Diretta/ Renate Avellino (risultato finale 2-1) streaming: qualificati i brianzoli!

- Claudio Franceschini

Diretta Renate Avellino streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il 1° turno di Coppa Italia, squadre in campo al Comunale di Meda.

Renate
Renate (Foto LaPresse)

DIRETTA RENATE AVELLINO (RISULTATO FINALE 2-1): QUALIFICATI I BRIANZOLI!

Finale di partita vibrante tra Renate e Avellino. I brianzoli hanno gestito il vantaggio in superiorità numerica e hanno messo la parola fine di fatto alla corsa alla qualificazione al secondo turno realizzando il raddoppio al 29′ della ripresa con Galuppini, che ha scagliato una saetta dalla distanza valsa la rete del 2-0. Gol molto importante con Galuppini che aveva cercato con insistenza la conclusione nel corso del match, venendo alla fine premiato. L’Avellino però non si è arreso e al 38′ è tornato sotto con Burgio, bravo a girare a rete da posizione invitante senza lasciare scampo a Gemello. 4′ di recupero ma il match non ha regalato altri sussulti, terminando dunque 2-1 in favore del Renate che accede al secondo turno ad eliminazione diretta di Coppa Italia. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA RENATE AVELLINO STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

Salvo variazioni di palinsesto non sarà possibile assistere alla diretta tv di Renate Avellino: la sfida non viene trasmessa sui canali della nostra televisione, e non sarà a disposizione nemmeno un servizio di diretta streaming video. Per tutte le informazioni utili del caso potrete comunque consultare liberamente, senza costi, le pagine ufficiali che le due società mettono a disposizione sui social network: consigliamo in particolare gli account Facebook e Twitter.

SORRENTINO MANCA IL RADDOPPIO

A metà ripresa resiste il vantaggio del Renate contro l’Avellino, prima Anghileri impegna Forte, poi Silvestri ci prova ma Gemello è altrettanto attento nel difendere la sua porta. Al 12′ potenziale svolta del match: viene infatti espulso Silvestri, che aveva già subito un giallo nel primo tempo, per doppia ammonizione e l’Avellino resta in dieci uomini, oltre che sotto di un gol. Galuppini spreca una chance per il raddoppio in contropiede, quindi i biancoverdi operano un cambio con Dossena che esce e Burgio che prende il suo posto. Il Renate ha ora la grande chance di gestire il vantaggio e riuscire a mettere in cassaforte la qualificazione al turno successivo. (agg. di Fabio Belli)

SORRENTINO MANCA IL RADDOPPIO

Al 27′ è Galuppini a cercare la soluzione di potenza, con Forte bravo e abile a respingere. Risponde l’Avellino al 33′ con Santaniello che arriva di testa su un cross di Adamo, senza riuscire a centrare lo specchio della porta. Gemello blocca un sinistro di Emanuele Adamo, ma il finale di primo tempo è ancora di marca brianzola con Giuseppe Giovinco sempre imprendibile e capace di mandare alla conclusione da posizione molto invitante Sorrentino: arriva però l’errore sotto porta di sinistro del centrocampista di casa, che spreca così l’occasione di mandare il Renate all’intervallo in doppio vantaggio. (agg. di Fabio Belli)

COLPISCE GIUSEPPE GIOVINCO!

Il Renate si è portato in vantaggio in apertura di primo tempo sull’Avellino. A sbloccare il risultato è stato Giuseppe Giovinco, che si è avventato su una corta respinta di Forte su cross di Anghileri e con movenze da rapace del gol ha realizzato il vantaggio della formazione brianzola. Al 18′ ancora occasione per i padroni di casa ma stavolta Forte è molto reattivo nel rispondere a una conclusione di Sorrentino, innescato da un errato disimpegno di Bruzzo. Queste le formazioni schierate dal 1′ dai due allenatori. RENATE: Gemello; Merletti, Esposito, Ranieri, Anghileri, Kabashi, Sorrentino, Galuppini, Magli, Giovinco, Damonte. AVELLINO: Forte; Aloi, Miceli, Santaniello, De Francesco, Dossena, Rocchi, Adamo, Maniero, Bruzzo, Ciancio. (agg. di Fabio Belli)

SI COMINCIA!

Giunti al via di Renate Avellino facciamo anche un focus su Aimo Diana, emerso come difensore centrale nel Brescia di Roberto Baggio e consacratosi come ottimo giocatore che ha girato tanto, e si è tolto la soddisfazione di giocare ben 13 partite con la nazionale (un gol nell’amichevole contro la Costa d’Avorio). Al Renate, come allenatore, ci è arrivato nel novembre 2018 prendendo il posto di Gioacchino Adamo; subito un capolavoro salvando i nerazzurri che erano ultimi in classifica e senza nemmeno passare dai playout (rendimento da 32 punti in 27 gare), nella stagione del lockdown Diana ha centrato 41 punti in 27 partite arrivando ai playoff direttamente nella fase nazionale, ma venendo subito eliminato. Questa potrebbe essere la stagione della definitiva consacrazione: Diana ha allenato anche Feralpisalò, Melfi e come già visto Sicula Leonzio in Serie C, dunque l’esperienza non gli manca di certo. E’ adesso arrivato il momento di mettersi comodi e stare a vedere come andranno le cose qui a Meda, dove finalmente la diretta di Renate Avellino sta per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA ATTESO

