Diretta/ Tirreno Adriatico 2022: Tadej Pogacar vince la 6^ tappa, classifica dominata

- Mauro Mantegazza

Diretta Tirreno Adriatico 2022: Tadej Pogacar ha vinto anche la 6^ tappa e domina in classifica, alle sue spalle Jonas Vingegaard e Mikel Landa (oggi sabato 12 marzo).

Pogacar Tour Tirreno
Pogacar in azione

DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022, CLASSIFICA: IL DOMINIO DI TADEJ POGACAR

Tadej Pogacar ha vinto la sesta tappa Apecchio-Carpegna della Tirreno Adriatico 2022: non c’erano molti dubbi in proposito, ma è lo sloveno il re della Corsa dei Due Mari, che con un altro grande numero in salita si prende il secondo successo di tappa e blinda il primato in classifica generale di questa Tirreno Adriatico 2022. Sul Carpegna ha scritto la storia Eddy Merckx, qui si allenava Marco Pantani che è stato celebrato con striscioni e scritte sulla strada, era giusto che a vincere fosse un grande campione e Tadej Pogacar ha onorato la corsa nel migliore dei modi. Lo sloveno della UAE Team Emirates arriva a braccia alzate sul traguardo di Carpegna, ad oltre un minuto arrivano Jonas Vingegaard secondo e Mikel Landa terzo, che salgono esattamente in quest’ordine sugli stessi gradini del podio virtuale della classifica generale. Tra gli italiani, annotiamo che oggi sono arrivati Damiano Caruso al quinto posto e Giulio Ciccone ottavo.

Sulla prima ascesa del Monte Carpegna – davvero affascinante con il bosco innevato – si mette in grande evidenza Quinn Simmons, che stacca tuti i compagni di fuga, passa per primo al GPM e blinda la sua maglia verde di leader di questa classifica, mentre fra i big cedono molto presto Remco Evenepoel e Tao Geoghegan Hart. Ci prova la Bahrain Victorious, che rende dura la corsa con Pello Bilbao e Damiano Caruso per Mikel Landa, ma sulla seconda ascesa del Carpegna è il più forte che impone la sua legge: basta uno scatto e Tadej Pogacar se ne va. Dietro, si lotta solo per il secondo posto con i big superstiti, da Landa a Vingegaard, da Porte a Mas fino a Hindley, Caruso e Pinot. In discesa cade Enric Mas, una brutta botta ma per fortuna lo spagnolo si è rialzato ed è tornato sulla bicicletta, anche se naturalmente lasciando ogni ambizione. Un errore anche di Porte lascia solo Mikel Landa e Jonas Vingegaard tra i primi inseguitori. Davanti Pogacar si gode il trionfo, dietro Vingeggard è secondo sia di tappa sia della generale e Landa si prende il podio a danno di Porte. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ECCO IL CARPEGNA!

Siamo pronti ad entrare nel vivo della diretta della sesta tappa della Tirreno Adriatico 2022, perché la Apecchio-Carpegna è giunta ormai ai piedi del Monte Carpegna, che andrà scalato per ben due volte nella tappa regina della Corsa dei Due Mari di quest’anno. Doppia salita e doppia discesa per decretare il vincitore della tappa di oggi, ma anche il vincitore della Tirreno Adriatico 2022, perché questi ultimi 40 km decideranno anche i verdetti in classifica generale.

Per il momento, la situazione è rimasta simile a quanto avevamo già descritto in precedenza: all’attacco infatti c’è sempre la fuga della prima ora, composta da nove attaccanti. Alla testa della corsa ci sono quindi ancora Benoît Cosnefroy (AG2R Citroën), Marco Haller (Bora-hansgrohe), Davide Bais (Eolo-Kometa), Alex Aranburu, Lluis Mas (Movistar), Julian Alaphilippe, Mikkel Honoré (Quick-Step ALpha Vinyl), Alexander Konychev (BikeExchange-Jayco) e Quinn Simmons (Trek-Segafredo), ma alcuni hanno già perso contatto. Il vantaggio di chi resiste è di poco superiore ai due minuti, ma naturalmente il destino della tappa è nelle mani dei big, perché con due salite ancora da affrontare saranno loro a decretare l’andamento della corsa – con possibilità praticamente nulle per la fuga. Segnaliamo alcuni ritiri fra cui quello di Elia Viviani, che non sta benissimo e ha deciso quindi di evitare questo sforzo, provando a conservare energie per la Milano Sanremo di sabato prossimo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E RAI 2: COME SEGUIRE LA DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022 (6^ TAPPA)

La diretta tv della Tirreno Adriatico 2022 sarà come sempre garantita in chiaro dalla Rai: l’appuntamento per l’odierna sesta tappa Apecchio-Carpegna sarà per le sue fasi salienti dalle ore 15.30 su Rai Due, con la telecronaca di Francesco Pancani affiancato da Alessandro Petacchi, ma la copertura avrà inizio già dalle ore 14.50 su Rai Sport + HD (canale numero 58 del telecomando), dunque possiamo affermare che la copertura della Corsa dei Due Mari sarà eccellente sulla nostra tv di Stato.

Questo significa di conseguenza che la Tirreno Adriatico 2022 sarà disponibile per tutti anche in diretta streaming video tramite il sito oppure l’applicazione di Rai Play, particolarmente preziosa per chi non potrà mettersi davanti a un televisore. La Tirreno Adriatico 2022 sarà però visibile anche sui canali e i servizi streaming di Eurosport, tuttavia riservati naturalmente agli abbonati in questo caso. CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO DELLA TIRRENO ADRIATICO 2022 SU RAI PLAY

9 IN FUGA

Vivace fin dalle sue primissime battute la diretta della sesta tappa della Tirreno Adriatico 2022, sappiamo che la Apecchio-Carpegna sarà la frazione regina e quindi c’è stata fin da subito grande voglia di andare in fuga. Infine si è formato questo drappello con nove uomini al comando: Benoît Cosnefroy (AG2R Citroën), Marco Haller (Bora-hansgrohe), Davide Bais (Eolo-Kometa), Alex Aranburu, Lluis Mas (Movistar), Julian Alaphilippe, Mikkel Honoré (Quick-Step ALpha Vinyl), Alexander Konychev (BikeExchange-Jayco), Quinn Simmons (Trek-Segafredo), il campione del Mondo è naturalmente la stella di questa fuga che ha circa quattro minuti di vantaggio quando mancano all’incirca 150 km all’arrivo di Carpegna.

Spendiamo però qualche parola in più sulla salita del Monte Carpegna, che si lega a storici ricordi del Giro d’Italia degli anni Settanta ma anche alla memoria di Marco Pantani. Siamo infatti nelle Marche, ma molto vicini alla Romagna e queste erano le strade che Pantani percorreva quando si allenava in salita. In particolare, il Pirata sosteneva che il Carpegna fosse perfetto per preparare i grandi Giri. Riprendendo una famosa frase proprio di Marco Pantani, ogni anno a Carpegna si corre una Gran Fondo in mountain bike chiamata “Il Carpegna mi basta”. I ricordi più celebri legati al Monte Carpegna risalgono però agli anni Settanta: nel 1973 Eddy Merckx staccò il grande scalatore spagnolo José Manuel Fuente, che però l’anno successivo proprio sul Carpegna inflisse al Cannibale belga una delle sconfitte più dure della sua carriera. La Tirreno Adriatico 2022 oggi dunque pedalerà sulle strade che hanno fatto la satira con il Cannibale e il Pirata: Tadej Pogacar potrà confrontarsi indirettamente con i miti del ciclismo… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Sta per prendere il via la diretta della sesta tappa Apecchio Carpegna della Tirreno Adriatico 2022, ma dobbiamo ancora dare spazio alle prime dichiarazioni dopo il traguardo del grande protagonista di ieri, il vincitore di tappa Warren Barguil, che ha detto: “È fantastico. Volevo rimanere davanti nel finale. Credevo fosse una tappa adatta a me e che fosse il giorno perfetto per le fughe. Il mio compagno di squadra, amico e compagno di camera Clément Russo mi ha aiutato tanto. Sul muro finale ho dato tutto, sono stanchissimo ma ce l’ho fatta!”.

Per Warren Barguil, che in carriera ha saputo vincere due tappe alla Vuelta 2013 e altrettante più la maglia a pois di migliore scalatore al Tour 2017, si tratta della settima affermazione da professionista e la prima in Italia. Oggi però si decide tutto: il doppio Carpegna sarà determinante non solo per il successo di tappa ma anche per la classifica generale, dove Tadej Pogacar ha appena 9” di vantaggio su Remco Evenepoel. Parola dunque alla strada: la sesta tappa della Tirreno Adriatico 2022 comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

OCCHIO ALLE SALITE E ALLA DISCESA FINALE…

La diretta Tirreno Adriatico 2022 oggi, sabato 12 marzo, ci proporrà la frazione regina di questa edizione della Corsa dei Due Mari: la sesta tappa Apecchio-Carpegna di 215 km è attesissima ed è chiamata a dare un volto ragionevolmente definitivo alla classifica generale della Tirreno Adriatico 2022, perché domani la conclusione dovrebbe essere allo sprint. Arriviamo dall’arrivo in salita di giovedì a Bellante e poi da un altro arrivo con la strada che sale, quello di ieri a Fermo al termine della tradizionale frazione dei Muri marchigiani, oggi invece ci attende la tappa di più alta montagna con la doppia ascesa del Monte Carpegna, anche se a dire il vero oggi sarà un arrivo in “discesa” in paese a Carpegna, dunque attenzione non solo alle salite…

Stavolta la salita sarà più lunga e adatta dunque agli scalatori rispetto alla esplosività necessaria sui Muri, ma la verità è che un fenomeno come Tadej Pogacar va forte ovunque. Il Monte Carpegna si lega nella storia del ciclismo – con alterne vicende – sia ad Eddy Merckx sia a Marco Pantani, quindi Pogacar ma anche tutti gli altri big della Corsa dei Due Mari avranno una ulteriore motivazione in più per cercare di lasciare il segno oggi sulla salita verso il Cippo di Carpegna. Tutto questo premesso, andiamo allora a scoprire senza ulteriore indugio tutto quello che c’è da sapere per seguire nel migliore dei modi la diretta Tirreno Adriatico 2022 oggi, nella sesta tappa Apecchio-Carpegna.

DIRETTA TIRRENO ADRIATICO 2022: IL PERCORSO DELLA 6^ TAPPA

Presentando la diretta Tirreno Adriatico 2022 abbiamo già tratteggiato il significato della frazione odierna nella Corsa dei Due Mari, andiamo allora adesso a presentare in maggiore dettaglio tutte le caratteristiche del percorso della sesta tappa Apecchio-Carpegna di 215 km, che sarà dunque notevole anche per quanto riguarda il chilometraggio, ma si svilupperà per intero sulle strade della provincia di Pesaro e Urbino, nelle Marche. La partenza avrà luogo da Apecchio alle ore 10.50, in considerazione della lunghezza e anche della difficoltà della frazione odierna, che farà soffrire non poco i corridori della Tirreno Adriatico 2022.

Non mancheranno i saliscendi già nella prima parte del percorso, come ad esempio il Gran Premio della Montagna collocato a Mombaroccio al km 88,2 oppure il traguardo volante collocato ad Urbino al km 125,7, anch’esso lungo un tratto di strada in salita, ma globalmente dobbiamo dire che i primi 170 km non saranno particolarmente impegnativi. Tutto cambierà quando la corsa arriverà a Frontino, dove si comincerà a salire verso Carpegna, anche se l’inizio formale del vero e proprio Monte Carpegna sarà nell’omonimo centro abitato: si tratta di 6 km con pendenza media al 9,9% per una salita che, dopo un primo chilometro al 7,2%, sarà poi quasi sempre sopra il 10% e con punte di pendenza massima al 15% nel secondo chilometro. Il primo scollinamento sarà al km 183,9, seguito dalla discesa e immediatamente dalla seconda salita, con GPM al km 203. La discesa terminerà a circa 2 km dall’arrivo di Carpegna, che saranno in leggera salita.

CLASSIFICA TIRRENO ADRIATICO 2022

1. Tadej Pogacar
2. Jonas Vingegaard a 1’52”
3. Mikel Landa a 2’33”





© RIPRODUZIONE RISERVATA