Diretta/ Sassari Ludwigsburg (risultato finale 80-97): sardi travolti (22 novembre 2023)

- Claudio Franceschini

Diretta Sassari Ludwigsburg streaming video tv: orario e risultato live della partita che si gioca per la quarta giornata di basket Champions League, la Dinamo cerca la seconda vittoria.

Sassari Champions League stoppata facebook 2023 1 1 640x300 Diretta Sassari Ludwigsburg, Champions League gruppo D (da facebook.com/dinamosassariofficial)

DIRETTA SASSARI LUDWIGSBURG (RISULTATO FINALE 80-97): SARDI TRAVOLTI

Treier inizia il terzo quarto con una tripla, ma Buie risponde con una tripla a sua volta. McKinnie tenta un gioco da tre punti, ma al giro successivo si scontra con la difesa di Lewis. Con 8’13” sul cronometro, viene chiamato un timeout. McKinnie segna nuovamente da due, Edigin realizza un canestro dopo il 15° rimbalzo offensivo tedesco, e Whittaker ottiene 2/2 ai liberi. Un tiro di media distanza di Whittaker riduce il divario a -16, costringendo coach Joshua King a chiamare un timeout con 6’16”. Whittaker accorcia con un tiro da due, ma Graves segna ancora da tre (13/30 per la squadra al momento), costringendo Bucchi a chiamare un timeout con 3’52”, quando il punteggio è 72-88. Edigin segna dalla linea del tiro libero, portando il vantaggio a +18. McKinnie ottiene 1/2 ai liberi, ma Buie raccoglie tre liberi segnandoli tutti, portando il vantaggio a +20 con 2’38”. Tyree segna da palleggio, poi sbaglia una tripla. Polas ottiene 1/2 ai liberi dopo il 17° rimbalzo offensivo dell’MHP. Charalampopoulos segna da due a 67″, Tyree riduce il distacco con una tripla, ma Buie risponde con un’altra tripla. La partita termina con il punteggio di 80-97. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA SASSARI LUDWIGSBURG STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Sassari Ludwigsburg non sarà fornita sui canali della nostra televisione: le partite della Champions League di basket non godono di una programmazione nel nostro Paese, ma sappiamo tuttavia che i match del Banco di Sardegna vengono garantiti dalla piattaforma DAZN: di conseguenza gli abbonati potranno seguire anche la sfida di questa sera in diretta streaming video, utilizzando i loro device. Sul sito ufficiale del torneo, www.championsleague.basketball, troverete invece tutte le informazioni utili come il tabellino play-by-play e il boxscore statistico aggiornato in tempo reale.

FUGA TEDESCA

La squadra tedesca apre il secondo tempo con ancora più energia, realizzando un parziale di 0-6 in soli 1’30”, portando il punteggio a 41-60. Questa fiammata costringe Bucchi a chiamare timeout, considerando le triple, i recuperi e i rimbalzi d’attacco avversari. Al rientro in campo, Graves firma il +21, mentre Edigin e Lewis contribuiscono al 41-66 con 6’02” rimanenti. Tyree segna i primi due punti per Sassari a 5’45”, e Gombauld conquista il suo primo rimbalzo della partita. Gentile va a segno con due tiri liberi, portando il punteggio a 45-66 al 25′. Graves risponde con una tripla, Tyree realizza un canestro da due, e Graves colpisce ancora con un tiro da tre, portando il punteggio a 47-72. Tyree segna 1/2 ai liberi con 2’45”. Tuttavia, il 4/15 da tre non aiuta l’attacco di Sassari, ma Gentile mette due liberi. McKinnie realizza una stoppata, Kruslin va in contropiede portando il vantaggio MHP a +20. Patrick conclude il quarto con una tripla a 34″, fissando il punteggio a 52-75, con Bahre che blocca Kruslin con una stoppata. (agg. di Fabio Belli)

