DIRETTA/ Spagna Iran (risultato finale 73-65): vittoria sofferta per Scariolo

- Claudio Franceschini

Diretta Spagna Iran, risultato finale 73-65: vittoria di misura per Scariolo nell’ultima partita del gruppo C ai Mondiali basket 2019.

Spagna Ricky Rubio basket lapresse 2019
Risultati Mondiali basket 2019: Spagna e Argentina volano in semifinale (Foto LaPresse)

DIRETTA SPAGNA IRAN (RISULTATO FINALE 73-65)

Spagna Iran 73-65: la vittoria iberica sigilla i destini del girone C dei Mondiali di basket 2019 a Guangzhou. La Spagna di Sergio Scariolo chiude al primo posto a punteggio pieno, ma ad essere onesti non ha mai convinto del tutto, faticando un po’ troppo contro tre avversarie sulla carta chiaramente inferiori rispetto agli iberici. L’Iran era rimasto in scia per i primi due quarti e nella terza frazione di gioco, grazie ad un parziale di 19-22, i persiani sono tornati in vantaggio al momento della fine del quarto. Si è andati avanti a lungo sul filo dell’equilibrio anche nel quarto e ultimo quarto, solo in extremis la Spagna ha fatto la differenza per chiudere il parziale sul 21-12 e il punteggio complessivo sul 73-65. Otto punti di scarto comunque rendono l’idea di una partita nella quale l’Iran si è giocato molto bene le proprie chance, facendo soffrire i più blasonati rivali. A livello individuale per la Spagna spiccano i 16 punti messi a referto da Marc Gasol, mentre nell’Iran il migliore realizzatore è stato Mohammad Jamshidijafarabadi a quota 15 punti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INTERVALLO

Spagna Iran 33-31: risultato ancora in bilico ai Mondiali di basket 2019 quando sono andati in archivio i primi 20 minuti della partita di Guangzhou. La Spagna, come è ormai consuetudine quest’anno per la squadra di Sergio Scariolo, parte piano e chiude in ritardo il primo quarto (18-21 Iran), poi aggiusta la situazione nel secondo quarto con un parziale di 15-10 che comunque di certo non ha ancora rovesciato le sorti di una partita che resta aperta e che al momento vede le difese molto più in forma degli attacchi, con proiezione ad un punteggio finale molto basso se non cambierà il rendimento offensivo negli ultimi due quarti. I brutti numeri in attacco si notano anche a livello individuale: per la Spagna i migliori sono Rudy Fernandez e Juancho Hernangomez con sei punti a testa, mentre nell’Iran spicca Mohammad Jamshidijafarabadi a quota sette punti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

Non sarà possibile assistere alla diretta tv di Spagna Iran, che non è una delle partite previste dalla piattaforma della televisione satellitare per questa giornata: dunque non sarà a disposizione nemmeno una diretta streaming video, ma per le informazioni utili potrete rivolgervi al sito ufficiale dei Mondiali basket 2019, che trovate alla specifica sezione su fiba.basketball, oppure alle pagine ufficiali che le due federazioni forniscono liberamente sui profili social, in particolare Facebook e Twitter.

PALLA A DUE!

Si alza la palla a due su Spagna Iran: la nazionale asiatica è alla terza partecipazione consecutiva ai Mondiali di basket, e fino a questo momento ha un bilancio poco edificante di due vittorie e 10 sconfitte comprendendo le due che sono arrivate nel gruppo C. In precedenza avevamo detto di come l’Iran avesse battuto l’Egitto cinque anni fa; l’altro successo risale invece al 2010, edizione di un torneo che si era giocato in Turchia. Gli iraniani erano inseriti nel gruppo B, dominato dagli Stati Uniti con uno scarto medio superiore di 24,8 punti; la vittoria era arrivata alla terza giornata contro la Tunisia (71-58), poi sconfitte nette contro tutte le altre con la sola eccezione della sfida alla Slovenia, che si era presa la vittoria per appena 5 punti. Sarebbe cambiato poco: l’Iran sarebbe comunque rimasto fuori dal secondo turno per la differenza canestri e gli incroci del calendario nell’ultimo turno. Adesso è arrivato il momento di mettersi comodi e stare a vedere quello che ci dirà il campo nella partita che inizia tra pochi istanti: diamo dunque la parola alla diretta di Spagna Iran! (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ASSENTI

