sarà fornita dalla nostra televisione, perché questa è la partita che per la quinta giornata della fase a gironi è trasmessa su Amazon Prime, e dunque riservata ai possessori di un abbonamento al portale. Va inoltre segnalato che tutte le partite di Champions League sono garantite anche dalla piattaforma Infinity Plus, che ha acquisito i diritti per trasmettere la competizione Uefa. Di conseguenza gli abbonati al questo servizio potranno assistere alle immagini del match, che sarà ovviamente in diretta streaming video o con l’opzione di una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

PAREGGIA ANGUISSA!

Osimhen prende il posto di Simeone a inizio secondo tempo. Dopo appena 2′ gli azzurri trovano il pari con Anguissa, che esplode il destro su una ribattuta di Ceballos e insacca il 2-2. Viene ammonito Zielinski, al 12′ cambia anche il Real Madrid, fuori Ceballos, dentro Joselu. Il Real Madrid non trova la stessa efficacia offensiva del primo tempo, al 18′ sfila un pallone che Joselu non riesce però a insaccare da due passi. Al 21′ tegola per Mazzarri con Zielinski che deve lasciare il campo per infortunio, al suo posto entra Elmas. (agg. di Fabio Belli)

CHANCE PER ZIELINSKI

Dopo il gol di Bellingham il Napoli prova subito a scuotersi e al 24′ Simeone ci prova ancora, chiamando Lunin alla respinta. Alla mezz’ora bella invenzione di Rodrygo per Brahim Diaz, che spara però fuori da buona posizione. Al 34′ Kvaratskhelia chiude su Brahim Diaz, evitando guai spendendo il fallo. Qualche problema per Bellingham, si gira la caviglia dell’inglese che sembra però in grado di poter proseguire e Ancelotti per ora non spende la sostituzione. 4′ di recupero e un sinistro deviato di Zielinski finisce d’un soffio a lato, si va all’intervallo col Real Madrid avanti 2-1 sul Napoli. (agg. di Fabio Belli)

SIMEONE, POI RIBALTONE!

Partenza a razzo al “Bernabeu”. Napoli subito in proiezione offensiva con Kvaratskhelia e Politano, quindi al 9′ la squadra di Mazzarri passa in vantaggio. Sblocca il risultato Simeone, tap-in vincente su invito di Di Lorenzo. La risposta del Real Madrid però è immediata e all’11’ è già pareggio: Rodrygo ristabilisce la parità con un destro al fulmicotone, imparabile per Meret. Insistono i Blancos con una gran botta di Bellingham che sorvola la traversa e al 22′ ribalta la situazione proprio con il centrocampista inglese, che arriva di testa alla deviazione vincente su un cross di Alaba. (agg. di Fabio Belli)

LE FORMAZIONI UFFICIALI, SI GIOCA!

Non ci resta altro tempo: la diretta di Real Madrid Napoli incombe, ma prima di cedere la parola allo stadio Santiago Bernabeu scopriamo i numeri di spagnoli e partenopei fino ad oggi nel girone C di Champions League. Tutto bene per il Real Madrid e questa non è una notizia: quattro vittorie su altrettante partite giocate per gli uomini di Carlo Ancelotti, per cui i Blancos sono già agli ottavi con il punteggio pieno a quota 12 punti in classifica e con nove gol segnati a fronte degli appena tre al passivo, per cui la differenza reti è +6, naturalmente estremamente positiva. Per il Napoli tornato a Walter Mazzarri finora c’è un secondo posto a quota 7 punti in classifica, che sono frutto di due vittorie, un pareggio e una sconfitta.

La differenza reti degli azzurri è leggermente in campo positivo (+1), grazie ai sei gol segnati a fronte dei cinque invece al passivo. Adesso però non è più tempo di numeri e parole: leggiamo le formazioni ufficiali e poi cediamo allora senza indugio la parola ai protagonisti sul campo, perché ora comincia davvero la diretta di Union Berlino Napoli! REAL MADRID (4-3-1-2): Lunin; Carvajal, Rudiger, Alaba, F. Mendy; D. Ceballos, Kroos. F. Valverde; Bellingham; Brahim Diaz, Rodrygo. Allenatore: Carlo Ancelotti NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Natan, Juan Jesus; Zambo Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, G. Simeone, Kvaratskhelia. Allenatore: Walter Mazzarri (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

REAL MADRID NAPOLI: I TESTA A TESTA

Eccoci arrivati alla diretta di Real Madrid Napoli, o quasi: queste due squadre si affrontano per la sesta volta nella loro storia, e i partenopei tornano al Santiago Bernabeu dopo quasi sette anni. Infatti, l’ultima gara disputata qui è quella del febbraio 2017: andata degli ottavi di Champions League, 3-1 a favore del Real Madrid che aveva vinto con i gol di Karim Benzema, Toni Kroos e Casemiro rimontando l’iniziale vantaggio del Napoli con Lorenzo Insigne. Al ritorno, nuovo 3-1 a favore della Casa Blanca e qualificazione ottenuta, a fine anno Zinedine Zidane avrebbe vinto la seconda di tre Champions League consecutive entrando ancor più nella storia, poco prima di infilare la porta principale verso la leggenda, e qualcosa che nessuno era mai riuscito a compiere.

In generale il Real Madrid ha battuto il Napoli quattro volte; nel primo turno della Coppa dei Campioni 1987-1988 gli azzurri avevano pareggiato 1-1 al San Paolo, risultato di prestigio che però non era servito perché due settimane prima il Real Madrid aveva vinto 2-0 la partita di andata. Allenati da Leo Beenhakker, i blancos avevano sbloccato il risultato con il rigore di Michel, poco dopo il quarto d’ora di gioco, e poi l’autorete di Fernando De Napoli aveva permesso il raddoppio. In campo c’era ovviamente Diego Armando Maradona, che quella sera faceva coppia con Bruno Giordano. (agg. di Claudio Franceschini)

REAL MADRID NAPOLI: SFIDA TOSTISSIMA!

Real Madrid Napoli, che sarà diretta dall’arbitro francese François Letexier, si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 29 novembre, al Santiago Bernabeu: quinta giornata nel gruppo C di Champions League 2023-2024, e prima occasione per i parteopei di qualificarsi agli ottavi anche se chiaramente sarà dura. Il pareggio contro l’Union Berlino ha leggermente complicato i piani del Napoli, che questa sera potrebbe anche perdere ma poi facilmente dovrà battere il Braga al Diego Armando Maradona, a meno che ovviamente i portoghesi non crollino in casa contro l’Union Berlino.

Il Real Madrid ha bisogno di un pareggio per blindare il primo posto, gli ottavi li ha già raggiunti e ora bisognerà vedere se Carlo Ancelotti abbasserà in qualche modo la guardia, magari lasciando fuori qualcuno dei suoi big (contro il Braga non ha giocato Bellingham). Adesso sarà interessante scoprire quello che succederà nella diretta di Real Madrid Napoli; aspettando che la partita del Santiago Bernabeu si giochi proviamo a capire in che modo i due allenatori potrebbero disporre le loro squadre sul terreno di gioco, leggendo insieme le probabili formazioni del big match di Champions League.

PROBABILI FORMAZIONI REAL MADRID NAPOLI

Ancelotti in Real Madrid Napoli continua a utilizzare il 4-3-1-2: Bellingham ancora fuori apparirebbe strano, ma Brahim Diaz comunque scalpita e potrebbe anche fare la seconda punta con Rodrygo o Joselu titolari. A centrocampo possibile panchina per Modric o Kroos, nel caso pronto Dani Ceballos con la conferma di Federico Valverde; da valutare poi Lucas Vazquez che può fare la mezzala come il terzino, dunque rischia la maglia anche Carvajal. Alaba può tornare titolare a sinistra, con Rudiger e Nacho Fernandez che sarebbero i centrali davanti a Lunin (Arrizabalaga è infortunato), ma occhio anche a Ferland Mendy.

Walter Mazzarri deve pensare anche all’imminente big match contro l’Inter, e potrebbe fare turnover a Madrid: in porta Meret è recuperato ma Gollini può comunque togliergli il posto, in difesa a sinistra potrebbe agire Juan Jesus con Di Lorenzo a destra, poi coppia centrale Rrahmani-Natan. A centrocampo invece non si cambia, con Lobotka che sarà regista e due mezzali in Zielinski e Zambo Anguissa, dunque schieramento classico; nel tridente, Osimhen ci sarà ma dalla panchina, come prima punta potrebbe toccare a Giovanni Simeone con Elmas a destra, e la conferma di Kvaratskhelia sull’altro versante.

QUOTE E PRONOSTICO

A corredo della diretta di Real Madrid Napoli, possiamo anche parlare del pronostico su questa partita, dunque leggiamo le quote che l’agenzia Snai ha fornito sul match valido per la quinta giornata nel gruppo C di Champions League. Il segno 1 che identifica la vittoria della squadra di casa ha un valore che corrisponde a 1,80 volte quello che avrete pensato di mettere sul piatto; il segno X che regola l’ipotesi del pareggio porta in dote una vincita che equivale a 3,85 volte la vostra giocata, mentre il segno 2 – sul quale puntare per il successo della formazione ospite – vi farebbe guadagnare 4,00 volte l’importo investito con questo bookmaker.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Napoli

Ultime notizie