SARDI STACCATI

Patrick porta la sua squadra a un vantaggio di +8, e Cappelletti segna da due all’11’. Treier recupera una palla, ma viene chiamato un fallo in attacco. Polas aumenta il vantaggio a +8, ma Gentile esegue un palleggio, arresto e tiro preciso. Anche Graves segna, con un tiro da tre punti, subito imitato da McKinnie, che sfrutta la confusione generata dal pressing a tutto campo. Con 7’20” di gioco, Gentile subisce un incidente di gioco con il punteggio di 24-31, ma si riprende subito. Bucchi chiama timeout con 5’22”., al ritorno, Charalampopoulos segna una tripla, ma Melson risponde nella stessa misura. Dopo una palla persa sulla rimessa e un facile canestro di Graves, Bucchi richiama precipitosamente un secondo timeout. Il Ludwigsburg continua a pressare a tutto campo, ma questa volta Treier segna con un 2+1 a 4’20”. Bahre segna 2/2 ai liberi, ma la palla persa di McKinnie e il contropiede di Childs portano il vantaggio a +15. Tyree segna 2/2 ai liberi con 12″, e l’ultima palla tedesca viene fermata da Gentile. All’intervallo, il punteggio è 41-54, con Charalampopoulos a quota 11 punti e Tyree a 8, mentre Graves ne ha segnati 9, Buie e Childs 8 ciascuno. (agg. di Fabio Belli)

TEDESCHI AVANTI

Polas apre il primo minuto con una giocata da tre punti, portando il punteggio a 3-2. Buie ed Edigin conducono uno strappo del Ludwigsburg di 0-6, chiuso da McKinnie con 6’20”. Graves contribuisce con quattro punti all’allungo tedesco, portandolo a 5-12, ma Tyree accorcia con un tiro da tre punti al 5′. Charalampopoulos guadagna due tiri liberi; nonostante l’errore sul secondo, Gombould segna il canestro successivo. Con la pressione sulla rimessa dell’MHP, Whittaker trova il canestro per il 13-15 con 4’24”. Il break della squadra sarda viene interrotto dalla tripla di Hammond, ma Charalampopoulos accorcia il divario con due tiri liberi. Childs stoppa Whittaker, ma Sassari mantiene la concentrazione. Un tiro libero di Gombould per il -2 è seguito dall’ammonizione per il coach ospite. Childs e Gombould mantengono il distacco con 1’25”, Polas allunga con un rimbalzo d’attacco, e la schiacciata di Bahre conclude un primo quarto che ha visto il Ludwigsburg impegnato e aggressivo, portandosi avanti 18-24 all’intervallo. (agg. di Fabio Belli)

PALLA A DUE!

Siamo pronti a vivere la diretta di Sassari Ludwigsburg: la squadra tedesca ha giocato anche in Eurocup fino a otto anni fa, da quando invece frequenta la Champions League è sempre stata competitiva e infatti per due volte ha raggiunto la semifinale. La prima nel 2018, passando da tre turni preliminari per poi arrivare seconda nel gruppo B e far fuori Oldenburg e Bayreuth nell’eliminazione diretta, cadendo infine contro il Monaco e perdendo la finalina contro Murcia. Sassari in quella Champions League era presente, ma era arrivata quinta nel girone retrocedendo in Europe Cup, dove Le Portel l’aveva immediatamente fatta fuori.

Tre anni più tardi ecco Sassari Ludwigsburg nel girone, come già visto: Dinamo fuori con una vittoria in sei partite, tedeschi primi e poi secondi nella Top 16 alle spalle dell’Hapoel Holon. Nei quarti i tedeschi avevano eliminato Cluj-Napoca, poi la sconfitta contro Manresa ma il terzo posto conquistato grazie alla vittoria contro lo stesso Hapoel Holon. Insomma: alla squadra tedesca l’esperienza in Champions League non manca, e chissà che questo – come per la Dinamo – possa essere un trampolino di lancio per tornare in Eurocup; intanto mettiamoci comodi e stiamo a vedere cosa ci racconterà il parquet del PalaSerradimigni perché finalmente è arrivato il momento che stavamo aspettando, la palla a due di Sassari Ludwigsburg sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

