Diretta/ Roma Lazio (risultato finale 1-1) streaming tv: finisce pari

- Mauro Mantegazza

Diretta Roma Lazio streaming video tv: orario, quote, probabili formazioni e risultato live per la partita, derby della Capitale all’Olimpico (Serie A).

Roma Lazio
Roma Lazio (Foto LaPresse)

DIRETTA ROMA LAZIO (RISULTATO FINALE 1-1): FINISCE PARI

Si è chiuso in parità il derby della Capitale, con gli ultimi assalti della Roma che non hanno prodotto frutti, ultimo tentativo un colpo di testa di Dzeko, ben controllato da Patric, che finisce tra le braccia di Strakosha. Fonseca inserisce prima Kolarov e poi Pastore, il serbo si fa ammonire per una trattenuta su Lazzari, mentre nel finale viene ammonito Immobile per proteste. Finisce 1-1, ottima Roma ma la Lazio resiste con caparbietà, mantenendo le distanze sui giallorossi e rinforzando le ambizioni Champions League, anche se per la Juventus questa sera può essere fuga considerando il pari dell’Inter. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE ROMA LAZIO

La diretta tv di Roma Lazio sarà un’esclusiva Sky: l’appuntamento sarà in particolare su Sky Sport Serie A, il canale numero 202 della piattaforma satellitare. Per tutti gli abbonati naturalmente sarà a disposizione anche la diretta streaming video garantita tramite il sito oppure l’applicazione di Sky Go.

DENTRO CAICEDO E PEROTTI

Al 28′ la Roma affonda ancora con Kluivert, che scarica di sinistro mandando il pallone a lato da posizione interessante. Simone Inzaghi si gioca l’ultimo cambio con Felipe Caicedo che prende il posto di Joaquin Correa, che come Luis Alberto non era nelle migliori condizioni. Lucas Leiva mette nel mezzo un pallone su punizione che viene sbrogliato in area giallorossa, quindi al 35′ ancora un gran numero di Under, il pallone finisce a Veretout e poi a Dzeko che trova un altro grande salvataggio di piede di Strakosha, trovando però la bandierina alzata per la posizione di fuorigioco del francese. Al 36′ prima sostituzione per la Roma con Kluivert che lascia spazio a Perotti. (agg. di Fabio Belli)

STRAKOSHA SALVA SU DZEKO

Su una punizione dalla trequarti per la Roma, Dzeko prova a girare di testa senza inquadrare però lo specchio della porta. Fiammate della Lazio al 16′ con Correa che accelera bene ma si fa anticipare da Smalling, quindi ci prova Immobile con un tiro ciabattato a lato, ma Lulic era in fuorigioco sulla sua incursione sulla sinistra. Al 19′ viene ammonito Milinkovic-Savic per un fallo tattico su Santon, poi al 23′ ancora Strakosha incerto, respinge coi pugni facendo impennare il pallone in area, arriva Dzeko alla conclusione ravvicinata ma il portiere laziale si immola deviando in angolo. Al 26′ esce Luis Alberto ed entra Parolo, con lo spagnolo che dimostra di non gradire. (agg. di Fabio Belli)

RIGORE REVOCATO A KLUIVERT

Il secondo tempo inizia con un cambio nella Lazio: Patric prende il posto dell’ammonito Luiz Felipe. Al 3′ Spinazzola punta Lazzari e scende bene sulla sinistra, cross in area per Veretout che prova a piazzare il pallone mancando di poco il bersaglio. Al 5′ la Roma può usufruire di un calcio di rigore per un contatto in area tra Patric e Kluivert: Calvarese va al VAR e vede però che è l’olandese a tagliare la strada allo spagnolo, fischiando punizione alla difesa. Viene ammonito Dzeko per aver fermato una ripartenza di Luis Alberto, quindi la Roma continua a tener palla e la Lazio ad attendere: 1-1 nel derby della Capitale al quarto d’ora del secondo tempo. (agg. di Fabio Belli)

PAREGGIO DI ACERBI!

La Lazio ha sofferto psicologicamente il gol della Roma, che ha restituito però il gentile omaggio al 34′: su calcio d’angolo battuto da Luis Alberto, Santon colpisce il pallone di testa. La sfera si impenna in area ma Pau Lopez lo rismanaccia in campo e poi lo manda a sbattere sulla traversa anticipando anche Smalling: doppio goffo intervento e Acerbi da due passi ne approfitta depositando in rete l’1-1. La Lazio prova a sfruttare l’inerzia positiva del gol ma al 40′ Luiz Felipe è costretto all’ammonizione per fermare Kluivert. Il difensore brasiliano della Lazio si esibisce poi in un bell’anticipo su Dzeko, ma al 44′ è Pellegrini a sfiorare di nuovo il vantaggio, cogliendo il palo con una conclusione a girare. (agg. di Fabio Belli)

STRAKOSHA, CHE ERRORE!