Come abbiamo già detto Spagna Iran, e in generale i Mondiali di basket 2019, sarà giocata senza tre elementi di grande rilievo: Pau Gasol, che era presente 13 anni fa quando le Furie Rosse hanno vinto l’unica rassegna iridata – e in seguito è stato grande protagonista di tutti i successi europei della nazionale – ha lasciato la propria rappresentativa per concentrarsi sulla NBA, dove dalla prossima stagione giocherà con la maglia di Portland (in carriera ha vestito le maglie di Memphis, Los Angeles Lakers, Chicago e San Antonio). Spicca sicuramente la mancata convocazione di Serge Ibaka, fresco vincitore del titolo oltre oceano con i Toronto Raptors; i tifosi dell’Olimpia Milano inoltre non avranno la possibilità di ammirare Sergio Rodriguez, che in estate ha lasciato il Cska Mosca per firmare con l’Armani Exchange. Giocatore sublime, El Chacho ha vinto l’oro in Giappone nel 2006 e ha fatto parte del roster spagnolo salito sul tetto d’Europa quattro anni fa; nel suo palmarès figurano anche tre campionati e quattro Coppe del Re con il Real Madrid, con cui ha vinto anche l’Eurolega poi bissata pochi mesi fa con il Cska. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PRECEDENTE AI MONDIALI

Spagna Iran, nella fase finale dei Mondiali di basket, si è giocata soltanto una volta: per trovare questo precedente non dobbiamo tornare troppo indietro nel tempo, era infatti il 30 agosto 2014. Nel primo turno, gruppo A a Granada (dunque con gli spagnoli a ospitare il torneo), le Furie Rosse avevano chiuso imbattuti davanti a Brasile, Francia e Serbia e all’Iran, che aveva terminato il suo torneo battendo il solo Egitto, era toccato perdere 60-90 contro di loro. I fratelli Gasol avevano dominato: 33 punti per Pau e 10 rimbalzi per Marc, mentre Ricky Rubio ci aveva aggiunto 5 assist. Per l’Iran erano arrivati 18 punti di Mehdi Kamrani e la bellezza di 15 rimbalzi per Hamed Haddadi; la Spagna aveva proseguito il suo percorso con la vittoria agevole sul Senegal, ma poi la Francia di Boris Diaw (15 punti) e Rudy Gobert (13 rimbalzi) l’aveva eliminata: non era bastata la partita da 17+8 di Pau Gasol, ancora una volta gli iberici avevano dovuto vivere una delusione iridata che adesso sperano di riscattare, anche se dovremo aspettare per sapere se sarà così… (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Spagna Iran, in diretta dal Guanghzou Gymnasium, si gioca alle ore 14:30 italiane di mercoledì 4 settembre: ultima giornata del gruppo C ai Mondiali basket 2019 e partita che, almeno sulla carta, dovrebbe vedere le Furie Rosse dominare e prendersi così il primo posto nel girone. Dobbiamo stare molto attenti a questa sfida: naturalmente la nazionale iberica, allenata da Sergio Scariolo, è ben conosciuta in ambito internazionale ma questa sua versione sarà quella che andrà a giocare contro l’Italia nella seconda fase della rassegna iridata. Una Spagna che non ha avuto problemi nelle prime due partite del girone, e che adesso vuole fare il tris: l’Iran ha avuto la grande occasione di vincere all’esordio ma gli ultimi secondi della sfida contro Porto Rico sono stati fatali, così è già arrivata l’eliminazione; in ogni caso è stata una bella avventura per gli asiatici che ora proveranno se non altro a fare bella figura. Aspettando la diretta di Spagna Iran, vediamo insieme quali potrebbero essere i temi principali in arrivo da Guanghzou.

DIRETTA SPAGNA IRAN: RISULTATI E CONTESTO

Spagna Iran naturalmente non dovrebbe creare grossi problemi alle Furie Rosse, che inseguono il titolo ai Mondiali di basket da 13 anni: l’unica medaglia d’oro è infatti arrivata nel 2006, poi gli Stati Uniti hanno iniziato a fare sul serio e hanno lasciato le briciole ad una nazionale che poi non è più nemmeno arrivata in finale, ma che in ambito europeo ha ottenuto tre trionfi e si è anche presa due argenti e un bronzo olimpico. Un movimento che dunque ha saputo diventare tra i più competitivi a livello internazionale, ma che sta esaurendo il periodo d’oro: nel roster presentato da Scariolo per questa competizione non c’è più Pau Gasol e da tempo si era ritirato anche Juan Carlos Navarro, ci sono però Marc Gasol e Ricky Rubio insieme a giocatori come Sergio Llull e Rudy Fernandez che sono in grado di portare enorme esperienza in seno alla squadra. Dalla Spagna ci si aspetti sempre che arrivi in fondo, ma il campo potrebbe dire altro; questo primo girone dei Mondiali è stato poco indicativo per rivelarci il vero potenziale degli iberici, gli appassionati e gli addetti ai lavori stanno attendendo in particolar modo le sfide della seconda fase contro Italia e – soprattutto – Serbia – per capire se la nuova versione della nazionale possa davvero giocarsi il titolo. Intanto però andrà chiuso il girone contro l’Iran…

© RIPRODUZIONE RISERVATA