SASSARI LUDWIGSBURG: I TESTA A TESTA

I testa a testa di Sassari Ludwigsburg in Champions League sono già 5: quello di due settimane fa in terra tedesca, con la vittoria del Banco di Sardegna, ha infatti inaugurato il terzo incrocio in questa competizione, e naturalmente parlando di andata e ritorno arriviamo questa sera alla sesta sfida. Il bilancio ci racconta di tre vittorie di Sassari e due di Ludwigsburg: la cabala gioca a favore della squadra tedesca, perché fino a questo momento abbiamo sempre avuto un’affermazione a testa nella singola stagione. Nel 2016-2017 Sassari aveva perso al PalaSerradimigni sulla sirena, con Tekele Cotton che aveva trovato la tripla del sorpasso.

Al ritorno però la Dinamo si era rifatta, vincendo 75-78. Per gli altri due match dobbiamo invece andare alla stagione 2021-2022, due edizioni fa: alla MHP Arena Sassari aveva avuto un esordio negativo in quell’edizione di Champions League, perché era stata battuta per 94-81. Al ritorno aveva invece vinto, 82-75; adesso è stata la Dinamo a vincere la partita di andata a differenza delle altre due annate in cui Sassari ha avuto a che fare con Ludwigsburg, vedremo in che modo procederà questa statistica di Champions League tra le due squadre a caccia di una vittoria importante… (agg. di Claudio Franceschini)

SASSARI LUDWIGSBURG: PER AVANZARE ANCORA!

Sassari Ludwigsburg sarà in diretta dal PalaSerradimigni, alle ore 20:30 di mercoledì 22 novembre: si gioca per la quarta giornata nel gruppo D di basket Champions League 2023-2024, come noto la fase a gironi ha un calendario “alternato” e dunque la Dinamo torna sul parquet a due settimane di distanza. L’ultima avversaria affrontata è stata proprio Ludwigsburg, e in Germania Sassari si è presa una vittoria importante: la prima nel suo percorso stagionale in Champions League, che le ha permesso di tenere il passo quantomeno per una qualificazione al play in, che compete a seconde e terze del girone.

Adesso chiaramente il Banco di Sardegna spera di fare il bis; per il momento la squadra allenata da Piero Bucchi non ha ancora pienamente sviluppato il suo potenziale, lo si capisce dal passo in Champions League ma anche e soprattutto dal campionato, dove i sardi devono fare i conti con una lotta per la salvezza che nei pronostici di inizio stagione certamente non le competeva. Vedremo dunque come andranno le cose nella diretta di Sassari Ludwigsburg, che potrebbe essere molto importante anche per il morale; aspettando che si giochi possiamo dare uno sguardo alla situazione nel gruppo D di Champions League e in generale ai temi principali di questa bella partita.

DIRETTA SASSARI LUDWIGSBURG: SITUAZIONE E CONTESTO

Si gioca tra poco la diretta di Sassari Ludwigsburg, per la Dinamo uno snodo importante nel suo percorso in Champions League: attualmente il gruppo D parla chiaro, l’Aek Atene ha sempre vinto e di conseguenza è praticamente certo del primo posto che gli garantirà la qualificazione diretta senza passare dal play in. A questo punto l’obiettivo della Dinamo diventa quello di blindare seconda o terza posizione: battendo Ludwigsburg sarebbe a metà dell’opera, perché prenderebbe di fatto due partite di vantaggio sui tedeschi grazie alla doppia sfida diretta a favore.

A quel punto basterebbe un altro successo in due gare, o una sconfitta di Ludwigsburg, per aver centrato il traguardo. Che tuttavia sarà solo minimo, perché sappiamo bene che una società come Sassari vuole primeggiare anche in Europa e certamente in questa Champions League ne ha le possibilità; forse al momento la priorità resta quella di rialzare la testa in Serie A1, ma vincere la seconda partita consecutiva in una competizione internazionale aiuterebbe di certo a rimettersi in sesto anche nella corsa ai playoff di campionato e, prima ancora, alla qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Champions League Basket

Ultime notizie