Al 16′ Radu è bravo a chiudere su Kluivert, la Roma fa girare il pallone e la Lazio attende pazientemente nella sua metà campo. Al 21′ un traversone ben indirizzato da Under a centro area troverebbe Dzeko ben appostato, ma l’anticipo di Acerbi in spaccata è spettacolare. La Lazio però in una fase di buon controllo commette un patatrac: su lancio lungo di Cristante, Strakosha sbaglia completamente i tempi dell’uscita e permette a Dzeko di inserirsi e superarlo di testa, pallonetto che sbatte sul palo ed entra in rete. Lazio sotto shock, la Roma trova subito una ripartenza e vengono murati i tentativi ravvicinati di Under prima e Dzeko poi dalla difesa laziale. Duro colpo per i biancocelesti che ora devono alzare la linea del pressing, alla mezz’ora del primo tempo la Roma è avanti 1-0 nel derby. (agg. di Fabio Belli)

CRISTANTE PERICOLOSO

Nei primi minuti una punizione dal lato dell’area per entrambe le squadre. Al 3′ la Roma spazza e riparte sul pallone messo in mezzo da Luis Alberto, al 5′ dall’interno dell’area laziale ci prova Pellegrini trovando però la difesa della Lazio pronta a murare. Al 7′ interessante sponda in area di Dzeko per Veretout che ciabatta male il pallone che rotola docile verso Strakosha. Un colpo di testa di Mancini non inquadra lo specchio della porta, la Lazio prova a ripartire ma Luis Alberto non trova la profondità per Immobile. Al 13′ giallorossi pericolosi, sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti battuta da Pellegrini Cristante tenta la girata in area, deviata in calcio d’angolo. Al quarto d’ora del primo tempo derby della Capitale ancora sullo 0-0. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

La diretta di Roma Lazio comincia tra poco, e ci viene raccontata in questi ultimi minuti d’attesa dai numeri. I biancocelesti sono reduci da ben 11 vittorie di fila in Serie A che hanno permesso di volare a 2 punti dalla seconda posizione, con 45. Sono arrivate finora 14 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. L’attacco è il secondo migliore della categoria con 46 gol, meglio solo l’Atalanta con 50, grazie soprattutto ai 23 fatti da Ciro Immobile al momento capocannoniere della categoria. Va ricordato poi che la squadra di Simone Inzaghi ha ancora da recuperare una partita ed è dunque potenzialmente seconda a eventualmente -3 dalla Juventus capolista. La difesa è la seconda migliore della categoria con 18 reti incassate, meglio anche della Juventus. La Roma è sotto di una posizione ma ha una partita in più è ben 7 punti in meno. I 38 raccolti sono arrivati grazie a 11 successi, 5 pari e 4 ko. L’attacco ha finora dimostrato di poter fare la differenza con 37, mentre i gol incassati fino a questo momento sono 22. Adesso però leggiamo le formazioni ufficiali di Roma Lazio, poi si gioca! ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Santon, G. Mancini, Smalling, Spinazzola; Veretout, Cristante; Cengiz Under, Lo. Pellegrini, J. Kluivert; Dzeko. Allenatore: Paulo Fonseca LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luioz Felipe, Acerbi, S. Radu; M. Lazzari, S. Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic; J. Correa, Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi (Agg. di Matteo Fantozzi)

FONSECA CONTRO INZAGHI

Il derby Roma Lazio è il secondo episodio nella sfida tra Paulo Fonseca e Simone Inzaghi. Tra i debuttanti dell’ultimo periodo sulla panchina giallorossa, il portoghese è quello con il passo peggiore ma va considerata l’estate turbolenta e un progetto di fatto nuovo, attualmente la Roma è quarta in classifica e dunque Fonseca sta facendo il suo dovere, e nel girone di ritorno proverà a fare anche il salto di qualità che potrebbe passare attraverso le sfide dirette. Problema che fino a qualche tempo fa apparteneva anche a Simone Inzaghi, ma l’allenatore della Lazio ha già battuto due volte la Juventus in stagione (e nella seconda occasione si è preso la Supercoppa) e sta letteralmente volando, virtualmente secondo in classifica (deve ancora recuperare una partita) e reduce da 11 vittorie consecutive, nelle quali i biancocelesti hanno segnato 30 gol tornando quella macchina da reti ammirata due stagioni fa. Pronto a riscrivere ogni tipo di record tra gli allenatori della Lazio (anche quello delle presenze), Inzaghi adesso punta davvero lo scudetto: del resto la Juventus è lontana solo 3 punti e dunque è lecito sognare, il titolo alla metà biancoceleste della capitale manca da 20 anni e non sarebbe male finire il digiuno con la cifra tonda… (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