Sono tanti i protagonisti che potremmo citare in Renate Avellino, ma facciamo il nome di Riccardo Maniero: a quasi 33 anni l’attaccante napoletano si avvicina a casa nel tentativo di vivere un ultimo giro di giostra in una carriera che lo ha portato a vestire tante maglie ma anche a essere sfortunato tra infortuni e scelte non troppo lungimiranti. Vivaio della Juventus, prima esperienza concreta ad Ascoli in Serie B, stagione del lancio definitivo ad Arezzo in Prima Divisione Lega Pro con 12 gol in campionato; da qui Maniero è arrivato a Pescara e poi alla Ternana, il ritorno in Abruzzo lo ha visto esplodere segnando 25 gol in 51 partite del torneo cadetto. A balzare su di lui è stato il Catania: 6 reti in Serie B, ma all’inizio della nuova stagione ecco la chiamata del Bari. Con cui Maniero ha reso secondo le aspettative nel primo anno (13 gol, che rimangono il suo record), non nel secondo; da qui l’approdo a Novara e quindi al Cosenza e di nuovo al Pescara, ma negli ultimi tre anni l’attaccante ha messo insieme appena 10 marcature in 75 partite. In Serie C fa ritorno dopo 10 anni, ovvero da quell’exploit con gli amaranto di Toscana: potrebbe nuovamente fare la differenza e spingere in alto l’Avellino, vedremo se finalmente troverà un po’ di costanza… (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Non ci sono incroci in Renate Avellino, nessuna partita ufficiale tra queste due squadre che sono quasi agli antipodi del Paese e dunque nel campionato di terza divisione potrebbero trovarsi soltanto ai playoff. Se non altro, possiamo dire che ci siano delle sfide che Aimo Diana e Piero Braglia hanno affrontato: per la precisione sono due, e il bilancio è totalmente a favore del nuovo allenatore degli irpini che le ha vinte entrambe, pareggiando invece nell’unico incrocio che lo ha visto coinvolto con il Renate. I due successi fanno riferimento alla stagione 2017-2018: Braglia allenava il Cosenza, che alla quartultima giornata del girone C di Serie C aveva espugnato il campo della Sicula Leonzio grazie al gol di Tommaso D’Orazio. Curiosamente, le due squadre si erano poi affrontate negli ottavi dei playoff e questa volta al San Vito: il Cosenza, che avrebbe conquistato la promozione in Serie B, l’aveva spuntata con un rigore di Allan Baclet all’88’ minuto dopo aver pareggiato al minuto 82 con David Okereke. Una beffa per Diana, che all’inizio del secondo tempo era passato in vantaggio grazie alla punizione di Mauro Bollino. (agg. di Claudio Franceschini)

INFO E ORARIO

Renate Avellino si gioca in diretta dallo stadio Comunale di Meda, alle ore 18:00 di mercoledì 23 settembre: la partita è valida per il primo turno della Coppa Italia 2020-2021. Si affrontano, come di consueto all’esordio nel torneo, due squadre che fanno parte del campionato di Serie C; la gara è secca non essendo prevista una sfida di ritorno, dunque bisognerà ottenere la vittoria nei 90 minuti oppure attraverso i tempi supplementari, con l’eventualità dei rigori se anche al 120’ il risultato dovesse essere di parità. In crescita costante, il Renate si affida nuovamente ad Aimo Diana che ormai conosce molto bene l’ambiente, e le ambizioni dei nerazzurri sono quelle di provare finalmente il salto di qualità; dall’altra parte troviamo gli irpini che vogliono ritrovare il loro passato glorioso, ma sanno di dover affrontare un passo dopo l’altro. Vedremo allora quello che succederà nella diretta di Renate Avellino; aspettandone il calcio d’inizio possiamo brevemente valutare quali saranno le scelte da parte dei due allenatori, leggendo insieme le probabili formazioni della partita.

PROBABILI FORMAZIONI RENATE AVELLINO

Consueto 3-4-1-2 per Diana in Renate Avellino: Gemello e Bagheria si giocano il posto tra i pali, in difesa invece potrebbero agire Magli, Merletti e Teso che avranno l’aiuto, in fase di non possesso, nei terzini che potrebbero essere Guglielmotti e Anghileri che devono vincere la concorrenza di Possenti e del nuovo arrivato Antonio Esposito. A centrocampo Armand Rada fa reparto con Ranieri; sempre interessante il ballottaggio per la trequarti con Kabashi che se la gioca con Grbac, Giuseppe Giovinco si posiziona invece come seconda punta supportando Sorrentno e Galuppini, tallonati da De Sena. L’Avellino svela il nuovo allenatore Piero Braglia, che potrebbe giocare con il 4-3-1-2: in porta va Francesco Forte, davanti a lui ci sono Laezza e Alberto Dossena (o Miceli) che fanno compagnia agli esterni bassi Ciancio e Parisi. Centrocampo condotto da Bruzzo o Aloi; Tomas Federico e Aloi possono essere le mezzali, sulla trequarti può adattarsi Burgio (che sarebbe un esterno di ruolo) con una coppia offensiva che dovrebbe essere formata da Riccardo Maniero e Santaniello, ma attenzione a Bernardotto arrivato dalla Vibonese.

QUOTE E PRONOSTICO

Andiamo ad analizzare le quote che l’agenzia Snai ha previsto per Renate Avellino: a essere favorita, in maniera molto lieve, è la squadra di casa. Il segno 1 per la sua vittoria vale infatti 2,55 volte la somma messa sul piatto contro il valore di 2,95 che accompagna invece il segno 2, sul quale puntare per il successo degli ospiti. Il pareggio, eventualità come sempre regolata dal segno X, porta in dote una vincita corrispondente a 3,25 volte la vostra giocata con questo bookmaker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA