Diretta/ Salisburgo-Genk (risultato finale 6-2): che trionfo per gli austriaci!

- Fabio Belli

Diretta Salisburgo Genk (risultato live 0-0) streaming video e tv: prende finalmente il via la partita valida per la prima giornata della fase a gironi di Champions League.

Haidara_Ulmer_Salisburgo_esultanza_lapresse_2018
Probabili formazioni Napoli Salisburgo (Foto LaPresse)

DIRETTA SALISBURGO-GENK (RISULTATO FINALE 6-2): CHE TRIONFO PER GLI AUSTRIACI!

Che ritorno in Champions League memorabile per il Salisburgo che asfalta il Genk per 6 a 2 e balza in testa al girone E di Champions League 2019-20, scavalcando anche il Napoli vittorioso contro il Liverpool grazie alla migliore differenza reti. Nelle battute conclusive del match il risultato potrebbe cambiare ancora, al 77′ Stankovic nega il gol a Heynen con un gran colpo di reni sul colpo di testa del numero 8 di Mazzu. Nel recupero Minamino, uno dei migliori in campo, vuole aggiungersi all’elenco dei marcatori ma non fa i conti con Daka che gli sbarra la strada verso la porta. Sei gol subiti sono già troppi, non era proprio il caso di prendere il settimo. {agg. di Stefano Belli}

GLORIA ANCHE PER CAPITAN ULMER!

A metà del secondo tempo il punteggio di Salisburgo-Genk vede la formazione di Marsch avanti per 6-2. A inizio ripresa i campioni di Belgio si portano a “soli” tre gol di svantaggio dagli avversari con Samatta che al 52′ trova il varco giusto per battere Stankovic. Comprensibilmente la compagine austriaca si era fermata non avendo motivi per prendere ulteriormente a pallonate la squadra di Mazzu dopo aver messo i tre punti in cassaforte già nella prima frazione di gioco, ma in Champions League non ci può essere spazio per il pietismo e la gloria personale fa gola a tutti. Anche a capitan Ulmer che al 66′ firma il 6-2 con una gran conclusione da fuori area, meglio non rischiare e riprendere il largo devono aver pensato saggiamente gli uomini di Marsch che si avviano verso un finale di partita tranquillo e soprattutto trionfale. {agg. di Stefano Belli}

GOLEADA AUSTRIACA ALLA RED BULL ARENA

Salisburgo e Genk vanno al riposo sul punteggio di 5-1 in favore della formazione allenata da Jesse Marsch. Primo tempo da incorniciare per la squadra di proprietà della Red Bull che al 34′ trova il gol del raddoppio ancora con Erling Braut Haaland, doppietta per il giovane attaccante norvegese di cui sentiremo parlare a lungo, e non soltanto perché il padre negli anni novanta ruppe una gamba a Roy Keane (il quale ricambiò il favore stroncandogli la carriera). Allo Stadion Wals-Siezenheim c’è una sola squadra in campo ed è quella di casa che al 36′ cala addirittura il tris con il sud-coreano Hwang che su assist di Junuzovic e soprattutto il regalo di Lucumì che si addormenta clamorosamente nella sua trequarti facendosi portare via il pallone come una vecchietta a cui scippano la borsa. Il numero 33 colombiano si fa comunque perdonare poco dopo segnando sugli sviluppi di un calcio piazzato la rete che consente agli ospiti di accorciare le distanze e alleggerire momentaneamente il passivo. Prima dell’intervallo la formazione di Mazzu potrebbe addirittura riaprirla con Ito che non prende bene la mira da posizione invitante e scaraventa il pallone sopra la traversa. Haaland decide quindi di ristabilire le distanze e al 45′ – approfittando anche di un rimpallo – la butta dentro per la terza volta, tripletta e serata che non dimenticherà tanto facilmente. Nel recupero la compagine austriaca va a segno per la quinta volta con Szoboszlai, un altro giovane di sicura prospettiva che evidenzia le terribili lacune dei campioni di Belgio. E pensa come stanno messe dietro le altre squadre della Jupiler Pro League… {agg. di Stefano Belli}

HAALAND FA ESULTARE LA RED BULL ARENA!

Alla Red Bull Arena, dove si sta giocando Salisburgo-Genk valevole per la prima giornata della fase a gironi di Champions League 2019-20, siamo giunti al ventesimo del primo tempo, il parziale vede i padroni di casa in vantaggio per 1-0. Vi ricordate di Alf-Inge Haaland, difensore norvegese passato alla storia per gli screzi con Roy Keane? Bene, oggi il figlio 19enne gioca nella squadra di Marsch ed è proprio lui a sbloccare la contesa già al 2′. Minamino inventa un corridoio perfetto per il numero 30 che passa in mezzo ai difensori avversari e la piazza all’angolino dove Coucke non può arrivarci. Gara subito in salita per gli ospiti che sono costretti ad attaccare e a concedere giocoforza spazi per il contropiede dei campioni d’Austria che invece si trovano nella condizione privilegiata di poter controllare a proprio piacimento la situazione. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA SALISBURGO GENK

Salisburgo Genk, martedì 17 settembre 2019 alle ore 21.00, sarà trasmessa in diretta tv esclusiva per tutti gli abbonati Sky sui canali del satellite di Sky Sport. Ci sarà anche la possibilità di seguire la diretta streaming video via internet dell’incontro collegandosi sul sito skygo.sky.it tramite pc, o utilizzando l’app Sky Go tramite smart tv o con dispositivi mobili come tablet o smartphone.

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Fra pochi minuti avremo il fischio d’inizio di Salisburgo Genk, adesso proviamo ad inquadrare questa partita di Champions League con i numeri statistici delle due formazioni nella prima fase dei rispettivi campionati nazionali. Eccellente il cammino di Salisburgo in Austria: sette giornate già alle spalle, altrettante vittorie per la squadra della Red Bull con addirittura 34 gol segnati (alla media di circa cinque per partita) a fronte delle appena sei reti incassate. Il Genk invece in Belgio è partito decisamente più piano: anche qui le giornate disputate sono sette, ma per il Genk si contano tre vittorie, un pareggio e tre sconfitte, con 10 gol segnati e nove subiti. Adesso però basta numeri, sarà il campo a parlare: leggiamo le formazioni ufficiali di Salisburgo Genk, poi si gioca! SALISBURGO (4-4-2): 1 Stankovic; 43 Kristensen, 15 André Ramalho, 39 Wober, 17 Ulmer; 18 Minamino, 28 Bernede, 16 Junuzovic, 14 Szoboszlai; 30 Haland, 9 Hwang. GENK (4-3-3): 28 Coucke; 31 Maehle, 6 Dewaest, 33 Lucumi, 21 Uronen; 25 Berge, 17 Hrosovsky, 8 Heynen; 77 Ndongala, 10 Samatta, 7 Ito. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

Un tuffo nel passato aspettando la diretta di Salisburgo Genk ci dice che questa è una partita inedita, dunque nella serata di Champions League ci attende una prima volta assoluta. Ampliando lo sguardo, possiamo comunque notare che il Salisburgo ha già incrociato ben dodici volte altre squadre belghe, con un buon bottino di sei vittorie, due pareggi e quattro sconfitte, per un totale di 22 gol segnati e 18 subiti. I numeri sono particolarmente positivi nelle sei partite giocate in casa, dove infatti il Salisburgo è ancora imbattuto e vanta quattro vittorie e due pareggi, fresco è il 4-0 di febbraio di quest’anno inflitto al Bruges per avere la meglio nei sedicesimi di Europa League dopo la sconfitta per 2-1 dell’andata in Belgio. Il Genk invece vanta appena quattro precedenti contro formazioni austriache e i numeri sono in perfetto equilibrio: una vittoria per parte e due pareggi, sei gol all’attivo e altrettanti al passivo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CHAMPIONS LEAGUE 2019: SALISBURGO GENK

Salisburgo Genk, che sarà diretta dall’arbitro tedesco Felix Zwayer, si gioca martedì 17 settembre alle ore 21.00 alla Red Bull Arena e sarà una delle sfide della prima giornata della fase a gironi della Champions League 2019-2020, all’interno del gruppo E che è quello del Napoli. Gli austriaci hanno rotto l’incantesimo dopo 11 eliminazioni nei preliminari della massima competizione europea. Nella loro storia si trovano per la prima volta ad affrontare la fase a gironi di Champions League grazie al ranking UEFA che ha qualificato direttamente la squadra campione d’Austria, con la formazione della Red Bull che ha vinto il titolo nazionale per 10 volte dal 2007 ad oggi, ovvero da quando il colosso delle bibite è entrato nella proprietà del club. Squadra comunque da non sottovalutare, perchè un anno fa in Europa League aveva centrato una splendida semifinale arrivando ad un passo dall’ultimo atto. Il Genk si presenta in Champions da campione del Belgio ed è alla sua quinta partecipazione alla competizione dal 1999/00 ad oggi: per tre volte l’avventura per i belgi si è chiusa nei preliminari, mentre nel 2002/03 e nel 2011/12 è arrivata l’eliminazione nella fase a gironi.

PROBABILI FORMAZIONI SALISBURGO GENK

Le probabili formazioni che scenderanno in campo in Salisburgo Genk, martedì 17 settembre 2019 alle ore 21.00 alla Red Bull Arena di Salisburgo, nel turno d’esordio della Champions League 2019/20. 3-5-2 per il Salisburgo allenato dallo statunitense Marsch che schiererà: Stankovic, Andre Ramalho, Valici, Wober, Farkas, Ashimeru, Junuzovic, Bernede, Ulmer, Haland, Hwang. Risponderà il Genk guidato in panchina dal belga Mazzu con un 4-3-3: Coucke, De Norre, Lucumi, Dewaest, Uronen, Heynen, Berge, Piotrowski, Samata, ito, Paintsil.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Secondo il bookmaker Snai, il Salisburgo è favorito per la vittoria nel turno di esordio in Champions League contro il Genk. Successo interno quotato 1.65, pareggio offerto a una quota di 4.00 ed affermazione esterna proposta a una quota di 4.75. Per i gol realizzati in totale nel corso del match, le quote per gli scommettitori sono 1.55 per quanto riguarda l’over 2.5 e 2.35 per quanto concerne l’under 2.5.

© RIPRODUZIONE RISERVATA