E’ impossibile raccontare il derby Roma Lazio attraverso tutti i suoi episodi: qui possiamo limitarci a dire che la partita di andata era terminata in parità per effetto del rigore di Aleksandar Kolarov (grande ex) e del gol di Luis Alberto, e che nelle ultime dieci gare il vantaggio nei precedenti sorride ai giallorossi che hanno vinto in cinque occasioni contro le tre dei biancocelesti, che però si erano imposti con un netto 3-0 lo scorso marzo. Ci sono naturalmente incroci anche in Coppa Italia: i tifosi della Lazio portano ancora nel cuore la finale vinta nel 2013 grazie al gol di Senad Lulic, ma poi si erano qualificati all’ultimo atto anche nel 2017 superando una semifinale con il 2-0 dell’andata e la sconfitta per 2-3 al ritorno. Volendo considerare un fattore campo che conta il giusto, la Lazio non espugna il “campo” della Roma dall’aprile di quello stesso anno, una partita risultata pesantissima per l’assegnazione dello scudetto a favore della Juventus; i giallorossi ricordano con piacere, oltre al 5-1 con poker di Vincenzo Montella, quel derby rimontato da Claudio Ranieri che all’intervallo, sotto di un gol, aveva tolto Francesco Totti e Daniele De Rossi. L’epilogo del campionato era stato amaro, ma quella partita resta. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Roma Lazio, diretta dall’arbitro Calvarese, sarà il derby della Capitale che ci attende allo stadio Olimpico alle ore 18.00 di oggi, domenica 26 gennaio 2020, per la ventunesima giornata di Serie A. L’attesa è già molto alta, come sempre per Roma Lazio: il derby è sentito ovunque, ma nella Città Eterna ancora di più, inoltre giallorossi e biancocelesti ci arrivano molto bene, almeno in campionato – in settimana infatti entrambe le formazioni capitoline sono state eliminate dalla Coppa Italia. La Roma di Paulo Fonseca vincendo sul campo del Genoa è salita a quota 38 punti in classifica, rimanendo da sola al quarto posto che è naturalmente l’obiettivo fondamentale per questa stagione dei giallorossi, che puntano a tornare in Champions League. La Lazio di Simone Inzaghi invece sabato scorso ha travolto la Sampdoria arrivando a 45 punti pur con una partita da recuperare: i biancocelesti sognano addirittura lo scudetto, vincere il derby naturalmente rafforzerebbe di molto questa ambizione.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA LAZIO

Parliamo naturalmente anche delle probabili formazioni per Roma Lazio. Paulo Fonseca dovrebbe affrontare il derby con il modulo 4-2-3-1: in difesa le certezze sono Pau Lopez, la coppia Smalling-Mancini e Kolarov a sinistra, mentre Spinazzola, Florenzi e Santon danno vita a un ballottaggio a tre come terzino destro. Florenzi d’altronde potrebbe giocare anche più avanti ed entra in ballottaggio con Kluivert oppure Under come esterni offensivi. In mediana ecco invece Cristante e Veretout, più avanzato Pellegrini che agirà da trequartista alle spalle di Dzeko. Simone Inzaghi replicherà con il 3-5-2: in campo per la Lazio Luiz Felipe oppure Patric con Acerbi e Radu nella difesa a tre davanti a Strakosha; nel folto centrocampo a cinque ecco da destra a sinistra Lazzari, Milinkovic Savic, Leiva, Luis Alberto e Lulic, mentre davanti Caicedo e Correa si contendono ancora il posto da spalla di Immobile.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo al pronostico su Roma Lazio, basandoci sulle quote fornite dall’agenzia Snai. Naturalmente c’è equilibrio, come sempre nel derby: il segno 1 è quotato a 2,65 mentre con il segno 2 siamo a 2,50. L’ipotesi più remunerativa per gli scommettitori sarebbe dunque il segno X, che è quotato a 3,60 volte la posta in palio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA